Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Cancelli d'autore, natura e musica, in video


L'ultima mostra fotografica  del nostro socio Franco Ardizzoni, presentata recentemente a Galliera e a Castello d'Argile, ora è visibile anche in un  video musicale, con intermezzi di foto  di una splendida natura del nostro territorio, accompagnata dai Preludi di Liszt.
Il link per prenderne visione è il seguente
https://www.youtube.com/watch?v=22PLeB8pv0g&feature=share
Riproponiamo quindi il testo della presentazione che della mostra ha fatto il nostro presidente Gian Paolo Borghi
CANCELLI D’AUTORE – Antichi e Moderni
Prosegue con ammirevole costanza e passione l’attività fotografica di Franco Ardizzoni, dedicata alle più diverse sfaccettature del nostro territorio di pianura. La principale finalità dell’autore è mostrare al “suo” pubblico aspetti apparentemente consueti per renderli splendidamente “inconsueti” attraverso un’analisi visuale efficace e, al tempo stesso, molto semplice: mettere a fuoco particolari del nostro paesaggio, apparentemente monotono e sempre uguale, per poi “proiettarli” in un più ampio contesto e porli in connessione tra loro. In questa logica, il paesaggio svela sapientemente il suo fascino, la sua nascosta bellezza, le sue sorprese più eclatanti.
La Mostra fotografica di cancelli d’autore, antichi e moderni percorre un itinerario di soddisfacente impatto culturale che si concretizza, in definitiva, nel dimostrare una situazione “opposta” alla originaria definizione di cancello: da elemento costruttivo atto a delimitare un passaggio d'ingresso, carrabile o pedonale, per l'accesso ad una proprietà, costruzione, edificio o giardino (secondo una definizione “wikipediana”), si trasforma effettivamente in “proprietà visiva” di tutti, senza per questo venire meno al rispetto della privacy dei suoi proprietari effettivi.
Come si potrà notare, le immagini riproducono cancelli di ieri e di oggi, per documentare – come segnala l’amico fotografo – che oltre a quelli antichi delimitanti ville di pari pregio, ve ne sono anche di moderni di altrettanto pregevole fattura.
Cancelli antichi e moderni, quindi, non per creare isolamento, ma per aprire culturalmente e “comunicare” un territorio sempre più proiettato nel terzo millennio.


Confido che questa mostra stimoli la curiosità dei visitatori, che comprenderanno certamente lo spirito con il quale è stata realizzata, in una prospettiva stimolante, aperta al passato e tutt’altro che chiusa al futuro: ogni epoca riserva sorprese, bellezze, curiosità. Lo attestano scansioni incisive che peraltro attestano la sensibilità del loro autore.
Con le esperienze espositive di Franco Ardizzoni proseguono anche le attività di ricerca del Gruppo di Studi della Pianura del Reno, al quale Franco aderisce ormai da lunghi anni apportando ogni volta contributi di rilevante significatività.
Gian Paolo Borghi
Presidente del Gruppo di Studi della Pianura del Reno



 

Scritto in Area Metropolitana - ex Provinciainvia ad un amico | letto 941 volte

Inserito da redazione il Lun, 2014-12-01 07:08