Turismo di pianura: informazioni da 25 comuni

Il sito ufficiale di informazione turistica della Pianura Bolognese sostituisce e allarga l’attenzione del precedente organismo denominato “Orizzonti di pianura”, che comprendeva 13 comuni. La Redazione Locale Pianura Bolognese copre il territorio di 25 Comuni: Anzola dell’Emilia, Argelato, Baricella, Bentivoglio, Budrio, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castello d’Argile, Castenaso, Crevalcore, Galliera, Granarolo dell’Emilia, Malalbergo, Minerbio, Molinella, Ozzano dell’ Emilia, Pieve di Cento, Sala Bolognese, San Giorgio di Piano, San Giovanni in Persiceto, San Lazzaro di Savena, San Pietro in Casale, Sant’Agata Bolognese, Zola Predosa.
Inserisce direttamente i dati di tali Comuni, organizzando le informazioni su indicazione dei fornitori locali.
L’Ente capofila della redazione è la Città Metropolitana di Bologna (ex Provincia di Bologna). 
Ora il link di indirizzo è: https://turismoinpianura.cittametropolitana.bo.it/ 
*** Altri siti utili del territorio
Leggi Tutto

Musei e mostre aperti per Ferragosto a Bologna

I musei aperti a Bologna per Ferragosto 2022
Come di consueto, i musei del Settore Musei Civici Bologna sono aperti con orario festivo nel giorno di Ferragosto (lunedì 15 agosto) 2022.
* Di seguito gli orari di apertura:
– MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna | via Don Minzoni 14 | ore 10-19
– Museo Morandi | via Don Minzoni 14 | ore 10-19
– Museo Civico Archeologico | via dell’Archiginnasio 2 | ore 10-19
– Museo Civico Medievale | via Manzoni 4 | ore 10-19
– Collezioni Comunali d’Arte, Palazzo d’Accursio | Piazza Maggiore 6 | ore 10-18.30
– Museo Davia Bargellini | Strada Maggiore 44 | ore 10-18.30
– Museo internazionale e biblioteca della musica | Strada Maggiore 34 | ore 10-19
**N B Nella stessa giornata, le sedi di Casa Morandi, Museo per la Memoria di Ustica, Museo civico del Risorgimento e Museo del Patrimonio Industriale osserveranno la chiusura, come previsto da orario ordinario.
*** Segnaliamo inoltre le mostre temporanee che, oltre alle collezioni permanenti, potranno essere visitate dai cittadini e dai turisti che sceglieranno di trascorrere la giornata in città:

– MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna: Sean Scully. A Wound in a Dance with Love
Leggi Tutto

Davide Venturi e figlio, una storia scritta nel marmo.

Il Museo civico del Risorgimento attraverso il sito web di Storia e memoria (*) rende possibile la scoperta del fondo di 514 cartoline della ditta di marmisti Davide Venturi, attiva per oltre un secolo e mezzo nella lavorazione di marmi ed altre pietre, che incarna i canoni artistici dei vari periodi storici, passando dal Classicismo al Realismo della fine del ‘900, fino al Liberty del secolo successivo. Sulle cartoline sono fotografati opere, progetti, monumenti e decorazioni realizzati in palazzi, hotel, chiese, cimiteri di Bologna e altre città d’Italia e all’estero. Tra le altre, figura anche la cartolina di villa Bonora di S. Pietro in Casale, e vari monumenti realizzati dallo scultore centese Stefano Galletti.
Nel 2009 la ditta Sandro Sacilotto, erede della ditta Venturi, donò al Museo del Risorgimento il proprio archivio fotografico, comprendente album fotografici, cartoline e negativi su lastre di vetro. Da questo gesto generoso è stato possibile comprendere il ruolo determinante di questa azienda di imprenditoria artistica a Bologna, protagonisti sia a livello nazionale sia internazionale, arrivando ad aprire una sede distaccata a Caracas in Venezuela….

….. Davide Venturi, fondatore dell’omonima azienda nel 1840 a San Giovanni in Persiceto, nel corso dei decenni riesce a trasformarsi da uno dei tanti marmorini-artisti attivi per la Certosa, in una ditta vera e propria che, ad alcune opere autonome, preferisce Leggi Tutto

B’Est Movie. Cinema all’aperto in provincia

Continua B’Est Movie, la rassegna cinematografica estiva gratuita che coinvolge ogni anno numerosi comuni della provincia di Bologna, organizzata dalla Cineteca di Bologna e dall’Unione Reno Galliera. L’edizione 2022 propone 20 serate e 19 film in 9 diversi comuni tra luglio e agosto a ingresso gratuito.
* Info e prenotazioni su: http://rassegnabestmovie.it/
I prossimi appuntamenti:
21 luglio 2022 – Castello d’Argile, Mascarino, parcheggio di Via Silone
Versi Perversi
25 luglio 2022 – Granarolo, Quarto Inferiore, Casa degli Eventi, Via Teresa Noce
Un confine incerto
26 luglio 2022 – Pieve di Cento, Piazza Andrea Costa
Lazzaro felice
27 luglio 2022 – Argelato, Funo, Piazza della Resistenza
Le sorelle Macaluso
28 luglio 2022 – Castello d’Argile, Cortile del comune, ingresso da Piazza Attilio Gadani
Ribelle
1 agosto 2022 – Granarolo, Lovoleto, giardino estivo del centro civico, via Larghe 2
Il giovane corsaro
Leggi Tutto

Borghi e frazioni in musica. Prossimi appuntamenti

Borghi e Frazioni in musica.
Continua il programma della 23a edizione partita il 14 giugno e ci accompagnerà fino al 4 agosto 2022.Le undici serate di questa 23a edizione di Borghi e Frazioni in Musica rappresentano occasioni di svago e di socialità, con concerti che spaziano tra generi musicali diversi:
il jazz di Andrea Dessì e Massimo Tagliata, la profonda e melodiosa voce dell’americana Barbara Evans, il tributo di Miss Pineda alla canzone italiana e quello di Leydis Mendez alla musica cubana. I Tropical Swingers, il Manbassa trio con le sue note soul venate di funk e rock. Il poliedrico cantautore Franz Campi porterà la rassegna su brani italiani originali e Nelson Machado accompagnerà il pubblico nel ritmo brasiliano. I giovani ragazzi dei gruppi Untrio ed Albatros vi trascineranno in serate scoppiettanti. Il soul all’italiana del Bengi Soul Trio chiude la rassegna.
* INIZIO CONCERTI ORE 21.30
I prossimi appuntamenti:
27 Luglio 2022 P.zzale Chiesa – San Giorgio di Piano, loc. Stiatico
UNTRIO
29 Luglio 2022 P.zza Martiri della Liberazione – San Pietro in Casale
ALBATROS
4 Agosto 2022 Rocca Isolani – Minerbio
BENGI SOUL TRIO
Borghi e Frazioni in Musica fa parte Leggi Tutto

Riapre il Museo Civico Archeologico di Bologna

Da lunedì 11 luglio 2022 riaprono le sale espositive al primo piano del Museo Civico Archeologico, che torna così fruibile nell’intero percorso di visita. Dopo la chiusura nel giugno 2021 per consentire lavori di adeguamento normativo antincendio, il pubblico troverà alcune novità nei materiali esposti e negli allestimenti.
Dopo un anno di parziale chiusura dovuta a un importante intervento di adeguamento normativo antincendio, da lunedì 11 luglio 2022 il Museo Civico Archeologico di Bologna riapre al pubblico le sale espositive situate al primo piano, dove si trovano esposte le sezioni relative alla storia della città (Preistorica, Etrusca, Gallica e Romana), le collezioni Etrusco Italica, Greca, Romana e la Gipsoteca.
Il percorso di visita, che si completa con il Lapidario, distribuito tra l’atrio di ingresso e il cortile al piano terra, e la collezione Egiziana, Leggi Tutto

I mestieri dell’acqua, in mostra al MAF

Al MAF- Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese di S. Bartolomeo in bosco
uova mostra estiva: “I mestieri delle acque (in arte)”.
E’ aperta dai primi di luglio fino al 2 ottobre una mostra di pitture dedicate alle acque del territorio ferrarese, a partire da un dipinto di Renzo del Greco, che rappresenta il paesaggio del nostro territorio prima dell’epopea della bonifica. Altre opere sono di Severo Pozzati (Sepo), Nino Zagni e Otello Ceccato, Paolo Volta. La mostra si articola attraverso una serie di suggestive e variegate esemplificazioni, opera di noti artisti ferraresi che si sono dedicati alla loro terra, anche in tempi diversi.
Il filo conduttore dell’esperienza espositiva, le acque, si collega alla grande epopea antecedente al gigantesco lavoro di bonifica che ha trasformato il territorio ferrarese e che trova nel MAF importanti testimonianze di cultura materiale.
Con “I mestieri delle acque (in arte)” si compie un salto a ritroso nel tempo, quando le antiche Valli di Marrara (nelle quali il MAF è ubicato), nell’alto ferrarese, erano pressoché simili alle valli del basso ferrarese. Queste ultime, nelle quali si viveva di un’economia prettamente valliva, sono illustrate in un dipinto di Renzo del Greco.

La medesima, non facile realtà economica è pure Leggi Tutto

Po in secca, dati a confronto

Siccità e grande secca del fiume Po: 2022 un anno record preannunciato.
Articolo di Renzo Valloni – Centro Etica Ambientale*
Forse mai come in questo inizio estate il fiume Po è stato al centro dell’attenzione pubblica. La sua secca estrema, che rende possibile camminare in alveo da sponda a sponda, fornisce una nitida immagine della siccità che da mesi affligge il parmense e l’intero bacino padano. Detto che la ‘siccità meteorologica’ consiste in una significativa e duratura carenza di precipitazioni il cui risultato finale è comunemente una ‘siccità idrologica’ che si manifesta con prolungate magre, le portate del Po del mese di giugno 2022 hanno segnato il minimo di sempre. Per un apprezzamento visivo del fenomeno in atto è stato costruito il grafico sotto delle portate del fiume Po con l’andamento di alcune grandezze caratteristiche riferite alla sezione di Pontelagoscuro convenzionalmente considerata come la chiusura idrologica del bacino del grande fiume. L’asse verticale riporta le portate in metri cubi al secondo mentre l’asse orizzontale riporta i mesi del “calendario idrologico” che inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell’anno successivo*
Dall’insieme delle curve di portata delle ultime 17 annualità, sono state estratte la curva nera delle
portate giornaliere dell’anno in corso 2021/2022 Leggi Tutto

Passeggiate tra i canali nascosti

IL CANALE NASCOSTO” Nuovo tour
Dalla Montagnola a Via Capo di Lucca alla scoperta del Canale Moline
prima data 14 luglio ore 19

L’intervento di manutenzione, ancora in corso, nel tratto di canale Moline sottostante via Irnerio ci ha ispirato questa passeggiata di superficie che ci farà scoprire quanto è cambiata nel corso dei secoli questa parte della città così caratterizzata dalle acque.
Per questo nuovo tour partiremo insieme dalla Fontana della Ninfa e dopo aver osservato i ruderi del Castello di Galliera e le asole scoperte del condotto Aposa-Moline saliremo insieme la scalinata della Montagnola e attraverseremo il parco fino a raggiungere via Irnerio. L’apertura di questo nuovo rettilineo, completato nel 1912, ha determinato la scomparsa di una serie di vie precedenti, tra le quali via San Marino e vicolo della Conca, portando ad una radicale trasformazione urbanistica che continuerà nei decenni successivi. Giunti in via Capo di Lucca parleremo infatti del Ponte del Gatto ancora esistente, ma visibile solo a livello sotterraneo, e dell’ex mulino Cavallo Aposa il cui stabile invece è andato irrimediabilmente perduto. Dopo aver osservato il gruppo di case costruite nel 1516 dall’Università delle Moline e delle Moliture, per alloggiarvi i mugnai, ci faremo Leggi Tutto

Estate a Cento. Prossime iniziative

Estate a Cento 2022– Prossime iniziative
Programma musicale di “Estate a Cento”
sabato 2 luglio – ore 21.30 CARMINA BURANA di Carl Orff Orchestra Classica FFM- Cori: CasaleCoro, Coro Haendel, Coro da camera Euphonè, L’Opera dei Ragazzi – Direttore M° Julius Kalmar.
ingresso libero – prenotazione poltrona € 15/10 –- martedì 12 luglio – ore 21.30 CABRUJA
voce Eduardo Cabruja, pianoforte Denis Biancucci, chitarre Lorenzo Mantovani, basso Simone Di Benedetto, batteria e percussioni Stefano Bussoli. ingresso libero
– venerdì 15 luglio – ore 21.30 BOHEMIAN RHAPSODY Il musical sulla storia dei Queen- La Compagnia del Villaggio ingresso libero – prenotazione poltrona € 15/10
martedì 19 luglio – ore 21.30 IL CLASSICO MORGAN Morgan voce e pianoforte -Valentino Corvino violino, arrangiamento e direzione. Filarmonica dell’Opera italiana “Bruno Bartoletti” ingresso libero – prenotazione poltrona € 15/10 –
domenica 24 luglio – ore 21.30 JAMES MADDOCK, BRIAN MITCHELL & STEVE WICKHAM (WATERBOYS) ingresso libero
martedì 26 Leggi Tutto

Emilia, metamorfosi di un territorio. Rassegna di documentari

EMILIA, METAMORFOSI DI UN TERRITORIO
Cortile di Palazzo Zani, Via S. Stefano 56, Bologna
8, 9 e 10 luglio 2022, ore 21.00,
rassegna documentaristica sulla trasformazione dei paesaggi regionali, dal dopoguerra all’attualità
EMILIA- EstateDOC che il Consorzio della Bonifica Renana organizza in collaborazione con l’Associazione dei Documentaristi dell’Emilia-Romagna, nell’ambito della programmazione culturale comunale di Bologna Estate.
La rassegna si compone di tre serate documentaristiche dedicate alla metamorfosi del territorio regionale dal Dopoguerra all’attualità e consente l’assegnazione di 2 CFP (per ciascuna serata) agli iscritti all’ordine degli Architetti; l’ingresso è libero.
Dalla disponibilità di una pellicola d’epoca inedita, realizzata nella nostra Regione tra il 1948 e il 1950, nasce l’idea di questo breve ciclo di documentari che si terrà
PROGRAMMA IN DETTAGLIO
– venerdì 8 luglio 2022, ore 21.00
Saluti di Valentina Borghi, presidente della Bonifica Renana

EMILIA (1951) documentario inedito di Vittorio Gallo, durata 21 minuti
APPENNINO, UN LABORATORIO A CIELO APERTO (2020), documentario di Davide Maffei, durata 24 minuti. Alla visione segue commento con Franco Farinelli, geografo, professore emerito dell’Università di Bologna, Mauro Maggiorani, storico e Davide Maffei, regista
Leggi Tutto