Il “mostro” nello stagno. Una Lochness in salsa padana

Una storia curiosa, anni ’50, accaduta dalle parti di Molinella, finita in un libro appena uscito:
Il mostro al Saraceno. Romanzo umoristico di una storia vera”. Festina Lente Edizioni pp. 176
di Bruno Sgarzi, Andrea Poli, Luca Ghetti
“Che anno quel lontano 1957! La Spal a Ferrara batteva la Juve per 3 a 1. In televisione iniziava l’era di Carosello e dal cosmodromo di Baikonur, nell’odierno Kazakistan, l’allora Unione Sovietica lanciava nello spazio lo Sputnik 1, il primo satellite della storia, e la Fiat presentava, come diretta discendente della mitica Topolino degli anni Trenta, la Fiat 500.
Elvis Presley cantava Jailhouse Rock ma in Italia, con Carla Boni, la gente sognava una casetta piccolina in Canadà con vasche, pesciolini e tanti fiori di lillà.
E proprio in quell’anno, in un piccolo paese della bassa appoggiato sulle rive del fiume Reno, Santa Maria Codifiume, accadde un fatto alquanto singolare che non mancò di suscitare l’attenzione dei giornali e di quella che allora, con ancora un solo canale, si chiamava televisione di Stato. Proprio così.
Lungo l’argine sinistro di Reno, andando da Santa Maria Codifiume verso Traghetto, c’erano alcune cave o maceri, specchi d’acqua Leggi Tutto