Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Bologna


Giorno della memoria, iniziative in città e provincia e a Cento

Quest'anno ricorre il 15° anniversario dell'istituzione del 27 gennaio come 'Giorno della memoria' grazie alla legge n.211/2000. Una legge semplice di soli due articoli, ma che manda un messaggio chiaro: ricordare la Shoah, lo sterminio, la persecuzione del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.
E, nel 70° anniversario della Liberazione, in un momento in cui si iniziano a perdere i testimoni diretti di questa terribile esperienza, si è voluto dedicare ai bambini questa importante commemorazione, perché possano continuare ad essere testimoni nel tempo futuro, collegandosi al passato attraversoil presente.
Tantissime le iniziative promosse dal tavolo istituzionale, che unisce Comune, associazione ANED (ex deportati politici nei campi nazisti), ANEI (ex internati), Comunità Ebraica di Bologna, Fondazione Museo Ebraico, Istituto Parri, Università e Ufficio scolastico regionale con il supporto dell'Assemblea legislativa regionale.
Si parte dalle celebrazioni ufficiali passando per le mostre nel Museo Ebraico di Bologna "A lezione di razzismo. Scuola e libri durante la persecuzione antisemita" e "Corteccia" di Federico Gori. E poi ancora, al Museo Memoriale della libertà, si possono ammirare i disegni esposti dei bambini del campo di Terezin o assistere alla nuova produzione del Testoni ragazzi "Quando ridiventerò bambino", dedicata a Janusz Korczak, educatore , poeta e medico polacco che ha speso la sua vita per i bambini ed è poi morto a Treblinka. Molte altre le proiezioni, le mostre, i momenti di approfondimento storico e le iniziative nelle biblioteche e nei quartieri.
* Lunedì 26 gennaio a Palazzo d'Accursio, alle 11 si terrà la seduta solenne del Consiglio comunale di Bologna, dedicata quest'anno all'infanzia nella Shoah con l'intervento di Andrea Canevaro e la partecipazione di studentesse e studenti del liceo Sabin di Bologna, del Liceo Leonardo da Vinci di Casalecchio di Reno, dell'IIS Mattei di San Lazzaro di Savena, per il progetto di ricerca "L'appello", coordinato dall'Istituto per la Storia e le Memorie del '900 Parri Emilia-Romagna.
http://www.comune.bologna.it/news/giorno-della-memoria-tutte-le-iniziative#sthash.tmWzxq4w.dpuf
*** Anche in Provincia tanti comuni hanno programmato commemorazioni. Tra gli altri, leggibili nei rispettivi siti comunali, in particolare si segnala:
- A Budrio evento musicale dedicato al Giorno della Memoria lunedì 26 gennaio ore 21 alle Torri dell’Acqua.
- A Galliera Martedì 27 gennaio 2015, i
n occasione della Giornata della Memoria, presso l'atrio del Municipio P.zza Eroi della Libertà 1, proiezione del film "Il Pianista" di Roman Polanski.
- A
Granarolo il 27 gennaio alle ore 10 presso la Biblioteca comunale G. Rodari, sarà proiettato il documentario “A noi fu dato in sorte questo tempo 1938-1947”, tratto dalla mostra dell’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia: la proiezione è ideata e curata da Alessandra Chiappano e prevede l'introduzione da parte di Nadia Baiesi, responsabile della sezione didattica Landis del Parri.
---- Il Comune di Cento, martedì 27 Gennaio 2015, organizza la proiezione del film "Storia di una ladra di libri" di Brian Percival, nella sala polivalente di Renazzo alle ore 20,45 e l'incontro tra i ragazzi delle scuole e Adelmo Franceschini e Armando Gasiani, testimoni superstiti dei campi di sterminio lunedì 26 dalle ore 9 alla Pandurera di Cento .

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 751 volte

Inserito da redazione il Dom, 2015-01-25 08:41


Arte in città per tre giorni a Bologna

ART CITY BOLOGNA 2015
Per riscoprire Bologna città della cultura

Si svolge dal 23 al 25 gennaio 2015 la terza edizione di ART CITY Bologna, il programma istituzionale nato nel 2013 dalla collaborazione tra Comune di Bologna e BolognaFiere per affiancare con mostre, eventi e iniziative culturali l'annuale edizione di Arte Fiera e proporre un'originale esplorazione di musei e luoghi d'arte in città.
Dopo l'ampio successo di partecipazione delle prime due edizioni, ART CITY 2015 ripropone la formula di un percorso espositivo articolato in un "museo diffuso" che, partendo dalla fiera dedicata all'arte moderna e contemporanea, attraversa il centro storico della città per espandersi dinamicamente verso l'intero contesto urbano.
- Arte Fiera come ogni anno colora di bianco la notte bolognese con
ART CITY White Night, la notte bianca dell'arte. Una serata straordinaria di eventi, performance e happening dedicati all'arte contemporanea e ai suoi artisti, un evento unico in Italia e in Europa.
Le gallerie d'arte contemporanea di Bologna mostreranno il meglio delle loro collezioni in un' apertura straordinaria fino a mezzanotte, insieme alle mostre ospitate nelle sedi del circuito ART CITY Bologna. Consulta la mappa interattiva...
Per saperne di più vedi il sito
http://www.artefiera.it/eventi/eventi-in-citta/art-city-bologna-2015/853.html .

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 626 volte

Inserito da redazione il Ven, 2015-01-23 08:47


Antichità degli Egizi in 3 Musei. Conferenze

Il Museo Civico Archeologico di Bologna presenta al pubblico le convenzioni sottoscritte
con la Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino e il Museo Egizio di Firenze.
Le tre più importanti realtà museali italiane in ambito egittologico sono così riunite in un network culturale che intende divulgare la conoscenza dell’antica civiltà egiziana.
- Sabato 17 gennaio 2015 , ore 16
Bologna e l’Egitto: una storia lunga cinque secoli
Daniela Picchi, Museo Civico Archeologico di Bologna
- Sabato 31 gennaio, ore 16
Dal collezionismo allo scavo. Passato e futuro del Museo Egizio di Torino
Christian Greco, Museo delle Antichità Egizie di Torino
- Sabato 21 febbraio, ore 16
Storia del Museo Egizio di Firenze tra egittomania ed egittologia
Maria Cristina Guidotti, Museo Egizio di Firenze

Tutti gli incontri sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti
*** Il programma completo delle attività del Museo Civico Archeologico  per  l'inverno 2014-2015 è leggibile nel depliant qui in allegato.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 718 volte

Inserito da redazione il Gio, 2015-01-15 06:46


Bologna si accende per le Feste

BO ON - Bologna si accende
Momento clou del periodo è la serata del 31 dicembre: l'arrivo del nuovo anno si festeggia in Piazza Maggiore con il rogo del Vecchione d'artista, ideato quest'anno da Andreco e la musica degli M+A che quest’anno, si esibiranno eccezionalmente DALLALTO del balcone centrale di Palazzo d’Accursio.
- da ven 07 novembre a dom 03 maggio
Morandi e l'antico Vitale da Bologna, Barocci, Rembrandt e Crespi.
- da gio 11 dicembre a lun 06 aprile Lawrence Carroll. Ghost House
- da ven 12 dicembre a dom 12 aprile Giovanni da Modena Un pittore all'ombra di San Petronio.
- da ven 12 dicembre a dom 14 dicembre Fruit Exhibition 3^ edition.
- da sab 13 dicembre a sab 31 gennaio Souvenir d'Italie – Lumières
- ven 26 dicembre Renzo Arbore e l'Orchestra Italiana ore 21:00
- sab 27 dicembre Errare divinum est ore 16:00 il Natale sbagliato con Clelia Sedda.
- da mar 30 dicembre a gio 01 gennaio Jesus Christ Superstar il musical.

- da mar 30 dicembre a dom 04 gennaio Murmures des murs - Victoria Thierrée Chaplin
- mer 31 dicembre DALLALTO ore 22:30
Capodanno 2015 a Bologna con il Vecchione di Andreco e il dj-set degli M+A e dj Scratchy
- gio 01 gennaio 2015 Apertura straordinaria mostre e musei
- gio 01 gennaio 2015 Concerto di Capodanno 2015 con l'Orchestra Senza spine
- lun 05 gennaio 2015 FTCB – Alexander Lonquich direttore e solista ore 21:00
- mar 06 gennaio 2015 La Befana in Cineteca: Tempi moderni ore 16:00
(Modern Times, USA/1936) di Charlie Chaplin (87').

Programmi in dettaglio su
http://agenda.comune.bologna.it/cultura/
http://agenda.comune.bologna.it/cultura/bo-on-bologna-si-accende-1

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 706 volte

Inserito da redazione il Sab, 2014-12-13 09:07


Perchè la guerra? Una settimana di incontri e proiezioni a Bologna

In occasione del centesimo anniversario dello scoppio della Prima Guerra mondiale il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Bologna organizza, tra Bologna e Forlì, una settimana di letture, proiezioni e discussioni che ruotano intorno ad alcune parole chiave.
Il titolo della manifestazione Why War? riprende quello del carteggio tra Albert Einstein e Sigmund Freud: le loro riflessioni risuonano ancora oggi con straordinaria pregnanza e intensità.
A Bologna gli incontri si svolgono nell'Aula Poeti di Palazzo Hercolani, Strada Maggiore 45; a Forlì nell'Aula 9 di Teaching Hub, Viale F. Corridoni 20.
Programma degli incontri di Bologna:

- 10 novembre ore 16
Racconti di guerra
- proiezione di immagini e filmati d'epoca
Coordinamento a cura di Stefano Cavazza
Intervengono
Riccardo Brizzi, Fulvio Cammarano, Stefano Cavazza, Giulia Guazzaloca, Laura Lanzillo, Giuliana Laschi, Michele Marchi e Angelo Panebianco.
- 11 novembre ore 16
Confini, identità e conflitti. Alle origini del totalitarismi
- Proiezione de "La Grande Illusione" (Jean Renoir, 1937) Presenta Angelo Panebianco
- 12 novembre ore 15
Masse: Propoganda e censura
- Proiezione di immagini e filmati d'epoca
Coordinamento a cura di Pina Lalli
Intervengono Gianfranco Baldini, Saveria Capecchi, Roberto Grandi, Pina Lalli e Augusto Valeriani.
L'incontro è preceduto da "La guerra dei nostri nonni", Filippo Andreatta, Sergio Belardinelli, Loris Zanatta presentano il libro di
Aldo Cazzullo.
- 13 novembre ore 16
Pace e guerra: Ragioni a confronto-
Proiezione de "La grande guerra" (Mario Monicelli, 1959)
Presenta
Daniela Giannetti
- 14 novembre ore 16

Accelerazioni e trasformazioni
Coordinamento a cura di Giampiero Giacomello
Intervengono Antonio Fiori, Giampiero Giacomello, Andrea Lollini, Franco Piro e Lorenzo Zambernardi

http://agenda.comune.bologna.it/cultura/why-war
https://eventi.unibo.it/whywar
** Si  segnala inoltre che  è presente e visitabile nel chiostro della Basilica di S. Stefano a Bologna il Lapidario dei Caduti della Prima guerra mondiale in cui sono
elencati 2536 soldati caduti, residenti in Bologna.
Maggiori informazioni sul sito
http://www.storiaememoriadibologna.it/lapidario-di-santo-stefano#sthash.nYugMdZl.dpuf

Scritto in Bologna | Storia. Locale e generaleleggi tutto | letto 942 volte

Inserito da redazione il Gio, 2014-11-06 16:30


Conoscenza del territorio per una buona formazione

Al via un Ciclo di incontri
PROFESSIONI ESPERIENZE ED APPRENDIMENTI
La città come luogo di sviluppo culturale
- Mercoledì 26 novembre 2014
dalle ore 17.30 alle 19.30
CUBO Unipol Bologna - Piazza Vieira De Mello, 3 (accessibile da Via Stalingrado 36 e 37
Incontro gratuito per tutti
La Delegazione AIF Emilia­‐Romagna sta studiando come inserire la conoscenza storica delle città fra le competenze di che svolge la professione di formatore. Le storie del lavoro, della cultura e della scienza presente nelle città, si ritiene possano fornire ai partecipanti alle attività formative, una lettura più ricca dei luoghi dove si vive e si lavora.
Dialoga di questo progetto con il
- dr.Mauro Felicori, Direttore Diparimmento Economia e Promozione della Città di Bologna,
- Galileo Dallolio,
già direttore editoriale di FOR rivista dei formatori italiani, Studioso
di storia dei luoghi e del territorio, Dirigente in Olivetti fino al 199 nell’area Personale.
- - Coordinatore: Giacomo Prati Presidente AIF Emilia-­‐Romagna
* Per informazioni e confermare la propria partecipazione
emiliaromagna@associazioneitalianaformatori.it
Facebook: www.facebook.com/groups/aifemiliaromagna

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 642 volte

Inserito da redazione il Gio, 2014-11-06 09:04


Mostra storico documentaria sulla Emilia Romagna al tempo della Grande Guerra

- Martedì 4 novembre 2014 ore 11  a Bologna , Assemblea legislativa Regione Emilia-Romagna Viale Aldo Moro 50
In occasione del centenario della Prima guerra mondiale Clionet invita all'inaugurazione della
mostra storico-documentaria che rersterà aperta fino al 20 novembre
L'Emilia-Romagna tra fronte e retrovia

a cura di Mirco Carrattieri, Carlo De Maria, Luca Gorgolini, Fabio Montella
Iniziativa promossa dall'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, e realizzata dall'Istituto Parri, in collaborazione con la Rete degli Istituti storici emiliano-romagnoli e il Museo civico del Risorgimento di Bologna; con la partecipazione di Clionet.
Allestimento e catalogo di Bradypus Editore.
L'invito in pdf è disponibile su www.clionet.it
Info
Clionet / Emilia-Romagna e Marche Associazione di Ricerca Storica e Promozione Culturale

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 827 volte

Inserito da redazione il Dom, 2014-11-02 05:53


Donne e società di inizio Novecento, incontri, eventi e mostre

Ciclo di incontri al Museo civico del Risorgimento di Bologna, Piazza Carducci 5
VERSO LA GUERRA - Donne e società in una stagione di profondi cambiamenti.
- Lunedì 27 ottobre, ore 10.30 - Evento
Vedrai che tornerò presto, e saremo felici
Letture e musiche con il Coro Isotopi Mal-Fermi del Liceo “Fermi”, Coro Batrax del Liceo “Galvani”, Coro Armonici senza fili degli ex studenti “Galvani” e “Fermi”.

Le lettere dal fronte e per il fronte durante la Grande Guerra, rivelano un volto del conflitto e del fronte interno molto lontano dalla retorica della propaganda; emerge così un mondo fatto di affetti e nostalgia, di speranze e timori, di totale precarietà eppure tenacemente “aggrappato alla vita”.
In collaborazione con l'Istituto Bartolomeo Scappi di Castel San Pietro e Galvani di Bologna. L'appuntamento rientra nella programmazione della Festa della Storia 2014. Ingresso libero, non è richiesta prenotazione. Info 051.347592 museorisorgimento@comune.bologna.it
- Martedì 28 ottobre, ore 17 - Incontro
L'altra metà delle avanguardie - Artiste nei movimenti delle avanguardie storiche europee   Con Jadranka Bentini. Ingresso libero, non è richiesta la prenotazione
- Martedì 11 novembre - Maria Chiara Mazzi. Vivendo Volando che male ti fo?
I luoghi comuni, le poesia, le canzoni e le trame pucciniane.
- Martedì 18 novembre - Jadranka Bentini. Regina, Benedetta, Barbara e le altre - La stagione tardiva delle futuriste
* Info 051.347592 museorisorgimento@comune.bologna.it
IN COLLABORAZIONE CON: Istituto per la storia del Risorgimento italiano - Comitato di Bologna; Università di Bologna - Dipartimento Lingue Letterature e Culture Moderne - Women's and Gender Studies - Studi di Genere e delle donne (GEMMA)
*** Altri appuntamenti a Bologna
- Sabato 1 novembre, ore 10.30 - visita guidata
Ultime ore, morte (e vicende postume) di Ugo Bassi

Ripercorrendo lo stesso cammino e ascoltando le memorie dei contemporanei, riviviamo le ultime ore di Ugo Bassi, il personaggio più popolare del nostro Risorgimento: la condanna a Villa Spada, il percorso fino al luogo dell'esecuzione, la sepoltura da parte degli Austriaci. All'indomani dell'Unità d'Italia, la salma del frate patriota verrà deposta nella tomba di famiglia in Certosa, fino a che, decenni dopo, verrà collocata con tutti gli onori nel monumento-ossario ai Caduti del primo conflitto mondiale.
Visita gratuita con prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti
L'appuntamento fa parte del programma Trekking Urbano 2014
- Fino all'8 novembre - Mostra e calendario appuntamenti
"Per la magnificenza del luogo". Restauri e recuperi in Certosa nel XXI secolo

L'esposizione fotografica si svolgerà presso la Sala d'Ercole di Palazzo Comunale o d'Accursio di Bologna fino al 5 novembre 2014, con ingresso libero. L'iniziativa, a cura di Bologna Servizi Cimiteriali, è dedicata al decennale lavoro di manutenzione e restauro dei cimiteri bolognesi della Certosa e di Borgo Panigale, strutture estremamente complesse per gli aspetti più diversi: affettivi, religiosi, sanitari e di tutela e valorizzazione del patrimonio storico-artistico. Per questa occasione sono previsti concerti notturni, percorsi tematici e messe solenni che intendono riportare l'attenzione sui luoghi che sedimentano secoli di ricordi familiari, religiosi, storici ed artistici.
* Per maggiori informazioni : http://www.museibologna.it/risorgimento/eventi/47755

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 704 volte

Inserito da redazione il Dom, 2014-10-26 07:04


Gli Etruschi e l'aldilà. In mostra a Bologna

Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna
25 ottobre 2014-22 febbraio 2015

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l'aldilà tra capolavori e realtà virtuale
N
ata da un'idea congiunta di Genus Bononiae Musei nella Città, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e Museo Nazionale di Villa Giulia a Roma, implementata fortemente da Cineca con un progetto scientifico e tecnologico senza precedenti, la mostra verrà inaugurata il 24 ottobre Realizzata in collaborazione con l'Università di Bologna Dipartimento di Storia Culture Civiltà, il Museo Civico Archeologico di Bologna, la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna e dell'Etruria Meridionale, la grande e innovativa mostra dedicata alla civiltà Etrusca focalizza l'attenzione su un aspetto tanto affascinante quanto complesso: il ricco immaginario di questo antico popolo nei confronti dell'aldilà.
** in concomitanza con la mostra è in programma anche una serie di conferenze e visite guidate a tema su "L'Aldilà degli altri popoli" , di cui si allega il depliant col calendario

Un tema senza tempo affrontato da molteplici punti di vista: accanto ad una rigorosa parte storico-scientifica che permetterà di ammirare una serie di incredibili reperti, alcuni dei quali visibili per la prima volta al di fuori di Villa Giulia, vi è una sezione basata sulle più evolute tecnologie in ambito di realtà virtuale e dei più avanzati aspetti della multimedialità che creeranno ambienti immersivi e situazioni interattive, coniugando scienza, arte ed effetti spettacolari in un perfetto equilibrio espressivo.
Anche film, musica, design e appuntamenti didattico-formativi saranno protagonisti di rilievo in questa grande evento dove archeologia e futuro si incontrano e si fondono.
Accanto al cartoon, che racconta la storia dell'etrusca Veio, figurerà nella parte romana della mostra una riproduzione in ologramma della celebre Situla della Certosa e l'esposizione di una stele felsinea di particolare pregio.
Il tema centrale della mostra, “il viaggio oltre la vita”, costituisce l'aspetto più affascinante della civiltà etrusca, affrontato in mostra con l'obiettivo di svelare, attraverso immagini e oggetti, le concezioni sull'Aldilà e fare comprendere ad un vasto pubblico le prospettive che questo popolo antico aveva sull'oltretomba.
La mostra presenta capolavori del Museo di Villa Giulia alcuni dei quali esposti per la prima volta fuori Roma: ceramiche figurate, sculture in pietra e l'emozionante trasposizione di una Tomba dipinta di Tarquinia (la Tomba della Nave), le cui pareti affrescate sono state “strappate” dalla camera originaria e rimontate in pannelli in maniera tale da ricostruire interamente l'ambiente tombale all'interno del Museo della Storia di Bologna, per permettere ai visitatori di vivere l'esperienza di entrare in una vera tomba etrusca dipinta. Si potranno inoltre ammirare raffinati vasi attici da tombe etrusche tra cui il celebre Cratere di Euphronios, trafugato e poi restituito all'Italia dagli Stati Uniti, e due sculture in pietra da Vulci e da Cerveteri.
Infine, Italdesign di Giugiaro mostrerà il Clone del Sarcofago degli Sposi
** Maggiori informazioni: http://www.genusbononiae.it/index.php?pag=325
ORARI:Da martedì a domenica ore 10-19// giovedì orario prolungato fino alle ore 22
BIGLIETTI: Biglietto integrato Genus Bononiae per visitare la mostra e il Museo della Storia di Bologna, Palazzo Fava e San Colombano Collezione Tagliavini: euro 12,00.  Biglietto singolo per la mostra e il Museo della Storia di Bologna: euro 10,00.
INFO: info@genusbononiae.it Tel. 051 19936370

Scritto in Bologna | Storia. Locale e generaleleggi tutto | letto 1083 volte

Inserito da redazione il Gio, 2014-10-23 09:59


Ottobre Egizio al Museo Civico

Al Museo Civico Archeologico di Bologna: ritorna
OTTOBRE EGIZIO con due nuovi appuntamenti.
- 5 ottobre alle ore 16
Conferenza di Chiara Elena Salvador, University of Oxford
Graffiti nel tempio di Amon a Karnak: atti sacrileghi o espressioni di devozione?(*)

- 25  ottobre alle ore 16
Conferenza di Luigi Prada, University of Oxford
I "papiri dei sogni" di Bologna e l'arte dell'oniromanzia nell'Egitto antico (
**).
Le conferenze si terranno nella Sala del Risorgimento del Museo Archeologico.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili
** Maggiori informazioni su tutti gli eventi del Museo

www.museibologna.it/archeologico
http://www.museibologna.it/archeologico/eventi/47655

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 802 volte

Inserito da redazione il Dom, 2014-10-19 06:08


Festa internazionale della storia al via

IL FARO DELL'UMANITA'. XI edizione della Festa internazionale della Storia (18-26 ottobre 2014). In ricordo di Jacques Le Goff
Multiforme manifestazione a carattere nazionale e internazionale che rende Bologna "capitale della Storia" mettendo in vetrina forme di promozione e diffusione della sua conoscenza condotte in Italia e nel mondo. Nelle aule, nei teatri, nei musei, nelle chiese, nelle sale pubbliche, nelle strade e nelle piazze, si affrontano con lezioni, conferenze, dibattiti, concerti, spettacoli e mostre i temi che legano i vissuti personali e collettivi alle vicende presenti e future.
** Il programma completo degli eventi in varie località:
http://www.festadellastoria.unibo.it/programma/programma-2014/

Scritto in Area Metropolitana - ex Provincia | Argelato | Bolognaleggi tutto | letto 971 volte

Inserito da redazione il Mar, 2014-10-14 05:41


Notte blu e festa dell'acqua lungo i canali a Bologna

La notte di sabato 11 ottobre Bologna si tingerà di blu nelle vie, nei canali, nei palazzi, nei musei e negli angoli di una città mai vista.
La
Notte blu è la festa dell’acqua della città. Una notte per tutti.
In programma un ricco calendario di v
isite, spettacoli, concerti e mostre (Opificio della Grada, Bagni di Mario, Museo del Patrimonio Industriale, Capo di Lucca, Terme San Petronio, Fondazione Cineteca, La Chiusa di Casalecchio, Sostegno del Battiferro, Palazzo Pepoli…) che sono legati da un solo fil rouge: l’acqua e la sua interazione con la città. Il programma si può scaricare direttamente sul sito www.notteblubologna.it
Sono più di una
ventina di appuntamenti previsti in città, tutti volti a promuovere gli angoli più affascinanti della Bologna delle Acque e per la tutela del patrimonio idraulico.
Per garantire una corretta fruibilità di molte iniziative occorre prenotarsi (i contatti si possono trovare sul sito oppure chiedere informazioni al +39 389 5950213 o eventi@consorzireno-savena.it ) a partire da lunedì 29 settembre.
I
Consorzi dei Canali di Reno e Savena in Bologna, che da più di 800 anni sono determinati a continuare la loro opera di difesa, conservazione e sviluppo del sistema idraulico artificiale di Bologna si sono proposti, in collaborazione con il Comune di Bologna e Ascom Confcommercio Bologna e con il contributo di Carisbo, come promotori e coordinatori della seconda edizione della Notte blu dopo il notevole successo registrato nella prima.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 689 volte

Inserito da redazione il Ven, 2014-10-10 16:04


Il contributo di Bologna nella Grande Guerra. Convegno

Il Museo civico del Risorgimento di Bologna, in collaborazione con altre istituzioni locali e nazionali, ha programmato per venerdì 17 ottobre un pomeriggio di studi dal titolo
La forza di una Memoria collettiva
Il contributo del territorio di Bologna e della sua gente nella Grande Guerra.

Alcuni degli enti pubblici e privati che attualmente stanno lavorando per il centenario della Grande Guerra si confronteranno e illustreranno le attività e le ricerche in corso, nell'intento di affrontare insieme e con proficua collaborazione il percorso di studi e di ricerca di questi quattro anni di celebrazioni. Il work-shop è gratuito ed aperto a tutti coloro che sono interessati a queste tematiche e che ritengono utile un confronto ed una collaborazione con le altre forze interessate.
Nel corso dell'incontro interverranno:
Mirtide Gavelli, Otello Sangiorgi, Paola Furlan, Lorenzo Cadeddu, Maria Gervasio, Nadia Grillo, Emanuela Zilio, Fiorenza Tarozzi, Antonio Li Gobbi, Fabio Giusberti, Giulia Guazzaloca.
Per maggiori dettagli http://www.comune.bologna.it/risorgimento/eventi/47755/date/2014-10-06/id/77152

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 712 volte

Inserito da redazione il Ven, 2014-10-10 15:51


Il paesaggio del territorio Reno Galliera in mostra all'Urban Center

Espressioni di paesaggio nel territorio dell'Unione Reno-Galliera
Dal 1 al 25 ottobre la sala Esposizioni di Urban Center Bologna, alla Sala Borsa, 
ospita oltre 40 foto di Anna Maria Guccini scattate nel territorio dell'Unione Reno Galliera
La rassegna, curata dalla stessa
Anna Maria Guccini e da Stefano Pezzoli, rappresenta in sintesi l'esito di un lavoro di ricerca condotto negli anni 2008- 2010, mirato a individuare e a circoscrivere aree di particolare qualità sia per presenze architettoniche che ambientale.
La mostra espone una selezione delle oltre
400 immagini scattate per raccontare 36 casi in cui più beni culturali e ambientali disegnano, per contiguità visiva, quadri di paesaggi ben definiti; realtà che sono state perimetrate sulla cartografia tecnica regionale come Aree di tutela delle risorse paesaggistiche complesse e sottoposte a un maggiore grado di attenzione rispetto all'ambiente agricolo circostante.
Tutti questi esempi sono visionabili nei rispettivi siti internet dei Comuni dell'Unione, all'interno del quadro che contiene la documentazione del
Piano Strutturale Comunale (PSC).
Il percorso espositivo si snoda sul territorio partendo dalla via delle Lame al Trebbo di Reno, muove verso nord, traversando Argelato e Castello d'Argile, sino all'ansa del Reno a Pieve di Cento, quando il fiume si rivolge ad est; poi a seguire nelle terre di Galliera, fino a convergere in direzione sud, toccando San Pietro in Casale, San Giorgio di Piano e Bentivoglio, ricongiungendosi di nuovo all'area di Castel Maggiore, da dove era partito.
Così la prima fotografia e l'ultima mostrano sullo sfondo collinare il santuario della Madonna di San Luca, segno forte della presenza storica cittadina sulla campagna
In occasione della mostra si terrà inoltre un s
eminario di approfondimento in programma martedì 21 ottobre 2014 ore 16.30 nella sala Atelier
Maggiori informazioni su:

http://www.renogalliera.it/news-unione/in-primo-piano/espressioni-di-paesaggio-nel-territorio-dellunione-reno-galliera

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 640 volte

Inserito da redazione il Ven, 2014-10-03 05:23


Disuguaglianze fra generazioni, generi e nazionalità nei redditi dei bolognesi

I redditi 2012 dichiarati dalle cittadine e dai cittadini di Bologna.
Alcune disuguaglianze fra generazioni, generi, nazionalità e territori.

Lo studio, curato dal Dipartimento Programmazione del Comune di Bologna analizza le dichiarazioni dei redditi 2012 presentate dalle cittadine e dai cittadini bolognesi, evidenziando alcune disuguaglianze generazionali, di genere, di nazionalità e territoriali.
Questi i principali risultati che emergono dall'analisi:
- a Bologna nel 2012 quasi 296.000 contribuenti (oltre 1.600 in meno rispetto al 2011). Se si opera il confronto con il 2008 il numero di contribuenti si è ridotto di quasi 7.500 unità;
- 7 miliardi di reddito imponibile dichiarato e oltre 1,6 miliardi di imposta netta pagata dai contribuenti bolognesi nel 2012;
- nel 2012 il reddito imponibile medio di ogni contribuente bolognese è risultato pari a 23.682 euro (con un’imposta netta pagata di 5.479 euro);
- oltre il 50% dei contribuenti bolognesi dichiara meno di 20.000 euro e detiene una quota complessiva dei redditi pari al 21,4%;
- solo il 3,1% dei contribuenti bolognesi dichiara più di 80.000 euro e detiene quasi un quinto del totale dei redditi dichiarati;
- il fenomeno della concentrazione dei redditi è molto differenziato in relazione al genere. Fra i contribuenti maschi la quota di chi dichiara più di 80.00 euro sale al 5% (con una quota del 26,4% del totale dei redditi dichiarati dagli uomini). Fra le donne questa fascia di contribuenti scende all’1,4% (con una quota del 9,3% dei redditi dichiarati);
- in considerazione della diversa incidenza del fenomeno della concentrazione dei redditi per confrontare il divario di genere è opportuno usare il reddito mediano (che è il valore del reddito che divide esattamente a metà la platea dei contribuenti). Nel 2012 a Bologna il reddito mediano degli uomini è pari a 21.190 euro e quello delle donne a 16.507 euro (con uno scarto percentuale del 28,4% a favore degli uomini);
- rispetto a dieci anni prima questo divario di genere misurato dal reddito mediano si è sensibilmente ridotto: nel 2002 lo scarto percentuale a favore degli uomini era del 39% (quasi 11 punti in più rispetto al 2012);
- nel tempo il divario di genere nei redditi dichiarati si riduce in modo significativo. Permane una differenza importante, attenuata se si prende in considerazione oltre ai redditi anche il dato del patrimonio immobiliare. Nella nostra città quasi il 57% dei redditi da fabbricati è dichiarato da contribuenti donne, a testimonianza di una distribuzione della proprietà immobiliare equilibrata sotto il profilo del genere.
- se si opera il confronto dei redditi dichiarati dalle diverse generazioni emerge con nettezza l’elevata quota di redditi dichiarata da contribuenti in età superiore a 60 anni. A Bologna nel 2012 questi contribuenti sono il 40,4% del totale e dichiarano il 42% del totale dei redditi (ben 6 punti percentuali in più rispetto al 2002);

Scritto in Bologna | Economia e Societàleggi tutto | letto 1103 volte

Inserito da redazione il Sab, 2014-09-20 06:17


Festival del Libro d'Arte

ARTELIBRO Festival del Libro e della Storia dell’Arte 11ª edizione
ITALIA: TERRA DI TESORI Palazzo di Re Enzo e del Podestà 18-21 settembre 2014
Artelibro, tutto nuovo, a Bologna dal 18 al 21 settembre. Il Festival rinnova infatti la sua formula e si amplia in un ancora più ambizioso Festival del Libro e della Storia dell'Arte.
Conservando quanto realizzato nei suoi primi dieci anni e in continuità con la sua vocazione originaria, il nuovo Festival affronterà il grande tema del patrimonio artistico e culturale italiano. ITALIA: TERRA DI TESORI, questo il tema conduttore, rimanda alla necessità di “riscoprire” le meraviglie artistiche e culturali del nostro Paese, conservando e valorizzando un patrimonio unico e incomparabile.
Da qui la lectio magistralis di Andrea Carandini, presidente del FAI - Fondo Ambiente Italiano, Italia, tesoro di terre e menti, da ricreare che inaugurerà il Festival.LIBRERIA DELL’ARTE a cura di librerie.coop 6-21 settembre   2014 Piazza Nettuno, Bologna
La grande Libreria dell’Arte, organizzata da Artelibro Festival del Libro e della Storia dell'Arte in collaborazione con librerie.coop torna dal 6 al 21 settembre 2014 dalle ore 10.00 alle 22.00 a Bologna in Piazza Nettuno, di fronte a palazzo Re Enzo e del Podestà. Al suo interno gli editori d’arte propongono sia ultime novità che testi fuori catalogo, per un totale di circa 2.000 titoli, che fanno della Libreria dell’arte la più grande libreria italiana nel suo genere.
Quelle di Artelibro saranno giornate culturali con un respiro anche internazionale grazie al gemellaggio con il Festival de l'Histoire de l'Art di Fontainebleau, espressione diretta del Ministero della Cultura francese e dell’Institut National de l’Histoire de l’Art.
** Il programma in dettaglio su: http://www.artelibro.it / e
http://www.provincia.bologna.it/cultura/Engine/RAServePG.php/P/561511390600/T/Artelibro-Festival-del-Libro-e-della-Storia-dell8217Arte-11-ed

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 679 volte

Inserito da redazione il Gio, 2014-09-18 06:10


Feste del volontariato in provincia e a Bologna

Volontassociate, la tradizionale festa del Volontariato e dell’Associazionismo bolognese, presenta il calendario di eventi dedicati all’idea di una comunità unita e solidale. Il programma quest’anno si inserisce nell’ambito delle iniziative per la prima Giornata della Cittadinanza Solidale, indetta dalla Regione Emilia Romagna il prossimo 27 settembre .
Nei fine settimana dal 6 settembre al 26 ottobre ben quindici feste dislocate su tutto il territorio provinciale porteranno le associazioni locali nei parchi, nelle piazze e nelle vie dei comuni. Ogni appuntamento è un’occasione per conoscere da vicino il non profit e chi lo anima. Coinvolti da un’atmosfera suggestiva di suoni, colori, profumi, sapori, i cittadini potranno vivere i luoghi di sempre in modo diverso, emozionandosi e sorprendendosi per le mille attività che il volontariato e l’associazionismo propongono. Passeggiare per gli stand, socializzare, giocare, partecipare a laboratori, assistere a spettacoli ed esibizioni sportive saranno solo alcune delle idee pensate per sensibilizzare grandi e piccini a scoprire il mondo della solidarietà con i suoi valori, le persone e l’impegno che ogni giorno il non profit dona alla comunità per realizzare insieme il bene comune.
Ogni evento è unico e rivela l’identità del territorio e del suo tessuto sociale. Nasce da persone che ascoltano la realtà, ne leggono i bisogni e li traducono in azione e relazione. Volontassociate è perciò sinonimo di condivisone. In un contesto piacevole di apertura verso l’altro si vive l’esperienza individuale e collettiva di sentirsi parte integrante di una comunità, ci si lascia contaminare dalle sfumature, dai linguaggi, dalle diversità che trovano sintesi in un equilibrio creativo tra tradizione e innovazione.
La manifestazione è promossa da Provincia di Bologna, i Comuni dei Distretti di Casalecchio di Reno, Imola, Pianura Est, Pianura Ovest, Porretta Terme, San Lazzaro di Savena, il Comune di Bologna, le Associazioni di Promozione Sociale e le Organizzazioni di Volontariato della provincia di Bologna, VOLABO - Centro Servizi per il Volontariato.
** Il calendario , il programma completo delle singole feste e il materiale promozionale è consultabile all’indirizzo http://www.volontassociate.it/programma.php
- il primo degli appuntamenti è a Pianoro, sabato 6 settembre.
- Seguirà la festa a Castello d'Argile, nel pomeriggio di domenica 14 settembre.
- A Bologna: Giardini Margherita
il 21 settembre Quartiere Borgo Panigale e Quartiere Saragozza il 28 settembre.
- Casalecchio di Reno dal 13 settembre al 14 settembre Zola Predosa dal 04 ottobre al 05 ottobre - Castel S. Pietro Terme il 19 settembre Imola 21 settembre, -  Medicina il 26 ottobre
- Bentivoglio il 5 ottobre Granarolo dell'Emilia dal 11 ottobre al 12 ottobre
- A San Giovanni in Persiceto il 27 settembre Anzola dell'Emilia 11 ottobre, Ozzano dal 03 ottobre al 05 ottobre
Info:Provincia di Bologna - Ufficio Terzo Settore Tel. 051.659.9239 - 8276 | Fax. 051.6598620
Ufficio.terzosettore@provincia.bologna.it - www.provincia.bologna.it/nonprofit/
VOLABO - Centro Servizi per il Volontariato della provincia di Bologna
Tel. 051.340328 | Fax. 051.341169| volontassociate@volabo.it | www.volabo.it

Scritto in Area Metropolitana - ex Provincia | Bolognaleggi tutto | letto 767 volte

Inserito da redazione il Mar, 2014-09-16 07:02


Cento anni fa Bologna elesse Francesco Zanardi, sindaco del pane

Centenario dell'elezione a Sindaco di Bologna di Francesco Zanardi - Sindaco del pane
- lunedì 14 luglio 2014 ore 13
Sala del Consiglio comunale, Piazza Maggiore, 6

Apertura del Consiglio comunale, intervento di Patrizia Dogliani “L’amministrazione Zanardi a cent’anni dal suo insediamento. Una lettura storica dell’inizio di un lungo percorso nel governo della città”
- martedì 15 luglio ore 18
Museo d’Arte Moderna di Bologna MAMbo, Ex Forno del Pane
via Fratelli Rosselli/Via Don Minzoni

Inaugurazione targa;  interviene il Sindaco Virginio Merola
Il sito "Storia e memoria di Bologna" contiene moltissimi contenuti, immagini e video dedicati al Sindaco Zanardi e alla Bologna di inizio Novecento.
Per leggere la
biografia del 'Sindaco del pane'
http://www.storiaememoriadibologna.it/certosa/zanardi-francesco-486179-persona     e, nel nostro sito nella sezione Biografie, ?q=taxonomy/term/68

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 720 volte

Inserito da redazione il Ven, 2014-07-11 15:19


Il reddito degli anziani a Bologna

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini over 60 a Bologna
Il Dipartimento Programmazione ha recentemente diffuso uno studio sui redditi dichiarati a Bologna nel 2011 dai contribuenti con 60 anni o più di età . Si è ritenuto così di approfondire, pur con la consapevolezza dei limiti derivanti dai dati di natura fiscale, la situazione economica delle persone che, in larga maggioranza, percepiscono redditi di natura pensionistica.
I contribuenti over 60 nel 2011 a Bologna erano 120.660 con un reddito imponibile complessivo di oltre 2,9 miliardi di euro; il reddito imponibile medio è stato quindi pari a 24.280 euro. Si rileva tuttavia che la metà dei contribuenti appartenenti a questa fascia di età dichiarava un reddito  inferiore a 18.000 euro (cosiddetto reddito mediano). Penalizzate, come spesso accade, le donne (meno di 18.000 euro mediamente dichiarati). Lo studio esamina inoltre i forti divari reddituali esistenti fra le diverse zone cittadine e analizza quanto dichiarato dagli over 60 secondo le principali tipologie familiari di appartenenza.
Nel 2013 risiedevano a Bologna 121.263 persone con età maggiore o uguale di 60 anni. la grande maggioranza di esse (59%) è costituita da donne. La presenza femminile diviene ancor più preminente, come mostra il grafico a destra, con l’aumentare dell’età, infatti mentre nella classe 60-64 anni di età le donne sono il 54,2%, esse divengono il 70,3% del totale tra gli ultraottantacinquenni.
A Bologna nel 2013 gli over 60 il 31,6% della rappresentavano popolazione complessiva.
Le persone fisiche con età da 60 anni in su che hanno presentato la dichiarazione dei redditi nel 2012 a Bologna sono state oltre 120.600.
Il 58% del totale è costituito da donne, che diventano però oltre il 69% tra gli ultraottantacinquenni.
*Il documento integrale è leggibile sul sito del Comune alla voce PresentazioneANZIANIredditi2011.pdf
Info: Il Capo Dipartimento Dott. Gianluigi Bovini Dipartimento Programmazione piazza Liber Paradisus n.10 - Torre B

Scritto in Bologna | Economia e Societàleggi tutto | letto 1202 volte

Inserito da redazione il Mar, 2014-07-01 06:42


Storia e memoria di Bologna per la grande Guerra

L'Istituzione Bologna Musei, con il Museo civico del Risorgimento, dedica al centenario della Grande Guerra l'ambizioso progetto
Storia e Memoria di Bologna”
un portale raggiungibile all'indirizzo www.storiaememoriadibologna.it , che si propone di creare e rendere accessibile a tutti gli utenti web una 'memoria' collettiva, cittadina e nazionale, sugli avvenimenti storici del periodo compreso tra l'età Napoleonica e la Liberazione del 1945.
I caduti che persero la vita nella Grande Guerra e nella Resistenza, le vittime della strage di Monte Sole, i nostri predecessori illustri o sconosciuti che riposano al Cimitero Monumentale della Certosa, ed altre informazioni ancora, si intrecciano fino a disegnare i contorni di un mondo che appartiene a tutti, perché è quello da cui proveniamo. I nomi dei protagonisti di quegli avvenimenti diventano via via volti, immagini, storie: le loro biografie sono infatti 'correlate' con le località in cui hanno vissuto o combattuto; con gli eventi o con le battaglie che li hanno visti vivere o morire; con i monumenti che li ricordano; con le opere d'arte che li hanno resi celebri; con i documenti conservati in archivi pubblici e privati che, fino a ieri, erano conosciuti solo da pochi addetti ai lavori e che ora sono invece resi fruibili a tutti; infine con contenuti multimediali ed altri approfondimenti.
In occasione del centenario del conflitto il Museo civico del Risorgimento dedica inoltre una serie di appuntamenti, che fanno parte dell'annuale rassegna estiva presso la Certosa.

Oltre alle visite guidate a cura dell'Associazione Culturale Didasco, sul tema "Memorie della Grande Guerra. Bologna, l'Italia, l'Europa” (mercoledì 16 luglio, giovedì 7 e 21 agosto, martedì 2 e 16 settembre), ricordiamo:
*** Per informazioni su come partecipare agli appuntamenti
www.museibologna.it/risorgimento

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1231 volte

Inserito da redazione il Lun, 2014-06-30 15:26


Al Cinema in piazza Maggiore, sotto le stelle

Cinquantuno sere d’estate in una 'sala' tra le più belle del mondo, Piazza Maggiore a Bologna
'Sotto le stelle del Cinema', dal 20 giugno al 14 agosto.
È questo il regalo che ogni anno la Cineteca di Bologna (nell’ambito di bè bolognaestate) fa alle migliaia di persone che dalla metà di giugno affollano le proiezioni in Piazza : un cartellone di grandi film (con gli omaggi a Peter Sellers, Nino Manfredi e François Truffaut) e grandi ospiti, da Emir Kusturica a Michel Hazanavicius e Bérénice Bejo, da Giuseppe Tornatore a Ettore Scola a Pupi Avati, da Vinicio Capossela al regista dei Beatles, Richard Lester. E un’inaugurazione con Adrian Maben e il suo Pink Floyd a Pompei.
Tutte le sere, appena fa buio, alle ore 21.45, si illumina uno degli schermi più grandi d’Europa, per risplendere dei migliori restauri e delle migliori copie dei classici che hanno fatto la storia del cinema.
E da quest’anno, la novità più attesa: il prolungamento del calendario fino al 14 agosto.
E poi il musical, con titoli di culto come Cabaret di Bob Fosse o Spettacolo di varietà di Vincente Minnelli; gli Amori sfigati raccolti da Chiara Rapaccini; il ricordo di Carlo Mazzacurati; la serata per il 50° anniversario dello scudetto del Bologna; le auto, in collaborazione con il Motorshow, con la serata finale squisitamente ferragostana affidata al Sorpasso di Dino Risi.

Il programma completo della rassegna nel depliant qui sott allegato
o sul sito
http://www.cinetecadibologna.it/sottolestelledelcinema2014

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 671 volte

Inserito da redazione il Dom, 2014-06-22 06:17


Le fonti per la storia di stragi, dagli archivi ad un libro

Mercoledì 25 giugno 2014, ore 10,30 a Bologna Dipartimento di Storia Culture Civiltà - Aula Prodi, Piazza S. Giovanni in Monte 2
presentazione del volume
Archivi memoria di tutti. Le fonti per la storia delle stragi e del terrorismo
a cura di Tomaso Mario Bolis e Maria Lucia Xerri Pubblicazioni degli Archivi di Stato, 2014
Intervengono:
Mauro Tosti Croce - Direzione generale per gli archivi, Servizio III Studi e ricerca- Roberto Alfonso - Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna - Marco De Nicolò - Università degli studi di Cassino - Stefano Twardzik - Università degli studi di Milano
Coordina Angelo Varni - Università degli studi di Bologna
Il volume, che trae origine dal convegno «Archivi negati, archivi 'supplenti': le fonti per la storia delle stragi e del terrorismo» tenutosi a Bologna il 13 giugno 2011, propone una riflessione sul tema della accessibilità delle fonti per la storia degli anni Settanta e Ottanta, con particolare riferimento a quelle relative allo stragismo, al terrorismo e al ruolo dei corpi separati dello Stato. Rivolto anche ad un pubblico "non specialistico" contiene contributi di storici, archivisti, politici e appartenenti alla società civile che nel corso degli anni hanno costituito delle vere e proprie comunità di riferimento per la conservazione della memoria e, attraverso le loro iniziative di raccolta e messa a disposizione di documentazione, hanno di fatto supplito al vuoto delle istituzioni pubbliche. Il volume vede la luce nel momento in cui l'iniziativa del presidente del Consiglio Renzi relativa alla declassificazione degli archivi dei Servizi e al loro versamento negli archivi di Stato rende di particolare attualità le tematiche trattate.

* Iniziativa promossa da Direzione generale per gli archivi - Servizio III Studi e ricerca Soprintendenza archivistica per l'Emilia Romagna - Dipartimento di Storia Culture Civiltà - Università di Bologna
** Per informazioni
Soprintendenza archivistica per l'Emilia Romagna
Tel. 051261107- 051225748 Email: sa-ero@beniculturali.it

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 650 volte

Inserito da redazione il Sab, 2014-06-21 06:31


L'enigma Carlo Alberto Pizzardi, svelato in un libro

21 Maggio 2014 - ore 18.30 Bologna, Oratorio della Vita, via Clavature 8, primo piano
presentazione del libro di Gabriele Cremonini
L'enigma Pizzardi

Perché l'ultimo della dinastia scelse di finire in miseria facendo iniziare l'età dell'oro per gli ospedali di Bologna.
Sono previsti interventi di Francesco Ripa di Meana, Direttore della ASL, Emanuela Fiori, storica dell'arte e di Graziano Campanini, responsabile del Museo della Sanità e moderatore dell'incontro con l'autore.
Per oltre un secolo le vicende dei Pizzardi, da fattori a ricchissimi proprietari terrieri e nobili, sono strettamente intrecciate alla vita politica e sociale di Bologna, dalla occupazione francese alla Restaurazione, dal Risorgimento all'Unità d'Italia, che vede un Pizzardi, Luigi, primo sindaco della città. Poi... l'ultimo della famiglia, Carlo Alberto, senza eredi, decide di porre fine alla grandezza del casato, si spoglia di ogni avere subito dopo la Prima guerra mondiale, donandolo agli Ospedali (promosse la costruzione dell'Ospedale Maggiore, dopo quello del Bellaria e di Bentivoglio), e muore povero, sepolto in una fossa comune. Che mistero si cela dietro una serie di straordinarie donazioni che fanno di Bologna, negli anni tra le due guerre, il polo medico per eccellenza d'Italia? A Carlo Alberto Pizzardi (1850-1922) sono intitolati ospedali e una strada, a Bologna, ma pochi conoscono la storia vera di questo e di altri personaggi che gli stanno intorno, raccontati - come spuntati dalle pagine di un romanzo - dall'abile penna di uno scrittore di vaglia. E come in un romanzo, non solo cronaca, ma plausibili ipotesi...
* Per una biografia di questa importante personalità bolognese, che ebbe larga influenza anche in vari comuni della Provincia dove si trovavano le sue proprietà, come Bentivoglio (con risaie, mulini , oltre all'ospedale da lui voluto per i lavoratori delle sue terre), Castel Maggiore, S. Giorgio di Piano e S. Pietro in Casale, vedi anche il sito:
http://memoriadibologna.comune.bologna.it/certosa/pizzardi-carlo-alberto-484015-persona
e la biografia del fratello Francesco Pizzardi (1846-1919), che condusse ben altra vita:
http://memoriadibologna.comune.bologna.it/certosa/pizzardi-francesco-481620-persona

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 850 volte

Inserito da redazione il Mer, 2014-05-21 10:34


Notte dei musei

L'Istituzione Bologna Musei aderisce alla Notte Europea dei Musei, l'appuntamento promosso dal Consiglio d’Europa e in Italia dal MiBACT, che
- S
abato 17 maggio 2014 vedrà migliaia di musei di oltre 30 nazioni rimanere aperti in via straordinaria dalle ore 20.00 alle ore 24.00.
Per l'occasione, due sedi dell'Istituzione, il MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna e il Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna (in foto), prolungheranno il loro orario di apertura fino alla mezzanotte e, dalle 20.00 alle 24.00, rispondendo allo spirito dell'iniziativa che vuole favorire la conoscenza del patrimonio museale europeo, prevedranno l'ingresso gratuito.
- Sabato 17 maggio a Pieve di Cento, all'insegna della stretta collaborazione fra Comune, Museo Magi '900, galleria “Il Ponte” e Istituto Comprensivo "Edmondo Cavicchi" il programma
ha inizio alle
ore 17 presso il Museo Magi ‘900 per proseguire alle ore 18.30 – Voltone, poi dalle ore 19 in Pinacoteca Civica, Museo della Musica (presso Teatro Comunale) e circolo KINO e altri punti storici del paese con mostre, presentazioni e musica.
I particolari sul sito:
http://www.comune.pievedicento.bo.it/servizi-on-line/events/2014-aprile-maggio-giugno/notte-europea-dei-musei#sthash.trc5Zq1I.dpuf
- A Budrio, sabato 17 maggio 2014 alle ore 19 alle Torri dell'Acqua, in collaborazione con Amici del Consorziale e Fondazione Cocchi, 'inaugurazione della mostra di Francesco Bocchini, dal titolo Magic. Saranno presenti: Lorella Grossi, direttore arti visive Torri dell'Acqua e direttore Musei Civici di Budrio (Bo), Valerio Dehò, critico d'arte. Ingresso libero.
Apertura mostra
dal 17/05/2014 al 29/06/2014, martedì ore 10-13, giovedì e domenica ore 16-19 e su appuntamento la giornata con l'artista (mercoledì ore 17.30-19.30).

Scritto in Bologna | Budrio | Pieve di Centoleggi tutto | letto 989 volte

Inserito da redazione il Ven, 2014-05-16 05:25


Per conoscere la Certosa, complesso monumentale d'arte e storia di Bologna

A partire dal 25 maggio e fino alla fine di settembre ritorna il Calendario estivo della Certosa di Bologna, che farà parte dell'annuale rassegna Bè - Bologna Estate.
Uno dei luoghi più affascinanti della città vedrà in scena eventi straordinari, mostre e percorsi notturni alla scoperta dell'arte e della storia felsinea e non solo. Sessanta appuntamenti resi possibili grazie a diverse associazioni e realtà culturali, che si sono affiancate al Museo civico del Risorgimento - Certosa, ed a Bologna Servizi Cimiteriali. Come ogni anno la rassegna prenderà il via in occasione dell'annuale Settimana alla scoperta dei Cimiteri Europei promossa dall'ASCE - Associazione Europea dei Cimiteri monumentali, network di organizzazioni pubbliche e private di cui fa parte anche la Certosa di Bologna, e che da dodici anni opera per la valorizzazione dei cimiteri come beni di importanza storica ed artistica.
Nella rassegna di questa estate si darà risalto al
periodo di inizio '900, in particolare alla rievocazione del tragico periodo 15/18, raccontato anche attraverso le storie quotidiane, grandi e piccole, della città e della nazione. In Certosa, infatti, si può ammirare il Monumento Ossario ai Caduti della Grande Guerra, grandiosa e severa testimonianza del conflitto.
** Il programma completo su :
http://www.comune.bologna.it/risorgimento/rassegne/52219/id/70941
http://www.storiaememoriadibologna.it/

Scritto in Beni artistici | Bolognaleggi tutto | letto 1336 volte

Inserito da redazione il Mer, 2014-05-14 07:13


Gran Ballo in ricordo dell'Expo del 1861

Colori, festeggiamenti, musiche, novità, aperture internazionali, prodotti agricoli, prodotti importati, pittura, arte e molto altro saranno i protagonisti del Gran Ballo dell'Unità d'Italia che si terrà
- sabato 24 maggio 2014 alle ore 18.30 a Bologna in piazza Carducci, nell’area antistante il Museo Civico del Risorgimento.
Il Gran Ballo dell’Unità d’Italia, giunto quest'anno alla sua XVIII edizione, si ispira alle grandi Esposizioni ottocentesche, emblemi del desiderio e della volontà degli uomini del tempo di ”guardare lontano e in positivo”. Il Gran Ballo trae spunto, in particolare, dalla prima "Esposizione Nazionale di Prodotti Agricoli e Industriali e di Belle Arti", prima vera Esposizione Nazionale Italiana tenutasi a Firenze nel 1861, all'indomani della proclamazione del Regno d'Italia.
L’evento sarà messo in scena da cento danzatori dell’Associazione 8cento, con la direzione artistica di Alessia Branchi.
Nel pomeriggio del 24 maggio, dalle ore 17 e alle ore 21, il Museo Civico del Risorgimento effettuerà un’apertura straordinaria gratuita, con visite guidate, anch’esse gratuite, alle ore 17,30 e 20,00.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 639 volte

Inserito da redazione il Mer, 2014-05-14 06:46


Nel Centenario di Rubbiani, visite guidate e incontri

Il 26 settembre 1913 moriva a Bologna Alfonso Rubbiani.
Eclettico personaggio di formazione cattolica, politico e regista dei restauri dei più significativi edifici monumentali della città, fra cui i Palazzi Re Enzo, dei Notai, della Mercanzia e la chiesa di San Francesco, a lui si deve l'immagine attuale del centro storico di Bologna.
Istituzioni, Enti e Associazioni cittadine e della provincia si sono unite per ricordarlo, farlo conoscere al grande pubblico e raccogliere nuovi elementi utili allo studio del personaggio e del suo tempo, attraverso nuovi studi o divertenti cacce fotografiche e documentarie rivolte a tutti i cittadini.
Il programma delle iniziative per la celebrazione del Centenario, spalmate nell'arco di un anno e nelle località dei suoi interventi, con incontri e visite guidate, è leggibile al link
http://www.emiliaromagna.beniculturali.it/index.php?it/285/programma-delle-iniziative
Si ricordano in particolare anche gli interventi di Rubbiani in Provincia di Bologna
a Bentivoglio:
Domus Jocunditatis - Castello di Ponte Poledrano e Palazzo rosso
a Budrio: Palazzo Municipale e Sala Consiliare
a Minerbio: Castello di San Martino in Soverzano o dei Manzoli.

Vedi i cenni storici relativi su http://www.orizzontidipianura.it/interno.php?ID_MENU=5620

Scritto in Beni artistici | Bentivoglio | Bologna | Budrio | Minerbioleggi tutto | letto 1279 volte

Inserito da redazione il Mar, 2014-05-13 07:16


Settimana didattica negli Archivi, tante iniziative in Regione

Nell'ambito della 13^ Settimana della Didattica in Archivio "Quante storie nella storia" che si celebrerà in tutti gli archivi storici della Regione, dal 5 all'11 maggio 2014.
- Martedì 6 maggio alle ore 17, presso il Museo Civico del Risorgimento di Bologna
piazza Carducci 5) si svolgerà l'incontro
Legami di carta. Soldati in trincea, alunne tra i banchi: intersezioni tra archivi della Grande Guerra promosso dal Museo insieme al Liceo "Laura Bassi"e a BraDypUS Communicating Cultural Heritage s.a.
Verrà presentato l'e-book, esito del progetto premiato al concorso "Io amo i beni culturali". Gli studenti, accompagnati dai loro docenti e dal personale scientifico del Museo hanno iniziato a “fare” storia, cioè ad analizzare direttamente le fonti per ricostruire aspetti e vicende del passato e a comprendere che - nelle pieghe della Grande Storia - c’è una storia che, per l’identità del luogo e del contesto in cui quotidianamente vivono, li riguarda da vicino e che oggi, poiché sono loro ad averla "scoperta", a maggior ragione gli appartiene. Ingresso libero.
Fra le iniziative della
'Settimana della Didattica in Archivio'
- Giovedì 8 maggio dalle 14.30 alle 18,
presso il Centro italiano di documentazione sulla coooperazione e l'economia sociale (Via Mentana 2) si svolgerà un seminario sul tema
La costruzione della memoria della Grande Guerra
a cui partecipa con un proprio intervento anche il Museo. Per informazioni, prenotazioni - e programma completo della Settimana :
http://ibc.regione.emilia-romagna.it/istituto/formazione-e-didattica/biblioteche-e-archivi/quante-storie/i-programmi
- A Modena , venerdì 9 maggio 2014 ore 9,00- 12,00

Nell'ambito dell'evento "Quante storie nella storia: 13^ settimana della didattica in archivio" promosso dalla Soprintendenza archivistica per l'Emilia Romagna, IBC- Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia Romagna, Anai- Sezione Emilia Romagna, gruppo di lavoro sulla didattica, l'Archivio di Stato di Modena in collaborazione con Società Dante Alighieri- Comitato di Modena presenta i due laboratori didattici realizzati.
Il primo laboratorio didattico dal titolo
"Adotta un duca o duchessa d'Este" è giunto quest'anno al suo terzo anno ed è stato curato dalla classe III R, dell'Istituto secondario di primo grado "P. Paoli- S. Carlo" con i docenti V. Pellegrino e S. Codato.
Il secondo progetto didattico è "Andar per carte e per mari" a cura delle classi V A, V B e I D del liceo classico S. Carlo con i docenti C. Monari, G. Brugnacchi, A. Cantini.
L'illustrazione degli esiti dei due laboratori è affidata ai protagonisti, primi fra tutti gli studenti e i docenti. Ingresso libero
Si allega il programma
completo per tutti gli archivi della Provincia di Bologna e della Regione Emilia Romagna

Scritto in Bologna | Ferrara | Modenaleggi tutto | letto 928 volte

Inserito da redazione il Dom, 2014-05-04 09:52


La scienza in piazza a Bologna, immersa nel cibo

E' pronta la prossima edizione di LA SCIENZA IN PIAZZA, a Bologna, manifestazione di diffusione della cultura scientifica organizzata dalla Fondazione Marino Golinelli in collaborazione con il Comune di Bologna. Si svolgerà
dal 28 marzo al 13 aprile 2014 proponendo una vera e propria food immersion.
Tra le proposte ci saranno percorsi espositivi, spettacoli, incontri, proiezioni, giochi in piazza e laboratori creativi sul tema dell’alimentazione
Cuore della manifestazione sarà la mostra GOLOSI, arte e scienza del gusto, Sala d’Ercole, Palazzo d’Accursio. Tratta dalla mostra “GOLA, arte e scienza del gusto”, prodotta dalla Fondazione Marino Golinelli in collaborazione con la Triennale di Milano,
Oltre a nutrire, il cibo gratifi ca, appaga, consola, ed è una risorsa che ci sostiene persino quando i nostri affetti non lo fanno. Se il gusto è sempre stato riconosciuto
Laboratorio:Esperimenti per giocare con i sensi, svelare pregiudizi e luoghi comuni sul gusto e scoprire quanto vista, tatto, udito, olfatto e gusto interagiscano tra loro nell’attribuire un signifi cato a quello che mangiamo.

Il programma delle varie iniziative in varie sedi di Bologna è leggibile e scaricabile su:
http://www.lascienzainpiazza.it/# www.golinellifondazione.org
http://www.lascienzainpiazza.it/wp-content/uploads/2014/03/Programma-SIP2014_web_19marzo.pdf    Info tel 051 0251008

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 724 volte

Inserito da redazione il Mar, 2014-03-25 06:03


Settimana del libro per ragazzi

** Settimana del libro e della cultura per ragazzi - Eventi in città
Bologna Città del Libro per Ragazzi” è il programma di eventi collegato alla Fiera del Libro per Ragazzi, nato da una rinnovata collaborazione tra BolognaFiere, il Comune di Bologna e le sue istituzioni culturali.
http://www.bookfair.bolognafiere.it/settimana-del-libro-e-della-cultura-per-ragazzi-eventi-in-citta/2560.html
Fanno parte del programma cittadino, varie mostre presso i musei bolognesi, dal MamBo alla Sala Borsa, al Museo della musica, al Museo ebraico. Si segnalano in particolare
- Dal
26 marzo al 9 maggio presso il Museo Civico Archeologico,
Mostra SPORT. Figure e parole dai libri per ragazzi
- Presso il Museo del Risorgimento una vetrina di libri scolastici e altro materiale documentario (1861-1945) relativo all'educazione fisica e allo sport. La documentazione, conservata nella Biblioteca del Museo (e liberamente consultabile al termine dell'iniziativa) permette di cogliere il ruolo crescente che venne attribuito in Italia alla ginnastica e in genere all'educazione fisica, nell'ambito di un vasto programma pedagogico-politico inteso a favorire la formazione di una coscienza nazionale.
Orari: da martedì a domenica: ore 9-13; Chiuso: 25 aprile, 1 maggio e tutti i lunedì. Ingresso € 5,00; ridotto € 3,00; info 051.347592 museorisorgimento@comune.bologna.it

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 803 volte

Inserito da redazione il Sab, 2014-03-22 07:19

fonte XML