Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Bologna


I monumenti del Risorgimento

Giovedì 26 febbraio 2009 alle ore 17 , a Bologna, presso il Museo civico del Risorgimento (piazza Carducci 5) si svolgerà un incontro sul tema:
Alla ricerca di un linguaggio nazionale: i monumenti celebrativi dell'Unificazione italiana”
con Roberto Martorelli.
L'iniziativa si svolge nell'ambito di una rassegna di eventi culturali promossa dal Museo e dal Quartiere Santo Stefano per celebrare i 150 anni dell’Annessione di Bologna all’Italia.
Negli anni immediatamente successivi all'Unificazione, si impone la celebrazione pubblica degli eventi e delle persone che hanno contribuito al compimento della nazione italiana. Decine di artisti vengono chiamati a realizzare impegnativi, e talvolta enormi, complessi monumentali. Durante la seconda metà dell'Ottocento si cerca così di trovare un linguaggio nazionale che consenta di onorare monarchi e statisti, nobili, borghesi e popolani.
Info: museorisorgimento@comune.bologna.it    info 051.225583

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1104 volte

Inserito da redazione il Lun, 2009-02-23 17:57


Il viaggio degli esuli del Risorgimento

Domenica 22 febbraio 2009 alle ore 10,30 presso la sala conferenze del Museo civico del Risorgimento, piazza Carducci 5, a Bologna si svolgerà un incontro dedicato a
Il viaggio degli esuli: nel mondo in difesa della libertà,
con Mirtide Gavelli.
L'iniziativa si svolge nell'ambito di una rassegna promossa dal Comune di Bologna in collaborazione con l'Alma Mater Studiorum Università di Bologna e i Musei cittadini,
nell'ambito del progetto Bologna città educativa.
Il tema del viaggio viene in questa occasione affrontato in una chiave particolare: faranno da filo conduttore le storie ed i percorsi di vita e di viaggio di alcuni di quegli uomini e donne che, a migliaia, negli anni tra la Restaurazione e l'Unificazione, lasciarono l'Italia per sfuggire a persecuzioni politiche e per continuare a portare ovunque le proprie idee di libertà e fratellanza.
Info: Roberto Lanzarini- Biblioteca del civico Museo del Risorgimento di Bologna
Via de' Musei 8 40124 Bologna-  tel-fax 051225583 roberto.lanzarini@comune.bologna.it
museorisorgimento@comune.bologna.it

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 878 volte

Inserito da redazione il Gio, 2009-02-19 15:35


La Scienza in piazza. Incontri a Bologna

Per la Rassegna “I Dialoghi della Scienza in Piazza”, promossa dalla Fondazione Marino Golinelli e dalla Provincia di Bologna, con la collaborazione di 9 Comuni, si svolgeranno a Bologna sette incontri per parlare di temi sui quali la scienza incontra la vita dei cittadini.
Sette temi raccontati e discussi da chi li studia, partendo però da competenze, opinioni o sensibilità diverse. Non per scontrarsi ma per capirsi, capire di più, trovare nuove idee. E soprattutto arricchire i punti di vista dei cittadini. Per dialogare tutti insieme sulla scienza.
Gli incontri saranno coordinati da Giovanni Carrada, giornalista scientifico, autore di Super Quark.
I prossimi appuntamenti con I Dialoghi de La Scienza in Piazza
:
26 FEBBRAIO - L’evoluzione e la fede
Fiorenzo Facchini (Università di Bologna, antropologo)
Gilberto Corbellini (Università di Roma, storico e filosofo della scienza)
3 MARZO - Le emozioni nell’arte e nella scienza
David Freedberg (Columbia University, New York, storico dell’arte)
Vittorio Gallese (Università di Parma, neuroscienziato)
(*) Questo ciclo di incontri si inserisce nell’ambito della IV edizione de La Scienza in Piazza con l’intenzione di dare continuità alla manifestazione che si é svolta in 9 comuni della Provincia di Bologna in ottobre e preparare a quella che si svolgerà a Bologna dal 12 al 22 marzo 2009.
Info: R.S.V.P. Fondazione Marino Golinelli
Tel. 051.6489501 Mail: comunicazione@golinellifondazione.org

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 969 volte

Inserito da redazione il Mar, 2009-02-17 10:25


L'altra città: la Certosa di Bologna, da scoprire

Il Comune di Bologna - Quartiere Santo Stefano - Commissione cultura, in collaborazione con il Museo Civico del Risorgimento , presentano il programma di conferenze e visite guidate per febbraio-marzo,
L'altra città ” con Roberto Martorelli :
- Mercoledì 18 febbraio ore 17
Sala Conferenze del Baraccano – via S.Stefano 119
La Certosa: da sepolcreto etrusco a convento certosino”.
- Mercoledì 25 febbraio ore 17
Il camposanto bolognese quale luogo della memoria collettiva.
Dai grandi eventi nazionali alle piccole storie di vita”.
- Sabato 14 marzo, ore 15
Visite esterne - ritrovo ore 15,00 In Certosa presso l’ingresso principale del Cimitero (Chiesa), via della Certosa, 18, per vedere e commentare .
Chiostri, cappelle, monumenti ed epigrafi alla Certosa. Due secoli di storia bolognese”.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 892 volte

Inserito da redazione il Mer, 2009-02-11 09:33


Dal Governo Pontificio allo Stato unitario. 150 anni fa

Giovedì 12 febbraio 2009 alle ore 17, a Bologna  presso il Museo civico del Risorgimento (piazza Carducci 5) si svolgerà un incontro sul tema:
"Le Legazioni dal Governo Pontificio allo Stato Unitario"
con Alberto Malfitano dell’Università di Bologna.
L'iniziativa si svolge nell'ambito di una rassegna di eventi culturali promossa dal Museo e dal Quartiere Santo Stefano per celebrare i 150 anni dell’Annessione di Bologna all’Italia.
Il 12 giugno 1859, in seguito alle sconfitte subite dai Piemontesi e dai Francesi loro alleati durante la Seconda Guerra di Indipendenza, gli Austriaci, che con alcune migliaia di soldati sostenevano il traballante governo pontificio, dovettero sgomberare anche Bologna: la città si inseriva così all’interno del processo di unificazione nazionale che, nel giro di appena due anni (1859-1861), avrebbe portato alla fine di tanti Staterelli preunitari e alla proclamazione del Regno d'Italia.
Si trattò di un cambiamento radicale, che incontrò non soltanto favori ed entusiasmi da parte della popolazione di Bologna e della Romagna, ma anche l'ostilità del clero e di buona parte del mondo cattolico, nonché la diffidenza crescente del Partito d'Azione - repubblicani, garibaldini, democratici - che presto sarebbe sfociata in un'opposizione “di sinistra” verso i nuovi assetti di potere.
Info: museorisorgimento@comune.bologna.it 051.225583

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1013 volte

Inserito da redazione il Mer, 2009-02-11 08:22


Per Carlo Levi, una mostra a Bologna

A Bologna al Museo Ebraico, Via Valdonica, 1/5, dal 25 gennaio 2009 al 5 aprile 2009, mostra dedicata a
Carlo Levi. Il prezzo della libertà
La mostra si incentra sulla figura di Carlo Levi [Torino 1902–Roma 1975], intellettuale, scrittore e pittore: 25 dipinti su tela più alcuni disegni, lettere e documenti che danno il segno del suo forte impegno sui temi dell'antifascismo, delle leggi razziali, delle persecuzioni e che documentano in particolare il decennio 1933-1943. Oltre ai ritratti dei personaggi più noti dell'epoca, dai fratelli Rosselli, a Leone Ginzburg, a Vittorio Foa, il clima di quegli anni è evocato anche attraverso nature morte e paesaggi apparentemente "neutri", ma tali da costituire la testimonianza di come si potesse resistere all’oppressione e alla barbarie anche dipingendo.
Carlo Levi subì un destino di discriminazione e di emarginazione civile e politica: antifascista, e per questo imprigionato, fu mandato al confino in Basilicata; passato alla clandestinità, scampò fortunosamente alla deportazione.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1462 volte

Inserito da redazione il Gio, 2009-02-05 08:15


Le celebrazioni del 12 giugno 1859 a Bologna

Giovedì 29 gennaio 2009 alle ore 17 a  Bologna, presso il Museo civico del Risorgimento (piazza Carducci 5) si svolgerà un incontro sul tema:
Dal 1909 al 1959: le celebrazioni del 12 giugno a Bologna”
con Fiorenza Tarozzi dell’Università di Bologna e Otello Sangiorgi del Museo del Risorgimento.
Si tratta della prima iniziativa di una rassegna promossa dal Museo e dal Quartiere
Santo Stefano a 150 anni dell’Annessione di Bologna all’Italia.
La notte del 12 giugno 1859, in seguito alle sconfitte subite ad opera delle truppe franco-piemontesi a Palestro e Magenta, gli Austriaci, che con alcune migliaia di soldati sostenevano il traballante governo pontificio, dovettero sgomberare anche Bologna: la città si inseriva così, in maniera pacifica ma non meno memorabile, all’interno del processo di unificazione nazionale che, nel giro due anni (1859-1861), avrebbe portato alla formazione dello Stato Italiano.
La città profuse particolare energia nelle celebrazioni anniversarie del 12 giugno. In occasione del cinquantenario (1909), a quella data veniva intitolato l’ampio viale che congiunge Piazza dei Tribunali a Porta Castiglione.
Cinquant’anni più tardi, Bologna realizzava un grande convegno nazionale di studi storici che contribuì in maniera determinante a rinnovare la storiografia italiana del Risorgimento.
Oggi, in circostanze radicalmente mutate, è ugualmente importante rinnovare la memoria di quegli avvenimenti, perché anche in essi si collocano le radici del nostro presente.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1326 volte

Inserito da redazione il Lun, 2009-01-26 15:28


Giorno della Memoria a Bologna

GIORNO DELLA MEMORIA, PROGRAMMA DELLE INIZIATIVE A BOLOGNA
Il 27 gennaio 2009  si celebra il "Giorno della Memoria", istituito in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi di sterminio nazisti.
Ecco il programma delle iniziative istituzionali che si svolgono da domani, venerdì 23, fino a martedì 27 gennaio 2009 a Bologna.
Dal 15 gennaio fino al 28 febbraio 2009
Istituto Storico Parri Emilia Romagna
,
Via S. Isaia 18
Mostra documentaria
Oltre quel muro. La Resistenza nel campo di Bolzano 1944-45”

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 4496 volte

Inserito da redazione il Dom, 2009-01-25 07:23


Giorgio Morandi. Mostra a Bologna

Approda al MAMbo di Bologna la mostra di opere di Giorgio Morandi (1890-1964) che ha incantato New York, riscuotendo un grande successo di pubblico e critica nella sua prima tappa presentata all'interno della Lehman Collection del Metropolitan Museum of Art e conclusa il 14 dicembre scorso.
Nella nostra città sarà aperta dal 22 gennaio 2009 al 13 aprile 2009
La mostra, a cura di Maria Cristina Bandera e Renato Miracco, tra le più complete mai dedicate al maestro bolognese, presenta oltre un centinaio di opere: un corpus esaustivo che documenta il percorso e l'evoluzione espressiva dagli esordi dell'artista alla ricerca metafisica, fino alla dissolvenza della pittura degli ultimi anni.
La selezione effettuata dai curatori comprende lavori appartenenti, oltre che al Museo Morandi di Bologna, alle raccolte di studiosi e amici dell'artista, quali Roberto Longhi, Cesare Brandi, Lamberto Vitali, James Thrall Soby, Carlo Ludovico Ragghianti, Lionello Venturi, John Rewald.
Sono presenti anche dipinti acquisiti da collezionisti che entrarono in contatto con Morandi e che da subito seppero capirne il genio, come Boschi Di Stefano, Ghiringhelli, Giovanardi, Ingrao, Jesi, Jucker, Magnani, Mattioli, Plaza, Rollino.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 2350 volte

Inserito da redazione il Gio, 2009-01-22 08:50


Mostra in stazione

Giovedì 22 gennaio presso l'atrio della Stazione di Bologna inaugurazione della mostra intitolata "Paesaggi/Passaggi", dove saranno esposti, dal 22 al 26 gennaio 2009 , fotogrammi dal film "Tempo inverso. Bologna 2 agosto 1980/New York 11 settembre 2001" del regista Filippo Porcelli.
Realizzato nel 2008, il film è il risultato di un laboratorio permanente a cui partecipano studenti universitari italiani e della "University of California education abroad program Bologna.”
- Saranno presenti all'inaugurazione: Monica Donini (presidente dell'Assemblea Legislativa dell'Emilia-Romagna), Paolo Bolognesi ( Presidente Associazione tra i famigliari delle vittime della strage alla stazione di Bologna) e il regista Filippo Porcelli.
** Sabato 24 gennaio 2009 dalle ore 12.45 alle 14.00 nella sede di ARTEFIERA (Fiera di Bologna, Art Cafè, ammezzato 15-20), incontro intitolato
"Arte e memoria: il linguaggio artistico come strumento di trasmissione del ricordo"
parteciperanno Monica Donini, Paolo Bolognesi, il regista Filippo Porcelli, Julia Draganovic (direttore artistico del Palazzo delle arti di Napoli), Pier Luigi Sacco (Università IUAV, Venezia) e Paola Orlandini (conduttrice Art News ? Rai Educational) che coordinerà l'ncontro (AC)

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 884 volte

Inserito da redazione il Mar, 2009-01-20 09:15


Un bolognese arguto del '500, in un libro

Sabato 17 gennaio 2009 ore 17, presso l'Archiginnasio di Bologna, sala dello Stabat Materin occasione della ricorrenza del quarto centenario della morte di Giulio Cesare Croce
presentazione del libro
Giulio Cesare dalla Croce l'arguto bolognese
di Elisabetta Lodoli con i disegni di Federico Maggioni edito da Bononia University Press
Saluto di Virginiangelo Marabini, vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna
Intervengono gli autori e
Antonio Faeti, studioso di letteratura per l'infanzia
Ezio Raimondi, Presidente del Comitato Nazionale per il IV centenario della morte di Giulio Cesare Croce

Scritto in Bologna | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1136 volte

Inserito da redazione il Lun, 2009-01-12 19:29


Opuscoli memoriali al Museo del Risorgimento

- Sabato 27 dicembre 2008 - ore 10.30 presso il Museo Civico del Risorgimento  di Bologna (Piazza Carducci 5)
"Non omnis moriar: gli opuscoli in memoria dei caduti della Grande Guerra"
Con Otello Sangiorgi
Il sacrificio di un'intera generazione provocato dalla prima Guerra mondiale ebbe come esito anche la produzione di migliaia di opuscoli di necrologio dei caduti. Medici, ingegneri, avvocati... ma anche operai, infermieri e tantissimi studenti... attraverso quelle pagine i loro volti e loro voci continuano in parte a vivere, a non morire del tutto, nella memoria collettiva e in quella familiare.
- Domenica 4 gennaio 2009 - ore 11
Presentazione del dipinto Dimostrazione teorica delle quattro brigate di volontarj pontificj”
Con Otello Sangiorgi
Un grande acquerello su carta realizzato negli anni della Restaurazione, recentemente ritrovato e restaurato, mostra una rassegna militare immaginaria, che in realtà non si svolse mai né a Bologna né altrove. Ma i volontari pontifici, così fortemente derisi o vituperati dagli oppositori liberali e dalla stessa opinione pubblica, furono soltanto un “esercito di carta”?

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 892 volte

Inserito da redazione il Mer, 2008-12-24 06:10


Quel giorno in Montagnola. Una storia bolognese da ricordare

A Bologna, presso l'Oratorio San Filippo Neri, Via Manzoni 5
- giovedì 4 e venerdì 5 dicembre 2008,  ore 21
UNA GIORNATA PARTICOLARE IN MONTAGNOLA
8 Agosto 1848, cosa resta di una rivolta di popolo
di Maurizio Garuti
Interpreti
Vito e Luciano Manzalini
A cura della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna nel 160° anniversario dell'insurrezione contro gli Austriaci.
L'8 agosto 1848 fu  una giornata di gloria per Bologna e per tutti quei concittadini , nobili e popolani, uomini, donne e persino ragazzi, che  combatterono per liberare la città dagli  Austriaci accampati fuori le mura e in parte già entrati a spadroneggiare nel centro cittadino. A seguito di alcuni episodi di provocazione , scoppiò una  spontanea rivolta popolare  che riuscì ad avere la meglio contro truppe ben armate e organizzate. La battaglia decisiva avvenne proprio sulla Montagnola, per respingere gli austriaci entrati da Porta Galliera;  durò circa  tre ore  e vi persero la vita 59 bolognesi e 400 austriaci, compreso il comandante dell'artiglieria. Ma quella sera le campane bolognesi suonarono a festa, mentre gli occupanti si ritiravano  fuori dalla città. Nel 1903 venne eretto un monumento  sul luogo dove si svolse l'eroica battaglia.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1026 volte

Inserito da redazione il Lun, 2008-12-01 06:33


Incontri sulla Costituzione

1948 - 2008. LA COSTITUZIONE HA SESSANT'ANNI - ciclo di incontri. Il Quartiere Santo Stefano , con la collaborazione del Museo civico del Risorgimento e della Resistenza, per conoscere meglio la nostra Costituzione, anche in vista del rinnovo del Parlamento Europeo. ha ritenuto opportuno organizzare una serie d’incontri con esperti del mondo accademico e istituzionale per riflettere insieme sulle origini della nostra democrazia, per capire di più il presente e disegnare un possibile futuro comune.
Questo il calendario:
- Venerdì 14 novembre, ore 17.00
Nascita della Costituzione: dalla guerra alla Costituente
Partecipa: Alberto Preti Professore Storia Contemporanea Università di Bologna
- Venerdì 21 novembre, ore 17.00
La Costituzione degli uomini e delle donne
Partecipano: Giancarla Codrignani già Deputata al Parlamento e Diletta Tega Ricercatore Università di Milano.
- Lunedì 1 dicembre, ore 17.00
La cittadinanza e i diritti nelle Costituzioni italiana ed europee
Partecipano: Lucia Serena Rossi Prof. Ord. diritto Unione europea, direttrice CIRDCE Università di Bologna e Stefano Canestrari Preside Facoltà di Giurisprudenza Università di Bologna
- Venerdì 12 dicembre, ore 17.00
I diritti sociali e fiscali nella Costituzione
Partecipano: Marco Cammelli Prof.Ord. Dipartimento di Scienze Giuridiche Università di Bologna e Andrea Morrone Docente Costituzionalista Facoltà di Giurisprudenza Università di Bologna
Ingresso libero.
Info Comune di Bologna Quartiere Santo Stefano Servizio Cultura - tel. 051 301216  e-mail: ServizioCulturaSStefano@comune .bologna.it 

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 948 volte

Inserito da redazione il Gio, 2008-11-13 15:21


Archivio dei Monumenti ai Caduti della Grande Guerra

Monumenti italiani ai Caduti della Grande Guerra - Nasce l'Archivio online, nel sito www.monumentigrandeguerra.it.
E' stato presentato pubblicamente  mercoledì  12 novembre presso il Museo civico del Risorgimento di Bologna, piazza Carducci 5, anche come evento di  celebrazione del 90° anniversario della fine della Prima guerra mondiale (1918-2008). La Prima guerra mondiale lasciò in tutta Europa un'eredità di milioni di morti. In loro ricordo ogni città e ogni villaggio eresse segni memoriali, dando forma alla più capillare e diffusa campagna monumentale pubblica mai realizzata. L'Archivio on line "Monumenti italiani ai caduti della Grande Guerra" presenta la documentazione iconografica raccolta dal Museo Civico del Risorgimento di Bologna e dal Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto. Le finalità dell'iniziativa sono motivate dalla volontà di documentare il patrimonio storico-artistico che caratterizza il nostro paesaggio urbano a ricordo del grande lutto che seguì il primo conflitto mondiale e sottolinearne l'importanza civile e il valore di testimonianza culturale. La tecnologia utilizzata consente il continuo incremento e aggiornamento dell'Archivio, che auspichiamo possa avvalersi della collaborazione e del contributo di istituti culturali, associazioni e singoli cittadini.
Il nuovo sito raccoglie circa 4.000 immagini, scattate tra la fine della prima guerra mondiale e il 1940 , e sono di proprietà dei due Musei promotori dell'iniziativa
. Un motore di ricerca consente l'accesso alle schede e alle immagini.
(*) La foto in alto è del Monumento Nazionale di Roma, costruito tra il 1885 e il 1911 in memoria del re Vittorio Emanuele II e quindi noto come "Vittoriano". Nel grandioso complesso architettonico è compreso anche l'Altare della Patria , che dal 1921 conserva la salma di un soldato italiano sconosciuto , o "milite ignoto", scelto in rappresentanza dei tanti soldati  morti e dispersi su impervi campi di battaglia, che non poterono avere una sepoltura col proprio nome.

Scritto in Bologna | Storia. Locale e generaleleggi tutto | letto 3227 volte

Inserito da redazione il Mer, 2008-11-12 16:53


Moto bolognesi del Dopoguerra in mostra

Venerdì 14 novembre 2008 alle ore 17,30 il Museo del Patrimonio Industriale di Bologna, ex Fornace Galotti, via della Beverara 123, inaugura la mostra
Moto bolognesi del dopoguerra, la motorizzazione popolare 1946-1950”.
La mostra resterà aperta sino al 3 maggio negli orari di apertura del Museo (da martedì a sabato: ore 9-13; sabato e domenica: anche dalle ore 15 alle 18)
Dal 2 maggio è esposta una nuova auto O.S.C.A. al Museo; si tratta della 1600 SP (SP per sperimentale) con motore GTV, prodotta dai Fratelli Maserati nel 1963 e particolarmente concepita per la 24 Ore di le Mans.
Il patrimonio permanente visibile in questo museo è costituito da macchine, motori, modelli, apparecchiature tecnico-scientifiche, archivio cartaceo/fotografico e fondo librario dell'Istituzione Aldini-Valeriani del Comune di Bologna. Donazioni, lasciti, acquisti di macchine, utensili, altre apparecchiature tecniche, prodotti, libri, documentazione varia riferita ai settori produttivi di Bologna e del suo territorio. Plastici, modelli, exhibits realizzati dal Museo per l'attività espositiva e divulgativa.
La sezione didattica del Museo organizza e svolge il servizio educativo, adegua contenuti e metodologie alle esigenze didattiche dei diversi livelli di scolarità o a richieste specifiche, elabora ipotesi di lavoro e materiali di supporto. Ogni anno organizza un ampio programma di percorsi tematici e approfondimenti per adulti e attività di laboratorio e atelier per ragazzi, il cui calendario è leggibile e scaricabile dal sito sottoindicato.
Classi e gruppi organizzati possono accedere al Museo solo su prenotazione. Il servizio prenotazioni funziona: dal lunedì al sabato dalle ore 8,30 alle ore 12,30. In altro orario si prega di lasciare nome e recapito telefonico per essere richiamati.
Tel 0516356603 - fax 0516346053 e-mail: museopat@comune.bologna.it
(*) Foto e informazioni dal sito  www.comune.bologna.it/patrimonioindustriale

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1082 volte

Inserito da redazione il Mer, 2008-11-12 07:36


Giornate del lavoro. Incontri e proiezioni

Avrà inizio lunedì 17 novembre "Le giornate dedicate al lavoro" una settimana di eventi quotidiani nei quali intervengono presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna, poeti, scrittori, registi ed esperti che hanno fornito contributi originali sul tema del lavoro. Nelle serate di lunedì, martedì e mercoledì, presso la Cineteca di Bologna vengono, inoltre, proiettate pellicole anch’esse centrate sulle tematiche del lavoro. Gli interventi saranno coordinati da Michele La Rosa per  conto del Centro internazionale di Documentazione e Studi Sociologici sui Problemi del Lavoro dell'Università di Bologna (C.I.Do.S.Pe.L), promotore dell'iniziativa. Tutti gli incontri sono aperti al pubblico, e non solo riservati a studenti o addetti ai lavori.Il programma prevede :

Scritto in Bologna | Società oggileggi tutto | letto 2452 volte

Inserito da redazione il Mer, 2008-11-12 06:36


Uno ogni 7 ore. Morti sul lavoro

Venerdì 14 Novembre 2008, dalle ore 18,00 alle ore 20,00 a Bologna, presso la sede dell' Assemblea Legislativa Regione Emilia-Romagna Viale Aldo Moro, 50 - Sala C
presentazione del libro e incontro su
Uno ogni sette ore. Perchè di lavoro si muore” (Data news ed.) di Gianni Pagliarini e Paolo Repetto
Presiede Donatella Bortolazzi, Presidente di Gruppo in Assemblea Regione Emilia Romagna e firmataria e relatrice della legge regionale n. 6 /2008, istitutiva di un “Fondo per i figli di vittime di incidenti mortali sul lavoro”. Intervengono: Gianni Pagliarini e Paolo Repetto, Autori del libro, Mauro Alboresi e Massimo Ruffini. Lo stesso gruppo consiliare si è fatto promotore della distribuzione in questi giorni di un questionario sui problemi del lavoro, rigorosamente anonimo, con lo scopo di conoscere meglio le condizioni e i problemi delle lavoratrici e dei lavoratori della provincia di Bologna .
 Info Tel. 051 6395880  Fax 051 511331
e-mail dbortolazzi@regione.emilia-romagna.it

Scritto in Bologna | Società oggileggi tutto | letto 1792 volte

Inserito da redazione il Mar, 2008-11-11 07:20


Restauri e recuperi al Museo del Risorgimento

Restauri & Recuperi
In occasione delle prime domeniche dei tre prossimi mesi il Museo Civico del Risorgimento, piazza Carducci 5,  presenterà al pubblico una mini-rassegna dedicata ad opere restaurate nel corso degli ultimi anni. Per il Museo trovare fondi per il restauro è sempre più problematico, pertanto queste opportunità sono ritenute meritorie di essere presentate al pubblico.
Questo il programma:
- Domenica 2 novembre – ore 11
"Le “morti” di Anita:
Le opere di Bonaveri, Fabbi,Casanova"
Con Mirtide Gavelli, Mariella Gnani, Fiorenza Tarozzi
- Domenica 7 dicembre – ore 11
"Combattimento navale tra la flotta inglese e francese al Passo di Calais"

Con Mirtide Gavelli
Domenica 4 gennaio 2009 – ore 11
"Dimostrazione teorica delle quattro brigate di volontarj pontificj"

Con Luca Giovannini, Otello Sangiorgi
Info: Museo civico del Risorgimento Tel: 051-225583 ; 051-347592 (domenica)
Manifestazioni ad accesso libero e gratuito

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 957 volte

Inserito da redazione il Gio, 2008-10-30 05:41


Lingua "neolatrina" sotto esame in un libro di Maurizio Garuti

Presso la Libreria Feltrinelli, Via dei Mille 12, a Bologna sabato 1 novembre, ore 20,45
presentazione-spettacolo
del libro comico satirico  di
Maurizio Garuti    “LA LINGUA NEOLATRINA”
Visite guidate ai luoghi comuni dell’italiano del terzo millennio.
Ed. Pendragon
conVito, Ivano Marescotti, Luciano Manzalini, Giorgia Fava
- Sarà presente l'autore
In repertorio, i peggiori detti della nostra vita: Assolutamente sì, Audience, Authority, Autoreferenziale, Badante, Bagno di folla, Bella domanda, Bipartisan, Buco dell’Ozono, Card, Carinissimo, Casino, Cliccare, Comfort & optional, Comode rate, Consulente, Criticità, Cult, Da panico, Devastante, Devianza, Digitale terrestre, Di nicchia, Di tutto di più, Emergente, Fidelizzare, Fumo passivo, Gadget, Impatto sostenibile, Inestetismi, Input, In qualche modo, Intrigante, Io ciò tu ciài, Joint venture, Know-how, La madre di tutte le battaglie, Magazine, Media, Medie stagionali, Messaggiare, Mi fa morire, Mission, Monitorare, Mozzafiato, Navigatore satellitare, News, Nomination, Non si va da nessuna parte, Ogm, Onestà intellettuale, Opa, Operatore, Palle, Paranoia, Password, Piuttosto che, Politically correct, Pressing, Priorità acquisita, Punto, Qualità della vita, Quant’altro, Reality show, Ricaduta, Riciclaggio, Rottamazione, Satellitare, Serial killer, Servizi, Sfide, Sfiga, Sinergia, Speranza di vita, Sponsor, Stiamo lavorando per voi, Stilista, Strage sfiorata, Tangente, Target, Tasso zero, Televoto, Temperatura percepita, Tempo reale, Tipo, Trasversale, Trend, Tre per due, Troppo, Un attimino, Un tot, Valore aggiunto, Villette a schiera, Vincente, Vip, Virtuale, Visibilità, Vuvuvù.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1022 volte

Inserito da redazione il Mar, 2008-10-28 06:46


Amico Aspertini. Mostra in Pinacoteca

E'  in corso a Bologna, nella Pinacoteca Nazionale , in via Belle Arti 56 , una importante mostra  di pittura dedicata a
"Amico Aspertini (1474-1552). Artista bizzarro nell'età di Dürer e Raffaello"
L'arte visionaria ed espressionista di uno dei più eccentrici pittori del Cinquecento. Unico nella sua capacità di fondere il classicismo dominante in Italia con la tradizione nordica tedesca e fiamminga.
Nel bicentenario della Pinacoteca Nazionale, Bologna dedica una grande mostra, la prima monografica, al pittore Amico Aspertini (1474-1552) che segnò profondamente l'arte bolognese ed europea del suo tempo per originalità e singolarità di espressione.
La mostra è costituita da circa un centinaio di opere. Accanto ai lavori dell'artista, una quarantina di opere di grandi protagonisti coevi con cui Aspertini si confrontò artisticamente, come Dürer, Filippino Lippi e Raffaello. L'esposizione visitabile dal 27 settembre 2008 all' 11 gennaio 2009, dal martedì alla domenica dalle 9 alle 19, è stata prorogata fino al 26 gennaio.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 2055 volte

Inserito da redazione il Lun, 2008-10-20 06:09


Bologna nella Grande guerra . Un documentario storico.

Mercoledì 15 ottobre 2008 alle ore 17 presso il Museo civico del Risorgimento (Piazza Carducci), nell’ambito dell’ormai tradizionale “Festa della Storia”, e nell’anniversario del 90° della fine della prima Guerra mondiale, verrà presentato il documentario storico
La città rossa nella Grande Guerra”,
con la partecipazione di Angelo Varni dell’Università degli Studi di Bologna.
Il lungometraggio (durata 58’), per la regia di Alessandro Cavazza e Lorenzo Stanzani, è stato prodotto dal Comitato di Bologna dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano in collaborazione con il Museo civico del Risorgimento e
grazie al contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. Hanno inoltre fornito la propria gentile collaborazione la Cineteca del Friuli, l’Istituto Ortopedico Rizzoli e la Scuola di Teatro Colli.
Le vicende della città felsinea negli anni difficili della prima Guerra mondiale vengono ripercorse con ritmo serrato ed intensa partecipazione emotiva attraverso filmati e documenti dell’epoca: in particolare, lettere, fotografie e testimonianze dei soldati e delle loro famiglie, fatte rivivere anche grazie alla partecipazione di giovani attori. Le grandi battaglie, le trattative diplomatiche, le decisioni dei leader politici e militari degli opposti schieramenti fanno da sfondo sia alla quotidianità dei tanti soldati bolognesi impegnati al fronte (la nostra provincia contò 10.750 caduti in quella che fu definita “l’inutile strage”) che alle vicende ed alle difficoltà incontrate dalle loro famiglie. Un posto di rilievo è inevitabilmente dedicato al grande Sindaco socialista Francesco Zanardi ( foto in alto), neutralista convinto chiamato a gestire i problemi creati dalla guerra in una città trasformata in una grande retrovia, in cui il controllo e l’influenza da parte del potere governativo e militare si rivelarono progressivamente sempre più invasivi.

Scritto in Bologna | Storia. Locale e generaleleggi tutto | letto 1736 volte

Inserito da redazione il Lun, 2008-10-13 07:47


Viaggio tra i popoli antichi e diritti negati

Inizierà martedì 14 ottobre 2008 a Bologna e terminerà venerdì 31 ottobre a Mascarino ( Castello d'Argile), un ciclo di incontri intitolato "Dagli Appennini alle Ande. Viaggio tra popoli antichi e diritti negati", nuova iniziativa  nell'ambito del Progetto "Le formiche della Pace: donne insieme per un mondo migliore" a cura dell'Associazione Onlus "Le case degli Angeli di Daniele".
Gli appuntamenti sono diversi e diversificati negli argomenti e nelle modalità e prevedono conferenze, una mostra fotografica, una premiazione, una proiezione e un concerto,  per finire con una cena etnica il 31.
Il programma dettagliato è riprodotto dal depliant d'invito nel seguito di questo articolo. Il primo incontro si terrà
- martedì 14 ottobre, ore 17, a Bologna nella biblioteca di Vicolo Bolognetti 2, nel quartiere S. Vitale e sarà una conferenza della docente Carla Corradi Musi sul tema "Lungo la via dei simboli e dei miti nella tradizione sciamanica: dagli Appennini alle Ande".
- Seguirà sabato 18 alle ore 17, nella Sala Silentium di Vicolo Bolognetti 2 , l'inaugurazione della mostra fotograficaa di Francesca Minerva "Scatti d'autonomia: momenti di vita e di lavoro in terre zapatiste". Interverrà la curatrice sul tema "Seminare caffè, raccogliere dignità"
Alle 20,45 , nella stessa sala, proiezione del film "L'altro Messico" di Francesca Nava, accompagnata da letture teatralizzate.
** Gli altri incontri si svolgeranno lunedì 20, giovedì 23 (serata d'onore per Marisela Ortiz Rivera), sabato 25, lunedì 27 e giovedì 30 ottobre.
Collaborano all'iniziativa: Regione Emilia Romagna, Provincia, Università, i Comuni di Bologna, Sasso Marconi, Pieve di Cento e Castello d'Argile, e il Quartiere S. Vitale  di Bologna; inoltre, le Associazioni: Amnesty International di Bologna, Tatawelo di Firenze, Donne in nero di Bologna, Donne di sabbia di Torino, Maribel di Bergamo e Caracult di Bologna.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1037 volte

Inserito da redazione il Ven, 2008-10-10 05:30


Festa della Storia 2008, a Bologna e dintorni

Festa della Storia 2008, dal 11 al 19 ottobre.
Nei palazzi, piazze, strade, chiese, chiostri, teatri e sale di Bologna , del suo territorio e di altre località come Nonantola, Ravenna, Reggio Emilia, Varignana, si svolgono convegni, tavole rotonde, conferenze, spettacoli, mostre. Gli aspetti trattati sono quelli che fanno parte della vita quotidiana e che ci accomunano ai nostri predecessori qui come in tutto il mondo: la musica, l’alimentazione, lo sport, la moda, l’arte, la religione, la politica, la tecnologia. L'evento si snoderà anche lungo il portico di San Luca, un passamano di 90 bandiere: una catena umana, formata in larga parte da studenti, dal Meloncello alla Basilica, sabato 18, dalle 10 alle 13.
- Per conoscere nel dettaglio tutti gli eventi in programma consultare il libretto in allegato a questo articolo o  il sito internet
http://www.festadellastoria.it
"Un futuro per la storia e la storia per il futuro" questo è il tema portante della V Edizione della “Festa della Storia”. Con decine di eventi su alcuni degli argomenti più attuali e affascinanti della vicenda umana ogni partecipante è invitato a vivere l’emozione di riscoprirsi erede e protagonista della storia e a esercitare il diritto di conoscerla e coltivarla per vivere più responsabilmente il presente e progettare più consapevolmente il futuro.
Riconoscere ed apprezzare le eredità culturali e artistiche affidateci dalla storia è doveroso per un paese come il nostro al quale l’UNESCO attribuisce un patrimonio di incomparabile consistenza. Dalla sua conoscenza si può trarre l’impegno a preservarlo e ad arricchirlo accordando il futuro col passato.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1058 volte

Inserito da redazione il Gio, 2008-10-02 04:57


Nuovi corsi di dialetto bolognese 2008-2009

Il Teatro Alemanni , in collaborazione con Club Il Diapason (Info 334.6117726) ha pesentato in Palazzo d'Accursio il Programma dei Corsi di Dialetto Bolognese e la nuova Stagione 2008-2009 del Teatro Alemanni, sul cui palcoscenico, dal 5 ottobre al 19 aprile 2009, per 64 giornate si avvicenderanno 26 fra compagnie e gruppi teatrali per rappresentare 40 allestimenti fra commedie in dialetto bolognese, commedie in lingua, serate di cabaret e spettacoli musicali. 13 sono novità!
Fra queste, la prima volta di Pórta Spórta, un talk show tutto Made in Bulåggna, con personaggi della cultura, delle istituzioni, dello sport e dello spettacolo simpaticamente intervistati da attori del teatro bolognese.
Anche nella 26° Stagione di questo tempio del dialetto bolognese o per dirlo in maniera simpatica, dialettificio, il teatro non è tutto.
Ci sono le lezioni di buon dialetto che coinvolgono sempre più allievi, le ricerche su alcuni temi della cultura tradizionale delle nostre genti (vv. la raccolta delle preghiere popolari: Uraziån al Sgnåur, di prossima pubblicazione). E la collaborazione con il Gruppo di Educazione Stradale della Polizia Municipale per dei brevi flash pre-spettacolo domenicale sulla sicurezza dei cittadini dentro e fuori delle loro abitazioni.
E c'è…, nostro fiore all'occhiello "giù dal palcoscenico", il progetto Do you speak English? Ói! Mo a dscårr in Bulgnaiṡ, ovvero i Corsi di Dialetto Bolognese con il loro Primo, Secondo e Terzo Livello oltre a Sexpîr? Mo l é ròba da rédder!, gioco dialettale di improvvisazione teatrale condotto da Romano Danielli.
* Il calendario completo di queste attività lo potete consultare con il collegamento qui sotto indicato.
http://www.clubdiapason.org/08-09Alemanni/08-09cartellone.html 
e scaricarlo in formato pdf da quest'altro
http://www.clubdiapason.org/Alemanni.pdf
*** per i Corsi,qui potete vederne il progetto
http://www.clubdiapason.org/08-09corsi/08-09corsibo.html
e qui scaricarne la scheda d'adesione
http://www.clubdiapason.org/08-09Corsi-iscrizione.pdf

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1022 volte

Inserito da redazione il Gio, 2008-09-25 09:28


Civiltà dell'acqua, un convegno

Acqua e civiltà. Ovvero la civiltà dell'acqua. E' un tema che accompagna gli uomini  dai loro primi passi sulla terra e sul quale c'è sempre tanto da dire e da riflettere. Se ne parlerà quindi in un nuovo convegno a Bologna sabato 27 settembre, a Palazzo Zani, in via S. Stefano 56, per iniziativa promossa dalla Bonifica Renana e dal Soroptimist International d'Italia, Club di Bologna, che celebra i suoi 60 anni di attività, inserendosi così nell'ambito del tema scelto a livello nazionale nazionale "Pax per aquam".
Il convegno avrà inizio alle ore 9,30  con gli indirizzi di saluto dei promotori:
Giovanni Tamburini, presidente del Consorzio della Bonifica Renana, Silvana Benni,  Presidente del Soroptimist Club di Bologna e Rolando Dondarini, promotore della Festa della Storia, nel cui programma è inserita l'iniziativa
.
Seguiranno gli interventi di vari relatori , docenti qualificati nella materia , esperti e rappresentanti di Istituzioni che sovrintendono alla gestione del patrimonio idrico. Il programma dettagliato è leggibile nell'allegato in fondo a questo articolo e sui siti  www.soroptimistbologna.it  e   www.bonificarenana.it

Scritto in Acqua, un bene da salvare | Bolognaletto 2198 volte

Inserito da redazione il Mer, 2008-09-24 05:00


Il Festival delle corali a Villa Smeraldi

E' in corso da venerdì 19 settembre a venerdì 19 ottobre il VI Festival  della Corale Internazionale-Città di Bologna, con musiche  tra XX e XXi secolo , promosso e organizzato dalla corale Euridice, sotto la direzione artistica del maestro Pier Paolo Scattolin (in foto accanto).
Al festival partecipano corali provenienti da Finlandia, Svezia e Sicilia , oltre naturalmente alla Corale Euridice,  con concerti che si svolgeranno in varie sedi di Bologna, ma non solo. In particolare,  Villa Smeraldi, S. Marino di Bentivoglio ospiterà due dei concerti in programma:
- domenica 21 settembre ore 12, concerto-aperitivo con esibizione Del Turku Chamber Choir (vedi foto  in fondo all'articolo)
- domenica 28 settembre , ore 12, concerto aperitivo del Kalamos Ensemble di Messina ed Ensemble vocale "A. Ortolani" di Cefalù (vedi note su articolo Tradizioni musicali di Sicilia).
Il programma completo è leggibile nell'allegato in fondo a questo articolo , o sul sito www.coroeuridice.it 
La Società Corale Euridice è la più antica istituzione corale di Bologna. Nacque come coro orfeonico intorno al 1880 e si è trasformato nella prima metà del Novecento in coro polifonico.
Dal 1998 il Coro Euridice organizza, con cadenza biennale, il Festival Corale Internazionale “Città di Bologna”. Nella discografia più recente si segnalano “Per non dimenticare”, un'antologia di musica polifonica dal  rinascimento alla musica contemporanea, la Messa pro defunctis di M.E. Bossi e Alleluja Nativitas (editi da Tactus). Dal 1976 è diretto da Pier Paolo Scattolin.

Scritto in Bologna | Museo della Civiltà contadina S. Marino di Bentivoglioleggi tutto | letto 1489 volte

Inserito da redazione il Ven, 2008-09-19 08:51


Tradizioni musicali di Sicilia a Bologna

Sono  a Bologna in questi giorni, in occasione del Festival Internazionale delle corali promosso dalla bolognese Corale Euridice, alcuni gruppi che mantengono viva la musica, gli strumenti e le sonorità della tradizione, popolare e colta , della Sicilia nord orientale. Si tratta del Kalamos ensemble e dell'Ensemble vocale  "A. Ortolani"
- Kalamos ensemble
Formato da cinque giovani musicisti di Galati Mamertino – centro dei Nebrodi, in provincia di Messina, il Kàlamos Ensemble, con la consulenza dell’etnomusicologo Mario Sarica e in stretta collaborazione con il Museo di cultura e musica popolare dei Peloritani di villaggio Gesso (Messina), sta sviluppando da anni un originale progetto musicale centrato sulla riscoperta e valorizzazione dello strumentario siciliano di tradizione, con particolare attenzione alla famiglia dei fiati pastorali (ance e flauti), e sul recupero del canto popolare nelle sue espressioni più originali. Per quanto concerne lo strumentario, l’ensemble, oltre ad utilizzare la zampogna a paro, massima espressione organologica della tradizione pastorale della Sicilia nord-orientale (Peloritani e Nebrodi), e del flauto diritto di canna, semplice, ha recuperato, con assoluto rispetto filologico, l’uso del doppio flauto di canna, quasi del tutto estinto nell’uso e nella memoria organologica, e del triplo flauto, quest’ultimo ricostruito sulla base delle fonti iconografiche del Cinque e Seicento, e, ancora, del clarinetto semplice e doppio, anch’esso attestato marginalmente. Assieme ai flauti e alle ance pastorali, dalle remote e mitiche ascendenze mediterranee, il Kàlamos Ensemble, fa ricorso ad altri strumenti tipici della prassi musicale siciliana di tradizione orale, quali la chitarra, la citola,il mandolino e il tamburo a cornice.
Il gruppo è composto da:

Scritto in Bologna | Tradizionileggi tutto | letto 5110 volte

Inserito da redazione il Ven, 2008-09-19 05:28


Acqua ... cara acqua

Acqua, record per le bollette. Bologna la più cara in Italia
(articolo da www. repubblica.it
)
- Vivere a "pane e acqua" in passato era un sinonimo di povertà, ma tra qualche tempo si potrebbe rivelare quasi un lusso. E non solo per le nuove vette dei prezzi che pane e pasta hanno raggiunto ultimamente. A costare sempre di più è anche la semplice, naturale, limpida acqua, che sta diventando un bene sempre più prezioso. Non solo nei Paesi dove c'è penuria idrica, ma anche in nazioni come l'Italia, che ne ha in abbondanza. Da noi le tariffe idriche negli ultimi cinque anni sono aumentate di oltre un terzo e nell'ultimo anno sono cresciute ad un passo più rapido dell'inflazione. E in alcune città, come Bologna, i costi idrici si avvicinano ai massimi registrati a livello mondiale.
- Il rapporto. E' quanto emerge dal Rapporto internazionale sull'Acqua e sui costi nel 2007-2008, realizzata da Nus Consulting Group, che fornisce una panoramica sui costi idrici in Italia e in 14 paesi nel mondo. Nel nostro Paese, secondo l'indagine, le tariffe idriche - la fornitura presa a riferimento è relativa a un'attività commerciale con un consumo annuo previsto di 10.000 mc - sono aumentate in un anno dai 95,5392 centesimi di euro al metro cubo del 2007 ai 100,0323 cent/mc del 2008, mettendo a segno un rialzo del 4,7%, ben oltre il tasso inflazione (al 3,8%).
- Italia che vai, acqua che trovi. Nell'arco degli ultimi 5 anni, tra il 2003 e il 2008, i costi idrici sono aumentati addirittura del 35,4%. Ma l'acqua non costa allo stesso modo in tutto lo stivale. A Bologna, che è la città italiana con il costo più alto per approvvigionamento idrico, si pagano 188,25 cent/mc, quasi come in Germania che è la nazione più cara a livello mondiale. La tariffa del capoluogo emiliano è superiore dell'801,47% rispetto a Milano, la città con il più basso costo idrico (23,4885 cent/mc). Tariffe oltre la media si registrano anche a Palermo, Cagliari, Firenze e Torino. L'acqua a più buon mercato la si trova, invece, oltre che a Milano, anche a Venezia, Trieste e Genova.

Scritto in Acqua, un bene da salvare | Bolognaleggi tutto | letto 2313 volte

Inserito da redazione il Dom, 2008-08-31 04:32


Bologna sotterranea con Dante e l'Inferno

Tra le occasioni per conoscere Bologna  sotto terra non mancano anche quest'anno le singolari visite  guidate- spettacolo  della serie "Tra-Ghetto. L'Inferno di Bologna" organizzate a cura  dell'Associazione culturale  Società per azioni.

Gli appuntamenti proseguono per tutta l 'estate , nelle serate di venerdì fino a dicembre e anche al sabato nel periodo dal 19 luglio al 13 settembre 2008. Chi vuole imbarcarsi su Tra-Ghetto partirà da piazzetta Marco Biagi angolo via dell'Inferno alle ore 20,30. L'arrivo è sul molo di Piazza Minghetti, dopo avere attraversato il ventre misterioso della città lungo il percorso sotterraneo del torrente Aposa . In un'atmosfera coinvolgente, tra divertimento e drammaticità, si può scoprire come la commedia possa servire per apprendere e la tragedia agisca sull'inconscio e vivifichi i ricordi di dolori collettivi o personali.    Lo spettacolo-visita guidata consente al pubblico di vedere da vicino i sedimenti della storia di Bologna, mentre viene svelata la vera genesi della Divina Commedia, in un' atmosfera tra sogno e realtà. L'Inferno dantesco si confonde con via dell'Inferno, nel ghetto ebraico, dove i linguaggi della musica e del teatro creano emozioni, in un irreale viaggio dove tutto si mescola, nell'impeto delle acque del torrente Aposa. Dopo lo spettacolo i protagonisti di Tra-Ghetto concluderanno la serata a Cantina Bentivoglio, in piazza San Martino 4, dove sarà possibile approfondire gli argomenti trattati con libri e audiovisivi.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 3148 volte

Inserito da redazione il Dom, 2008-08-17 04:16

fonte XML