Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Bentivoglio


Il pane tra città e contado, in tre percorsi guidati

Il Museo del Patrimonio Industriale di Bologna, in collaborazione col Museo della Civiltà Contadina di S. Marino di Bentivoglio, promuove tre appuntamenti gratuiti, dedicati al ciclo del pane tra Bologna e Bentivoglio.
Il pane tra città e contado
percorsi tra Bologna e Bentivoglio
Le attività di visita, che prevedono degli spostamenti con bus dedicato, sono totalmente gratuite con prenotazione obbligatoria allo: 051 6356611 (segreteria del Museo del Patrimonio Industriale).
I posti sono limitati!
- Domenica 3 Dicembre ore 14:30
Dal canale delle Moline alla Fornace Galotti passando per il Forno del Pane
Si comincia nei pressi di via Capo di Lucca sul canale delle Moline che prende il nome dalle presenza già attestata nel XV secolo dei 15 mulini da grano cui è affidata sino al XIX secolo l'intera attività molitoria della città. Si prosegue con bus privato sino al MAMbo per visitare gli spazi del Forno Comunale voluto nel 1917 da Francesco Zanardi. I dieci forni che lo componevano, a pieno regime, erano in grado di sfornare ogni giorno la metà del pane necessario alla città. Si termina, seguendo virtualmente il canale Navile, con una visita al Museo del Patrimonio Industriale dedicata al sistema idraulico artificiale e all'antica industria molitoria di Bologna.
* Punto di ritrovo in via Indipendenza, 44 (Arena del Sole) con inizio alle ore 14:30 e termine alle 17:30
Incontro gratuito con prenotazione allo 051.6356611 entro mercoledì precedente
- venerdì 8 dicembre ore 11:00
Dal sostegno del Battiferro al castello di Bentivoglio passando per villa Smeraldi
Con un bus privato, seguendo idealmente il canale Navile, si raggiunge l’ottocentesca Villa Smeraldi, sede del Museo della Civiltà Contadina di S. Marino di Bentivoglio dove si visiterà la sezione dedicata al frumento: la più importante delle colture praticate nei poderi della pianura bolognese, da cui dipendeva l’approvvigionamento dei ceti popolari della campagna e della città. Per il pranzo libero ci si sposta a Bentivoglio tra i banchetti del Mercatino di Natale per poi visitare il Castello di Giovanni II Bentivoglio, dimora rinascimentale di villeggiatura che conserva una perla dell’arte del Quattrocento: la Sala del Pane, uno straordinario e insolito ciclo di affreschi che ripercorre le varie fasi della panificazione, dalla semina fino al banchetto di corte.
* Punto di ritrovo in via della Beverara 123 (Parcheggio Museo del Patrimonio Industriale) con inizio alle ore 11:00 e termine alle 16:00
Incontro gratuito con prenotazione allo 051.6356611 entro mercoledì 6 Dicembre

Scritto in Bentivoglio | Bolognaleggi tutto | letto 25 volte

Inserito da redazione il Lun, 27/11/2017 - 12:15


Per conoscere la storia del Mulino di Bentivoglio. 2 incontri e 1 visita

A Bentivoglio, il 3 e 4 febbraio, due incontri su storia e prospettive per il Mulino Pizzardi.
- Venerdì 3 febbraio - Ore 20.45 Centro Culturale TeZe Via Berlinguer, 7
Per una ricostruzione storica
Presiede Erika Ferranti, Sindaco di Bentivoglio
Roberto Colombari - Dalla tenuta de “il bentivoglio” a quella Pizzardi
Francesco Fabbri, Associazione Gruppo della Stadura – La tassa sul macinato e il “giro” del frumento dal campo alle camere da letto.
Jacopo Ibello - Save Industrial Heritage - Gli studi e l’iconografia più recente del mulino
Vittorio Calanchi - La fine dell’attività del mulino negli anni Settanta
Miria Cervi - Racconti e immagini dal sito Bentivoglio paese
- Sabato 4 febbraio - Ore 9.30 Palazzo Rosso Sala dello Zodiaco
Via Marconi, 5
Un progetto al servizio della comunità
Presiede Jacopo Ibello, Ass. Save Industrial Heritage
Fabrizio Sarti - Il Mulino: dall’archeologia industriale al sostegno dello sviluppo del territorio
Antonio Nicoli - Studio per un’oculata destinazione d’uso nel solco della tradizione e delle nuove esigenze
Massimo Brunelli Vicepresidente Ass. Amici delle vie d’acqua e dei sotterranei di Bologna – Il Mulino: un patrimonio da conoscere e rivalutare per non disperdere la memoria dell’abilità manifatturiera
Alberto Dolci Comunità Montana Valchiavenna – Un patrimonio salvato: l’esperienza del mulino Moro di Bottonera

Discussione con i partecipanti
- Ore 12:00 Conclusioni del Sindaco Erika Ferranti
Buffet a cura del Centro Sociale Il Mulino
- Ore 15:00 Visita guidata al Mulino. Prenotazioni in mattinata. Costo del biglietto ridotto per l’occasione € 5,00. La visita si terrà con un numero minimo di 15 pax.
* Inoltre:
** Da martedì 31 gennaio (poi 1, 8, 9, 16 e 17 febbraio), se passerete da piazza san Martino a Bologna, oppure da piazza Minghetti, potrete vedere le botole di accesso al percorso sotterraneo del torrente Aposa aperte e transennate. Troverete anche il cartello di presentazione di quello che si sta realizzando. I lavori verranno effettuati in piena sinergia dal Collegio dei Geometri di Bologna con il beneplacito del Comune e l’assistenza dell’Associazione Amici delle vie d’acqua e dei sotterranei di Bologna.
*** Info: Associazione Amici delle vie d'acqua e dei sotterranei di Bologna / Bologna sotterranea® (presso studio legale de Capoa e Associati) Presidenza e Sede Legale: Via d'Azeglio, 58 - 40123 – Bologna Tel: 051/6232255 - Fax: 051/6231599  www.amicidelleacque.org e-mail: segreteria@amicidelleacque.org  

Scritto in Bentivoglioleggi tutto | letto 197 volte

Inserito da redazione il Gio, 02/02/2017 - 10:29


Un'antica strada romana a Bentivoglio

Sabato 3 Settembre 2016, ore 18
Villa Smeraldi - Museo della Civiltà Contadina
Via Sammarina 35 - San Marino di Bentivoglio (BO)

Conferenza sul tema:
Nuovi dati dagli scavi archeologici di Bentivoglio – Interporto
Intervengono:
Anna Maria Masetti, Assessore alla Cultura del Comune di San Pietro in Casale
Tiziano Trocchi, Archeologo Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Moreno Fiorini, Ispettore onorario Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara.

Modera Mirco Fantoni. Ingresso libero
Tradizionalmente è indicata come “via Annia” o “via Emilia Altinate”. Molte ipotesi sono state formulate sul suo nome, molto si è discusso se si trattasse di una via consolare o semplicemente di una delle tante strade realizzate nei 12 secoli di storia dell’impero romano. In questa parte di pianura bolognese, nessun miliario è ancora stato trovato, nessun tracciato indicato negli itinerari antichi è applicabile a questi territori in modo certo e inequivocabile.
Il geografo Strabone parla di una via realizzata in età repubblicana che in uscita da Bologna si dirigeva verso Aquileia ma il passo appare evidentemente corrotto e i vari tentativi di emendamento avanzati dagli studiosi non hanno ancora risolto la disputa.
Il recente ritrovamento di un tratto particolarmente ben conservato della strada presso l’Interporto di Bologna, in evidente relazione con un sepolcreto di datazione non ancora determinata ma certamente riferibile all’età repubblicana, è da leggersi come indicatore di una continuità della direttrice di età repubblicana che metteva in relazione Bologna con le principali città alleate del nord-est. Una via legata a un particolare contesto che dunque si conferma spina dorsale e tracciato ancora funzionale rispetto alle nuove esigenze commerciali e sociali del territorio in età imperiale.
Oltre a un buon tratto di massicciata stradale -con varie fasi di costruzione e ripristino- lo scavo ha portato in luce, lungo il lato occidentale della strada, un sepolcreto con varie fasi d’uso testimoniate da contesti sepolcrali con ceramiche a vernice nera, a loro volta asportati in parte da sepolture successive certamente da riferire alla piena età imperiale. Solo uno studio di dettaglio potrà chiarire meglio cronologie e fasi di frequentazione del sito.
L’iniziativa è promossa da Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara e Comitato Soci Emil Banca Credito Cooperativo di Argelato.
* Al termine della conferenza aperitivo offerto dal Comitato Soci Emil Banca
** per info: 051 6635180 comunicazione@emilbanca.it

Scritto in Archeologia | Bentivoglioleggi tutto | letto 324 volte

Inserito da redazione il Mar, 30/08/2016 - 07:42


Borghi e frazioni in musica, parte la rassegna del 2015

17 Giugno – 16 Luglio 2015 - Borghi e Frazioni in Musica
Parte il 17 giugno,
con un grande concerto di apertura, a Santa Maria in Duno di Bentivoglio l’edizione 2015 di Borghi e Frazioni in Musica, la rassegna musicale che si svolge per il sedicesimo anno nei Comuni del Distretto culturale Pianura Est.
Promosso dall’Unione Reno Galliera (per conto dei Comuni di Argelato, Bentivoglio, Castello d’Argile, Castel Maggiore, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano e San Pietro in Casale) e dai Comuni di Budrio e Castenaso, insieme alla Città Metropolitana di Bologna, Borghi e Frazioni è ormai un appuntamento culturale imperdibile dell’estate nel nostro territorio, che quest’anno propone undici concerti, sempre sotto la direzione artistica dell’Associazione Culturale Bottega Bologna.
Lo spirito dell’edizione 2015 è riassunto nello slogan “Musica di Squadra”, per sottolineare una volta di più la collaborazione e la sinergia tra i vari soggetti che contribuiscono alla buona riuscita della manifestazione: gli enti pubblici promotori, gli organizzatori, i proprietari delle location dove si svolgono i concerti, gli artisti coinvolti, il fedelissimo pubblico, e – da quest’anno – anche la rete costruita con le associazioni culturali e di promozione sociale del territorio (tra cui il nostro Gruppo di Studi pianura del Reno), che arricchiranno ogni serata con contributi specifici. Insieme a loro, imprenditori impegnati nel porre in risalto i sapori della pianura e quindi l’alta qualità dell’enogastronomia locale, che unitamente ai luoghi storici fanno della “Bassa” bolognese un unicum........
Segue un calendario come sempre composito ed eterogeneo nei generi, con una predilezione verso formazioni giovani e i giovani talenti – già ampiamente osservati dalla critica – affiancati a nomi consolidati del panorama musicale italiano e non solo.......
* Tutti i concerti sono a ingresso gratuito e hanno inizio alle ore 21.30.
Dalle ore 20 iniziano le altre attività di intrattenimento; degustazioni e cene a partire da euro 5
. Locandine e depliant sono reperibili presso biblioteche e vari  luoghi pubblici.
**Per ogni ulteriore informazione visitare il sito www.borghiefrazioniinmusica.it o la pagina Facebook www.facebook.com/borghiefrazioniinmusica
Segue un calendario come sempre composito ed eterogeneo nei generi, con una predilezione verso formazioni giovani e i giovani talenti – già ampiamente osservati dalla critica – affiancati a nomi consolidati del panorama musicale italiano e non solo......

Scritto in Area Metropolitana - ex Provincia | Bentivoglioleggi tutto | letto 829 volte

Inserito da redazione il Sab, 13/06/2015 - 07:31


Documentari da vedere per sognare

L'appuntamento annuale con il cinema del reale: Doc in tour 2015 - rassegna “itinerante” di cinema documentario promossa dalla Regione Emilia Romagna torna nei comuni della pianura.
In particolare, si segnala il programma curato dall'Associazione Culturale Il Temporale a Minerbio e a Bentivoglio
- Buonanotte sognatori!

visioni, racconti, incontri con autori e protagonisti attorno ai miti e ai sogni della vita
mercoledì 18 marzo - 15 aprile - 20 maggio - 27 maggio ore 21, al Nuovo Cinema Mandrioli via Barche, Ca' de fabbri, Minerbio, in collaborazione con la Direzione del Cinema
- venerdì 24 aprile ore 20,30 – 8 maggio ore 21
al Centro Culturale tE:Ze via Berlinguer 7, Bentivoglio
con il patrocinio del Comune di Bentivoglio
* Titoli delle proiezioni e date nei suddetti 2 comuni  nel programma in allegato
** Programma generale del territorio è  leggibie al link
http://www.orizzontidipianura.it/ew/ew_eventi/5/Locandine%202015.pdf
*** Giunta alla nona edizione Doc in Tour, la rassegna curata da Regione Emilia-Romagna, Fice regionale, D.E-R e Fondazione Cineteca di Bologna progetto Fronte del Pubblico, propone nelle sale cinematografiche della regione il meglio della recente produzione documentaristica.
20 le opere selezionate che verranno riproposte in 46 sale di 37 località dell'Emilia Romagna, In cartellone documentari selezionati tra opere di autori o case di produzione emiliano-romagnole, o con temi che riguardano la regione. Le sale cinematografiche che ospitano l’iniziativa appartengono al circuito Fice dei cinema d’essai o sono sale gestite dai Comuni.
* Le  altre proiezioni di Doc in Tour sul nostro territorio di Orizzonti di pianura
Castel Maggiore 8 aprile- 22 aprile - 6 maggio
Castello d'Argile 9 aprile - 23 aprile -
Pieve di Cento 15 aprile - 29 aprile- 13 maggio


Scritto in Bentivoglio | Minerbioleggi tutto | letto 850 volte

Inserito da redazione il Mer, 01/04/2015 - 19:57


L'antico mulino di Bentivoglio, visto e sentito dall'interno

Giovedì 19, venerdì 20, sabato 21 marzo 2015, alle ore 22,00, si terranno tre particolari quanto interessanti serate al mulino di Bentivoglio.
L’Associazione Amici delle vie d’acqua/Bologna sotterranea® e il Gruppo GRPI di Imola,
presenteranno in anteprima, le registrazioni effettuate (audio e video) durante le indagini notturne realizzate proprio all’interno dell’antico edificio di genesi trecentesca.
Possiamo anticiparvi che i risultati acquisiti sono davvero sorprendenti.
Oltre alla
breve visita guidata all’impianto molitorio (3 piani e 3500 mq) sarà possibile toccare con mano e provare le attrezzature scientifiche normalmente adoperate dai nostri “Ghost Hunters” i quali, saranno a vostra disposizione per sciogliere qualsiasi dubbio e per raccontare i loro studi.
Le serate saranno improntate soprattutto verso il lato tecnico e scientifico delle inchieste sul paranormale.
L’escursione, per piccoli gruppi formati da 20 persone, sarà effettuata solo con l’ausilio di torce elettriche, pertanto ogni partecipante dovrà obbligatoriamente averne una.
Si consiglia l’uso di scarpe con suola in gomma e giacconi per l’umidità.
Per l’argomento trattato non sono ammessi bambini.
***Le prenotazioni dovranno essere inviate esclusivamente a segreteria@amicidelleacque.org oppure al 347/5140369.
* Costo per tutti: € 14,00 pax.
Ricordiamo che come sempre il ricavato viene girato interamente per il restauro dell’edificio e dei macchinari in esso contenuti.
** Info:
Associazione Amici delle vie d’acqua e dei sotterranei di Bologna / Bologna sotterranea®  e
Gruppo Ricerche Paranormali Imola: www.grpi.it

Scritto in Bentivoglioleggi tutto | letto 629 volte

Inserito da redazione il Lun, 16/03/2015 - 12:54


La verità illumina la giustizia. Iniziative di Libera a Bologna e provincia

Il 21 marzo a Bologna ci sarà la XX giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, promossa da Libera, associazioni nomi e numeri contro le mafie. In particolare il 21 marzo si svolgerà la manifestazione di Libera, con il corteo dallo Stadio a piazza VIII agosto 1848, sotto il titolo:
La verità illumina la giustizia”
In tutta Italia, nei giorni precedenti, si svolgeranno una serie di iniziative a sostegno di Libera e di sensibilizzazione sulla esigenza di attivarsi contro tutte le mafie: 100 passi verso la XX giornata della memoria http://www.memoriaeimpegno.it
- A Bologna dal 13 marzo sarà attiva la Cittadella della legalità con un ampio programma di incontri e iniziative, libreria e stand gastronomico nel ristorante “Cento Passi “ in piazza XX Settembre
Il programma in dettaglio è leggibile al link

http://www.memoriaeimpegno.it/wp-content/uploads/2015/03/Programma-Eventi-Cittadella-13-22-marzo.pdf
- Il Circolo ARCI San Marino ha deciso di aderire e sostenere Libera ed è tra i promotori, assieme a numerose associazioni di Bentivoglio, della giornata di sabato 14 marzo, in cui saranno realizzate varie iniziative presso il Centro del Volontariato e il Centro Culturale TeZe.
- a Budrio lunedì 16 marzo ore 21 presso le Torri dell'Acqua ci sarà l'incontro pubblico "Le Mafie al Nord: conoscere per prevenire e contrastare" con Raimondo Catanzaro e Enzo Ciconte.

Scritto in Bentivoglio | Bologna | Budrioleggi tutto | letto 741 volte

Inserito da redazione il Gio, 12/03/2015 - 08:44


Bernardino Ramazzini, padre della medicina del lavoro

Bernardino Ramazzini (Carpi, 3 novembre 1633 – Padova, 5 novembre 1714) è stato un medico e scrittore italiano.
Proveniente da una modesta famiglia di Carpi, viene avviato agli studi di medicina all'Università di Parma, dove si laurea nel 1659. Ramazzini inizia l'esercizio della professione medica nel ducato di Castro, a quel tempo trascorso da continui e feroci atti di violenza, a causa del conteso dominio territoriale tra la parmense famiglia dei Farnese ed il papato. Nel 1680, dopo la definitiva annessione del Ducato di Castro al Patrimonio di San Pietro, Ramazzini torna alla nativa Carpi ed inizia a professare nella città di Modena. Ben presto la sua fama di medico capace e di grande esperienza, nonostante la giovane età, arriva alla conoscenza del duca Francesco II d'Este che lo vuole nella sua Università, da egli appena rifondata, per ricoprire una delle due cattedre di matematica (l'altra andrà a Francesco Torti). La sua fama cresce e varca i confini del Ducato di Modena, fino ad arrivare alla prestigiosa Università di Padova che, nel 1700, gli offre il posto di aggiunto alla cattedra di medicina.
Ogni possibilità di ritorno a Modena di Ramazzini viene impedita dalla situazione d'instabilità causata, dopo la morte di Carlo II, dalla guerra di successione spagnola che coinvolge il ducato estense. Ramazzini decide di restare nella università patavina, continuando l'ampliamento della sua monumentale opera che, per oltre due secoli, resterà il principale punto di riferimento per lo studio epidemiologico delle malattie professionali e verrà tradotta in moltissime lingue.
Nel 1708 riceve la titolarità unica della cattedra di medicina a Padova.
L'intenzione di Ramazzini è quella di confrontare le proprie teorie con gli eminenti colleghi padovani e di riuscire a dare alle stampe il
suo trattato "De morbis artificum diatriba" che, infatti, viene pubblicato a Padova nello stesso anno.
Quest'opera, primo studio nella storia della medicina sulle malattie professionali, è considerata l'atto fondante di quella che oggi viene chiamata medicina del lavoro. Ramazzini prese in esame ed analizzò il contesto delle condizioni di lavoro e delle malattie da esse derivanti, di un elevato numero di mestieri (40 - 50) e, inoltre, descrisse i possibili rischi per la salute correlati ad ogni lavoro e i loro possibili rimedi. Oltre a ciò prese in considerazione, integrandole con i dati già ottenuti, le condizioni climatiche in cui questi lavori erano o potevano essere svolti. La relazione tra rischi e malattia osservata ha anticipato l'attuale metodo scientifico, ancora oggi utilizzato, basato su studi epidemiologici.
I resti di Bernardino Ramazzini riposano nella chiesa della Beata Elena, a Padova.
A lui è dedicato l'Ospedale di Carpi. Inoltre è dedicato l'Istituto Ramazzini ONLUS di Bologna, con sede operativa e laboratori al Castello di Bentivoglio , che si occupa di ricerca sui tumori e sui rischi cancerogeni di origine ambientale e professionale.
Testo tratto da
http://it.wikipedia.org/wiki/Bernardino_Ramazzini
***
Segue altro articolo di Galileo Dallolio con altri particolari sulla sua attività e il suo rapporto con Finale Emilia

Scritto in Bentivoglio | Biografie | Finale Emilia (MO)leggi tutto | letto 984 volte

Inserito da redazione il Sab, 10/01/2015 - 18:13


La campagna è necessaria. Convegno presso l'Oasi

- domenica 9 novembre 2014 - dalle 10,30
Oasi La Rizza
- via Bassa degli Albanelli 13 Bentivoglio BO
LA CAMPAGNA NECESSARIA - una giornata sul valore della terra e del suolo
- ore 10,30
- Il futuro del territorio rurale discussione con Matteo Agnoletto e Marco Guerzoni curatori del libro La campagna necessaria - Un'agenda d'intervento dopo l'esplosione urbana ( quodlibet edizioni, 2012)
- ore 13,00 – pranzo a buffet, per chi vuole, è possibile gustare i menù proposti dalla cucina del ristorante della Coop Arcobaleno (da 8 o 12 euro – gratuito per i bambini fino a 6 anni)
prenotare entro mercoledì 5/11 al 338 4716668 (Oasi La Rizza)
- ore 14,30 - visita guidata all'Oasi naturalistica La Rizza Per osservare e conoscere l'ambiente rinaturalizzato delle vecchie risaie, dove si moltiplicano stabilmente piante ed animali che avevano popolato l’antica palude.
Durante la giornata: laboratori per bambini
Dopo aver visto come negli ultimi anni si sia costruito troppo, male e nei posti sbagliati, aver approfondito le caratteristiche degli strumenti urbanistici e gli usi impropri che hanno dato enorme vantaggio alla rendita fondiaria, iniziamo a discutere insieme sul futuro possibile delle nostre zone rurali:

Scritto in Bentivoglioleggi tutto | letto 665 volte

Inserito da redazione il Dom, 02/11/2014 - 07:47


Visite guidate al mulino di Bentivoglio

Dopo 50 anni il grande impianto molitorio di Bentivoglio, acquistato e ampliato nell’Ottocento dal marchese Pizzardi (il primissimo manufatto risale al 1352 e la chiusura dello stabilimento avvenne alla metà del 1970), riapre al pubblico con il suo bellissimo carico di storia.
Grazie all’impegno dei volontari dell’Associazione Amici delle vie d’acqua e dei sotterranei di Bologna / Bologna sotterranea® in piena collaborazione con l’Amministrazione comunale di Bentivoglio,
*
domenica 5 ottobre
(Grand Ouverture), per tutta la giornata, sarà possibile ammirare l’antico edificio attraverso una serie di visite guidate che comprenderanno anche palazzo Rosso con i suoi affreschi e le stanze abitate dalla famiglia Pizzardi. Oggi al piano terra, vi ha sede la biblioteca comunale.
Nel mulino è stata eseguita una prima pulizia e riordino delle varie stanze; pian piano si cercherà di aprire completamente anche gli altri spazi che nascondono meccanismi, ruote dentate, setacci e passaggi interni. La messa in sicurezza è avvenuta grazie alla sezione ingegneristica dell’
Associazione e ai responsabili dell’Ufficio Tecnico Comunale.
Costo: € 14,00 per tutti (i bambini piccolissimi non pagano e sotto i 12 anni pagano la metà).
Abbigliamento obbligatorio: scarpe chiuse con suola in gomma, torcia, il caschetto verrà fornito in loco.

Si  può parcheggiare SOLO per questa giornata nel cortile del castello.
Prenotazioni: segreteria@amicidelleacque.org / 347-5140369
Ritrovo per visite guidate al mulino: via Marconi 1/2 – Bentivoglio (Bo). Davanti al mulino, imboccare la galleria del palazzo che conduce sul retro dove troverete l’ingresso.
dalle ore 09.00 - solo a completamento del primo turno si apriranno quelli successivi.
** Anteprima mulino: giovedì 2 ottobre ore 20.45 Centro Culturale (tE:Ze),
Via Berlinguer, 7
Serata sulla storia del canale Navile e il suo rapporto con il mulino di Bentivoglio dal Medioevo al '900.
Conferenza a cura dell'Associazione Amici delle vie d'acqua e dei sotterranei di Bologna.
Parcheggiare SOLO per questa giornata nel cortile del castello.

Scritto in Bentivoglioleggi tutto | letto 646 volte

Inserito da redazione il Sab, 27/09/2014 - 07:46


Domenica d'arte in pianura

7 settembre 2014, Domenica dell’Arte in Pianura
Una giornata alla scoperta dei tesori della provincia tra arte, storia ed enogastronomia
Anche quest’anno la prima domenica di settembre sarà dedicata alla scoperta dei tesori nascosti della provincia, nell’ambito della seconda edizione della Domenica dell’Arte in Pianura lanciata da Emil Banca con il patrocinio della Provincia e la collaborazione di Confcommercio-Ascom Bologna.
Ad Argelato (con Funo) San Pietro in Casale, Bentivoglio S. Giovanni in Persiceto, palazzi e castelli, musei e chiese saranno aperti al pubblico dalle 10 alle 18 con visite guidate, eventi, musica enogastronomia e attività per i più piccoli.
- Ad Argelato, la locale sede di Emil Banca aprirà le porte della Quadreria della Fondazione “Ritiro San Pellegrino”, straordinaria raccolta d’arte che comprende circa 140 opere tra dipinti, disegni e sculture, tutte risalenti al periodo che va dal XVI al XIX secolo, con visite guidate per tutto l’arco della giornata, mentre a Funo sarà possibile curiosare in anteprima assoluta nel nuovo Museo Ferruccio Lamborghini.
- A San Pietro in Casale si andrà alla scoperta dei tesori del centro cittadino, in una piacevole passeggiata tra la Villa Comunale, Casa Frabboni, la Chiesa Ss. Pietro e Paolo e l’Oratorio della Visitazione. Nel pomeriggio, percorso guidato in bicicletta nelle frazioni comunali di Gavaseto e Maccaretolo con tappa alle dieci chiese presenti sul territorio comunale, che conservano un ricco patrimonio di opere d’arte.
- A Bentivoglio saranno accessibili le sale di Palazzo Rosso e del Castello. Per gli amanti della natura, le guardie ecologiche dell’Oasi “La Rizza porteranno adulti e bambini ad esplorare canneti, boschi e laghetti, sulle tracce della cicogna bianca.
- A San Giovanni in Persiceto con la visita guidata alla Collegiata, l'apertura straordnaria della Chiesa di San Francesco e le attività a Planetario per dare uno sguardo alle meraviglie del cielo
Tutte le attività, le visite guidate ed i laboratori sono gratuiti.
Gli eventi in calendario sono illustrati all’interno di una mappa scaricabile sui siti
http://www.orizzontidipianura.it/interno.php?ID_MENU=5321&ID_PAGE=6326
e http://www.emilbanca.it/istituzionale/Pagine/domenica_arte_pianura_2014.aspx

Scritto in Argelato | Bentivoglio | S. Giovanni in Persiceto | S. Pietro in Casaleleggi tutto | letto 766 volte

Inserito da redazione il Mer, 27/08/2014 - 08:13


Nel Centenario di Rubbiani, visite guidate e incontri

Il 26 settembre 1913 moriva a Bologna Alfonso Rubbiani.
Eclettico personaggio di formazione cattolica, politico e regista dei restauri dei più significativi edifici monumentali della città, fra cui i Palazzi Re Enzo, dei Notai, della Mercanzia e la chiesa di San Francesco, a lui si deve l'immagine attuale del centro storico di Bologna.
Istituzioni, Enti e Associazioni cittadine e della provincia si sono unite per ricordarlo, farlo conoscere al grande pubblico e raccogliere nuovi elementi utili allo studio del personaggio e del suo tempo, attraverso nuovi studi o divertenti cacce fotografiche e documentarie rivolte a tutti i cittadini.
Il programma delle iniziative per la celebrazione del Centenario, spalmate nell'arco di un anno e nelle località dei suoi interventi, con incontri e visite guidate, è leggibile al link
http://www.emiliaromagna.beniculturali.it/index.php?it/285/programma-delle-iniziative
Si ricordano in particolare anche gli interventi di Rubbiani in Provincia di Bologna
a Bentivoglio:
Domus Jocunditatis - Castello di Ponte Poledrano e Palazzo rosso
a Budrio: Palazzo Municipale e Sala Consiliare
a Minerbio: Castello di San Martino in Soverzano o dei Manzoli.

Vedi i cenni storici relativi su http://www.orizzontidipianura.it/interno.php?ID_MENU=5620

Scritto in Beni artistici | Bentivoglio | Bologna | Budrio | Minerbioleggi tutto | letto 993 volte

Inserito da redazione il Mar, 13/05/2014 - 09:16


Visita al Castello di Bentivoglio

- Sabato 19 aprile 2014 visita guidata a
Il Castello di Bentivoglio e il canale Navile
Ritrovo alle ore 10.00, Via Saliceto, 3 Bentivoglio (Bo). Provenendo da Bologna, percorrendo la via di Saliceto ed entrando in paese, il castello si trova sulla destra, all’incrocio con la via Marconi. Il punto di ritrovo è sul retro del castello.
Promossa e organizzata dall'
Associazione Amici delle acque e di Bologna sotterranea, in collaborazione con l’Istituto Ramazzini e il Comune di Bentivoglio.
Occasione per ammirare la splendida dimora di Ponte Poledrano e le sue pertinenze, il paese di Bentivoglio fu sede di attività industriali e artigianali e il canale Navile, che sarà il protagonista del nuovo libro in prossima uscita della Collana Bologna sotterranea® dove tutti i 36 Km verranno svelati nei suoi più reconditi segreti.
Prenotazioni: segreteria@amicidelleacque.org / 347-5140369, Massimo Brunelli, Bologna sotterranea®. Data la particolarità della visita, la prenotazione si ritiene impegnativa.
**  Notizie storiche: il castello fu fatto costruire da Giovanni II Bentivoglio fra il 1475 e il 1481 di fianco alla Rocca, quest’ultima fatta costruire nel 1390 dal Comune di Bologna con fini strategici: nel torricino vi erano infatti la campana d’allarme e il braciere per le segnalazioni con Bologna e altri luoghi. Il castello fu adibito da Giovanni II a dimora di svago e di caccia, la Domus Jocunditatis, come si leggeva nella decorazione pittorica della corte, per brevi soggiorni e adatta ai divertimenti della corte bentivolesca.
L’edificio è a pianta quadrata, dalle finestre ampie, dal vasto e luminoso cortile, dalle accoglienti stanze con annessi servizi e stalle. I caratteri sono quelli di una tipica costruzione rinascimentale, una dimora di campagna senza le preoccupazioni difensive eccessive, con due ariosi porticati, stanze e corridoi semplici con vivaci decorazioni, purtroppo oggi in maggioranza perdute tranne quelle dei fiordalisi, degli stemmi e dei ghepardi.
Un posto a parte hanno la Sala dei Cinque Camini e la Sala del Pane, quest’ultima così definita dallo splendido ciclo di affreschi che la adornano narrando in dieci riquadri la storia della panificazione. Il castello, sotto la proprietà dei Bentivoglio, ospitò personaggi illustri: i duchi di Ferrara Ercole I e Alfonso I, Lucrezia Borgia, il pontefice Giulio II, quest’ultimo ospite l’anno successivo la caduta dei Bentivoglio avvenuta nel 1506.
I Bentivoglio riebbero il castello da Leone X, ma il sontuoso edificio non ebbe più l’antico splendore: l’abbandono che ne seguì fu tra le cause del suo rapido deterioramento: l’ala occidentale divenne pericolante per crollare nel XVIII ad opera dei nuovi proprietari, i Pepoli, che ne fecero una villa a tre lati, aperta; sparirono mura e fossati mentre nel castello abitarono soprattutto famiglie bracciantili e le sue stanze ebbero le più impensate destinazioni: magazzini, concerie di pelli, ricoveri per animali.
Nel 1889, la nuova proprietà Pizzardi, incaricò Alfonso Rubbiani per il restauro del castello, con l’intenzione di ripristinare l’edifico voluto da Giovanni II: dal 1889 al 1897 il Rubbiani ricostruì l’ala crollata, riedificò la cinta merlata e suddivise le stanze secondo le vecchie piante. Inventò anche numerosi particolari, come il rivellino di accesso e la scala che dal cortile conduce al piano nobile. Il restauro, nonostante l’impegno nella ricerca di documenti dell’epoca, ha restituito un edificio adulterato, di marcata impronta ottocentesca. Nel 1945, a durante la ritirata delle truppe tedesche, la trecentesca torre venne fatta saltare lasciandola mutilata come oggi la vediamo. Oggi l’edificio ospita i laboratori di ricerca dell’Istituto di Ricerca Ramazzini e viene utilizzato per diverse attività culturali organizzate dall’Amministrazione Comunale. (dal sito http://www.comune.bentivoglio.bo.it/ )

Scritto in Beni artistici | Bentivoglioleggi tutto | letto 1020 volte

Inserito da redazione il Mer, 16/04/2014 - 07:55


Nuovo Municipio e mostra sulla antica presenza romana

A Bentivoglio, sabato 5 aprile 2014
Mostra archeologica "Notizie dall'aldilà su Bentivoglio romana" e
Inaugurazione della mostra in Palazzo Poste, Piazza dei Martiri, nuova sede del Comune di Bentivoglio
- ore 10.45
inaugurazione Palazzo Poste, con interventi di Beatrice Draghetti presidente Provincia e di Vlamiro Longhi sindaco
- ore 11.15 inaugurazione mostra di archeologia
Intervengono: Marco Edoardo Minoja, Soprintendente per i beni archeologici dell'Emilia Romagna, Roberto Dall'Olio, Assessore all'intercultura del Comune di Bentivoglio
Un'alternanza di dossi e bassure, corsi d'acqua e macchie boscose, il tutto scandito da regolari partizioni...

Così doveva apparire il territorio di Bentivoglio in età romana, la cui esemplificazione si propone con due corredi tombali, rinvenuti a Castagnolo minore (Centro Interporto).
La mostra rappresenta il frutto della collaborazione tra Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna, Amministrazione Comunale e Associazione Trebbo Sei Vie e ha lo scopo di sensibilizzare la popolazione e di reperire risorse per la creazione di un museo e la pubblicazione dell'aggiornamento della carta archeologica.
* Nel pomeriggio dalle ore 16.00 nell'atrio del nuovo Municipio, illustrazione e visita guidata alla mostra a cura di Maurizio Molinari e Moreno Fiorini, Ispettori Onorari per l'Archeologia.
**  La mostra sarà visitabile fino al 31 ottobre 2015
Info Telefono: 051 6643540 E-mail: stefano.gottardi@comune.bentivoglio.bo.it
Sito Web: http://www.comune.bentivoglio.bo.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=5547

Scritto in Bentivoglioleggi tutto | letto 791 volte

Inserito da redazione il Mer, 02/04/2014 - 09:16


Libri e mostre a Bologna e comuni vari

- Venerdì 7 marzo alle 18.15 a Bologna Libreria-galleria “Il secondo rinascimento”, via Porta Nova 1/a,
Presentazione del libro di
Sara Accorsi e Anna Natali Salariate dell'amore (Ed. Maglio) Storie e faccende di meretrici nell’Ottocento bolognese nell’ambito della rassegna “Le donne, i salotti e la sessualità nell’Ottocento bolognese”
Introduce Ornella Cucumazzi, Associazione culturale Il secondo rinascimento
Letture a cura di Ten Teatro
Info e prenotazioni: 051/228800-335/6672862. Ingresso libero fino a esaurimento posti
- Martedì 11 marzo 2014 ore 18 a Bologna Libreria Zanichelli Piazza Galvani 1 Presentazione del nuovo libro di Maurizio Garuti
Bla Bla Bla.
Pestilenze linguistiche dalla A alla Z

Letture show di Ivano Marescotti

- A Bentivoglio , Centro sociale il Mulino giovedì 13 marzo ore 20, presentazione del volume
Le italiane a Bologna. Percorsi al femminile in 150 anni di storia unitaria. Ed. Socialmente a cura di Fiorenza Tarozzi e Eloisa Bezzi
Intervengono: Katia Graziosi, Alba Piolanti, Roberto Dall'Olio.
Proiezione di immagini d'archivio sul lavoro delle mondine e canti delle mondine di Bentivoglio.
Precede un piatto di pasta per tutti. E' gradita la prenotazione al 051 6643592 o 051 6640890
- Mercoledì 12 marzo alle 17.30 a S. Matteo della Decima Biblioteca comunale "R. Pettazzoni", Centro Civico, v. Cento 158/a
Gli scrittori non hanno (sempre) i capelli bianchi”: parliamo di scrittura e di scrittori con Sara Magli, giovanissima autrice del romanzo Anche se tu non ci sei
Incontro rivolto ai ragazzi delle scuole medie e superiori. Con il patrocinio del Comune di San Giovanni in Persiceto
Info: 051 6812061 – BibliotecaDecima@comunepersiceto.it
- Sabato 15 marzo alle ore 17 a S. Giovanni in Persiceto, Sala del Consiglio del Municipio, Corso Italia 70,
Presentazione del volume “Misfatti di confine tra ‘500 e ‘700. La lunga mano dell’Inquisizione modenese su terre bolognesi, a cura di Patrizia Cremonini, relativo alla mostra realizzata nell’ambito della collaborazione tra Comune di San Giovanni in Persiceto, Archivio di Stato di Modena e Consorzio dei Partecipanti di Persiceto, in occasione dell’incontro pubblico “Donne di ieri e di oggi. Il lungo percorso verso il riscatto femminile dalla stregoneria alla medicina”
Info: URP San Giovanni in Persiceto, 800 069678

Scritto in Baricella | Bentivoglio | Bologna | Galliera | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1224 volte

Inserito da redazione il Mar, 04/03/2014 - 09:38


Presentazione di libri in provincia

A Pieve di Cento al Centro sociale Luigen - via Luigi Campanini, 27 per la rassegna Spaghetti , parole e fantasia
- Lunedì 20 gennaio 2014 ore 19, 30
è la volta di:
Il nostro immenso tram Bologna-Malalbergo-Pieve di Cento
di Davide Damiani e Luigi Zucchini (Tipogafia Bagnoli)
La storia narrata nei minimi dettagli della smantellata linea ferroviaria che collegava Bologna alla sua provincia. I racconti, i documenti, le mappe, i progetti originali dei treni, fotografie e testimonianze raccolte in questo memorabile libro dedicato alla storia della Tramvia Bologna - Pieve di Cento - Malalbergo percorsa da "vaporini" prima e da "littorine" poi, nata nel 1889 e abbandonata nel 1955.
- Mercoledì 22 gennaio 2014, alle ore 18, presso la Biblioteca comunale “R. Pettazzoni” Centro civico, via Cento 158/a, San Matteo della Decima per la rassegna “Tra le pagine”,
presentazione del libro
Le lettere perdute di Amarna di Barbara Faenza.(Maglio editore)
Interverrà l'autrice. Per informazioni: Biblioteca comunale “R. Pettazzoni”, 051 6812061 - BibliotecaDecima@comunepersiceto.it
- Giovedì 23 gennaio 2014 ore 20, per la rassegna Un libro al mese, a Bentivoglio, Centro sociale culturale “Il Mulino” incontro con
Maurizio Garuti, autore di Fratelli d'Emilia, Cronache famigliari di Claudio Negrini (Minerva edizioni). Una storia emiliana , vera, con personaggi veri, dalla fine dell'800 agli anni '60 del '900 Letture a cura di Patrizia Belluzzi. Dialoga con l'autore l'assessore prof. Roberto dall'Olio. In apertura, cena offerta dal Mulino, su prenotazione
- Venerdì 24 gennaio 2014, ore 21, presso la Biblioteca comunale "Gianni Rodari" via San Donato, 74/25, Granarolo dell'Emilia, presentazione del volume
Ricerche sulla Montagnola di Bologna. Le fortezze papali, le ghiacciaie, i rifugi antiaerei (Maglio ed.)
Interverranno: dott. Giancarlo Benevolo, conservatore responsabile dell’Archivio storico e della Sezione didattica dei Musei Civici d’Arte Antica di Bologna, arch. Ramona Loffredo per il gruppo Il cuore freddo di Bologna, Massimo Brunelli, ricercatore e fotografo dell’Associazione amici delle vie d’acqua e dei sotterranei di Bologna. Modera: Salvatore Puzzo, assessore alla Cultura
Informazioni: Biblioteca comunale "Gianni Rodari", tel 051 6004310-313, sabrina.leonelli@comune.granarolo-dellEmilia.bo.it

Scritto in Bentivoglio | Granarolo | Pieve di Cento | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1011 volte

Inserito da redazione il Gio, 16/01/2014 - 12:18


Nuova mostra a Bentivoglio

Sabato 7 dicembre alle ore 16.30
a Bentivoglio, Biblioteca Comunale "Palazzo Rosso", Via Marconi,
inaugurazione della mostra
Claudio Benghi. Carte Parallele

Le opere che il maestro Claudio Benghi presenta in prima assoluta nella splendida cornice di Palazzo Rosso in Bentivoglio,possono cadere sotto la cifra di quello che io definisco la magia del disincanto!  Roberto Dall'Olio
La mostra sarà visitabile fino al 20 dicembre 2013 nei seguenti giorni: martedì, giovedì e venerdì 15.00-18.30- mercoledì 10.00-14.00- sabato 10.00-12.00 /15.00-18.00 - domenica 10.00-12.00/15.00-18.00. Ingresso gratuito
Info: Comune di Bentivoglio, Biblioteca Comunale Palazzo Rosso Telefono: 051 6643540 / 051 6643592

Scritto in Bentivoglioleggi tutto | letto 721 volte

Inserito da redazione il Gio, 05/12/2013 - 08:46


Contro la violenza sulle donne. Iniziative in provincia

Nei prossimi giorni si ricorderà la Giornata internazionale contro la violenza alle donne.
Il Comune di S. Giorgio di Piano e il Centro Studi h-ELP • Famiglia • Sicurezza • Società,, con l'intento di sensibilizzare la Cittadinanza sul fenomeno della violenza di genere, organizza
un incontro pubblico martedì 26 novembre alle ore 20.45 presso la Sala Consiliare.
IMPARA A DIFENDERTI CON IL CORPO E CON LA MENTE DALLE PAURE E DAGLI IMPREVISTI PERICOLOSI DELLA VITA.
I
ntroduce: Anna Fini Assessore alle Politiche Sociali, Sanità e Pari Opportunità del Comune di San Giorgio di Piano
Intervengono:
- Dott.ssa Elena Bellodi Consulente individuale, di coppia e della famiglia.Pedagogista, Counsellor. Mediatrice familiare
- Dott.ssa Linda Ragazzi
Campionessa mondiale Medaglia d’argento ai Giochi Mondiali Cintura
Nera V° Dan. Laurea magistrale in Scienze motorie, Maestro di Ju Jutsu
-
Dott.ssa Piera Vitali Laureata in Scienze Politiche, Ispettore Capo del Corpo Unico di Polizia
Municipale Unione Reno Galliera. Esperta in Psicologia dell’Emergenza e Motivazione – Gestione del conflitto, PNL

* Per informazioni: tel 051/6638514 politiche sociali@comune.san-giorgio-di-piano.bo.it
- Lunedì 25 novembre 2013 - ore 17.30
presso Centro Sociale "La Villa" - Via Pedora 73 - Baricella
M'AMA NON M'AMA - Aperitivo Letterario

Letture di genere a cura dell'Associazione Babylonbus.
Accompagnamento musicale a cura dei ragazzi dell'Istituto Comprensivo di Baricella e Malalbergo
- A Bentivoglio nella Sala dello Zodiaco in Palazzo rosso, dal 22 al 27 novembre è aperta la mostra "Donne Fuori dal Comune", esposizione collettiva d'(arte) che vede protagoniste le donne e le loro passioni.
Inoltre lunedì 25 novembre ore 21 tavola rotonda sul tema
"Femminicidio: il decreto è diventato legge, una vittoria delle donne",
approfondirà l'argomento la senatrice Donata Lenzi.
- L'associazione di promozione sociale Il Teatro delle Temperie
 a
Pieve di Cento al Centro Sociale, ricreativo, culturale “Luigèn”
il 27 novembre alle 20:45,
presenta
Genere di violenza spettacolo per voci recitanti, canto e fisarmonica
Le testimonianze di donne che hanno subito violenza ma anche di uomini che si impegnano attivamente per arginarla, il punto di vista di chi ha vissuto in prima persona un evento tanto traumatico, per ripartire da quelle parole, da quelle paure: fragilità, sgomento, dolore... per ripartire da qui, donne e uomini insieme
INGRESSO LIBERO

Lo spettacolo è scritto e diretto da Andrea Lupo. In scena le attrici Margherita Zanardi, Alessia Raimondi, Viktoria Vandelli, alla fisarmonica David Sarnelli, la voce è quella di Serena Pecoraro.
Prodotto dal Teatro delle Temperie con il sostegno della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Bologna, denuncia la violenza di genere, diffusa nel nostro paese più di quanto non si creda e consumata spesso, come i tanti fatti di cronaca ci ripetono, fra le mura domestiche. Violenza esercitata da uomini che sono mariti, fidanzati, padri, fratelli…

Scritto in Baricella | Bentivoglio | Pieve di Cento | S. Giorgio di Pianoleggi tutto | letto 1088 volte

Inserito da redazione il Dom, 24/11/2013 - 08:59


Domenica dell'arte in pianura

8 settembre 2013: Domenica dell'Arte in Pianura
E' un'iniziativa sperimentale e inedita che Emil Banca organizza con lo scopo di valorizzare i Comuni nei quali opera e rendere le comunità consapevoli e fiere delle eccellenze e delle bellezze che le circondano.
Il progetto coinvolge i
Comuni di Argelato, San Giorgio di Piano, Bentivoglio, Minerbio, trasformandoli in vivacissimi centri di numerose iniziative: monumenti, chiese, musei, castelli e ville di interesse storico-artistico saranno aperti al pubblico gratuitamente e con orario continuato dalla mattina alla sera.
Una giornata davvero unica e imperdibile, che mira a fondere storia, cultura e tradizioni del nostro ricco e suggestivo territorio.
* Argelato: la Quadreria del Ritiro San Pellegrino e Villa Beatrice
La nascita dell'Istituto "Ritiro e Scuola di San Pellegrino" risale al 1840, su iniziativa del canonico bolognese Don Camillo Breventani. Oggi il Ritiro è un ente impegnato nella formazione delle giovani generazioni secondo i proncipi cristiani.
La storia secolare del Ritiro San Pellegrino è testimoniata dal patrimonio storico - artistico di sua proprietà, il cui nucleo principale è costituito dalla Quadreria, circa 140 tele, oltre ad alcuni disegni e sculture, tutti databili tra il XVI ed il XIX secolo, che ora possiamo ammirare presso le sale di Emil Banca ad Argelato, in via Argelati, 10.
- Visite guidate a cura dello storico dell'arte Pietro di Natale alle ore: 10.00, 11.30 e 16.00
A Villa Beatrice sono state allestite tre mostre:
- L' attività di Taragel vs Death&Life,
illustrazioni inedite del pittore Cesare Malagodi
- Strumenti e forme. Metamorfosi, sculture in legno
dell'artista Luigi Fabbri
- I maceri nel territorio di pianura, fotografie di Franco Ardizzoni a cura del Gruppo di Studi della Pianura del Reno
Visite guidate alla Villa
e alle mostre a cura didel presidente del Gruppo di Studi pianura del Reno Gian Paolo Borghi alle ore 10.30 e alle ore 17.00
Per avere tutte le informazioni dettagliate
http://www.orizzontidipianura.it/
**  San Giorgio di Piano: il centro storico, la Chiesa di San Giorgio
PASSEGGIATA NEL CENTRO CITTADINO

A cura degli assessori e soci del Gruppo di Studi Pianura del Reno: Anna Fini e Fabio Govoni.
Le visite guidate partiranno dal Palazzo Comunale alle ore 10.30 (Fini), 12.00 (Govoni) e 17.00 (Fini)

Le tappe della visita guidata prevedono:
Palazzo Comunale, Porta Ferrara,Torresotto, Oratorio di San Giuseppe e della Natività della Madonna (esterno) Chiesa di San Giorgio (esterno)
Alle ore 15.30 piccolo concerto nella Chiesa di San Giorgio a cura dell'Associazione Arcanto: Sospiri d'amore e di preghiera
Silvia Salfi,
soprano,Marisa Anconelli, mezzosoprano, Giovanna Giovannini, organo e pianoforte
*** A Bentivoglio: Palazzo Rosso e il Castello, l'Oasi La Rizza e Villa Smeraldi
Escursione nel'Oasi alle ore 10.00 e alle ore 16.00,
appuntamento in via Bassa degli Albanelli, 13, a cura delle Guardie Ecologiche Volontarie e della Cooperativa Sociale Arcobaleno.
Il museo è aperto dalle 16.00 alle 20.00, in via Via Sammarina, 35 a San Marino di Bentivoglio
Visita e laboratorio didattico:.
LE API E IL MIELE: LA SMIELATURA che si terrà alle 16.30.
Per ulteriori informazioni sito internet: www.museociviltacontadina.provincia.bologna.it

Scritto in Argelato | Bentivoglio | S. Giorgio di Pianoleggi tutto | letto 999 volte

Inserito da redazione il Sab, 31/08/2013 - 08:40


S. Marino di Bentivoglio in festa

Sabato 31 agosto ore 17.30 S. Marino in festa
presso il Museo della Civiltà Contadina di S. Marino di Bentivoglio
Intitolazione della rotonda di via Canali Crociali a Ivano Trigari, già fondatore e animatore del Museo

Interverranno:
Gabriella Montera - Assessore Provinciale all’Agricoltura
Vladimiro Longhi - Sindaco di Bentivoglio
Fabrizio Sarti - Presidente dell’Istituzione Villa Smeraldi
Don Piero Franzoni - Parroco di Bentivoglio
- Ore 18.30 Convegno
Agricoltura e sicurezza alimentare. Consumatori attivi e protagonisti del proprio futuro

Introduce: Giulio Magagni - Presidente Emil Banca
Relatori:
Domenico Regazzi - Dip. Scienze Agrarie, Università di Bologna
Gabriella Montera - Assessore provinciale all’Agricoltura
Fabrizio Sarti - Presidente dell’Istituzione Villa Smeraldi
Modera Mirco Fantoni - Comitato Soci Emil Banca di Argelato
A seguire aperitivo
-  Ore 21.00 Spettacolo musicale
con la partecipazione di: Ruggero Passarini, Antonio Stragapede, Daniele Dall’Omo,Cristina Scaglioni, Marco Magrini, Sisén.
Presentano: Gloria Pezzoli e Giorgio Giusti.
Il museo resterà aperto dalle ore 17,30 alle 21,30.
info: Museo della Civiltà Contadina - Tel 051.891050 segreteria.museo@provincia.bologna.it

Scritto in Bentivoglio | Museo della Civiltà contadina S. Marino di Bentivoglioleggi tutto | letto 1126 volte

Inserito da redazione il Mer, 28/08/2013 - 19:22

fonte XML