Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

S. Giovanni in Persiceto


L'eccidio di Decima, raccontato in un libro

26 novembre 2017 – Ore 16.00
presso Sala del Consiglio Comunale – San Giovanni in Persiceto,

L’Associazione Culturale Marefosca, con il patrocinio del Comune di San Giovanni in Persiceto,
presenta il libro
L’eccidio di Decima di William Pedrini. Ed. Marefosca
L’autore attraverso una capillare ricerca d’archivio descrive, nei minimi particolari, la sanguinosa vicenda avvenuta durante un comizio rivolto ai contadini e ai mezzadri della zona.
Interverranno:

William Pedrini, ricercatore e storico
Carlo D’Adamo, ricercatore e storico
Lorenzo Pellegatti, Sindaco di San Giovanni in Persiceto
Floriano Govoni, Direttore della rivista Marefosca e della casa editrice Marefosca Edizioni
Samuele Scagliarini leggerà alcuni brani del libro.
Accompagnamento musicale di
Nicola Govoni
*Tratto dal libro:

Durante un comizio rivolto ai contadini e ai mezzadri del persicetano, a seguito dell’esplosione di un sifone di acqua caduto a causa dell’intervento di un carabiniere, una scheggia di vetro ferì leggermente il vice commissario di P.S. De Carolis.
Alla vista del sangue, il brigadiere dette ordine di sparare sulla folla.
A sera, si contarono 8 morti e una quarantina di feriti.

L’autore attraverso una capillare ricerca d’archivio descrive, nei minimi particolari, il contesto della sanguinosa vicenda avvenuta a San Matteo della Decima nel 1920.

Scritto in S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 206 volte

Inserito da redazione il Ven, 2017-11-24 17:34


Tante iniziative all'ASMo

L'Archivio di Stato di Modena ha recentemente conseguito il PRIMO PREMIO nella CATEGORIA ISTITUZIONI del Premio Italia Medievale, XIII Edizione 2016 L’importante riconoscimento è il gradito esito del grande apprezzamento espresso ad una serie di eventi promossi tra 2015 e 2016 sul tema Bizantini e Longobardi Nuove iniziative per i prossimi giorni: ASMoNews | Il tempo lento dei Longobardi: sabato 8 e domenica 9 ottobre un ricco calendario di iniziative
Un ricco calendario di appuntamenti quello proposto domenica 9 ottobre 2016 in occasione della iniziativa promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo “Domeniche di carta 2016” in cui archivi e biblioteche statali offrono aperture straordinarie al pubblico e che quest'anno si svolge in concomitanza con la “Giornata Nazionale del Camminare” V edizione organizzata da FederTrek-Escursionismo e Ambiente per invitare tutti i cittadini di ogni età all'abitudine del camminare.

Il tempo lento dei Longobardi” è l'iniziativa promossa dall'Archivio di Stato di Modena in collaborazione con i Comuni di Modena, Nonantola e Spilamberto, e, in territorio Bolognese, i Comuni di San Giovanni in Persiceto e di Sant'Agata Bolognese e la Partecipanza Agraria di Sant'Agata Bolognese, ed ancora con la partecipazione organizzativa di FIAB Sezione di Modena, di FIAB Terred'Acqua, de l gruppo storico “Bandum Freae”, del Liceo Classico San Carlo di Modena, della Parrocchia di San Giovanni Battista di Persiceto: un invito per riscoprire e riappropriarsi pienamente di città e territori, con visite guidate a beni storici-archivistici-artistici-monumentali, camminate, biciclettate e rievocazioni storiche.
La zona territoriale scelta è ben precisa, ovvero la fascia di pianura compresa tra Modenese e Bolognese, già confine tra Bizantini e Longobardi (secoli VI-VIII), ampiamente studiata e illustrata con una serie di conferenze e alcune mostre documentarie realizzate nell'ambito del ciclo culturale “Bizantini e Longobardi, culture e territori in una secolare tradizione”.
Un'anteprima delle iniziative promosse si svolgerà sabato 8 ottobre alle ore 14,30 con l'appuntamento a Modena della biciclettata Terre longobarde tra Modena e Nonantola: riscopriamole in bicicletta”.


- Torna il Mese della genealogia e della storia di famiglia, la manifestazione che permette ai cittadini di confrontarsi gratuitamente con i massimi esperti di storia familiare e di imparare a ricercare autonomamente le proprie origini.
Un appuntamento che torna per il secondo anno come approfondimento della Conferenza Internazionale di Genealogia che, già dal 2010, riunisce a Modena persone provenienti da tutta Italia, Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Sati Uniti e Brasile.
Undici incontri con gli esperti, otto visite guidate, uno stand al Centro Commerciale La Rotonda e una Conferenza per scoprire qualcosa in più sui propri antenati partendo da sé stessi.

 

Scritto in Modena | Nonantola (MO) | S. Agata bolognese | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 658 volte

Inserito da redazione il Gio, 2016-10-06 07:05


Tra Bizantini e Longobardi, lo studio continua

L’interesse suscitato dall’evento 2015 Bizantini e Longobardi. Culture e territori in una secolare tradizione (21 febbraio - 18 dicembre 2015), ha indotto a promuovere alcune iniziative ancora connesse al tema della frontiera tra le due etnie culturali nemiche che per circa un secolo si sono fronteggiate presso il corso dell’antico Panaro, lo Scoltenna. Radicandosi rispettivamente in aree bolognesi ed in zone modenesi i due gruppi hanno lasciato tracce di sé, alcune ancora ben vive nel territorio e nel parlare locale. Per approfondirne la conoscenza storica si propongono alcuni appuntamenti a Modena, San Giovanni in Persiceto e Sant'Agata Bolognese:
- Modena
Archivio di Stato Corso Cavour, 21, mostra di cartografia storica (secc. XV-XIX) prosegue fino al 30 aprile Segni sulle terre. Confini di pianura tra Modena e Bologna,
testi di Mauro Calzolari, Franco Cazzola, Patrizia Cremonini, Paola Foschi, Pierangelo Pancaldi, Michele Simoni, Alberto Tampellini, Annarosa Venturi
 * orari: martedì ore 15-16.45 ; mercoledì e sabato 10-12.30
Visite guidate a gruppi di almeno 10 persone su appuntamento a cura di Milena Bertacchini (UNIMORE) e Sara Casolari

- Modena, Palazzo dell’Arcivescovado, Salone d’Onore Conferenze:

sabato 12 marzo, ore 17, Milena Bertacchini (UNIMORE), La cartografia storica in Archivio di Stato di Modena: un prezioso strumento per ricostruire la storia del nostro territorio.
sabato 16 aprile, ore 17, Andrea Cantile (UNIFI), Gli itinerari viari e la problematica necessità di darne una descrizione geografica.

- In corso di programmazione: Doriano Castaldini (UNIMORE), Alla ricerca dell’antico “Scoltenna”. Evoluzione idrogeologica e aspetti geomorfologici della pianura modenese, dall’età del bronzo all’alto medioevo.
** Per informazioni: ASMo Corso Cavour 21, tel. 059230549, sara.casolari@beniculturali.it

Scritto in Modena | S. Agata bolognese | S. Giovanni in Persiceto | Storia. Locale e generaleleggi tutto | letto 794 volte

Inserito da redazione il Sab, 2016-02-20 08:10


Bizantini e Longobardi, l'un contro l'altro armati, tra Modena e Bologna

10 dicembre 2015 – ore 17,30 Accademia Militare di Modena, piazza Roma, 15
"L'un contro l'altro armati. Bizantini e Longobardi nell'arte della guerra".

Tavola rotonda conclusiva dell'iniziativa
Bizantini e Longobardi. Culture e territori in una secolare tradizione (21 febbraio-18 dicembre 2015)
Iniziativa promossa da :
Accademia militare di Modena, Archivio di Stato di Modena, Comune di Nonantola, Comune di San Giovanni in Persiceto, Comune di Spilamberto, Consorzio dei Partecipanti di San Giovanni in Persiceto, Consorzio dei Partecipanti di Sant'Agata Bolognese.
L'incontro si propone come evento conclusivo, in terre modenesi, di “Bizantini e Longobardi. Culture e territori in una secolare tradizione (21 febbraio-18 dicembre 2015), II edizione del progetto triennale “Il confine che non c'è. Bolognesi - Modenesi uniti nella terra di mezzo” iniziato nel 2013 su progetto di Patrizia Cremonini e promosso da Archivio di Stato di Modena, Comune di San Giovanni in Persiceto e Consorzio dei Partecipanti di San Giovanni in Persiceto. All'iniziativa del 2015 dedicata al confronto tra le due etnie culturali nemiche, i Bizantini e i Longobardi, che per circa un secolo si sono affrontate lungo una vasta fascia militarizzata prossima all'attuale confine provinciale, hanno aderito molti altri enti: i Comuni di Nonantola e Spilamberto e la Partecipanza Agraria di Nonantola, per il Modenese, ed il Comune e la Partecipanza Agraria di Sant'Agata Bolognese, per il Bolognese.
Un altro momento conclusivo si terrà poi in terre di tradizione bizantina,
a San Giovanni in Persiceto, il 12 dicembre.
* Nell'occasione presentazione dell'itinerario turistico-culturale europeo
"Longobard ways across Europe", "Le Vie Longobarde d'Europa", ideato, organizzato e coordinato dall'Assessorato al Turismo di Monza e dall'Associazione "Longobardia", prossimo ad essere proposto al Consiglio d'Europa.
**
Il gruppo di rievocazione storica “Bandum Freae” parteciperà esibendo costumi e oggetti d'uso quotidiano d'epoca longobarda, offrendo le opportune informazioni.
http://www.asmo.beniculturali.it/index.php?it/219/archivio-eventi/135/lun-contro-laltro-armati-bizantini-e-longobardi-nellarte-della-guerra-tavola-rotonda-conclusiva-delliniziativa-bizantini-e-longobardi-culture-e-territori-in-una-secolare-tradizione-21-febbraio-18-dicembre-2015


Scritto in Modena | Nonantola (MO) | S. Giovanni in Persicetoletto 899 volte

Inserito da redazione il Sab, 2015-12-05 10:30


La vera storia dei 34 scheletri del Poggio, in conferenza

Sabato 21 novembre alle ore 17,30 presso la Sala del Consiglio Comunale di San Giovanni in Persiceto, conferenza "La vera storia dei 34 scheletri del Poggio", a cura di Carlo D'Adamo, Pierangelo Pancaldi e William Pedrini. Ingresso libero.
- La scoperta di un antico cimitero (Carlo D’Adamo, ricercatore)
Ottobre 1962. In seguito ad un’aratura profonda in un campo nella località Poggio di San Giovanni in Persiceto (Bologna) vengono portati in superficie numerosi frammenti di ossa. Gli inquirenti, che dovrebbero stabilire se quei resti hanno rilevanza archeologica o criminale, si muovono fin dall’inizio con superficialità e sciatteria: i denti sono dispersi, la terra non viene setacciata, le ossa vengono mescolate. .......Ma siamo negli anni della guerra fredda, è appena scoppiata la crisi di Cuba, e il vecchio cimitero, trasformato in una “fossa comune” dall’arciprete e dalla questura, diventa l’ennesima prova di una efferata strage partigiana …
- La datazione dei resti (William Pedrini, ricercatore e segretario della sezione ANPI di San Giovanni in Persiceto)
L’inchiesta contro ignoti per il reato di strage a scopo di rapina e occultamento di cadavere si chiude dopo tre anni con una sentenza di archiviazione “per essere rimasti ignoti gli autori dei reati”, nella quale il Giudice Istruttore scrive perle di questo tipo: che era comunque probabile che i resti fossero recenti, perché se le ossa fossero antiche sarebbero affiorate molto prima. Poiché era chiaro che quei morti erano stati sepolti con pietas, e che solo un forte pregiudizio ideologico aveva potuto trasformare quel sepolcreto in una “fossa comune”..... I risultati ufficiali giunti nel settembre 2012 dal CEDAD di Lecce sono sorprendenti: gli scheletri furono seppelliti tra l’890 e il 1160 d.C. Dopo 50 anni finalmente è stato possibile smascherare una palese montatura.
- Nuovi scenari per l’archeologia (Pierangelo Pancaldi)
La datazione degli scheletri del Poggio (tra il IX e gli inizi del XII secolo) apre nuove e finora impensabili prospettive agli studi di storia e archeologia del territorio persicetano. Anche in questa fase del tutto preliminare sono infatti possibili alcune importanti considerazioni: le caratteristiche del complesso sepolcrale, con la presenza di donne, uomini e bambini, e l’arco cronologico piuttosto ampio delle deposizioni, testimoniano la presenza di un insediamento vero e proprio, sorto probabilmente intorno ad una pieve. La testa di cavallo seppellita ritualmente, il vicinissimo toponimo del “Farò”, la persistenza in queste terre di una onomastica di origine longobarda e il villaggio fortificato altomedioevale scavato fra il 1994 e il 1997 in località Crocetta, a pochi chilometri da qui, contribuisco no a rafforzare la consapevolezza di una presenza duratura di comunità germaniche o fortemente germanizzate.

Scritto in S. Giovanni in Persiceto | Storia. Locale e generaleletto 881 volte

Inserito da redazione il Mer, 2015-11-18 07:29


"L'inutile strage" della Grande Guerra, in mostra a Decima

In occasione del CENTENARIO della PRIMA GUERRA MONDIALE a S. Matteo della Decima, l'Associazione culturale Marefosca, in collaborazione con il Comune di S. Giovanni in Persiceto e la Biblioteca Pettazzoni, ha allestito la mostra intitolata
"
L'inutile strage"
aperta dal 24 maggio al 10 giugno 2015
nella Sala Espositiva Centro Civico di Via Cento 158/A

Scritto in Marefosca | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 854 volte

Inserito da redazione il Sab, 2015-05-23 04:56


Acque e Bonifiche in mostra e visita guidata

Due gli eventi legati al tema ’ACQUA’ aperti a tutti a Bondeno e a Manzolino
Sabato 21 marzo
PRESENTAZIONE VIDEO E VISITA GUIDATA ALLA MOSTRA AQUAE
Acque e bonifiche a Bondeno dal Neolitico ad oggi

Dalle ore 9,30 presso il Centro 2000 di Viale Matteotti, Bondeno (Fe)
Un evento a tema acqua che, dalla presentazione dei video “Belle storie di Bondeno” e “Piano inclinato”, passando per la mostra Aquae, spiega dove ci troviamo e cosa rappresenta Bondeno dal punto di vista idraulico: un nodo cruciale di snodo di acque ove, per pendenza naturale, si ricevono tutte le acque provenienti dai deflussi di circa 90.000 ettari di città e campagna da modenese, mantovano, bolognese e ferrarese. Milioni di metri cubi di acqua che, grazie alle opere di bonifica, defluiscono ordinatamente in Panaro, Po e Mare Adriatico. Le stesse opere consentono, nel periodo primaverile/estivo di derivare, trattenere e distribuire l’acqua nell’intera rete dei canali di bonifica per svolgere funzioni al servizio di agricoltura e ambiente.
Bondeno è dunque un territorio ad alta densità di opere di bonifica, realizzate già a partire dal Medioevo: qui oggi vi confluiscono 197 km di canali, di cui i principali sono il Collettore di Burana e il Canale Diversivo; si trovano 23 manufatti principali, fra cui la Botte Napoleonica, 9 impianti idrovori (di scolo e distribuzione irrigua), fra cui S. Bianca, Bondeno-Palata e Polo Pilastresi, fortemente danneggiati dal sisma di maggio 2012 (oltre 1/3 di tutti i danni subito dal Burana si sono registrati a Bondeno, con una stima di 16.500.000 € di danno complessivo) e che ciononostante hanno continuato ad essere operativi.
Dai tempi antichi molto è stato fatto per trasformare l’acqua da minaccia ad opportunità e Bondeno è simbolo di questa conquista quotidiana anche per le scelte future.

Interverranno:
Simone Saletti, Assessore Attività Produttive, Promozione del territorio, Sport, Innovazione tecnologica della Città di Bondeno
Francesco Vincenzi, Presidente Consorzio della Bonifica Burana
In collaborazione con il Museo Archeologico Ambientale: tel. 051.6871757 - maa@caa.it
- Domenica 22 marzo
VISITE GUIDATE AL SITO NATURA 2000 MANZOLINO
Castelfranco Emilia (Mo) e S. Giovanni in Persiceto (Bo)

Partenza visite guidate per entrambi i percorsi dalle ore 10.00 e dalle ore 15.00

Scritto in Bondeno | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1090 volte

Inserito da redazione il Lun, 2015-03-16 10:42


Bizantini e Longobardi tra bolognese e modenese.Mostre e conferenze

Bizantini e Longobardi, culture e territori in una secolare tradizione è il titolo della seconda edizione del ciclo culturale triennale Il confine che non c’è. Bolognesi e modenesi uniti nella terra di mezzo” promosso dall’Archivio di Stato di Modena, dal Comune di Persiceto e dal Consorzio dei Partecipanti del Comune di Persiceto.
Dopo la prima edizione dello scorso anno, dedicata all’Inquisizione, si passa ora ad analizzare il rapporto tra Bizantini e Longobardi, le due etnie culturali che si sono fronteggiate per circa un secolo lungo la fascia territoriale percorsa dall’antico corso del Panaro (Scoltenna), prossimo all'odierno confine di pianura tra Modena e Bologna segnato dal corso Muzza. Il radicamento longobardo fino allo Scoltenna ebbe un effetto di cesura sull’assetto territoriale, influendo sulla fissazione dell'attuale asse confinario, e favorendo lo sviluppo di tradizioni cultu rali diverse sui due versanti, a est i Bolognesi in aree di tradizioni bizantine, a ovest i Modenesi in aree di tradizioni longobarde.
Come per lo scorso anno, anche questa edizione,su progetto e coordinamento di P
atrizia Cremonini, e realizzata in collaborazione con i comuni di Nonantola, Spilamberto, Sant’Agata Bolognese e con le Partecipanze agrarie di Nonantola e Sant’Agata, si articolerà attraverso mostre e conferenze di approfondimento.
Quest'anno l’
Associazione di Italia Nostra ha previsto di collegare l’iniziativa ad un suo progetto nazionale cui ha aderito il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Si tratta de Le pietre e i cittadini che coniuga tre fondamentali aspetti: storia del territorio, valorizzazione del patrimonio archivistico e promozione di una diffusa cultura per la tutela e la conservazione dei beni culturali e ambientali. Italia Nostra ha scelto quattro confere nze da proporre come aggiornamento agli insegnati ed inoltre organizzerà escursioni nei "territori longobardi" e nei "territori bizantini".
Il ricco calendario delle iniziative di questa seconda edizione prevede una serie di conferenze che si svolgeranno a San Giovanni in Persiceto, Modena, Sant'Agata Bolognese, Nonantola e Spilamberto, volte a conoscere i Bizantini e i Longobardi, analizzare i tesori documentari in mostra, svelare le longeve tradizioni germaniche e la percezione del confine, cogliere le identità e le differenze tra l'Esarcato e le aree di dominio longobardo, scoprire il confine tra Modena e Bologna dai Franchi all'Unità d'Italia. Ampio spazio sarà dato anche all'illustrazione dei progetti archeo-antropologici sul territorio.

* Alle conferenze si accompagneranno anche tre mostre documentarie.
- La prima Segni sulle terre. Confini di pianura tra Modena e Bologna, si svolge dal 21 febbraio al 18 aprile 2015 presso l'ex chiesa di Sant'Apollinare a San Giovanni in Persiceto; poi si sposterà a Modena, dal 30 aprile al 18 dicembre presso l'Archivio di Stato di Modena.
Questa interessantissima esposizione è tesa ad illustrare i confini dei nostri territori di pianura, fra Bolognese e Modenese, attraverso pannelli storici esplicativi, importanti materiali cartografici relativi ai secoli XV-XIX, selezionati dal Mappario Estense dell'Archivio di Stato di Modena, ed anche documenti rari e preziosi come il “Liber Pontificalis Ecclesiae Ravennatis” (830 o 846) di Andrea Agnello, sacerdote di Ravenna della metà del secolo IX. Tale codice, che costituisce l'attestazione più antica dei confini dell'Esarcato bizantino (in esso si apprende che il confine occidentale era Persiceti) ci è pervenuto in sole due copie: una integra del XV secolo, appartenente alla Biblioteca Estense Universitaria di Modena, è esposta in mostra; un'altra copia, mut ila e risalente al secolo XVI, è custodita nella Biblioteca V aticana. Collegata a questa mostra, con particolare attenzione al patrimonio cartografico conservato all’Archivio di Stato di Modena, sono le prime quattro conferenze in programma a Modena.
- La seconda mostra
Dal Baltico all'Emilia”. Il DNA dei Partecipanti di San Giovanni in Persiceto rivela tracce di antiche migrazioni germaniche sarà aperta dal 21 febbraio al 18 aprile, da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 19 e sabato dalle 8.30 alle 13, presso l'androne della Sala del Consiglio Comunale di San Giovanni in Persiceto. Realizzata con testi di Davide Pettener e Alessio Boattini dell’Università di Bologna. In questa sede sono esposti pannelli che illustrano le ricerche condotte negli ultimi quattro anni dall’Università di Bologna sul DNA dei partecipanti di Persiceto unitamente alle indagini genealogiche curate dal Consorzio dei Partecipanti in collaborazione con l’Università. Da studi ed analisi sono emerse tracce di DNA di probabile origine scandinava, giunto nei nostri territori con le migrazioni germaniche. I dettagli di questa interessante scoperta saranno svelati dal professor Alessio Boattini du rante l’incontro in programma sabato mattina, prima dell’inaugurazione della mostra.
- Infine, presso la
Partecipanza agraria di San Giovanni in Persiceto, dal 7 novembre al 18 dicembre 2015, sarà possibile visitare la mostra su Il ponte del Losco: frammenti di storia sul confine
Nell’ambito di Bizantini e longobardi, culture e territori in una secolare tradizione si susseguiranno poi tante altre conferenze che si terranno, a Persiceto anche a Modena, Nonantola, Sant’Agata Bolognese e Spilamberto.
* Tutte le iniziative sono ad ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti
**Per informazioni e prenotazioni: Archivio di Stato di Modena, 059- 230549; as-mo@beniculturali.it . Si rimanda al sito dell’Archivio per il programma dettagliato delle conferenze e delle altre iniziative. http://www.asmo.beniculturali.it/
***Vedi anche i depliant allegati con i programmi dettagliati

Scritto in Modena | S. Giovanni in Persiceto | Storia. Locale e generaleleggi tutto | letto 1606 volte

Inserito da redazione il Lun, 2015-03-02 08:23


Carnevale a Bologna, Cento, Ferrara, Persiceto e Decima

- Sabato 14 febbraio Carnevale dei Bambini. Bologna
CARNEVALE NAZIONALE DEI BAMBINI -
63a edizione
domenica 15 e martedì 17 febbraio 2015

L'ultima domenica di Carnevale e il Martedì Grasso, fra maschere e coriandoli, arriva a Bologna il Carnevale Nazionale dei bambini. La tradizionale sfilata dei carri allegorici attraversa le vie del centro partendo da Piazza VIII Agosto.
- CENTO CARNEVALE D'EUROPA
1, 8, 15, 22 febbraio e 1 marzo 2015

Cinque domeniche per vivere la grande kermesse nella quale ammirare i coloratissimi carri allegorici in cartapesta.
Informazioni sull'evento al seguente link  http://www.carnevalecento.com/  oppure
http://www.ferraraterraeacqua.it/it/cento/eventi/manifestazioni-e-iniziative/sagre-feste/cento-carnevale-deuropa
 
- CARNEVALE RINASCIMENTALE A FERRARA
Dal 12 al 15 febbraio 2015

Dopo più di cinquecento anni torna in vita il Carnevale Estense nella raffinata cornice della città di Ferrara, una delle capitali del Rinascimento italiano.
Tutti gli appuntamenti e gli eventi al seguente link http://www.carnevalerinascimentale.eu/
- S. GIOVANNI IN PERSICETO

- Domenica 8 febbraio si aprirà a Persiceto la 141esima edizione del "Carnevale storico persicetano" con la tradizionale sfilata dei carri e l'esecuzione degli spilli in piazza del Popolo dalle ore 12.30. Ingresso gratuito con possibilità di assistere allo spettacolo dalla tribuna a pagamento allestita nella piazza centrale
http://www.comunepersiceto.it/notizie/ledicola-comunale/comunicati-stampa/2015/febbraio/arriva-il-carnevale
- L’associazione Carnevalesca “Re Fagiolo di Castella” annuncia l’edizione 2015 dello storico
Carnevale di Decima: domenica 15 Febbraio e domenica 22 Febbraio 2015.
Giunto al 127°anno, il carnevale di Decima continua a caratterizzarsi per lo Spillo e le Zirudelle.    www.carnevaledidecima.it

Scritto in Bologna | Cento (Fe) | Ferrara | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1032 volte

Inserito da redazione il Mar, 2015-02-03 10:12


Domenica d'arte in pianura

7 settembre 2014, Domenica dell’Arte in Pianura
Una giornata alla scoperta dei tesori della provincia tra arte, storia ed enogastronomia
Anche quest’anno la prima domenica di settembre sarà dedicata alla scoperta dei tesori nascosti della provincia, nell’ambito della seconda edizione della Domenica dell’Arte in Pianura lanciata da Emil Banca con il patrocinio della Provincia e la collaborazione di Confcommercio-Ascom Bologna.
Ad Argelato (con Funo) San Pietro in Casale, Bentivoglio S. Giovanni in Persiceto, palazzi e castelli, musei e chiese saranno aperti al pubblico dalle 10 alle 18 con visite guidate, eventi, musica enogastronomia e attività per i più piccoli.
- Ad Argelato, la locale sede di Emil Banca aprirà le porte della Quadreria della Fondazione “Ritiro San Pellegrino”, straordinaria raccolta d’arte che comprende circa 140 opere tra dipinti, disegni e sculture, tutte risalenti al periodo che va dal XVI al XIX secolo, con visite guidate per tutto l’arco della giornata, mentre a Funo sarà possibile curiosare in anteprima assoluta nel nuovo Museo Ferruccio Lamborghini.
- A San Pietro in Casale si andrà alla scoperta dei tesori del centro cittadino, in una piacevole passeggiata tra la Villa Comunale, Casa Frabboni, la Chiesa Ss. Pietro e Paolo e l’Oratorio della Visitazione. Nel pomeriggio, percorso guidato in bicicletta nelle frazioni comunali di Gavaseto e Maccaretolo con tappa alle dieci chiese presenti sul territorio comunale, che conservano un ricco patrimonio di opere d’arte.
- A Bentivoglio saranno accessibili le sale di Palazzo Rosso e del Castello. Per gli amanti della natura, le guardie ecologiche dell’Oasi “La Rizza porteranno adulti e bambini ad esplorare canneti, boschi e laghetti, sulle tracce della cicogna bianca.
- A San Giovanni in Persiceto con la visita guidata alla Collegiata, l'apertura straordnaria della Chiesa di San Francesco e le attività a Planetario per dare uno sguardo alle meraviglie del cielo
Tutte le attività, le visite guidate ed i laboratori sono gratuiti.
Gli eventi in calendario sono illustrati all’interno di una mappa scaricabile sui siti
http://www.orizzontidipianura.it/interno.php?ID_MENU=5321&ID_PAGE=6326
e http://www.emilbanca.it/istituzionale/Pagine/domenica_arte_pianura_2014.aspx

Scritto in Argelato | Bentivoglio | S. Giovanni in Persiceto | S. Pietro in Casaleleggi tutto | letto 947 volte

Inserito da redazione il Mer, 2014-08-27 06:13


Torna in edicola Strada Maestra

Sabato 21 giugno alle 11
Sala consiliare - Palazzo comunale Piazza del Popolo, San Giovanni in Persiceto
p
resentazione del nuovo numero della storica rivista persicetana
STRADA MAESTRA

Quaderni della Biblioteca comunale “G.C. Croce” N°68-71

che torna dopo alcuni anni di interruzione con una nuova veste grafica e un nuovo editore.
Interverranno:
Mario Gandini, direttore di «Strada Maestra»
Gloria Serrazanetti
, responsabile della Biblioteca comunale “G.C. Croce”
Vladimir Fava,
autore della ricerca “Le sottilissime astutie di Bertoldo”
Sonia Camprini,
assessore alla scuola, Dimitri Tartari, assessore alla cultura, Gian Pietro Basello, Maglio Editore
Info Tel. 051.31.69.624 www.maglioeditore.it info@maglioeditore.it

Scritto in S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 999 volte

Inserito da redazione il Mer, 2014-06-18 05:31


Raffaele Pettazzoni archeologo, una mostra e conferenze

E' visitabile fino al 30 giugno nel Municipio di Persiceto la mostra
"
Sotto gli auspici dell'archeologia. Raffaele Pettazzoni: testi, documenti, reperti".
L'esposizione, allestita nell
'androne al primo piano, è promossa dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna e dal Comune di Persiceto in collaborazione con il locale Museo Archeologico Ambientale.
La mostra dedicata a Raffaele Pettazzoni (1883-1959), uno dei padri fondatori della Storia delle Religioni, esplora la sua attività meno nota di archeologo, svelando i risvolti di una carriera di studioso di fama internazionale che, come lui stesso aveva scritto nel 1912, si era aperta “sotto gli auspici dell’archeologia”.
Orari di apertura:
dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18, sabato dalle 9 alle 13 - chiusa domenica e festivi, Info 0516871757 maa@caa.it)
** Iniziative collegate

- Mercoledì 16 aprile 2014, ore 20.45
Biblioteca Comunale
"Giulio Cesare Croce", Piazza Garibaldi n. 7
"
... e ora cosa ne direbbe Raffaele Pettazzoni?"
Tiziano Trocchi intervista il Prof. Mario Gandini
- Sabato 17 maggio 2014, ore 10
Palazzo Comunale,
Galleria antistante la Sala Consiliare, Corso Italia n. 70
Visita guidata alla mostra a cura di Mario Gandini
- Mercoledì 18 giugno 2014, ore 20.45
Biblioteca Comunale
"Giulio Cesare Croce", Piazza Garibaldi n. 7 a
"Natura di cose altro non è che nascimento di esse"
Raffaele Pettazzoni testimone di un'epoca tra archeologia, antropologia e storia delle religioni
conferenza di
Valentino Nizzo

http://www.archeobologna.beniculturali.it/mostre/sgp_pettazzoni.htm
Maggiori informazioni su http://www.comunepersiceto.it/notizie/ledicola-comunale/comunicati-stampa/2014/marzo/sotto-gli-auspici-dellarcheologia-raffaele-pettazzoni-testi-documenti-reperti
*** Vedi anche articolo su Raffaele Pettazzoni storico delle religioni sul nostro sito nella sezione "Storia delle religioni
”  ?q=taxonomy/term/126

Scritto in S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1103 volte

Inserito da redazione il Mer, 2014-04-16 06:15


Droni su Reno e Samoggia, per controllare gli argini

Lunedì 7 aprile, il Comune di Castello d'Argile, insieme al Servizio tecnico di Bacino del Reno, l'ANCI Emilia Romagna, in collaborazione con l'Unione Reno Galliera organizza una
"Giornata di ricerca e studi sull'utilizzo dei droni, per la prevenzione del rischio idraulico e la gestione sostenibile dell'asta del fiume Reno"
Il programma tecnico prevede alle ore 10,30 il raduno presso il municipio in piazza Gadani. Dalle ore 11 alle 13 il volo sperimentale dei droni sull'area di confluenza del fiume Samoggia nel Reno, con presenza di squadre a terra.
Dalle 14,30 alle 15,30 ci sarà un de-briefing riservato ai tecnici delle amministrazioni pubbliche coinvolte per valutare l'esito della sperimentazione, delle immagini, delle restituzioni e delle elaborazione dati recuperati dal drone.
Alle ore 16 incontro con le Associazioni locali per comunicare la nuova tecnologia a servizio della sicurezza territoriale che viene sperimentata, tra i primi, nel Comune di Castello d'Argile. L'incontro pubblico si terrà presso la Sala Consiliare del Municipio, con la presentazione dell'iniziativa da parte del sindaco Michele Giovannini e dell'Assessore alla Protezione Civile Marco Iachetta
Le attività previste sono: monitoraggio e ripresa  del nodo idraulico della confluenza, monitoraggio della densità vegetale in golena e negli argini, restituzione  del modello tridimensionale e "stereoscopica", verifica  e individuazione dei punti deboli degli argini, anche per tane animali e altre criticità.
I droni sono messi a disposizione dalla società Aerodron di Parma.
L'iniziativa è collegata alla "Settimana Protezione Civile" promossa dalla Regione Emilia Romagna
Info: 329 9055666  iachetta@anci.it

Scritto in Castello d'Argile | Cento (Fe) | Pieve di Cento | Reno, un fiume tra passato e presente | S. Giovanni in Persiceto | Sala Bologneseleggi tutto | letto 1438 volte

Inserito da redazione il Ven, 2014-04-04 05:45


Misfatti di confine tra modenesi e bolognesi, tra '500 e '700

Sabato 15 marzo alle ore 17 nella Sala del Consiglio del Municipio di Persiceto, in corso Italia 70, in occasione dell’incontro pubblico “Donne di ieri e di oggi. Il lungo percorso verso il riscatto femminile dalla stregoneria alla medicina” si svolgerà la presentazione del volume
Misfatti di confine tra ‘500 e ‘700. La lunga mano dell’Inquisizione modenese su terre bolognesi(Maglio editore), relativo all’omonima mostra realizzata a Persiceto presso la chiesa di Sant’Apollinare.
Sono previsti gli interventi di: Vittorio Cocchi, presidente del Consorzio dei Partecipanti di Persiceto, Sonia Camprini, assessore alla cultura del Comune di San Giovanni in Persiceto, Patrizia Cremonini, vice-direttore dell’Archivio di stato di Modena e curatrice della mostra;
Gian Luca D’Errico,
docente dell’Università degli Studi di Bologna che parlerà di
Sortilegi amorosi e guaritrici sotto i portici di Bologna nel ‘600,
Paola Paltrinieri, presidente provinciale Unerbe-Confesercenti di Modena, approfondirà il tema Le autentiche proprietà medicamentose delle erbe,
Carla Righi,
collaboratrice dell’Archivio di Stato di Modena, che presenterà
Altri sortilegi: il caso di una malefica di Crevalcore di fine ‘600.
La presentazione conclude così la prima parte del progetto triennale Il confine che non c'è. Bolognesi- Modenesi uniti nella terra di mezzo, promosso dall'Archivio di Stato di Modena, il Comune di San Giovanni in Persiceto e il Consorzio dei Partecipanti di San Giovanni in Persiceto, e che, sotto il coordinamento di Patrizia Cremonini dell’Archivio di Stato di Modena, prevede un ciclo di iniziative triennali volto a esaminare la fascia di cerniera in cui noi viviamo e che nel corso dei secoli è servita a segnare diversi tipi di confine: tra antichi popoli e gruppi etnici, tra stati ed eserciti, tra culture, lingue e linguaggi.

Scritto in S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1030 volte

Inserito da redazione il Sab, 2014-03-15 06:40


Libri e mostre a Bologna e comuni vari

- Venerdì 7 marzo alle 18.15 a Bologna Libreria-galleria “Il secondo rinascimento”, via Porta Nova 1/a,
Presentazione del libro di
Sara Accorsi e Anna Natali Salariate dell'amore (Ed. Maglio) Storie e faccende di meretrici nell’Ottocento bolognese nell’ambito della rassegna “Le donne, i salotti e la sessualità nell’Ottocento bolognese”
Introduce Ornella Cucumazzi, Associazione culturale Il secondo rinascimento
Letture a cura di Ten Teatro
Info e prenotazioni: 051/228800-335/6672862. Ingresso libero fino a esaurimento posti
- Martedì 11 marzo 2014 ore 18 a Bologna Libreria Zanichelli Piazza Galvani 1 Presentazione del nuovo libro di Maurizio Garuti
Bla Bla Bla.
Pestilenze linguistiche dalla A alla Z

Letture show di Ivano Marescotti

- A Bentivoglio , Centro sociale il Mulino giovedì 13 marzo ore 20, presentazione del volume
Le italiane a Bologna. Percorsi al femminile in 150 anni di storia unitaria. Ed. Socialmente a cura di Fiorenza Tarozzi e Eloisa Bezzi
Intervengono: Katia Graziosi, Alba Piolanti, Roberto Dall'Olio.
Proiezione di immagini d'archivio sul lavoro delle mondine e canti delle mondine di Bentivoglio.
Precede un piatto di pasta per tutti. E' gradita la prenotazione al 051 6643592 o 051 6640890
- Mercoledì 12 marzo alle 17.30 a S. Matteo della Decima Biblioteca comunale "R. Pettazzoni", Centro Civico, v. Cento 158/a
Gli scrittori non hanno (sempre) i capelli bianchi”: parliamo di scrittura e di scrittori con Sara Magli, giovanissima autrice del romanzo Anche se tu non ci sei
Incontro rivolto ai ragazzi delle scuole medie e superiori. Con il patrocinio del Comune di San Giovanni in Persiceto
Info: 051 6812061 – BibliotecaDecima@comunepersiceto.it
- Sabato 15 marzo alle ore 17 a S. Giovanni in Persiceto, Sala del Consiglio del Municipio, Corso Italia 70,
Presentazione del volume “Misfatti di confine tra ‘500 e ‘700. La lunga mano dell’Inquisizione modenese su terre bolognesi, a cura di Patrizia Cremonini, relativo alla mostra realizzata nell’ambito della collaborazione tra Comune di San Giovanni in Persiceto, Archivio di Stato di Modena e Consorzio dei Partecipanti di Persiceto, in occasione dell’incontro pubblico “Donne di ieri e di oggi. Il lungo percorso verso il riscatto femminile dalla stregoneria alla medicina”
Info: URP San Giovanni in Persiceto, 800 069678

Scritto in Baricella | Bentivoglio | Bologna | Galliera | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1457 volte

Inserito da redazione il Mar, 2014-03-04 07:38


Presentazione di libri in provincia

A Pieve di Cento al Centro sociale Luigen - via Luigi Campanini, 27 per la rassegna Spaghetti , parole e fantasia
- Lunedì 20 gennaio 2014 ore 19, 30
è la volta di:
Il nostro immenso tram Bologna-Malalbergo-Pieve di Cento
di Davide Damiani e Luigi Zucchini (Tipogafia Bagnoli)
La storia narrata nei minimi dettagli della smantellata linea ferroviaria che collegava Bologna alla sua provincia. I racconti, i documenti, le mappe, i progetti originali dei treni, fotografie e testimonianze raccolte in questo memorabile libro dedicato alla storia della Tramvia Bologna - Pieve di Cento - Malalbergo percorsa da "vaporini" prima e da "littorine" poi, nata nel 1889 e abbandonata nel 1955.
- Mercoledì 22 gennaio 2014, alle ore 18, presso la Biblioteca comunale “R. Pettazzoni” Centro civico, via Cento 158/a, San Matteo della Decima per la rassegna “Tra le pagine”,
presentazione del libro
Le lettere perdute di Amarna di Barbara Faenza.(Maglio editore)
Interverrà l'autrice. Per informazioni: Biblioteca comunale “R. Pettazzoni”, 051 6812061 - BibliotecaDecima@comunepersiceto.it
- Giovedì 23 gennaio 2014 ore 20, per la rassegna Un libro al mese, a Bentivoglio, Centro sociale culturale “Il Mulino” incontro con
Maurizio Garuti, autore di Fratelli d'Emilia, Cronache famigliari di Claudio Negrini (Minerva edizioni). Una storia emiliana , vera, con personaggi veri, dalla fine dell'800 agli anni '60 del '900 Letture a cura di Patrizia Belluzzi. Dialoga con l'autore l'assessore prof. Roberto dall'Olio. In apertura, cena offerta dal Mulino, su prenotazione
- Venerdì 24 gennaio 2014, ore 21, presso la Biblioteca comunale "Gianni Rodari" via San Donato, 74/25, Granarolo dell'Emilia, presentazione del volume
Ricerche sulla Montagnola di Bologna. Le fortezze papali, le ghiacciaie, i rifugi antiaerei (Maglio ed.)
Interverranno: dott. Giancarlo Benevolo, conservatore responsabile dell’Archivio storico e della Sezione didattica dei Musei Civici d’Arte Antica di Bologna, arch. Ramona Loffredo per il gruppo Il cuore freddo di Bologna, Massimo Brunelli, ricercatore e fotografo dell’Associazione amici delle vie d’acqua e dei sotterranei di Bologna. Modera: Salvatore Puzzo, assessore alla Cultura
Informazioni: Biblioteca comunale "Gianni Rodari", tel 051 6004310-313, sabrina.leonelli@comune.granarolo-dellEmilia.bo.it

Scritto in Bentivoglio | Granarolo | Pieve di Cento | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1209 volte

Inserito da redazione il Gio, 2014-01-16 10:18


Mostre e incontri per conoscere la storia del confine - che non c'è - tra Bolognesi e Modenesi

Il cnfine che non c'è. Bolognesi e Modenesi uniti nella terra di mezzo- ciclo di eventi  a  San Giovanni in Persiceto   e Modena promosso da
Archivio di Stato di Modena, Consorzio dei Partecipanti di San Giovanni in Persiceto, Comune di San Giovanni in Persiceto
L’intero progetto comprende la mostra
LXX Divisione novennale dei beni del Consorzio dei Partecipanti di San Giovanni in Persiceto, nell'androne del palazzo Comunale, primo piano, apertura lunedì-venerdì ore 8.30-19, sabato ore 8.30-13, chiuso festivi, fino a sabato 11 gennaio.
e una seconda mostra più specificatamente dedicata all’Inquisizione dal titolo
Misfatti di confine tra ’500 e ’700. La lunga mano dell’Inquisizione modenese su terre bolognesi.”, a cura di Laura Bandini, Aurelia Casagrande, Patrizia Cremonini, Carla Righi, Alberto Tampellini. Sede della mostra: Chiesa di Sant’Apollinare, apertura venerdì e sabato ore 16-19, domenica e festivi ore 10-12.30 e 16-19, fino a domenica 12 gennaio.
Accanto a queste due mostre inaugurate nei giorni scorsi, si terranno una serie di interessanti
conferenze, laboratori e visite guidate e una tavola rotonda conclusiva.
In occasione della 70/a Divisione novennale dei beni del Consorzio dei Partecipanti di San Giovanni in Persiceto, avvenuta sabato 19 ottobre, è stato inaugurato il progetto ideato e coordinato da Patrizia Cremonini, dell’Archivio di Stato di Modena,
Il confine che non c’è. Bolognesi e modenesi uniti nella terra di mezzo,
ciclo di iniziative triennali volto a esaminare la fascia di cerniera che nel corso dei secoli è servita a segnare diversi tipi di confine: tra antichi popoli e gruppi etnici, tra stati ed eserciti, tra culture, lingue e linguaggi.
** Il programma prevede inoltre per i mesi di dicembre  2013 e gennaio 2014:
- Sabato 14 dicembre, ore 17, Chiesa di Sant’Apollinare
Visita guidata alla mostra sull’Inquisizione a cura di Laura Bandini, Archivio di Stato di Modena e a seguire lettura di documenti a cura di Vincenzo Forni in sede da definirsi
*ingresso libero con consumazione a pagamento nei bar

- Sabato 11 gennaio, ore 16.00-18, Sala del Consiglio Comunale
Tavola rotonda “Lo stato dell’arte degli studi sull’Inquisizione nei territori tra Bologna e Modena”, con i docenti universitari Matteo Al Kalak, Grazia Biondi, Gian Luca D’Errico e gli allievi Luca Al Sabbagh, Michele Armellini, Samuele Reggiani dell’Università degli Studi di Bologna.
- A Modena si terrà un evento collegato dal titolo
Quando le medicine profumavano di siepi. Il tempo della Theriaca: viaggio tra speziali e medici, con preparazione della stessa Theriaca,
da novembre a giugno su più sedi.
Per specifiche informazioni contattare l’ Archivio di Stato di Modena, tel. 059.230549, www.asmo.beniculturali.it

Scritto in Modena | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1099 volte

Inserito da redazione il Mer, 2013-11-13 16:54


Antiche cronache persicetane

Domenica 20 Ottobre 2013 - Ore 16.30
Sala del Consiglio
del Comune di S. Giovanni in Persiceto
Presentazione del libro
Antiche Cronache Persicetane
Manoscritti dei sec. XVII-XVIII

a cura di Andrea Risi e AlbertoTampellini
Interverranno:
- Renato Mazzuca: sindaco di Persiceto
- Andrea Risi e Alberto Tampellini: curatori del libro
* Coordinerà l’incontro Floriano Govoni direttore di Marefosca, Associazione culturale con rivista periodica di storia, cultura e informazione locale, che ha promosso la nuova pubblicazione.
Un libro fondamentale per attingere direttamente alle fonti della storia persicetana

Scritto in Marefosca | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 958 volte

Inserito da redazione il Gio, 2013-10-17 04:58


Libri in piazza e in vetrina

Giovedì 12 settembre, ore 21.15
A San Giovanni in Persiceto, Cortile Municipio, presentazione del libro
Delitto alle Dune di Ivan Furlanetto (Maglio Editore)
- intervista l’autore lo scrittore Maurizio Garuti
- letture
di Vincenzo Forni
Nell’ambito della rassegna “Sere d’estate 2013″
Al Lido degli Scacchi, sul litorale ferrarese, l’estate è appena iniziata. Spiagge ancora semideserte, pochi turisti tedeschi in giro e i proprietari delle seconde case che si ritrovano puntuali dopo un anno trascorso in città. Si attendono giornate placide al Lido, come l’andirivieni delle onde dell’Adriatico. Mare, sole e pettegolezzi da ombrellone: soltanto l’afa e le liti condominiali potrebbero guastare questo idillio. Finché una mattina gli abitanti del residence Alle Dune sono svegliati da un urlo agghiacciante. Il corpo di Beatrice Orsi, ricca e bellissima vedova cinquantenne, viene trovato senza vita nel suo appartamento, tumefatto da punture d’ape. …....

- Sabato  14 settembre ore 18
Alla Libreria Ambasciatori, via Orefici 19, Bologna
presentazione di
FRATELLI D’EMILIA” di Maurizio Garuti
da cronache familiari di Claudio Negrini (Minerva Edizioni)
Letture di IVANO MARESCOTTI

Scritto in Bologna | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1117 volte

Inserito da redazione il Mer, 2013-09-11 05:27


Il terremoto del 1504-1505, in un libro

A S. Giovanni in Persiceto presso lo spazio Labici Eco-Laboratorio,via Mazzini 25-27
mercoledì 19 giugno 2013, alle ore 21,
presentazione del libro:
Quando “trano li taramoti”. Fenomenologia, teorie e paure di fronte al sisma. La sequenza bolognese del 1504-1505 (Maglio Editore)
Interverranno:

Pierangelo Pancaldi e Alberto Tampellini, autori del volume
Emanuela Guidoboni, direttrice del Centro euro-mediterraneo di documentazione “Eventi estremi e Disastri”
Sonia Camprini, assessore alla cultura
Modera il prof.
Carlo D’Adamo

Scritto in S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1297 volte

Inserito da redazione il Gio, 2013-06-13 17:39


Campagna persicetana da vedere

Sabato 11 maggio Ore 15, nell'ambito delle Archeologite:
S. Giovanni in Persiceto MAA-Museo Archeologico Ambientale
Le vie d’acqua raccontate dall’archeologia e dal paesaggio

Ritrovo alla Casa Grande del Consorzio dei Partecipanti di San Giovanni in Persiceto, a San Matteo della Decima, Via Carradona 1, per un percorso sull’acqua, risorsa primaria per eccellenza, fonte di vita per l’uomo, via di comunicazione, elemento insostituibile per gli esseri viventi, motore del nostro pianeta. L’utilizzo della risorsa idrica e la sua gestione interfacciata alla storia del territorio nel corso dei secoli verranno indagati grazie a una passeggiata guidata attraverso la campagna persicetana, costeggiando corsi d’acqua, fossati, maceri, canali di bonifi ca che raccontano il territorio e gli elementi che nel tempo lo hanno modifi cato fi no ad assumere l’assetto attuale.
Protagonisti, insieme alle vie d’acqua, saranno le piantate, tramandateci dalla storia, i boschi, i terreni agricoli, le aree ecologiche di pertinenza del Consorzio dei Partecipanti, istituzione di origine medievale strettamente connessa alla storia e all’economia del territorio persicetano. Il percorso, della durata di un paio d’ore, terminerà con la visita guidata alla mostra “Aquae- La gestione dell’acqua oltre l’Unità d’Italia nella pianura emiliana”, che ricostruisce il percorso storico del controllo delle acque e della salvaguardia del paesaggio nelle aree che oggi ricadono sotto la tutela e la gestione del Consorzio della Bonifi ca Burana. Particolare attenzione è volta alle opere estensive legate all’organizzazione centuriale di età romana, ai villaggi fortificati di epoca medievale fortemente legati ai corsi d’acqua, alla ricca documentazione archivistica dei secoli XV-XVIII riguardante il controllo delle acque nei territori attraversati dal corso del Panaro e, infi ne, all’attuale assetto e gestione della risorsa idrica di competenza dei Consorzi di Bonifi ca. Al termine si terrà un rinfresco gentilmente offerto dal Consorzio della Bonifica Burana.
Terre d'acqua : San Giovanni in Persiceto | Sant’Agata Bolognese | Anzola dell’Emilia | Calderara di Reno
* Info tel. 051 6871757; maa@caa.it; www.museoarcheologicoambientale.i

Scritto in S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 971 volte

Inserito da redazione il Mar, 2013-05-07 06:07


Un giornale per le Associazioni al servizio del sociale

Un invito alle Associazioni e Organizzazioni, da parte dell' Ufficio Terzo Settore Servizio Politiche Sociali e per la Salute Provincia di Bologna: è in preparazione
il 9° numero di “Carta Bianca free press dell’associazionismo -
che uscirà nel mese di aprile. La redazione di Carta Bianca è una redazione aperta con l'obiettivo di valorizzare le idee e gli interventi delle associazioni che condividono la linea editoriale del free press. Gli articoli sono quindi proposti dalle associazioni che operano sul territorio bolognese.
Ogni numero di Carta Bianca prevede l’approfondimento di un tema specifico e il calendario delle iniziative promosse dalle associazioni.
Per chi non conoscesse il free press dell'associazionismo, vi invitiamo a leggere i precedenti numeri consultabili dalla home page del sito del non profit della Provincia di Bologna www.provincia.bologna.it/nonprofit e http://www.provincia.bologna.it/sanitasociale/Engine/RAServePG.php/P/550611181000/M/252611181009/T/Lultimo-numero-di-Carta-Bianca-il-free-press-dellassociazionismo- .
** Nel numero 8 del mese di marzo c'è anche  un articolo dedicato al Gruppo di studi pianura del Reno (vedi allegato)
Il tema di approfondimento del n° 9 è:
L'ARTE AL SERVIZIO DEL SOCIALE
- dinamiche creative dedicate a questioni sociali"
Come collaborare? Entro il 5 aprile 2013:
1) Inviate i vostri articoli sul tema “L'ARTE AL SERVIZIO DEL SOCIALE - dinamiche creative dedicate a questioni sociali" all’indirizzo e-mail della redazione: cartabianca@angeliallefermate.it oppure cartabianca.freepress@gmail.com seguendo i semplici criteri ;
2) Segnalate le vostre iniziative (periodo da aprile a giugno) all’indirizzo e-mail della redazione cartabianca@angeliallefermate.it oppure cartabianca.freepress@gmail.com seguendo lo schema esemplificativo che troverete di seguito, specificando nell’oggetto “Segnalazione eventi carta Bianca”
Si allega alla presente:
- criteri minimi da seguire per la redazione degli articoli
- schema esemplificativo per la segnalazione delle iniziative
Ufficio Terzo Settore Servizio Politiche Sociali e per la Salute Provincia di Bologna
Via San Felice 25 - 40122 Bologna Tel. 051/659.8609-8276 Fax 051/6598620
www.provincia.bologna.it/nonprofit
Criteri per l'inoltro di materiale alla redazione di Carta Bianca, entro il 5 aprile 2013
È richiesto che:

Scritto in Bologna | Calderara di Reno | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1139 volte

Inserito da redazione il Gio, 2013-03-28 10:03


Nuovi libri, a Pieve e a Decima

- lunedì 11 marzo, presso il Centro sociale "Luigen" di Pieve di Cento Michael J. Lazzari insieme a Giuliano Musi presenta“
ATS. La scuderia bolognese che sfidò Ferrari”  (Maglio ed.),
nell'ambito della rassegna “Spaghetti, parole… e fantasia!organizzata dal Centro sociale "Luigen" in collaborazione con il Laboratorio di Ricerca Culturale e il Comune di Pieve di Cento e la sponsorizzazione delle associazioni pievesi Auser e Le amiche del Melograno.
Alle 20,
incontro conviviale. Alle 20.45, presentazione del libro.
- domenica 17 marzo, alle ore 17, Mariagrazia Esposito e Gianluca Stanzani presentano "Persicetani Uniti. Storie e uomini del Risorgimento bolognese (1815-1871)" (Maglio ed.), presso la Biblioteca comunale “R. Pettazzoni” di San Matteo della Decima (Centro Civico, via Cento 158/a), nell'ambito della rassegna “Tra le pagine".
Interverrà Floriano Govoni.

Scritto in Pieve di Cento | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 875 volte

Inserito da redazione il Gio, 2013-03-07 20:25


Carnevale. Tante feste in provincia

I comuni dove la tradizione dei corsi di Carnevale è più radicata presentano anche quest'anno le  loro sfilate di carri e le loro feste, in parte già avviate domenica 3 e ripetute domenica 10 febbraio 2013. Altre sfilate si svolgeranno in domeniche successive. Ne indichiamo alcune.
- Sabato 9 febbraio ore 15.00 Piazza del Popolo a S. Giovanni in Persiceto
Carnevale dei Bimbi
in collaborazione con: Centro Maieutica e Museo del Cielo e della Terra
- Domenica 10 febbraio a S. Giovanni in persiceto
ore 13.00 Corso Mascherato Sfilata dei carri e premiazioni.
ore 17.00 Piazza del Popolo Chiusura del Carnevale Persicetano con tradizionale “Bruciata di Re Bertoldo”
ore 20.30
Bocciofila Persicetana Veglione di fine Carnevale
Lunedì 11 febbraio
ore 21.00 Circolo ARCI Bocciofila Persicetana “Il MAXIProcesso del Lunedì: Società Carnevalesche, giurati e progettisti a confronto...”
-
DOMENICA 10 FEBBRAIO - Piazza delle Poste a Decima di Persiceto
Ore 14,30 Apertura dei GRANDI CORSI MASCHERATI,con la sfilata dei Carri Allegorici e delle Mascherate a piedi con ricco gettito
Ore 17,30 Premiazione dei Carri in Concorso.
- GIOVEDI’ 14 FEBBRAIO
- Sala Giorgio Gallerani presso Corte Castella
Ore 21,00 Proiezione del Filmato “Carnevale 2013
” - 2ª domenica
Sfilata, premiazioni e interviste Per partecipazioni alla sfilata di Mascherate a piedi telefonare al 339 – 3067112
-Sabato 9 Febbraio 2013 a San Pietro in Casale(BO) dalle 14:30
- Nel Piazzale della Chiesa
Carnevale dei bambini
con burattini, mangiafuoco, merenda insieme e tante sorprese
- Domenica 10 Febbraio 2013 a San Pietro in Casale(BO) dalle 14:30
- Seconda sfilata dei carri allegorici. Nuovo giro dei carri: ritrovo in via 24 Maggio all'altezza della caserma dei Carabinieri
Ospite speciale di entrambe le sfilate di Domenica 3 e 10 Febbraio da X-Factor ICS
Tutte le manifestazioni sono GRATUITE
- CENTO CARNEVALE D'EUROPA
Il carnevale sfila le domeniche 10-17- 24 Febbraio e 3 marzo 2013.

http://www.comune.cento.fe.it/primopiano/pagina1209.html
- CARNEVEL D'LA PIV - PIEVE DI CENTO quest' anno si fa in primavera, le domeniche 7-14-21 aprile
http://www.pievedicento.org/carnevale/index.htm
Ma domenica 10 febbraio per i bambini al pomeriggio nella Sala Carletti ci sarà una festa per bambini
http://www.comune.pievedicento.bo.it/servizi-on-line/events/2013-gennaio-febbraio-marzo/scherzi-di-carnevale

Scritto in Cento (Fe) | Pieve di Cento | S. Giovanni in Persiceto | S. Pietro in Casaleleggi tutto | letto 1266 volte

Inserito da redazione il Gio, 2013-02-07 20:32


Un libro che riporta i 34 scheletri nella loro antica storia.

Venerdì 14 dicembre, alle ore 18
presso la Biblioteca Comunale “R. Pettazzoni” San Matteo della Decima, Centro Civico, via Cento 158/a
per la rassegna “Tra le pagine” presentazione del libro
I 34 SCHELETRI DEL POGGIO di Carlo D’Adamo e William Pedrini (Maglio Editore)
intervengono gli autori e Floriano Govoni Direttore di Marefosca.
A San Giovanni in Persiceto, un paese alla periferia di Bologna, negli anni ’60 furono ritrovate le ossa di un gruppo di uomini in un campo. Molti dissero che quelle ossa appartenevano alla “Corriera fantasma” una corriera che, partita da Brescia con a bordo militanti fascisti, subì un agguato da parte dei partigiani in cui tutti i passeggeri persero la vita. Oggi, a distanza di 50 anni, la scienza dimostra che la leggenda era solo tale e che quei corpi sono in realtà un’incredibile scoperta che va ad aggiugersi al già vastissimo elenco di reperti e testimonianze della antica civilità bolognese.
Fra gli abitanti del paese la leggenda era nota: le ossa ritrovate erano della corriera bresciana. Dopo essere state rinvenute in un campo nel 1962 le ossa erano state seppellite in 32 cassette nel cimitero di San Giovanni.
Nel 1965 a seguito di un’inchiesta si erano fatte eseguire delle analisi che non escludevano, con la tecnologia del tempo, che i corpi potessero risalire all’epoca della seconda guerra mondiale. Poco tempo dopo un sentenza del Tribunale di Bologna aveva decretato che i corpi non avevano segni di traumi e perciò era da escludersi che si trattasse di fascisti morti sotto un agguato dei partigiani.
Ma a nulla era servito: infatti le voci hanno continuato a circolare tanto che l’ANPI ha chiesto una nuova indagine. I campioni relativi a tre corpi sono stati analizzati degli esperti dell’Università di Bologna e del museo archeologico ambientale di Persiceto, prima di essere inviati al Centro di datazione e diagnostica (Cedad) dell’Università del Salento, a Lecce.
Dai risultati è emerso che due dei campioni esaminati risalgono rispettivamente a un’età compresa tra l’890 e il 1050 e tra il 990 e il 1160. Dunque sono corpi di umani vissuti in epoca medievale.
.......”
Info da :
http://maglioeditore.it/category/rassegna-stampa/i-34-scheletri-del-poggio-rassegna-stampa/

Scritto in S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 974 volte

Inserito da redazione il Mar, 2012-12-11 10:08


Dalla collaborazione tra pubblico e non profit ai piani di zona

Dal 15 dicembre al 23 febbraio si svolgerà a San Pietro in Casale e San Giovanni in Persiceto un percorso di lavoro che, partendo dal proprio contesto territoriale di riferimento, vuole approfondire con le Associazioni di promozione sociale e con le Organizzazioni di volontariato dei distretti di Pianura Est e Ovest insieme agli Operatori interessati le modalità per migliorare e potenziare le forme di collaborazione fra ente locale e terzo settore, in un momento di ridefinizione del sistema di welfare regionale e di evoluzione del principio di sussidiarietà.
La Provincia di Bologna e VOLABO - Centro Servizi per il Volontariato, in collaborazione con gli Uffici di Piano del Distretto di Pianura Est e di Pianura Ovest, propongono questa iniziativa con l’intento comune di stimolare un ruolo attivo delle realtà associative locali per la costruzione sinergica del tessuto comunitario e di contribuire a rafforzare il processo di governance degli Uffici di Piano e dei Comuni distrettuali.
Il percorso è rivolto ad Organizzazioni di Volontariato e Associazioni di Promozione Sociale interessate a collaborare con gli enti pubblici dei Distretti di Pianura Est e Pianura Ovest. Si prevede anche la presenza di operatori tecnici degli Uffici di Piano e dei Comuni distrettuali interessati. Il percorso è rivolto a massimo 30 partecipanti
Nelgli allegati sono illustrati in maniera dettagliata, obiettivi, calendario dei quattro incontri e modalità di adesione.
La scadenza per iscriversi è il 10 dicembre 2012, compilando “in automatico” la scheda di iscrizione disponibile on-line nella sezione Formazione del sito www.volabo.it , oppure quella allegata alla presente e-mail e inviandola via e-mail a formazione.corsi@volabo.it o via fax al numero 051 341169
* Per informazioni Ufficio Terzo Settore - Servizio Politiche Sociali e per la salute della Provincia di Bologna Via Finelli 9/a - 40126 Bologna tel. 051/6598276 fax 051/6598620
ufficio.terzosettore@provincia.bologna.it
www.provincia.bologna.it/nonprofit
Barbara Brunelli e Antonella Lazzari
- VOLABO – Centro Servizi per il Volontariato Via Scipione dal Ferro 4 |40138 Bologna
tel. 051 340328 | fax 051 341169 | info@volabo.it | www.volabo.it
Area Formazione Innovazione: formazione@volabo.it
Paola Atzei, Daria Casali


Scritto in S. Giovanni in Persiceto | S. Pietro in Casaleleggi tutto | letto 1112 volte

Inserito da redazione il Mer, 2012-12-05 07:43


Fuoco e neve

Continua il giro di presentazioni del nuovo libro di Maurizio Garuti
Fuoco e neve (ed. Pendragon)
Dopo Bentivoglio , Calderara di  Reno e Bologna, sarà
-
Domenica 25 novembre, S. Giovanni in Persiceto al Teatro Comunale, ore 17
Tre esistenze intrecciate in una storia d’amore e di libertà
EDA BUSSOLARI, ANTONIO e ARMANDO MARZOCCHI

Insieme all’autore, intervengono
Renato Mazzuca, sindaco di San Giovanni in Persiceto
Matteo Marchesini, critico e scrittore
Giorgia Fava legge brani del libro
Proiezione di fotografie d’epoca sui personaggi della narrazione
Sarà presente Eda Bussolari la narratrice/protagonista del romanzo

Scritto in Bologna | Calderara di Reno | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1119 volte

Inserito da redazione il Dom, 2012-11-11 06:28


Persicetani nella storia e nelle antiche cronache, in due libri

A S. Giovanni in Persiceto presentazione di due nuovi libri, uno nel capoluogo e uno nella località di Budrie, che raccontano storie lontane nel tempo ma sempre attuali
- Domenica 21 Ottobre 2012 – ore 17,00 Sala del Consiglio comunale
Presentazione del Libro
Quilli maliditti vilani da Sam Zoane
Invenzione erudita, storia e leggende nelle antiche cronache manoscritte persicetane
di Alberto Tampellini
Interverranno : Renato Mazzuca, Sindaco di Persiceto , Alberto Tampellini, autore del libro e Pierangelo Pancaldi, archeologo
Coordinerà l’incontro Floriano Govoni direttore della rivista Marefosca
Letture di Andrea Cortesi
Un libro fondamentale per conoscere la vera storia di San Giovanni in Persiceto.

Iniziativa promossa dal Comune di San Giovanni in Persiceto e dalla Associazione Culturale “Marefosca
- Domenica 21 ottobre 2012, ore 19.30 presso la Parrocchia di Santa Maria delle Budrie, via Budrie 95, presentazione del libro
Persicetani uniti. Storie e uomini del Risorgimento bolognese (1815-1871)
di Mariagrazia Esposito e Gianluca Stanzani (Maglio Editore)
in occasione della Festa del Ringraziamento organizzata dalla Parrocchia di Santa Maria delle Budrie,
All’interno della festa: esibizione della banda musicale, gioco della pesca, karaoke e crescentine.

Scritto in S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 995 volte

Inserito da redazione il Mer, 2012-10-17 17:01


Orienteering nelle aree boscate del BoscoVivo

In occasione della restituzione ai Comuni di San Giorgio di Piano, Bentivoglio e San Giovanni in Persiceto delle aree boscate recentemente realizzate nei loro territori, la Provincia di Bologna, in collaborazione con i Comuni interessati, con il Comune di Argelato e con il Corpo Forestale dello Stato invita
- sabato 8 settembre dalle ore 16.00 a conoscere il BoscoVivo di Argelato, via Funo n.31
attraverso un semplice percorso dimostrativo di Orienteering, realizzato a cura del CUS Bologna.
La partecipazione è gratuita e aperta ad adulti e ragazzi, anche senza nessuna esperienza di orienteering.
I volontari del Cusb presenti durante il pomeriggio aiuteranno i non esperti a sperimentare questa divertente disciplina sportiva.
Al termine del percorso, presentazione e inaugurazione delle aree boscate e merenda offerta a tutti i presenti.
Per informazioni e preiscrizioni: caterina.alvisi@provincia.bologna.it

** SCHEDA DESCRITTIVA DELLE AREE

Comune di Bentivoglio – Località ”Podere Signora area di 5 ettari: con il rimboschimento avviato nel 2005 sono state messe a dimora 3.500 piante.
Comune di San Giorgio di Piano – Località ”Casa Nuova
” area di 8,2 ettari: è la più vasta delle tre nuove aree, imboschita a partire dal 2003 con la messa a dimora di quasi 9.000 piante, parte delle quali ancora in fase di manutenzione, gestita dalla Provincia. Ospita attività didattiche che hanno prodotto opere e installazioni. La presenza di impianti effettuati in periodi successivi permette ai bambini di vedere i vari stadi di accrescimento del bosco e le cure necessarie in ciascuno di essi
.Comune di San Giovanni in Persiceto – Località ”Le Budrie” area di 1,3 ettari: dal 2006 sono state messe a dimora complessivamente 1.500 piante.

Scritto in Ambiente, ecologia, natura | Argelato | S. Giorgio di Piano | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1546 volte

Inserito da redazione il Gio, 2012-09-06 08:54


Concerto per Cristina di Belgioioso

Venerdì 4 maggio alle ore 21 al Teatro comunale di Persiceto si terrà
"Nel salotto di Cristina di Belgioioso",

un racconto in flashback del periodo risorgimentale attraverso musica e letture nel salotto della "primadonna d'Italia". L'evento, promosso dall'associazione musicale Settimadiminuita, è patrocinato dal Comune ed è a ingresso gratuito.
In un salotto contemporaneo si ambienta il racconto della vita avventurosa della Principessa Cristina di Belgioioso, evocata dalle musiche di Rossini, Verdi, Bellini, Liszt e Schumann eseguite da Sonia Dorigo (soprano), Maurizio Leoni (baritono), Morena Malaguti (pianoforte) e inframmezzate da brani letti da Claudia Celi.
La principessa di Belgioioso fu una delle principali protagoniste del Risorgimento Italiano, donna dai mille volti, scrittrice, combattente e patriota insofferente all’oppressione straniera. Ricca, colta e stravagante, assolutamente all’avanguardia per i suoi tempi, fu donna di “una bellezza assetata di verità” come la definì l’amico e poeta tedesco Heinrich Heine. Sostenne anche finanziariamente i moti rivoluzionari di Milano e a Roma, chiamata da Giuseppe Mazzini, organizzò e coordinò gli ospedali da campo e l’assistenza medica ai combattenti. Pochi sanno che Goffredo Mameli spirò a Roma fra le braccia della nobile milanese accorsa nella città a sostenere la causa della Repubblica Romana del 1849.

- Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.
- Info: Urp del Comune, n.verde 80.069678
http://www.comunepersiceto.it/notizie/notizie-2012/aprile/nel-salotto-di-cristina-di-belgioioso
* In foto: ritratto  di Cristina Trivulzio di Belgiosioso, opera di Hayez, da collezione privata Firenze, ripreso da wikipedia

Scritto in Iniziative di Comuni, scuole e associazioni | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1603 volte

Inserito da redazione il Mer, 2012-05-02 06:45

fonte XML