Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Bologna


Al Cinema in piazza Maggiore, sotto le stelle

Cinquantuno sere d’estate in una 'sala' tra le più belle del mondo, Piazza Maggiore a Bologna
'Sotto le stelle del Cinema', dal 20 giugno al 14 agosto.
È questo il regalo che ogni anno la Cineteca di Bologna (nell’ambito di bè bolognaestate) fa alle migliaia di persone che dalla metà di giugno affollano le proiezioni in Piazza : un cartellone di grandi film (con gli omaggi a Peter Sellers, Nino Manfredi e François Truffaut) e grandi ospiti, da Emir Kusturica a Michel Hazanavicius e Bérénice Bejo, da Giuseppe Tornatore a Ettore Scola a Pupi Avati, da Vinicio Capossela al regista dei Beatles, Richard Lester. E un’inaugurazione con Adrian Maben e il suo Pink Floyd a Pompei.
Tutte le sere, appena fa buio, alle ore 21.45, si illumina uno degli schermi più grandi d’Europa, per risplendere dei migliori restauri e delle migliori copie dei classici che hanno fatto la storia del cinema.
E da quest’anno, la novità più attesa: il prolungamento del calendario fino al 14 agosto.
E poi il musical, con titoli di culto come Cabaret di Bob Fosse o Spettacolo di varietà di Vincente Minnelli; gli Amori sfigati raccolti da Chiara Rapaccini; il ricordo di Carlo Mazzacurati; la serata per il 50° anniversario dello scudetto del Bologna; le auto, in collaborazione con il Motorshow, con la serata finale squisitamente ferragostana affidata al Sorpasso di Dino Risi.

Il programma completo della rassegna nel depliant qui sott allegato
o sul sito
http://www.cinetecadibologna.it/sottolestelledelcinema2014

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 624 volte

Inserito da redazione il Dom, 22/06/2014 - 08:17


Le fonti per la storia di stragi, dagli archivi ad un libro

Mercoledì 25 giugno 2014, ore 10,30 a Bologna Dipartimento di Storia Culture Civiltà - Aula Prodi, Piazza S. Giovanni in Monte 2
presentazione del volume
Archivi memoria di tutti. Le fonti per la storia delle stragi e del terrorismo
a cura di Tomaso Mario Bolis e Maria Lucia Xerri Pubblicazioni degli Archivi di Stato, 2014
Intervengono:
Mauro Tosti Croce - Direzione generale per gli archivi, Servizio III Studi e ricerca- Roberto Alfonso - Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna - Marco De Nicolò - Università degli studi di Cassino - Stefano Twardzik - Università degli studi di Milano
Coordina Angelo Varni - Università degli studi di Bologna
Il volume, che trae origine dal convegno «Archivi negati, archivi 'supplenti': le fonti per la storia delle stragi e del terrorismo» tenutosi a Bologna il 13 giugno 2011, propone una riflessione sul tema della accessibilità delle fonti per la storia degli anni Settanta e Ottanta, con particolare riferimento a quelle relative allo stragismo, al terrorismo e al ruolo dei corpi separati dello Stato. Rivolto anche ad un pubblico "non specialistico" contiene contributi di storici, archivisti, politici e appartenenti alla società civile che nel corso degli anni hanno costituito delle vere e proprie comunità di riferimento per la conservazione della memoria e, attraverso le loro iniziative di raccolta e messa a disposizione di documentazione, hanno di fatto supplito al vuoto delle istituzioni pubbliche. Il volume vede la luce nel momento in cui l'iniziativa del presidente del Consiglio Renzi relativa alla declassificazione degli archivi dei Servizi e al loro versamento negli archivi di Stato rende di particolare attualità le tematiche trattate.

* Iniziativa promossa da Direzione generale per gli archivi - Servizio III Studi e ricerca Soprintendenza archivistica per l'Emilia Romagna - Dipartimento di Storia Culture Civiltà - Università di Bologna
** Per informazioni
Soprintendenza archivistica per l'Emilia Romagna
Tel. 051261107- 051225748 Email: sa-ero@beniculturali.it

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 597 volte

Inserito da redazione il Sab, 21/06/2014 - 08:31


L'enigma Carlo Alberto Pizzardi, svelato in un libro

21 Maggio 2014 - ore 18.30 Bologna, Oratorio della Vita, via Clavature 8, primo piano
presentazione del libro di Gabriele Cremonini
L'enigma Pizzardi

Perché l'ultimo della dinastia scelse di finire in miseria facendo iniziare l'età dell'oro per gli ospedali di Bologna.
Sono previsti interventi di Francesco Ripa di Meana, Direttore della ASL, Emanuela Fiori, storica dell'arte e di Graziano Campanini, responsabile del Museo della Sanità e moderatore dell'incontro con l'autore.
Per oltre un secolo le vicende dei Pizzardi, da fattori a ricchissimi proprietari terrieri e nobili, sono strettamente intrecciate alla vita politica e sociale di Bologna, dalla occupazione francese alla Restaurazione, dal Risorgimento all'Unità d'Italia, che vede un Pizzardi, Luigi, primo sindaco della città. Poi... l'ultimo della famiglia, Carlo Alberto, senza eredi, decide di porre fine alla grandezza del casato, si spoglia di ogni avere subito dopo la Prima guerra mondiale, donandolo agli Ospedali (promosse la costruzione dell'Ospedale Maggiore, dopo quello del Bellaria e di Bentivoglio), e muore povero, sepolto in una fossa comune. Che mistero si cela dietro una serie di straordinarie donazioni che fanno di Bologna, negli anni tra le due guerre, il polo medico per eccellenza d'Italia? A Carlo Alberto Pizzardi (1850-1922) sono intitolati ospedali e una strada, a Bologna, ma pochi conoscono la storia vera di questo e di altri personaggi che gli stanno intorno, raccontati - come spuntati dalle pagine di un romanzo - dall'abile penna di uno scrittore di vaglia. E come in un romanzo, non solo cronaca, ma plausibili ipotesi...
* Per una biografia di questa importante personalità bolognese, che ebbe larga influenza anche in vari comuni della Provincia dove si trovavano le sue proprietà, come Bentivoglio (con risaie, mulini , oltre all'ospedale da lui voluto per i lavoratori delle sue terre), Castel Maggiore, S. Giorgio di Piano e S. Pietro in Casale, vedi anche il sito:
http://memoriadibologna.comune.bologna.it/certosa/pizzardi-carlo-alberto-484015-persona
e la biografia del fratello Francesco Pizzardi (1846-1919), che condusse ben altra vita:
http://memoriadibologna.comune.bologna.it/certosa/pizzardi-francesco-481620-persona

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 781 volte

Inserito da redazione il Mer, 21/05/2014 - 12:34


Notte dei musei

L'Istituzione Bologna Musei aderisce alla Notte Europea dei Musei, l'appuntamento promosso dal Consiglio d’Europa e in Italia dal MiBACT, che
- S
abato 17 maggio 2014 vedrà migliaia di musei di oltre 30 nazioni rimanere aperti in via straordinaria dalle ore 20.00 alle ore 24.00.
Per l'occasione, due sedi dell'Istituzione, il MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna e il Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna (in foto), prolungheranno il loro orario di apertura fino alla mezzanotte e, dalle 20.00 alle 24.00, rispondendo allo spirito dell'iniziativa che vuole favorire la conoscenza del patrimonio museale europeo, prevedranno l'ingresso gratuito.
- Sabato 17 maggio a Pieve di Cento, all'insegna della stretta collaborazione fra Comune, Museo Magi '900, galleria “Il Ponte” e Istituto Comprensivo "Edmondo Cavicchi" il programma
ha inizio alle
ore 17 presso il Museo Magi ‘900 per proseguire alle ore 18.30 – Voltone, poi dalle ore 19 in Pinacoteca Civica, Museo della Musica (presso Teatro Comunale) e circolo KINO e altri punti storici del paese con mostre, presentazioni e musica.
I particolari sul sito:
http://www.comune.pievedicento.bo.it/servizi-on-line/events/2014-aprile-maggio-giugno/notte-europea-dei-musei#sthash.trc5Zq1I.dpuf
- A Budrio, sabato 17 maggio 2014 alle ore 19 alle Torri dell'Acqua, in collaborazione con Amici del Consorziale e Fondazione Cocchi, 'inaugurazione della mostra di Francesco Bocchini, dal titolo Magic. Saranno presenti: Lorella Grossi, direttore arti visive Torri dell'Acqua e direttore Musei Civici di Budrio (Bo), Valerio Dehò, critico d'arte. Ingresso libero.
Apertura mostra
dal 17/05/2014 al 29/06/2014, martedì ore 10-13, giovedì e domenica ore 16-19 e su appuntamento la giornata con l'artista (mercoledì ore 17.30-19.30).

Scritto in Bologna | Budrio | Pieve di Centoleggi tutto | letto 920 volte

Inserito da redazione il Ven, 16/05/2014 - 07:25


Per conoscere la Certosa, complesso monumentale d'arte e storia di Bologna

A partire dal 25 maggio e fino alla fine di settembre ritorna il Calendario estivo della Certosa di Bologna, che farà parte dell'annuale rassegna Bè - Bologna Estate.
Uno dei luoghi più affascinanti della città vedrà in scena eventi straordinari, mostre e percorsi notturni alla scoperta dell'arte e della storia felsinea e non solo. Sessanta appuntamenti resi possibili grazie a diverse associazioni e realtà culturali, che si sono affiancate al Museo civico del Risorgimento - Certosa, ed a Bologna Servizi Cimiteriali. Come ogni anno la rassegna prenderà il via in occasione dell'annuale Settimana alla scoperta dei Cimiteri Europei promossa dall'ASCE - Associazione Europea dei Cimiteri monumentali, network di organizzazioni pubbliche e private di cui fa parte anche la Certosa di Bologna, e che da dodici anni opera per la valorizzazione dei cimiteri come beni di importanza storica ed artistica.
Nella rassegna di questa estate si darà risalto al
periodo di inizio '900, in particolare alla rievocazione del tragico periodo 15/18, raccontato anche attraverso le storie quotidiane, grandi e piccole, della città e della nazione. In Certosa, infatti, si può ammirare il Monumento Ossario ai Caduti della Grande Guerra, grandiosa e severa testimonianza del conflitto.
** Il programma completo su :
http://www.comune.bologna.it/risorgimento/rassegne/52219/id/70941
http://www.storiaememoriadibologna.it/

Scritto in Beni artistici | Bolognaleggi tutto | letto 1239 volte

Inserito da redazione il Mer, 14/05/2014 - 09:13


Gran Ballo in ricordo dell'Expo del 1861

Colori, festeggiamenti, musiche, novità, aperture internazionali, prodotti agricoli, prodotti importati, pittura, arte e molto altro saranno i protagonisti del Gran Ballo dell'Unità d'Italia che si terrà
- sabato 24 maggio 2014 alle ore 18.30 a Bologna in piazza Carducci, nell’area antistante il Museo Civico del Risorgimento.
Il Gran Ballo dell’Unità d’Italia, giunto quest'anno alla sua XVIII edizione, si ispira alle grandi Esposizioni ottocentesche, emblemi del desiderio e della volontà degli uomini del tempo di ”guardare lontano e in positivo”. Il Gran Ballo trae spunto, in particolare, dalla prima "Esposizione Nazionale di Prodotti Agricoli e Industriali e di Belle Arti", prima vera Esposizione Nazionale Italiana tenutasi a Firenze nel 1861, all'indomani della proclamazione del Regno d'Italia.
L’evento sarà messo in scena da cento danzatori dell’Associazione 8cento, con la direzione artistica di Alessia Branchi.
Nel pomeriggio del 24 maggio, dalle ore 17 e alle ore 21, il Museo Civico del Risorgimento effettuerà un’apertura straordinaria gratuita, con visite guidate, anch’esse gratuite, alle ore 17,30 e 20,00.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 585 volte

Inserito da redazione il Mer, 14/05/2014 - 08:46


Nel Centenario di Rubbiani, visite guidate e incontri

Il 26 settembre 1913 moriva a Bologna Alfonso Rubbiani.
Eclettico personaggio di formazione cattolica, politico e regista dei restauri dei più significativi edifici monumentali della città, fra cui i Palazzi Re Enzo, dei Notai, della Mercanzia e la chiesa di San Francesco, a lui si deve l'immagine attuale del centro storico di Bologna.
Istituzioni, Enti e Associazioni cittadine e della provincia si sono unite per ricordarlo, farlo conoscere al grande pubblico e raccogliere nuovi elementi utili allo studio del personaggio e del suo tempo, attraverso nuovi studi o divertenti cacce fotografiche e documentarie rivolte a tutti i cittadini.
Il programma delle iniziative per la celebrazione del Centenario, spalmate nell'arco di un anno e nelle località dei suoi interventi, con incontri e visite guidate, è leggibile al link
http://www.emiliaromagna.beniculturali.it/index.php?it/285/programma-delle-iniziative
Si ricordano in particolare anche gli interventi di Rubbiani in Provincia di Bologna
a Bentivoglio:
Domus Jocunditatis - Castello di Ponte Poledrano e Palazzo rosso
a Budrio: Palazzo Municipale e Sala Consiliare
a Minerbio: Castello di San Martino in Soverzano o dei Manzoli.

Vedi i cenni storici relativi su http://www.orizzontidipianura.it/interno.php?ID_MENU=5620

Scritto in Beni artistici | Bentivoglio | Bologna | Budrio | Minerbioleggi tutto | letto 1200 volte

Inserito da redazione il Mar, 13/05/2014 - 09:16


Settimana didattica negli Archivi, tante iniziative in Regione

Nell'ambito della 13^ Settimana della Didattica in Archivio "Quante storie nella storia" che si celebrerà in tutti gli archivi storici della Regione, dal 5 all'11 maggio 2014.
- Martedì 6 maggio alle ore 17, presso il Museo Civico del Risorgimento di Bologna
piazza Carducci 5) si svolgerà l'incontro
Legami di carta. Soldati in trincea, alunne tra i banchi: intersezioni tra archivi della Grande Guerra promosso dal Museo insieme al Liceo "Laura Bassi"e a BraDypUS Communicating Cultural Heritage s.a.
Verrà presentato l'e-book, esito del progetto premiato al concorso "Io amo i beni culturali". Gli studenti, accompagnati dai loro docenti e dal personale scientifico del Museo hanno iniziato a “fare” storia, cioè ad analizzare direttamente le fonti per ricostruire aspetti e vicende del passato e a comprendere che - nelle pieghe della Grande Storia - c’è una storia che, per l’identità del luogo e del contesto in cui quotidianamente vivono, li riguarda da vicino e che oggi, poiché sono loro ad averla "scoperta", a maggior ragione gli appartiene. Ingresso libero.
Fra le iniziative della
'Settimana della Didattica in Archivio'
- Giovedì 8 maggio dalle 14.30 alle 18,
presso il Centro italiano di documentazione sulla coooperazione e l'economia sociale (Via Mentana 2) si svolgerà un seminario sul tema
La costruzione della memoria della Grande Guerra
a cui partecipa con un proprio intervento anche il Museo. Per informazioni, prenotazioni - e programma completo della Settimana :
http://ibc.regione.emilia-romagna.it/istituto/formazione-e-didattica/biblioteche-e-archivi/quante-storie/i-programmi
- A Modena , venerdì 9 maggio 2014 ore 9,00- 12,00

Nell'ambito dell'evento "Quante storie nella storia: 13^ settimana della didattica in archivio" promosso dalla Soprintendenza archivistica per l'Emilia Romagna, IBC- Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia Romagna, Anai- Sezione Emilia Romagna, gruppo di lavoro sulla didattica, l'Archivio di Stato di Modena in collaborazione con Società Dante Alighieri- Comitato di Modena presenta i due laboratori didattici realizzati.
Il primo laboratorio didattico dal titolo
"Adotta un duca o duchessa d'Este" è giunto quest'anno al suo terzo anno ed è stato curato dalla classe III R, dell'Istituto secondario di primo grado "P. Paoli- S. Carlo" con i docenti V. Pellegrino e S. Codato.
Il secondo progetto didattico è "Andar per carte e per mari" a cura delle classi V A, V B e I D del liceo classico S. Carlo con i docenti C. Monari, G. Brugnacchi, A. Cantini.
L'illustrazione degli esiti dei due laboratori è affidata ai protagonisti, primi fra tutti gli studenti e i docenti. Ingresso libero
Si allega il programma
completo per tutti gli archivi della Provincia di Bologna e della Regione Emilia Romagna

Scritto in Bologna | Ferrara | Modenaleggi tutto | letto 862 volte

Inserito da redazione il Dom, 04/05/2014 - 11:52


La scienza in piazza a Bologna, immersa nel cibo

E' pronta la prossima edizione di LA SCIENZA IN PIAZZA, a Bologna, manifestazione di diffusione della cultura scientifica organizzata dalla Fondazione Marino Golinelli in collaborazione con il Comune di Bologna. Si svolgerà
dal 28 marzo al 13 aprile 2014 proponendo una vera e propria food immersion.
Tra le proposte ci saranno percorsi espositivi, spettacoli, incontri, proiezioni, giochi in piazza e laboratori creativi sul tema dell’alimentazione
Cuore della manifestazione sarà la mostra GOLOSI, arte e scienza del gusto, Sala d’Ercole, Palazzo d’Accursio. Tratta dalla mostra “GOLA, arte e scienza del gusto”, prodotta dalla Fondazione Marino Golinelli in collaborazione con la Triennale di Milano,
Oltre a nutrire, il cibo gratifi ca, appaga, consola, ed è una risorsa che ci sostiene persino quando i nostri affetti non lo fanno. Se il gusto è sempre stato riconosciuto
Laboratorio:Esperimenti per giocare con i sensi, svelare pregiudizi e luoghi comuni sul gusto e scoprire quanto vista, tatto, udito, olfatto e gusto interagiscano tra loro nell’attribuire un signifi cato a quello che mangiamo.

Il programma delle varie iniziative in varie sedi di Bologna è leggibile e scaricabile su:
http://www.lascienzainpiazza.it/# www.golinellifondazione.org
http://www.lascienzainpiazza.it/wp-content/uploads/2014/03/Programma-SIP2014_web_19marzo.pdf    Info tel 051 0251008

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 678 volte

Inserito da redazione il Mar, 25/03/2014 - 08:03


Settimana del libro per ragazzi

** Settimana del libro e della cultura per ragazzi - Eventi in città
Bologna Città del Libro per Ragazzi” è il programma di eventi collegato alla Fiera del Libro per Ragazzi, nato da una rinnovata collaborazione tra BolognaFiere, il Comune di Bologna e le sue istituzioni culturali.
http://www.bookfair.bolognafiere.it/settimana-del-libro-e-della-cultura-per-ragazzi-eventi-in-citta/2560.html
Fanno parte del programma cittadino, varie mostre presso i musei bolognesi, dal MamBo alla Sala Borsa, al Museo della musica, al Museo ebraico. Si segnalano in particolare
- Dal
26 marzo al 9 maggio presso il Museo Civico Archeologico,
Mostra SPORT. Figure e parole dai libri per ragazzi
- Presso il Museo del Risorgimento una vetrina di libri scolastici e altro materiale documentario (1861-1945) relativo all'educazione fisica e allo sport. La documentazione, conservata nella Biblioteca del Museo (e liberamente consultabile al termine dell'iniziativa) permette di cogliere il ruolo crescente che venne attribuito in Italia alla ginnastica e in genere all'educazione fisica, nell'ambito di un vasto programma pedagogico-politico inteso a favorire la formazione di una coscienza nazionale.
Orari: da martedì a domenica: ore 9-13; Chiuso: 25 aprile, 1 maggio e tutti i lunedì. Ingresso € 5,00; ridotto € 3,00; info 051.347592 museorisorgimento@comune.bologna.it

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 739 volte

Inserito da redazione il Sab, 22/03/2014 - 09:19


Giornata della memoria e dell'impegno contro la mafia

Per la XIX Giornata della memoria e dell'impegno
Giovedì 20 marzo alle ore 20,45 a Renazzo
(fraz. di Cento) presso la Sala Polivalente "P:P:Gallerani" verrà proiettato il film
La siciliana ribelle” di Marco Amenta
Il film narra la storia di Rita Atria, una ragazzina di appena 17 anni che decide di denunciare gli assassini del padre e del fratello, entrambi uomini d'onore, che la porterà ad instaurare di un rapporto forte col giudice Paolo Borsellino.
A
ltre iniziative sono previste a Bologna per il 21 marzo, con inizio alle ore 9 in piazza Verdi e conclusione in piazza Nettuno: corteo, interventi di autorità e laboratori per ragazzi. Sempre in occasione del 21 marzo, il Papa incontrerà a Roma i 700 familiari di vittime innocenti di mafia che il giorno successivo parteciparanno a Latina alla Giornata della Memoria e dell'Impegno.
nfo: www.libera.it , bologna@libera.it , Presidio LIBERA del Centopievese "Barbara, Giuseppe e Salvatore ASTA" c/o Mara Biondi Via Margherite 30 - 44042 CENTO Tel. 051 6835744 - Cell. 349 3244997  E-mail: presidiolibera@gmail.com

Scritto in Bologna | Cento (Fe)leggi tutto | letto 875 volte

Inserito da redazione il Lun, 17/03/2014 - 18:04


Chiesa e "memoria divisa" tra Fascismo e Resistenza

SEMINARI SU CHIESA E "MEMORIA DIVISA" IN ITALIA.
Gli storici utilizzano l'espressione "memorie divise" per individuare letture fortemente conflittuali sulla natura e sulle responsabilità delle stragi di civili per rappresaglia, compiute nell'ultimo conflitto mondiale da truppe tedesche e da collaborazionisti italiani.
Eventi che ripropongono inevitabilmente alcuni nodi del nostro passato, quali il rapporto della Chiesa cattolica con il Fascismo e con la Resistenza (fortemente evocati dallo stesso avvio del processo canonico di beatificazione dei sacerdoti uccisi a Monte Sole di Marzabotto).
A Bologna, P.le Bacchelli 4, la Facoltà Teologica dell'Emilia Romagna propone su questi temi dieci seminari di approfondimento, coordinati da Alessandra Deoriti.
Dal 14 marzo all'11 aprile verranno considerati principalmente i macro-contesti, dal 2 al 30 maggio il quadro locale e la vicenda della strage di Monte Sole.
Per la partecipazione è richiesta l’iscrizione (telefonare a: 051.3392904 o scrivere a sft@fter.it).
Agli iscritti sarà fornita una bibliografia specifica a inizio corso.
*** Questa la TRACCIA dei Seminari  per il mese di maggio:

Scritto in Bologna | Storia. Locale e generaleleggi tutto | letto 973 volte

Inserito da redazione il Sab, 15/03/2014 - 08:56


Bologna tra alti e bassi nel confronto tra città

Città a confronto. Bologna tra valori alti e intermedi
Su iniziativa del Settore Statistica del Comune di Bologna, Città a confronto esce ora in una nuova edizione completamente rinnovata nello stile e nei contenuti, che verranno aggiornati con continuità. Il prodotto presenta per tutte le città italiane con più di 200.000 abitanti i dati più significativi in ambito demografico, sociale, economico e ambientale, facilitando così le comparazioni e proponendo anche link utili per eventuali approfondimenti.
Le pagine web hanno sostituito le pagine pensate per un utilizzo cartaceo e i grafici interattivi hanno preso il posto delle graduatorie generate da un foglio di calcolo; la nuova edizione è stata inoltre costruita per essere visualizzabile anche da dispositivi mobili (smartphone e tablet).
L’indirizzo internet è il seguente: http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto
Dai dati del 15° Censimento della popolazione 2011 sono 16 le città italiane con una popolazione superiore ai 200.000 abitanti: la più popolosa è Roma con 2,6 milioni di cittadini; appena sopra la soglia prescelta Taranto, con 200.154 residenti. Bologna è la settima città italiana per taglia demografica (tra Genova e Firenze) con una popolazione legale al censimento 2011 di 371.337 unità.
In Italia le donne costituiscono la maggioranza della popolazione: il loro numero supera infatti quello degli uomini di quasi 2 milioni di unità: a livello nazionale ogni 100 donne si contano solo 93,7 uomini. A Bologna il rapporto tra i sessi è di 86,7 uomini ogni 100 donne. Solo a Firenze la presenza femminile risulta più accentuata. La predominanza numerica del genere femminile è anche conseguenza dell’invecchiamento della popolazione, poiché è noto che le donne vivono in media più degli uomini.
Il censimento disegna per la nostra città un quadro preciso da questo punto di vista: Bologna è fra le grandi città quella con la più bassa percentuale di giovani fino ai 14 anni e con la più alta presenza relativa di anziani di 80 anni e oltre. Questo nonostante un’incidenza abbastanza elevata (13,6% a fine 2012) di stranieri, mediamente molto più giovani dei cittadini italiani.

Scritto in Bologna | Economia e Societàleggi tutto | letto 1267 volte

Inserito da redazione il Mar, 11/03/2014 - 13:13


Libri e mostre a Bologna e comuni vari

- Venerdì 7 marzo alle 18.15 a Bologna Libreria-galleria “Il secondo rinascimento”, via Porta Nova 1/a,
Presentazione del libro di
Sara Accorsi e Anna Natali Salariate dell'amore (Ed. Maglio) Storie e faccende di meretrici nell’Ottocento bolognese nell’ambito della rassegna “Le donne, i salotti e la sessualità nell’Ottocento bolognese”
Introduce Ornella Cucumazzi, Associazione culturale Il secondo rinascimento
Letture a cura di Ten Teatro
Info e prenotazioni: 051/228800-335/6672862. Ingresso libero fino a esaurimento posti
- Martedì 11 marzo 2014 ore 18 a Bologna Libreria Zanichelli Piazza Galvani 1 Presentazione del nuovo libro di Maurizio Garuti
Bla Bla Bla.
Pestilenze linguistiche dalla A alla Z

Letture show di Ivano Marescotti

- A Bentivoglio , Centro sociale il Mulino giovedì 13 marzo ore 20, presentazione del volume
Le italiane a Bologna. Percorsi al femminile in 150 anni di storia unitaria. Ed. Socialmente a cura di Fiorenza Tarozzi e Eloisa Bezzi
Intervengono: Katia Graziosi, Alba Piolanti, Roberto Dall'Olio.
Proiezione di immagini d'archivio sul lavoro delle mondine e canti delle mondine di Bentivoglio.
Precede un piatto di pasta per tutti. E' gradita la prenotazione al 051 6643592 o 051 6640890
- Mercoledì 12 marzo alle 17.30 a S. Matteo della Decima Biblioteca comunale "R. Pettazzoni", Centro Civico, v. Cento 158/a
Gli scrittori non hanno (sempre) i capelli bianchi”: parliamo di scrittura e di scrittori con Sara Magli, giovanissima autrice del romanzo Anche se tu non ci sei
Incontro rivolto ai ragazzi delle scuole medie e superiori. Con il patrocinio del Comune di San Giovanni in Persiceto
Info: 051 6812061 – BibliotecaDecima@comunepersiceto.it
- Sabato 15 marzo alle ore 17 a S. Giovanni in Persiceto, Sala del Consiglio del Municipio, Corso Italia 70,
Presentazione del volume “Misfatti di confine tra ‘500 e ‘700. La lunga mano dell’Inquisizione modenese su terre bolognesi, a cura di Patrizia Cremonini, relativo alla mostra realizzata nell’ambito della collaborazione tra Comune di San Giovanni in Persiceto, Archivio di Stato di Modena e Consorzio dei Partecipanti di Persiceto, in occasione dell’incontro pubblico “Donne di ieri e di oggi. Il lungo percorso verso il riscatto femminile dalla stregoneria alla medicina”
Info: URP San Giovanni in Persiceto, 800 069678

Scritto in Baricella | Bentivoglio | Bologna | Galliera | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1422 volte

Inserito da redazione il Mar, 04/03/2014 - 09:38


M'illumino di meno ... con amore

Venerdì 14 febbraio 2014, in occasione dei 10 anni di M’illumino di meno, il Comune di Bologna e l’Istituzione Bologna Musei - Museo Civico Archeologico, alle ore  18.30, al Museo Archeologico (via dell’Archiginnasio 2) invitano ad aderire all'iniziativa.
Torna anche quest’anno l’appuntamento con M’illumino di meno, la campagna di sensibilizzazione radiofonica sul risparmio energetico e sulla razionalizzazione dei consumi.
Quest’anno, per celebrare la giornata del risparmio energetico, saranno spente, come di consueto, le luci della facciata di Palazzo d’Accursio oltre quelle sulla statua di Nerone esposta nell’atrio del Museo.
A luci spente, i ragazzi del Piccolo Coro Athena, eseguiranno un brano che ricorda le gesta dell’imperatore, tratto dal musical “Nerone alla ricerca della testa perduta”.
Condurrà il collegamento con Radio2-Caterpillar, Roberto Diolaiti, direttore del Settore Ambiente ed Energia del Comune di Bologna. Saranno presenti l’assessore Patrizia Gabellini e Paola Giovetti, direttore tecnico del Museo Civico Archeologico.
L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività di sensibilizzazione del PAES Bologna – Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile – ed è organizzata dal Multicentro per l’educazione alla sostenibilità di Bologna.
Ingresso libero. Per informazioni: 051.2757212
*** Tra i vari comuni della provincia che aderiscono all'iniziativa,  con spegnimento di luci pubbliche e momenti di intrattenimento al buio, si segnala che
- A Pieve di Cento per partecipare a “M'illumino di meno” si fa Festa doppia quest'anno per la coincidenza con la nuova tradizione della festa di S. Valentino.
La forza dell'amore è rinnovabile- 5° Festa dell’Energia Pulita a Pieve di Cento
- ore 17 presso la Nuova Palestra Comunale di via Cremona, 62
La strega Electra e il mistero del sole scomparso”Spettacolo per bambini a cura di Fun Science
A seguire: partenza della grandiosa fiaccolata che farà tappa presso le Nuove Scuole di via Kennedy per l’accensione dell’impianto fotovoltaico installato sul tetto della scuola primaria
- ore 18:30 arrivo in Piazza Andrea Costa, conto alla rovescia e...
...BUIO in tutta la Piazza e proiezione del video “M’illumino di meno” (John Strada),immersi in una ecologica e romantica coreografia! Per finire: tè caldo e biscotti per tutti!

Scritto in Bologna | Pieve di Centoleggi tutto | letto 900 volte

Inserito da redazione il Gio, 13/02/2014 - 10:02


La ragazza con orecchino e capolavori del Seicento olandese in mostra

LA RAGAZZA CON L’ORECCHINO DI PERLA
Il mito della Golden Age Da Vermeer a Rembrandt Capolavori dl Mauritshuis
Bologna, Palazzo Fava 8 febbraio - 25 maggio 201

Una mostra che ha i caratteri dell’eccezionalità e della irripetibilità. L’occasione è data dalla chiusura per restauri e un grande ampliamento di uno tra i musei mitici nel mondo, il Mauritshuis a L’Aia in Olanda. Scrigno di tanti capolavori che raccontano quella che è stata denominata la Golden Age, l’età dell’oro della pittura olandese nel corso del XVII secolo.
E raccolta soprattutto attorno ai nomi di Vermeer e Rembrandt. La chiusura del glorioso museo olandese ha indotto la direzione a costruire un selezionatissimo tour mondiale, con al centro il capolavoro tra i capolavori, La ragazza con l’orecchino di perla di Johannes Vermeer. Il quadro da tutti riconosciuto come il più famoso e il più ammirato dopo la Gioconda. Un quadro per il quale non occorre nemmeno nominare l’autore, poiché il suo titolo già dice tutto.
Così, dopo il 2012 e le mostre in Giappone a Tokyo e a Kobe, e il 2013 negli Stati Uniti (prima a San Francisco, poi Atlanta e infine New York), la sola data europea sarà a Bologna, Successivamente il quadro tornerà in Olanda.
E attorno a quell’opera, molti altri capolavori da Rembrandt a Hals, da Steen a Ter Borch e anche un secondo Vermeer. Tutto il grande Seicento olandese in un’unica mostra. In Italia. A Bologna. Promossa dalla Fondazione Carisbo, Museo nella Città e Linea d’ombra, con il main sponsor Segafredo Zanetti.
http://www.bolognawelcome.com/eventi/calendario-completo/params/Eventi_1384/ref/La%20ragazza%20con%20l%27orecchino%20di%20perla%20a%20Bologna

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 817 volte

Inserito da redazione il Gio, 13/02/2014 - 09:52


Cerca nel cassetto e condividi sul web documenti del mondo contadino

Dopo alcune riunioni preparatorie parte il progetto
Cerca nel cassetto”
per realizzare una mappa digitale della memoria del lavoro contadino,
promosso e coordinato da Provincia di Bologna (Servizio Cultura e Pari Opportunità e Istituzione Villa Smeraldi) in collaborazione con Distretto Pianura Est (Comuni di Argelato, Bentivoglio, Budrio, Castel Maggiore, Pieve di Cento), Comune di Medicina, Associazioni Gruppo della Stadura, Gruppo di Studi Pianura Reno, Pro Portonovi's. E' sostenuto da IBACN nell'ambito di "Comunicare il Museo” Collezioni, Comunità, Pubblici", percorso di sviluppo di tecniche e pratiche di comunicazione museale progettato da IBAM! Strategie Culturali.
Al fine di predisporre il sito webCerca nel cassetto”, la cui pubblicazione on line è prevista per marzo 2014, vi chiediamo di inviare entro il 20 febbraio 2014, immagini fotografiche, video (corto/lungometraggi, documentari, di finzione, report e interviste) e testi (ricette, filastrocche, poesie, racconti) in quanto testimonianze del lavoro e della vita nelle campagne bolognesi fino agli anni’50.
Le
fotografie dovranno essere inviate in formato jpg dimensione minima 500 pixel di base, con le relative didascalie (luogo, data, soggetto, proprietà) o su cd.
I video dovranno essere consegnati nei formati avi, mpeg4, movie oppure su dvd in formato vts; anche per questo materiale vi chiediamo di specificare, se non compare nei titoli, luogo, data, soggetto, regia, musiche e proprietà.
Il materiale potrà essere inviato via mail all'indirizzo e-mail: info@cercanelcassetto.it o, nel caso di supporti digitali (cd, dvd, chiavette...) al Servizio Cultura e Pari Opportunità Via San Felice, 25 – 40122 Bologna.
Segnaliamo infine, oltre alle specificità di ogni singolo territorio, alcuni macro-temi: la Canapa, la Famiglia, la Vita nei Campi, gli Artigiani, le Risaie, la Casa e la Corte Colonica, a Scuola, gli Allevamenti, gli Alimenti e il Vino, le Cerimonie e le Feste Famigliari.
Il suddetto materiale multimediale verrà pubblicato sul sito web: www.cercanelcassetto.it e condiviso sui social network: you tube, pinterest, face-book e Google +
**
Info: Il Direttore Dede Auregli
SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA’ – Servizio Cultura e Pari Opportunità Via San Felice, 25 – 40122 Bologna – Tel. 051 6598460/6598466 – Fax 051 6598770 –
adelaide.auregli@provincia.bologna.it www.provincia.bologna.it
http://www.museociviltacontadina.provincia.bologna.it/
Istituzione Villa Smeraldi - Museo della Civiltà Contadina di San Marino di Bentivoglio Servizio Cultura della Provincia di Bologna

Scritto in Area Metropolitana - ex Provincia | Bologna | Museo della Civiltà contadina S. Marino di Bentivoglioleggi tutto | letto 1368 volte

Inserito da redazione il Mar, 11/02/2014 - 10:24


Sulle tracce delle Grande Guerra, una mostra e visite guidate

In occasione della mostra
Voci di guerra in tempo di pace | 1° febbraio - 9 marzo 2014
Museo Civico del Risorgimento,
Piazza Carducci 5, Bologna
sono previsti diversi appuntamenti:
- Sabato 1 febbraio 2014 - ore 11.30 - inaugurazione della mostra
Primo atto delle celebrazioni per il Centenario della Prima Guerra Mondiale che verranno organizzate dall'Area Storia e Memoria dell'Istituzione Bologna Musei, che ha proprio come fulcro il museo stesso. Saranno presenti esponenti del Gruppo Ermada Flavio Vidonis, realizzatori della mostra.
* Prossimi appuntamenti

- Sabato 22 febbraio, ore 15.00 - visita guidata
Voci di Guerra - Briciole di storia in Certosa
Un percorso storico-artistico dedicato alla Grande Guerra, in vista delle celebrazioni per il centenario. Con Mirtide Gavelli e Roberto Martorelli.
Ritrovo alle ore 14.45 presso l'ingresso principale della Certosa, via della Certosa 18 (Cortile Chiesa).
- Domenica 23 febbraio, ore 11.00 e
- Domenica 9 marzo, ore 11.00 - visita guidata alla mostra
Attraverso foto d'epoca e testi, si ripercorreranno le vicende vissute sull'Ermada, per rinvenire le tracce degli eventi terribili avvenuti durante la Grande Guerra.
http://www.museibologna.it/risorgimento/rassegne/52219/id/59801

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 722 volte

Inserito da redazione il Ven, 31/01/2014 - 19:53


Cinque incontri al Museo civico Archeologico

Tra Oriente e Occidente:
l’Italia tra la fine dell’età del bronzo e l’età orientalizzante (XII - VII sec. a.C.)

Ciclo di conferenze al Museo Civico Archeologico di Bologna
Protesa da sempre nel Mediterraneo, l’Italia ha un’antichissima vocazione a fare da tramite a uomini, idee e merci fra il Mare Nostrum e l’Europa. Cinque incontri affidati a cinque protagonisti della ricerca archeologica italiana per scoprire alcuni temi essenziali di un percorso secolare, che vede coinvolti assieme alle popolazioni indigene Micenei, Fenici, Greci.
Prossimi incontri:
- 1 marzo, ore 16. I Fenici in Italia, Piero Bartoloni, Università di Sassari.
- 15 marzo, ore 16.
I primi Greci d’Occidente: Pithekoussai tra mito, storia e archeologia,Valentino Nizzo, Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna.
- 22 marzo, ore 16.
Sfingi, leoni e alberi sacri: l’Orientalizzante e la produzione scultorea a Bologna, Marinella Marchesi, Museo Civico Archeologico di Bologna.
**
Gli incontri sono tutti ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti disponibili.
Info 0512757212.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 673 volte

Inserito da redazione il Ven, 31/01/2014 - 19:47


Alla scoperta della Flaminia, strada militare romana del 187 a.C.

Alla scoperta della strada romana Flaminia Militare del 187 a.C.
Un documentario e una serie di escursioni guidate per raccontare la scoperta della strada romana tra Bologna, Fiesole e Arezzo.

Il documentario verrà presentato in anteprima a Bologna sabato 1 febbraio alle 16:30 al Grand Hotel Majestic (già Baglioni)
Racconta Tito Livio nella sua storia di Roma che nel 187 a.C. i due consoli Caio Flaminio e Marco Emilio Lepido ricevettero dal Senato romano l’incarico di debellare le popolazioni liguri che occupavano i territori dell’appennino tosco emiliano.
Sconfitti i liguri e riappacificato il territorio, i due consoli tracciarono 2 strade: una da Rimini a Piacenza, per collegare i territori della pianura padana da poco conquistati, la famosa via Emilia, e l’altra invece doveva collegare Bologna (fondata appena 2 anni prima), ad Arezzo, attraverso il crinale appenninico.
Mentre la via Emilia è ancora oggi nota a tutti, l’altra strada cadde successivamente in disuso e nel corso dei secoli se ne perse ogni traccia. Restò però viva nella memoria delle popolazioni appenniniche che alle pendici del Monte Bastione, tra Madonna dei Fornelli e Castel dell’Alpi passasse un’antica strada romana. Lo testimoniano anche diversi toponimi situati lungo un ipotetico percorso rettilineo di crinale: più antichi come Cà d’la streda e Font d’la streda, o più moderni come il nome di Via Romana Antica, attribuito nel 1963 dal comune di San Benedetto Val di Sambro alla strada che dalla piazza di Madonna dei Fornelli porta verso le Croci. ….......
Nel 1979 alle pendici del Monte Bastione, dopo circa 2 anni di ricerche, Cesare Agostini e Franco Santi intercettarono il primo tratto di “basolato”, la tipica pavimentazione romana che nel corso dei secoli era stata ricoperta da circa un metro di terra e foglie.....
...
** Per maggiori informazioni vedi: http://terramagazine.it/2014/01/25/alla-scoperta-della-strada-romana-flaminia-militare-del-187-a-c/
Il trailer su Youtube: La Flaminia Militare del 187 a.C.http://www.youtube.com/watch?v=-0dFf9T5_jA

Scritto in Archeologia | Bolognaleggi tutto | letto 1941 volte

Inserito da redazione il Ven, 31/01/2014 - 19:26

fonte XML