Dall’agricoltura l’energia rinnovabile. Invito al Convegno del 27 gennaio 2006 a S. Marino di Bentivoglio

Il “Gruppo di studi pianura del Reno “, in collaborazione con l’Istituzione Villa Smeraldi-Museo della Civiltà  contadina, ha organizzato un incontro pubblico per informare e discutere di progetti ed esperienze riguardo alle reali possibilità  di produrre energia rinnovabile da coltivazioni agricole o da biomasse.

L’iniziativa nasce dall’esigenza di trovare risposte nuove , praticabili e il più  possibile prossime, ai problemi che sempre più gravano su due settori vitali del mondo economico, delle nostre zone come nel resto d’Italia: l’agricoltura, in grande affanno perchè non sa più cosa produrre di economicamente sostenibile per sè e per il mercato,  il bisogno energetico, schiacciato dal peso dei costi del petrolio e affini e dai rischi derivati dalla  dipendenza da altri Paesi produttori ed erogatori di carburanti.
L’incontro-convegno si svolgerà  venerdì 27 gennaio 2006, a partire dalle ore 17, presso il Museo della civiltà  contadina a S. Marino di Bentivoglio, e vedrà  la partecipazione di qualificati relatori:

il dott. Marco Caliceti , dell’Università  di Bologna Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria , che traccerà  un’ampia panoramica delle opportunità  per l’agricoltura emiliana in particolare:

il dott. Sergio Bertuzzi, nostro socio attivo nel settore saccarifero, che parlerà   delle possibilità  di riconversione  di alcuni zuccherifici per diventare produttori di energia;

il Sig. Mauro Mengoli, imprenditore agricolo. parlerà  della sua esperienza di produzione di biogas da zootecnia nella sua azienda:

l‘Assessore all’Agricoltura  della nostra Regione, Tiberio Rabboni , trarrà  le conclusioni e illustrerà  i progetti della Regione Emilia Romagna in materia.

Farà  da moderatore Valerio Gualandi, Presidente dell’Istituzione Villa Smeraldi.

Il Direttore dell’Istituzione , dott. Silvio Fronzoni, interverrà  in apertura.

Sono previsti anche  interventi dal pubblico, di esponenti dei vari settori interessati e invitati. E’ dunque una buona occasione di conoscenza e di confronto di fonti informative , che consigliamo a soci , simpatizzanti e cittadini del territorio di non perdere .

(*) Vedi  sotto il programma del convegno nel depliant di invito