Protezione Civile e fiume Reno, nuovi volontari e aggiornamento Piano

25 nuovi volontari dell’Associazione Nazionale Alpini per la Protezione civile sul Reno.
L’Associazione Nazionale Alpini-sezione di Cento, convenzionata con il Comune di Castello d’Argile per le attività di Protezione Civile, potrà contare su ben 25 nuovi volontari. Sabato scorso, sull’argine del fiume Reno, c’è stata per loro una importante esercitazione pratica.
Il sindaco Alessandro Erriquez, anche nelle sue funzioni di delegato alla Protezione Civile per i Comuni dell’Unione Reno Galliera, ha incontrato, per salutarlo e ringraziarlo, questo gruppo di donne e uomini che hanno scelto di impegnarsi per la sicurezza delle nostre Comunità.
Aggiornamento al Piano Sovracomunale di Protezione Civile
Nella seduta del 25 febbraio 2021 il Consiglio dell’Unione Reno Galliera ha approvato l’aggiornamento al Piano Sovracomunale di Protezione Civile dell’Unione Reno Galliera. Si tratta del sesto aggiornamento del piano dalla sua prima approvazione avvenuta nel 2011, quando i comuni dell’Unione decisero di predisporre un unico piano di protezione civile, valido per tutti, superando i singoli piani comunali. In quell’occasione venne anche costituito il Servizio Intercomunale di Protezione Civile dell’Unione che da allora cura l’attività di programmazione di protezione civile per tutti i comuni.
La nuova versione, oltre ad adeguarsi alla normativa vigente, introduce alcuni importanti elementi di novità:

– sono stati inseriti nuovi scenari di rischio non considerati nei precedenti piani relativamente al rischio sanitario e al rischio causato dal rinvenimento di ordigni bellici;
– sono stati condotti approfondimenti tematici relativi al fiume Reno e al Canale Navile con analisi morfologico–topografica del territorio e simulazione degli scenari di evento di esondazione fluviale;
– sono stati recepiti i nuovi idrometri di riferimento per singolo comune indicati dall’Agenzia Regionale di Protezione Civile;
– è stata adottata una nuova veste grafica e un formato compatto che consente una consultazione più agevole da parte di operatori e cittadini trattando ogni rischio in modo completo così da costituire una monografia tematica comprendente anche le norme di comportamento per i cittadini.

Un capitolo intero è stato poi dedicato al tema dell’informazione alla popolazione in tempo di pace e in emergenza, con schemi e modelli di comunicazione, ribadendo l’importanza del sistema di allertamento vocale Alert System che in pochi minuti è in grado di divulgare le allerte chiamando tutti i telefoni fissi presenti sugli elenchi pubblici dei comuni dell’Unione e i cellulari dei cittadini iscritti al servizio gratuito.

http://www.renogalliera.it/news-unione/aggiornamento-al-piano-sovracomunale-di-protezione-civile?fbclid=IwAR1dBVTitxetjhg3q8WKEPXZr7VS0h6yzcWjiWeCKcRHUVUVKEXbNA-sUT0

  • Il Piano Sovracomunale di Protezione Civile dell’Unione Reno Galliera è leggibile al link

http://www.renogalliera.it/lunione/uffici-e-servizi/uffici/area-polizia-locale/protezione-civile/documenti/piano-intercomunale-di-protezione-civile-dellunione-reno-galliera/piano-documenti-vigente 

Queste le novità del 6° aggiornamento, approvate con deliberazione n. 10 del Consiglio dell’Unione del 25 febbraio 2021:

– piena conformità del piano alla deliberazione di Giunta Regionale n. 1439/2018 “Indirizzi per la predisposizione dei Piani Comunali di Protezione Civile”;

– è recepita la recente deliberazione di Giunta Regionale n. 1761/2020 – Aggiornamento del “Documento per la gestione organizzativa e funzionale del sistema regionale di allertamento. Per il rischio meteo idrogeologico, idraulico, costiero ed il rischio valanghe, ai fini di protezione civile” di cui alla deliberazione di Giunta Regionale n. 962/2018 e recepiti i nuovi format di allertamento;

– è stata approfondita la conoscenza territoriale e dei dati sulla popolazione con suddivisione territoriale di dettaglio e informazioni aggiornate in tempo reale grazie ad una nuova applicazione di analisi statistica integrata nella piattaforma Emerge;

– sono stati inseriti nuovi scenari di rischio non considerati nei precedenti piani:

– rischio sanitario;

– rischio causato dal rinvenimento di ordigni bellici;

– il piano è stato integrato con approfondimenti tematici relativi a:

– scenari di esondazione del fiume Reno con analisi morfologico–topografica del territorio e simulazione degli scenari di evento di esondazione fluviale;

– analisi dei dati pluviometri e idrometri del bacino del Navile;

– sono stati recepiti i nuovi idrometri di riferimento per singolo comune indicati dall’Agenzia Regionale di Protezione Civile;

– è stata recepita la direttiva del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile in materia di concomitanza di eventi con emergenze sanitarie;

– un capitolo intero è stato dedicato all’informazione alla popolazione in tempo di pace e in emergenza, con schemi e modelli di comunicazione;

– è stata adottata una nuova veste grafica e un formato compatto che consente una consultazione più agevole da parte di operatori e cittadini

– ogni rischio viene trattato in modo completo così da costituire una monografia tematica;

– per ogni rischio sono inserite le norme comportamentali a cui ogni cittadino deve attenersi.

Scarica il piano nel formato integrale:

1 – Documento di pianificazione

2 – Allegati:

Tavola 1 – Inquadramento generale territorio e previsioni di sviluppo

Tavola 2 – Rischi connessi alle attività industriali

Tavola 3 – Rischio Idraulico Unione Reno Galliera

Tavola 3.1 – AR_CM – Rischio Idraulico Argelato e Castel Maggiore

Tavola 3.2 – BE_SG – Rischio Idraulico Bentivoglio e San Giorgio di Piano

Tavola 3.3 – CA_PC- Rischio Idraulico Castello d’Argile e Pieve di Cento

Tavola 3.4 – GA_SP – Rischio Idraulico Galliera e San Pietro in Casale

pubblicato il 03/12/2014 — ultima modifica 22/03/2021

Data Pubblicazione: