I Pivis a Massumadegh, a teatro.

Dal 16 al 19 gennaio 2020, alle ore 21, al Teatro Zeppilli di Pieve di Cento, la compagnia I Quatergat (che dopp i en diventè dimondi mo dimondi de piò) presenta
I Pivis a Massumadegh, rappresentazione scenica tratta dall’omonimo poemetto in dialatt piveis (dialetto pievese) di Angelo Michele Gessi, pubblicato nel 1901. Il poemetto epico  in dialetto locale è un po’ la “Gerusalemme liberata” per i pievesi, che ne hanno fatto una loro bandiera storico-letteraria simbolica, elevando il  poeta monsignor Angelo Gessi (Pieve di Cento 1850- Roma 1904) nel panteon degli autori di poemi epici, sulla scia di predecessori illustri vissuti in terra emiliana come Ludovico Ariosto e Torquato Tasso, passando per il persicetano Giulio Cesare Croce (ma anche per il Manzoni dei Promessi sposi), ai quali si è forse in parte ispirato per la narrazione, ma che per contenuto e stile, tra l’eroicomico e il popolare, si differenzia assai nella sua specificità, esaltando, e romamzando, un lontano episodio locale risalente al secolo XIV in cui il popolo pievese dimostrò virtù eroiche e spirito civico in difesa del proprio paese.
La stesura dell’opera fu lunga e Leggi Tutto

Alice Zeppilli e Giuseppe Alberghini, la musica a Pieve di Cento

A 50 anni dalla scomparsa del grande soprano Alice Zeppilli, Pieve di Cento rende omaggio a lei e al marito Giuseppe Alberghini con un concerto dal titolo “Ricordando Alice Zeppilli e Giuseppe Alberghini” che si terrà sabato 28 dicembre alle ore 21.00 al Teatro Alice Zeppilli.
Il Museo della Musica raccoglie testimonianze della vita artistica del soprano Alice Zeppilli alla cui memoria è stato intitolato il teatro, nel 2003, dopo i lavori di restauro.
Nata il 28 agosto 1885 a Mentone (F) interpretò a soli diciotto anni di Gilda nel Rigoletto all’Opera di Montecarlo, con E. Caruso, Duca di Mantova. La sua carriera, rapida ed intensa, la vide calcare le scene dei più importanti teatri del mondo. Dal 1906 al 1914 fu un’autentica star negli Stati Uniti. A New York nel 1913 sposò Giuseppe Alberghini, primo violoncello nell’orchestra di Chicago, nato a Pieve nel 1879, fratello maggiore dello scultore Antonio. Nel 1915 la Zeppilli abbandonò gli States per seguire in Italia il marito chiamato alle armi. Durante gli anni del conflitto il suo nome continuò ad apparire sulle locandine dei teatri francesi e italiani, fino a quel momento, questi ultimi, un po’ trascurati.

Al fronte Alberghini conobbe Gabriele D’Annunzio, suo capitano, e iniziò una splendida amicizia che durò anche dopo il conflitto: ne sono testimonianza le bellissime lettere inviate Leggi Tutto

Pieve e Cento celebrano Luigi Mozzani liutaio

Pieve e Cento si uniscono per ricordare insieme i 150 anni dalla nascita di Luigi Mozzani, il grande liutaio, chitarrista e compositore. Gli eventi in programma:
Venerdì 22 novembre 2019
– A Cento
“Il mestiere del Liutaio. Come nasce uno strumento musicale”. Laboratorio dimostrativo/didattico per bambini.Piccolo Teatro Borselli, Via Cremonino, 5 Centovoro – Orario: 10.00 – 12.00 e 15.30 – 18.00. Per prenotazioni: 051 902155.
Sabato 23 novembre 2019
A Pieve:Visite guidate al Museo della Musica e alla Scuola di liuteria con i maestri liutai e gli allievi
Le visite guidate gratuite sono a cura del dott. Gianni Cavicchi e Giovanni Intelisano. A orta Ferrara, via G. B. Melloni, 22 e Museo della musica Teatro Alice Zeppilli, Piazza Andrea Costa
A Cento | ore 21.00Mozzani e il suono antico”. Concerto/seminario Leggi Tutto

Giornate FAI d’autunno, a Bologna, Pieve … e Italia

Giornate FAI d’autunno. Sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019.
Un fine settimana all’insegna della cultura e della bellezza, in oltre 260 città d’Italia grazie alla annuale iniziativa del Fondo Ambiente Italiano che intende aprire al pubblico e far conoscere luoghi inaccessibili o poco valorizzati. Sono 47 quelli aperti in Emilia Romagna: dai palazzi alle chiese. Ad accompagnare i visitatori, oltre ai volontari del FAI, ci saranno gli studenti dei licei della regione come guide e “apprendisti Ciceroni”
A Bologna,sono previste le aperture di : Casa Lyda Borelli, una casa di riposo per artisti inaugurata nel 1931, ricca di fondi archivistici pregiati, l’Archivio storico della provincia di Cristo Re, in via Guinizzelli, e la Quadreria di Palazzo Rossi Poggi Marsili, che raccoglie una selezione di 50 dipinti risalenti al Cinquecento e al Settecento.
A Pieve di Cento apertura straordinaria del Chiostro del ex Convento delle Clarisse. Fu fondato nel 1516 da alcune Suore Francescane che si dedicavano alla educazione delle fanciulle. Dal 1818 acquisì le funzioni di Ospedale che ha mantenuto fino a metà degli anni ottanta del 1900.

Lo scopo dell’apertura, a cura del Gruppo locale FAI, Leggi Tutto

Corsi della Libera Università Pieve-Argile, al via

Inaugurazione Anno Accademico della Libera Università di Pieve di Cento e Castello d’Argile.Presentazione dei corsi, dei docenti e saluto delle autorità
Martedì 8 ottobre 2019 ore 16.00
presso la Sala del Consiglio Comunale Pieve di Cento (Bo), Piazza A. Costa 2
*  Per partecipare ai corsi e alle altre iniziative, è richiesta l’iscrizione alla Libera Università, con Tessera annuale di 10 €.
Le iscrizioni all’Associazione e ai Corsi si ricevono durante la presentazione del programma, martedì 8 ottobre e nella giornata di inizio dei corsi.

Per informazioni: contattare la presidente Silvia Pinardi (cell. 348.82.72.111, silvia.pinardi@alice.it) o la referente di Castello d’Argile Adriana Scalari (cell. 333 4056577)
** Corsi e attività 2019-20 , con indicazione di temi, docenti e date e orari sono leggibili al sito
https://sites.google.com/site/liberauni/

Partecipanze emiliane, i “capi”, le divisioni, l’incolato. Cenni di storia.

Partecipanze Agrarie emiliane: i “capi”, le divisioni, l’incolato. Brevi note.
Questa singolare e ormai millenaria istituzione di proprietà fondiaria comunitaria, pur essendo circoscritta in alcune aree e con “capi” di modesta estensione, ha avuto ed ha tuttora un ruolo rilevante per l’economia agricola e per il contesto sociale delle località in cui si trovano le Partecipanze. Ed è anche molto sentito e coltivato l’interesse per la conservazione delle memorie storiche, delle tradizioni e della storia locale.
Sommariamente, posso ricordare che le Partecipanze Agrarie tuttora presenti e attive in Emilia-Romagna sono 6 e si trovano nei Comuni di
Pieve di Cento (Bo), S. Giovanni in Persiceto-Decima (Bo), S. Agata Bolognese (Bo), Medicina-Villa Fontana (Bo), Cento (Fe), Nonantola (Mo). Era importante e attiva anche quella di Budrio (Bo), soppressa nel 1930
Cominciamo con la spiegazione del termine “incolato“, che è vocabolo di antica origine e si riferisce all‘obbligo di residenza per aver diritto alla divisione periodica dei “capi” (o parti di terreno) delle Partecipanze agrarie Leggi Tutto

Partecipanza di Pieve di Cento, una mostra; e a Cento chiamata per i “capisti”

Le Partecipanze Agrarie di Pieve di C entoe Cento ( anticamente unite, poi divise definitivamente nel 1460) sono agli onori della cronaca per due distinti eventi:
– Il primo è l’avvio della procedura per l’iscrizione ventennale dei “capi” 2019-2039 della Partecipanza di Cento, che da diritto poi , a chi  ne ha i requisiti, alla assegnazione dei lotti di terreno detti “capi”
Il secondo è una mostra di foto di Franco Baraldi sulle tipiche case rurali a falda asimmetricadella Partecipanza Agraria, di Pieve di Cento che offrirà un vero e proprio viaggio “Sotto il cielo della Partecipanza”.
La mostra è allestita nella Sala della Partecipanza di Pieve in via Garibaldi 25 e verrà inaugurata venerdì 11 ottobre alle ore 20,45 con presentazione presso il Teatro comunale di Piazza Costa (interno Municipio). L’iniziativa è promossa dal Comune di Pieve di Cento, Partecipanza pievese e gruppo locale del FAI. Le aperture della Leggi Tutto

Sicurezza idraulica per il fiume Reno. Un incontro a Pieve di Cento

“Sicurezza Idraulica del fiume Reno e del territorio di pianura”
Mercoledi 9 Ottobre, alle ore 17.30 , a Pieve di Cento, presso il Teatro Alice Zeppilli,
si terrà un convegno promosso dal Comune di Pieve di Cento e dall‘Unione Reno Galliera. Il ricordo della  rotta degli argini del Reno che ha causato un  vasto allagamento   nei territori di Castel Maggiore e Argelato nel febbraio scorso , è ancora vivo, e le nuove piogge autunnali incombono. Sono stati messi in sicurezza  ora gli argini? Si attendono risposte.
Il programma del convegno prevede il saluto di benvenuto di  Luca Borsari, Sindaco di Pieve di Cento,  l’introduzione di Alessandro Erriquez, Sindaco di Castello d’Argile con delega alla protezione civile dell’Unione Reno Galliera, e le relazioni tecniche di
Dott. Claudio Miccoli, Dirigente Servizio Reno e Po di Volano. Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile che farà il  Punto di situazione sulla sicurezza idraulica del Reno.
Leggi Tutto

Festa di zuvén e Fiera di Pieve

53° Fiera di Pieve e 263° Festa dei Giovani
Da venerdì 30 agosto a domenica 1° settembre

il programma completo degli appuntamenti, con alcune anteprime i giorni antecedenti, è leggibile e scaricabile al link:
https://www.comune.pievedicento.bo.it/notizie/2019/53deg-fiera-di-pieve-e-263deg-festa-dei-giovani
Tra le tante iniziative, di carattere culturale, economico, sportivo, musicale, gastronomico, si segnala in particolare:
– Venerdì 30 agosto ore 18.00 – Piazza A. Costa
Inaugurazione della 53° Fiera dell’Industria, dell’Artigianato, Agricoltura e Commercio
Consegna dei riconoscimenti ai giovani che si sono contraddistinti in campo culturale e scolastico
– ore 18.00 – Sala Dafni Carletti, Corte Battistelli
Inaugurazione della Rassegna dei Pittori Pievesi
– Domenica 1 settembre ore 11.00 – Pinacoteca Civica, Piazza A. Costa
Inaugurazione mostra bibliografica “Astronautica, i rari libri dei visionari e dei precursoria cura di Sandro Tirini. Aperta tutte le domeniche e i festivi 10.00-13.00 e 15.30-18.30 fino al 28 settembre.
APERTURE STRAORDINARIE DEI MUSEI DURANTE LA FIERA
PINACOTECA CIVICA– Oltre sei secoli di storia attraverso l’arte emiliana classica, moderna e contemporanea.



Notte dei musei e delle arti

Notte europea dei musei. La notte delle arti
Sabato 18 maggio 2019 a Pieve, San Pietro in Casale e Cento
Torna, sabato 18 maggio 2019, La Nuit Européenne des Musées meglio nota come la Notte Europea dei Musei. Per l’edizione 2019 il titolo e il tema condiviso dai Comuni di Pieve di Cento, San Pietro in Casale e Cento è “La notte delle arti”.
Tante le iniziative in calendario nei tre comuni, dai Musei aperti (gratuitamente, a Pieve dalle ore 18 alle 23, a Cento dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle ore 15.30 alle 23.30 di sabato ), alle mostre, ai concerti, a saggi di danza e musica (al museo Magi ‘900), ai laboratori, alle visite guidate, a balli serali in piazza.
Il ricco programma in dettaglio è leggibile al sito
http://www.magi900.com/21122-2/