Albero, luci, canzoni e …opere di bene per il Natale 2020 a Bologna

L’albero di Natale illumina da oggi Piazza Nettuno. Arrivato martedì, ora la magia del Natale risplende tra i suoi rami. L’abete bianco di 16 metri è stato donato dal Comune di Lizzano in Belvedere. E’ addobbato con decorazioni di microluci led a luce bianco caldo, avvolte attorno ai rami, e con sfere rosse, oro e bianche del diametro di circa 40 centimetri. La cima dell’albero è illuminata da una stella sempre con microluci led. Attorno allo steccato di recinzione, sono affisse delle palle di Natale bidimensionali di colore giallo che ricordano i piatti della campagna “Riempi il piatto vuoto”, curata da Cefa, in favore della raccolta di cibo per le mense cittadine e di alcuni progetti contro la malnutrizione in Tanzania.
Nei giorni scorsi le luci si sono accese anche sulla torre degli Asinelli, via D’Azeglio e altre vie della città. Confcommercio Ascom Bologna ha riproposto anche nel 2020, durante il periodo delle festività natalizie, l’iniziativa “Luci e colori per la Torre degli Asinelli”. La Torre è illuminata nei suoi 4 lati e per tutta l’altezza creando una scenografia colorata che è visibile da tutti i punti della città. L’illuminazione, realizzata con luci led a basso consumo, prevede, in particolare, una dissolvenza morbida con colori prestabiliti che richiamano il Natale, intervallata da un movimento d’intensità dinamico delle luci colorate in grado di generare un effetto ottico unico e suggestivo, dal grande impatto scenico. Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione e condivisione da parte del Comune di Bologna, della Soprintendenza e di Bologna Welcome. Partner tecnico del progetto è Radio Sata; contributo della Camera di Commercio di Bologna e sponsorizzazione Emil Banca e Comet.

Insieme all’impianto della Torre degli Asinelli, si accendono anche le luminarie nelle vie di Bologna con la tradizionale iniziativa in collaborazione con i commercianti delle strade coinvolte. Gli allestimenti sono realizzati con luci led. La scelta tecnica di quest’anno è tornare progressivamente ad un colore più caldo che crea ambientazioni molto suggestive a basso consumo energetico.

E anche nel ‘salotto buono della città’, Galleria Cavour, fulcro dello shopping cittadino arriva il Natale.

Cesare Cremonini ha acceso nei giorni scorsi in via D’Azeglio le luminarie dedicate alla sua canzone. Dopo la ristrutturazione dell’impianto audio, è tornata la musica tutti i giorni; da giovedì 28 novembre, a partire dalle 18 si possono riascoltare la canzoni di Lucio Dalla e, dalle 19, le canzoni di Cesare Cremonini, come sottofondo delle luminarie.

Le luminarie saranno anche quest’anno una grande occasione di solidarietà per realizzare un progetto concreto insieme alla Fondazione Sant’Orsola: da un evento benefico, ancora in fase di ideazione, arriveranno le risorse per avviare la realizzazione della Casa per i pazienti oncologici e i loro famigliari, all’interno del Policlinico. Qui troveranno ospitalità sia i parenti durante la degenza sia i pazienti dopo le dimissioni, se per le proprie condizioni hanno bisogno di rimanere vicini all’ospedale. Qui verranno offerti anche servizi complementari e di supporto, quali un ambulatorio per la nutrizione, il sostegno fisioterapico, il supporto psicologico anche per i famigliari e per il personale medico e infermieristico.

https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/luci-natale-2020-torre-1.5758787?utm_source=il_Resto_del_Carlino&utm_campaign=c72017b01c-NL-Bologna&utm_medium=email&utm_term=0_6abcafecc2-c72017b01c-354117698

https://www.bolognatoday.it/eventi/cesare-cremonini-luminarie-via-d-azeglio.html

https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/luci-natale-2020-torre-1.5758787?utm_source=il_Resto_del_Carlino&utm_campaign=c72017b01c-NL-Bologna&utm_medium=email&utm_term=0_6abcafecc2-c72017b01c-354117698

Foto Schicchi, per il Resto del Carlino

Data Pubblicazione: