Link di collegamento alle sezioni della rivista “Reno, campi, uomini” e alle Associazioni in archivio.

Link di collegamento con le sezioni della rivista “Reno, campi, uomini” nel vecchio sito
– Acqua, un bene da salvare: http://www.pianurareno.org/?q=taxonomy/term/30
– Agricoltura ieri e oggi : http://www.pianurareno.org/?q=taxonomy/term/24
– Ambiente, ecologia, natura: http://www.pianurareno.org/?q=taxonomy/term/25
– Archeologia: http://www.pianurareno.org/?q=taxonomy/term/26
– Beni artistici : http://www.pianurareno.org/?q=taxonomy/term/27
– Biografie: http://www.pianurareno.org/?q=taxonomy/term/68
Leggi Tutto

BENVENUTI NEL NUOVO SITO

Dopo 14 anni di attività abbiamo deciso di mandare in pensione il vecchio sito che presentava ormai  vari problemi di  gestione e compatibilità con le nuove tecnologie informatiche. Il sito  www.pianurareno.org , con tutti i suoi contenuti di articoli e notizie, resta comunque  presente e visitabile su internet, raggiungibile da tutti i motori di ricerca e anche dai link di collegamento che qui indichiamo per facilitarne l’accesso. 
Dal dicembre 2018, tutte le nuove informazioni, articoli e notizie che riterremo opportuno diffondere  si troveranno su questo nuovo sito che speriamo risulti di vostro interesse e gradimento , come lo è stato in passato quello “vecchio”.

Castello d’Argile nella Grande Guerra

La Prima Guerra Mondiale (detta poi “Grande Guerra”) ebbe inizio in Europa il 28 luglio 1914 con la dichiarazione di guerra dell’Impero Austro-ungarico contro il Regno di Serbia, in seguito all’attentato di Serajevo, in cui fu ucciso l’erede al trono imperiale Arciduca Ferdinando. L’Austria ebbe subito l’appoggio dell’alleato Impero di Germania, mentre l’Impero russo dello Zar si schierava in difesa della Serbia, cui si unirono Francia e Regno Unito con le rispettive colonie. Successivamente intervennero altri Stati europei ed extraeuropei, come l’Impero Ottomano e l’Impero giapponese (con Austria e Germania), e infine, nel 1917, gli Stati Uniti d’America a fianco dell’Intesa franco-inglese, dopo la rivoluzione e il ritiro della Russia.
Il Regno sabaudo d’Italia, dopo un anno di neutralità, tentennamenti diplomatici e accordi segreti, nel maggio 1915 ruppe l’antica Triplice Alleanza con gli Imperi centrali e dichiarò guerra all’Austria. Scelta controversa e osteggiata da tanta parte del mondo politico socialista e cattolico; tanto che il papa Benedetto XV definì quella guerra in atto una “inutile strage”. E infatti fu uno dei conflitti più sanguinosi e devastanti che l’umanità abbia vissuto.
Come quasi sempre avviene anche la situazione di Castello d’Argile ricalca quella Leggi Tutto

Sagre e feste di gennaio

“Sagre e feste del territorio bolognese”: a gennaio appuntamento con le feste dell‘Epifania, i Roghi delle Befane e i Falò di Sant’Antonio
A Dozza compie trent’anni la rievocazione storica dedicata ai Re Magi
Il calendario di “Sagre e feste del territorio bolognese” nel mese di gennaio si apre con i numerosi appuntamenti dedicati all’Epifania: aDecima (San Giovanni in Persiceto) tra il 5 e il 6 gennaio “A brusa la Vecia!”, grandi fantocci di paglia raffiguranti la Befana bruciano al calar della sera accompagnati da spettacoli pirotecnici. L’arrivo della Befana si festeggia il 5 gennaio a Borgo Tossignano, Funo (Argelato), Campeggio (Monghidoro), Casalecchio di Reno e ai Maggi (Sant’Agata Bolognese). Domenica 6 la Befana si sposta a Pieve di Cento, Argelato e Imola. A Dozza compie 30 anni la rievocazione dell’Epifania con corteo in costume lungo le vie del borgo che fa rivivere l’arrivo del Re Magi.
Il 19 e 20 gennaio l’appuntamento è con il falò di Sant’Antonio a Castelletto (Valsamoggia) e a Decima (San Giovanni in Persiceto).
Il mese di gennaio si chiude Leggi Tutto

Iniziative nei Comuni

Le informazioni sulle iniziative di Comuni ed Associazioni sul territorio sono distinte per località. Non potendo ovviamente riferire di tutto quanto accade in tutti i Comuni di una così vasta area, si precisa che nella selezione delle informazioni da pubblicare, la Redazione tiene conto delle seguenti priorità: Le iniziative organizzate direttamente dal “Gruppo di Studi “o alle quali collabora; quelle di altre Associazioni in cui sono impegnati nostri soci; le attività culturali più affini ai nostri scopi; le località dove risiedono soci e simpatizzanti; l’accessibilità delle informazioni o il suo ricevimento in tempo utile, compatibilmente con la disponibilità di tempo di chi si occupa della redazione.
Per vedere  articoli e notizie dal 2004 al 2018, vedi in archivio del vecchio sito :http://www.pianurareno.org/?q=node/87


Orizzonti di pianura: informazioni da 13 comuni

Orizzonti di Pianura è il portale turistico istituzionale di 13 Comuni della pianura bolognese. Una guida alla scoperta di queste terre ricche di storia, arte e natura.
Orizzonti di Pianura è un progetto che lega in uno stretto rapporto di collaborazione le amministrazioni di 13 Comuni della pianura bolognese.

Comprende i comuni di: Argelato,Baricella, Bentivoglio, Budrio , Castel Maggiore, Castello d’Argile, Galliera, Granarolo, Malalbergo, Molinella, Pieve di Cento, S. Giorgio di Piano, S. Pietro in Casale.
Il sito è aggiornato  dagli addetti alla cultura  dei vari Comuni  e offre una gamma di informazioni completa;  si invitano quindi i lettori interessati alle attività e agli eventi dei  13 comuni della pianura  a cercare nel link sotto indicato.
http://www.orizzontidipianura.it/
*** Altri siti utili del territorio
bolognese
https://www.cittametropolitana.bo.it/portale/
https://www.cittametropolitana.bo.it/sagrefeste/
http://agenda.comune.bologna.it/cultura/http://www.museibologna.it/
http://renogalliera.it/
http://www.bolognaestate.it/in-primo-piano/notizie-bolognaestate/bologna-estate-2019-be-here
  • Data 1a pubblicazione 3 gennaio 2019

I Cartelloni teatrali di Bologna e Comuni vari 2018-2019

Sono già in corso  in vari teatri di Bologna e provincia i programmi della stagione teatrale 2017-2018. Tutti molto ricchi di spettacoli interessanti e di vario genere, dalla prosa classica al dialettale, a cabaret, musical, concerti e recital. Nell’impossibilità di dare notizia di tutti, mettiamo in evidenza qui i link dei vari teatri o associazioni musicali a noi noti, in modo che ognuno possa agevolmente consultarne  i rispettivi cartelloni aggiornati e tutte le informazioni utili per prenotazioni e acquisti di biglietti:
ww.teatrodusebologna.it 
www.comunalebologna.it
www.arenadelsole.it
www.teatroeuropa.it
www.testoniragazzi.it
http://www.fondazioneteatroborgatti.it
www.teatrodelleariette.it
www.organiantichi.org
www.teatrodelletemperie.com
www.teatrocelebrazioni.it
www.agimus.it
www.teatrodehon.it
www.itcteatro.it
www.teatrocasalecchio.it
www.habanera.it/?page_id=141
www.auditoriumanzoni.it
http://ataldeg.blogspot.com
http://www.teatrocomunaleferrara.it/navigations/view/53/0/561
http://www.teatrocarcere-emiliaromagna.it/
www.comune.minerbio.bo.it
http://www.teatrodelpratello.it/
www.teatrosansalvatore.it

La storia di Bologna sui muri e nelle strade

La storia  di Bologna sui muri, nelle strade, nelle piazze

– 529 lapidi, 450 strade e piazze, 70 strade perdute. Da oggi è disponibile un nuovo scenario nel sito www.storiaememoriadibologna.it  dedicato alle memorie urbane e alla toponomastica della città: nel corso dei secoli i bolognesi del passato hanno voluto eternare eventi e protagonisti attraverso le epigrafi e la titolazione di strade e piazze. Manufatti che nel sito sono collegati a biografie, edifici, vie, piazze esistenti e scomparse.
www.storiaememoriadibologna.it/lapidi
Le lapidi con il loro linguaggio essenziale e idealizzato, non soltanto raccontano le tante vicende della città, ma inducono il lettore a riconoscersi in una storia comune. Da un progetto di catalogazione delle lapidi urbane del Comune di Bologna nato nel 1999 si è proseguito nella ricerca fino a comporre il sito. Per le informazioni sulla collocazione delle lapidi, il museo si è avvalso della preziosa collaborazione del sito www.originebologna.com , aggiungendo una ricchissima banca dati sulle vie cittadine esistenti e su quelle scomparse.
**Info: Uffici: via de’ Musei 8 | 40124 Bologna | tel. +39051225583
museorisorgimento@comune.bologna.it | www.museibologna.it/risorgimento

La fragilità sociale, demografica ed economica della Città metropolitana di Bologna

La fragilità demografica, sociale ed economica nei comuni della Città metropolitana di Bologna

Periodo di riferimento: 2017
Lo studio mappa la potenziale vulnerabilità nel territorio metropolitano, utilizzando e incrociando una selezione di indicatori demografici, sociali ed economici.

L’elaborazione delle mappe della fragilità nei Comuni della Città metropolitana riprende l’esperienza e la metodologia di mappatura della potenziale vulnerabilità demografica, sociale ed economica delle aree statistiche in cui si articola il territorio del Comune di Bologna, proposta come metodo di misurazione “per le città italiane” nello studio Periferie a Bologna: vulnerabilità e opportunità. Una proposta di misurazione per le città italiane, realizzato nel 2016 dall’Area Programmazione, Controlli e Statistica del Comune di Bologna.
In modo analogo a quanto indagato in quello studio, al centro dell’indagine sulla potenziale fragilità dei Comuni della Città metropolitana sta il concetto di periferia, inteso, in senso dinamico, come variabile nel tempo (da cui la necessità di aggiornamento) e nello spazio geografico (da cui la scelta dello strumento mappa).
L’obiettivo è quello di tentare una misurazione, in forma comparativa, della potenziale fragilità demografica, sociale ed economica dei diversi ambiti comunali, appoggiandosi su tre gruppi di variabili, Leggi Tutto