Musei aperti, sabato e domenica a Bologna, gratis

Sabato 5 e domenica 6 ottobre 2019: l’Open Day dell’Istituzione Bologna Musei
Le sedi dell’Istituzione Bologna Musei invitano il pubblico con la formula Open Day che prevede l’accesso gratuito, con offerta libera, alle collezioni permanenti e mostre temporanee.
Nei vari musei i visitatori troveranno infatti un’urna con l’esortazione dai TU un valore alla cultura nella quale potranno lasciare un contributo libero a sostegno delle collezioni, ricevendo in cambio una spilletta con un’immagine rappresentativa del museo che stanno per visitare.
Le due giornate sono inoltre scandite da un programma di attività didattiche e di mediazione culturale, sempre ad accesso gratuito, diversificate per fasce di pubblico: adulti, famiglie, bambini.
Tra queste si segnala la performance del giovane autore bolognese Luca Gamberini, che proporrà le sue “poesie espresse”: brevi componimenti che, su richiesta dei visitatori, saranno ideati e scritti al momento su una macchina portatile Lettera 22, interpretando in forma poetica suggestioni evocate al poeta da dettagli, comportamenti o parole delle persone che gli si avvicineranno, e poi lasciate in dono.

Nei bookshop dei musei sarà infine acquistabile la nuova pubblicazione cartacea che riunisce le 14 strutture museali civiche, ognuna delle quali viene raccontata nella propria peculiare vocazione, nei valori e nella relazione con la città. Disponibile in doppia versione italiana e inglese, il volume sarà in vendita al prezzo promozionale di € 10.
L’iniziativa dell’Open Day, realizzata con il supporto di Conad e di Unique – Ottici Professionisti Bologna, viene organizzata in concomitanza con il riavvio del calendario delle prime domeniche del mese a ingresso gratuito per le collezioni permanenti che, secondo le ultime disposizioni approvate in materia di piano tariffario, resterà in vigore fino a marzo 2020.
Mostre in corso – visitabili gratuitamente sabato 5 e domenica 6 ottobre:
– Alessandro Guardassoni (1819-1888). Un pittore bolognese tra romanticismo e devozione (Collezioni Comunali d’Arte)
Formazione professionale, lavoro femminile e industria a Bologna, 1946-1970 (Museo del Patrimonio Industriale)
Morandi-esque (Casa Morandi)
Cesare Pietroiusti. Un certo numero di cose/A Certain Number of Things (MAMbo)
– Atleti, cavalieri e goleador – 3000 e… 110 anni di sport da Felsina al Bologna Football Club (Museo Civico Archeologico)
Atleti, cavalieri e goleador – 3000 e… 110 anni di sport da Felsina al Bologna Football Club (Museo Civico Medievale)

http://www.museibologna.it/articoli/49899/offset/0/id/99697

Data Pubblicazione: