Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Bologna


Il Risorgimento a Villa Aldrovandi Mazzacorati

A Villa Aldrovandi Mazzacorati, via Toscana, 19 , Bologna
Festa degli editori, dei librai e delle istituzioni culturali
, dedicata a
Aspetti e vicende del Risorgimento in Emilia Romagna

Programma delle iniziative per le  3 giornate:
- venerdì 3 settembre, ore 16: Inaugurazione e apertura degli stand con la partecipazione del Coro giovanile “ Armonie senza fili”. Saluti delle autorità
Introduzione: Alberto Melloni (Comitato Nazionale Celebrazioni Centocinquantesimo) sul tema:
Il centocinquantesimo dell’Unità d’Italia”.
ore 18.30-20: presentazione di libri (vedi i titoli nell'elenco sottostante).
Ore 21
: Gran Ballo dell’Unità d’Italia ( Associazione 8Cento).
- Sabato 4 settembre, ore 9,30:
apertura.

Scritto in Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazionileggi tutto | letto 1413 volte

Inserito da redazione il Gio, 2010-08-19 08:21


2 agosto 1980, un giorno da non dimenticare

Trent'anni fa una bomba alla stazione di Bologna cambiò il destino di ottantacinque persone e segnò la vita di quanti, feriti o familiari delle vittime, sono sopravvissuti a quella tragica mattina. La città di Bologna non dimentica e, come ogni anno, il 2 agosto è la giornata dedicata al ricordo.
Per il 30esimo anniversario del 2 agosto 1980, gli studenti di Scienze della Formazione e di Scienze della Comunicazione, guidati da Filippo Porcelli, hanno elaborato un breve film dal titolo "10.25" per testimoniare la propria partecipazione consapevole alla città che sente ancora questa data come una cicatrice aperta, rimasta a segnare definitivamente la frattura tra un prima e un dopo.
Fino al 20 agosto la Sala d'Ercole di Palazzo d'Accursio ospita la mostra fotografica "Bologna e gli anni delle stragi". Foto scattate "sul campo", dagli stessi cronisti che in quegli anni lavoravano a Bologna: delle vittime, delle cerimonie funebri, delle manifestazioni pubbliche.
Per saperne di più: Rete Civica Iperbole

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 721 volte

Inserito da redazione il Dom, 2010-08-01 04:46


Serate al Museo ebraico

Rassegna: MEB Estate 2010 Dal 20 luglio 2010 al 29 luglio 2010
Le serate del MEB Estate Duemiladieci, organizzate dal Museo Ebraico di Bologna, costituiscono ormai un vero e proprio punto di riferimento nell'estate bolognese; ma lo spirito, l'identità e in particolare la qualità delle proposte artistiche da sempre ne decretano il successo.
Quest'anno il programma è incentrato su alcuni eventi musicali nei quali il repertorio popolare e tradizionale della musica klezmer viene reinterpretato in chiave jazz, e sulle visite guidate, che offrono l'opportunità di conoscere simboli e luoghi della tradizione ebraica.
Gli appuntamenti si svolgono nella suggestiva cornice del cortile del museo.
I titoli delle serate, curate da Vincenzo Maugeri :
Sotto le Ali del Talleth. Simboli e luoghi della tradizione ebraica. Lampade e luci (il 20)- Keshet Klezmer Ensemble (il 21) - Giovanni Cifariello & the Klezmer Jazz Quartet (il 27)  - Sotto le ali del Talleth. Simboli e luoghi della tradizione ebraica tra casa e sinagoga (il 28) - Klezmer night con Gabriele Coen Quintet (il 29). Per maggiori informazioni:
www.museoebraicobo.it

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 846 volte

Inserito da redazione il Gio, 2010-07-22 07:27


Bologna dell'acqua e della seta, da vedere

Apertura straordinaria del Museo del Patrimonio Industriale di Bologna, via della Beverara, (ex fornace Gallotti)
Doppio Appuntamento serale per i giovedì d'estate
Per tutta l'estate, in occasione dell'iniziativa Di sera con le Muse, ogni giovedì sera fino al 16 settembre (eccettuati i giovedì 12 e 19 agosto), il Museo effettua un'apertura straordinaria dalle 19:30 alle 23:00, proponendo un doppio appuntamento alle 19:45 e alle 21:45 con una visita guidata dedicata alla Bologna dell'acqua e della seta.
Un affascinante percorso alla scoperta dell'antica Bologna dell'acqua e della seta permetterà di ricostruire – attraverso plastici, modelli funzionanti, filmati ed exhibit – la storia della città tra XV e XVIII secolo, quando l'acqua costituiva un elemento dominante del paesaggio urbano e la città si affermava in Europa con la produzione di filati e veli di seta.
Un complesso sistema idraulico artificiale – costruito a partire dal XII secolo e composto da chiuse, canali e chiaviche – era prevalentemente utilizzato per distribuire a rete l'acqua permettendo il funzionamento di numerosi opifici.
Tra questi spiccava il mulino da seta “alla bolognese” (di cui in Museo è presente un modello in scala 1:2 funzionante), impiegato per la torcitura del filo di seta dal quale si poteva ottenere il velo, prodotto che rese celebre Bologna per oltre quattro secoli, che fu ampiamente commercializzato in tutta Europa e spesso riprodotto nell'iconografia occidentale.
L'abbondanza della risorsa idrica, unita all'alta tecnologia raggiunta dai mulini da seta, permise così ad una città, non dotata di significativi corsi d'acqua naturali, né di uno sbocco sul mare, di recitare un ruolo da protagonista nel panorama della proto-industria europea e del grande commercio internazionale fino alla fine del XVIII secolo.

** L'ingresso al Museo e la visita guidata sono gratuiti.
Per informazioni: telefono 051.6356611   www.comune.bologna.it/patrimonioindustriale

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 922 volte

Inserito da redazione il Gio, 2010-07-22 06:41


Visite guidate a Palazzo Maccaferri, con bis

2 visite guidate serali a PALAZZO MACCAFERRI, rifugi bellici e comandi militari nei sotterranei di Bologna
- Mercoledì 14 e 28 luglio 2010
grazie alla sinergia tra Ascom e l’Associazione Amici delle Vie d’Acqua e dei Sotterranei di Bologna, sarà possibile riscoprire insolite e interessanti realtà artistiche e storiche della città. Attraverso la visita guidata di Palazzo Maccaferri, vi sarà la possibilità d’entrare nel cuore della città, in quella parte di Bologna che “non si vede alla luce del sole”.
Si visiterà il teatro e il grande salone delle feste.
Si passerà poi a visitare la grande ghiacciaia o neviera, che risale al ‘500 e faceva parte della Rocca di Galliera. Questi ambienti vennero poi riutilizzati nel periodo bellico come rifugio privato.
Infine si visiterà il rifugio bellico conservato all’interno del Garage del Pincio.
Prezzo per persona: Euro 10
* Ritrovo: ore 19.45 davanti a “I Portici Hotel” – Via Indipendenza 69, Bologna . Durata: 2 ore circa . Modalità di prenotazione: N° VERDE 800-856065 Tel: 051-6335093
Mail: info@bolognaicoming.it
Si specifica che all’atto della prenotazione verranno richiesti il nome e il cognome del “prenotante”, il numero dei partecipanti e un recapito telefonico. Pagamento e ritiro voucher:
I clienti si dovranno presentare entro 48 ore prima della data della visita (quindi lunedì 12 e 26 luglio) in Piazza Maggiore per il saldo del corrispettivo relativo al servizio.
*** Post scriptum Visto il successo delle prime due visite e le richiesta,  le visite saranno  ripetute lunedì 26, martedì 27 e mercoledì 28 luglio

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1169 volte

Inserito da redazione il Ven, 2010-07-09 17:32


Cinema sotto le stelle, con Fellini

Sotto le stelle del cinema 2010 riparte in Piazza Maggiore a Bologna, con la lettura che Fellini fa del mito-icona Casanova; mentre prosegue, fino alla fine del mese, al MAMbo, la bella mostra Fellini.
Dall’Italia alla luna,
si è pensato di mostrare una selezione dei suoi film,
alcuni scelti tra i più recenti e altri tra i più antichi, per mostrare in piazza, al più vasto pubblico possibile, la modernità, l’ironia, il genio di quest’artista che l’Italia contemporanea, da lui così lucidamente prevista e sbeffeggiata, sembra voler dimenticare.
Il programma di tutte le serate prossime è leggibile sul sito
http://www.cinetecadibologna.it/Sotto_stelle_cinema_2010
L’omaggio a Fellini, arricchito dalla presenza di ospiti eccellenti, come il cantautore Vinicio Capossela e la mitica Anita Ekberg- scrivono i curatori Giuseppe Bertolucci e Gian Luca Farinelli - ci ha portati con naturalezza a un altro omaggio, quello a Tonino Guerra, poeta e scrittore, sceneggiatore tra i più rilevanti del cinema internazionale. Collaboratore, tra gli altri, di Fellini, Antonioni, Tarkovskij, Angelopoulos, avremo l’onore di accoglierlo nella serata di Amarcord (e forse saremo più numerosi che per il Gattopardo!).

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 795 volte

Inserito da redazione il Mar, 2010-07-06 15:40


Ai musei di Bologna con le Muse

VISITE GUIDATE DI SERA CON LE MUSE AL MUSEO DELLA MUSICA
Dal 29 giugno 2010 al 14 settembre 2010 Museo Internazionale e Biblioteca della Musica - Strada Maggiore, 34 , Bologna
Quest'estate i musei cittadini saranno palcoscenico serale per spettacoli di danza e teatro, concerti, ricostruzioni storiche e laboratori per bambini, ma anche insolite vetrine dei loro stessi tesori d'arte, raccontati e spiegati attraverso visite guidate speciali e conferenze a tema, in gran parte ad ingresso gratuito.
Nell'ambito di questa iniziativa, il Museo della musica rimarrà aperto tutti i martedì sera dalle 20.30 alle 23.30: un'occasione unica per una visita fuori dall'ordinario ad un orario inconsueto ed affascinante.
Nell'ambito del ciclo di iniziative Di sera con le Muse inserito nel programma di Bologna Estate 2010 . Per il programma completo , con date e contenuti, vedi
http://www.eventi-bologna.it/eventi.php?id=4158 e www.museomusicabologna.it
** Di sera con le Muse
L'estate bolognese diventa una festa della cultura: grazie alla collaborazione fra Area Cultura del Comune di Bologna e numerosi enti, pubblici e privati, tutta la città, ed il suo territorio, aprono le porte dei loro musei, di sera.
I vari programmi dei diversi musei sono scaricabili dal sito del Comune di Bologna:
http://www.comune.bologna.it/cultura/eventi.php?action=feature&featureId=35204

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 812 volte

Inserito da redazione il Lun, 2010-07-05 19:16


2 giugno Festa della Repubblica

2 giugno - Festa della Repubblica
Per celebrare la Festa della Repubblica, a Bologna sono in programma le seguenti iniziative:
- Martedì 1 giugno
* Alle 21, al Teatro Manzoni - via de' Monari 1/2 -
Concerto della Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna.
- Mercoledì 2 giugno

* Alle 10.30, piazza del Nettuno, la cerimonia di deposizione di corone al Sacrario dei Caduti.
* Alle 11.20, in piazza Maggiore l'Alza Bandiera. Inno Nazionale - Inno Unione Europea.
* Alle 11.35, Lettura dei messaggi e celebrazione ufficiale.
* Alle 12, il Concerto della Banda Militare.
* * Nel Quartiere Reno si svolge la tradizionale manifestazione "Reno in festa... della Repubblica". L'appuntamento è al Centro sportivo comunale Barca in via Raffaello Sanzio 6.
Per maggiori informazioni e programma:
www.comune.bologna.it/quartierereno

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 732 volte

Inserito da redazione il Mar, 2010-06-01 17:50


Memorie storiche di Bologna in digitale

"La Memoria di Bologna" è l'accesso unico ad alcuni lavori digitali dedicati a momenti fondamentali della storia della città, realizzati dal Comune di Bologna negli ultimi anni.
Si è cercato di dare voce, attraverso i monumenti che li ricordano, ai caduti bolognesi che persero la vita nella Grande Guerra e nella Resistenza, nonché alle vittime della strage di Monte Sole.
I relativi data base, che riportano le biografie, gli episodi, le battaglie sono presentati in modo dinamico e facilmente accessibili grazie a Iperbole; ogni documento multimediale - foto, video, audio, testo - sugli eventi del secolo scorso, è stato messo on line ed è quindi a disposizione di chiunque sia interessato alla conoscenza storica, fino all'indagine più approfondita.
Particolarmente accattivanti le ricostruzioni in 3D di Piazza Maggiore, con il Sacrario dei Partigiani di Piazza Nettuno, nonché del Sacrario dei Partigiani e del Sacrario della Prima Guerra Mondiale alla Certosa di Bologna.
Quest'ultimo complesso monumentale, oggetto di un notevole lavoro di indagine, è anche presente con il modello 3D e il data base del Chiostro III. In questa sezione si possono vedere, oltre alle biografie dei defunti, anche quelle degli artisti che, impreziosendo con le loro opere i monumenti funerari, hanno reso unica questa parte della Certosa di Bologna, ed è quindi un affresco sulla produzione artistica dell'intero '800 bolognese.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 962 volte

Inserito da redazione il Mar, 2010-06-01 17:45


L'antico acquedotto romano in mostra

Dal 29 maggio al 13 giugno, a Bologna, nella sede dei Consorzi dei Canali di Reno e Savena (via della Grada 12), si tiene la mostra
"Gli antichi acquedotti di Bologna, le nuove scoperte, i nuovi studi".
L'esposizione è curata dal Gruppo Speleologico Bolognese e dall'Unione Speleologica Bolognese, col contributo della Federazione Speleologica Regionale e dei Consorzi dei Canali di Reno e Savena.
* La mostra è aperta nei seguenti orari: sabato 29 maggio dalle 15 alle 19 - tutti gli altri giorni dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.
Speleologi divisi in due associazioni ma sempre uniti nelle esplorazioni.
L’unità dei due gruppi speleologici bolognesi oggi si coglie anche sul web. Con un unico sito: www.gsb-usb.it
Ecco come la passione degli speleologi bolognesi può portare a risultati scientificamente utili.
La speleologia bolognese è interpretata da una novantina di appassionati che appartengono a due gruppi, GSB (Gruppo Speleologico Bolognese) e USB (Unione Speleologica Bolognese), divisi, ormai, soltanto per la data di nascita, perché da qualche decennio sono abituati a operare con unità d’intenti. Così come racconta, in modo esemplare, la straordinaria indagine fatta sull’acquedotto romano e sulle altre opere idrauliche tardomedievali e rinascimentali di Bologna, che oggi si esprime in questa mostra e nelle due pubblicazioni, una a carattere scientifico e l’altra con spirito divulgativo, che si affiancano alla rassegna.
A vantare maggiore anzianità è il Gruppo Speleologico Bolognese che è vicino all’ottantesimo compleanno, essendo stato costituito nel 1932 da Luigi Fantini (1895-1978).
L’Unione Speleologica Bolognese è nata, invece, nel 1962, dalla fusione di due piccole realtà, il Gruppo Speleologico Duca degli Abruzzi e la Pattuglia Speleologica Scouts.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1286 volte

Inserito da redazione il Mar, 2010-06-01 06:45


Luce sulle tenebre. Tesori nascosti dalla Certosa in Mostra

- Venerdì 28 maggio, ore 17 , a Bologna, presso la sede della Fondazione CaRisBo, Casa Saraceni, via Farini 15
inaugurazione della mostra
Luce sulle tenebre. Tesori preziosi e nascosti dalla Certosa di Bologna
Mostra  aperta dal 29 maggio al 11 luglio, divisa in tre sedi: Museo civico del Risorgimento - Piazza Carducci 5- Palazzo Pepoli Campogrande - via Castiglione 7 - Casa Saraceni - via Farini 15
Ingresso gratuito. In allegato il programma completo.
La mostra, promossa dall'Istituzione Musei Civici del Comune di Bologna e dalla Fondazione CaRisBo, con la collaborazione di numerose istituzioni cittadine e in particolare della Soprintendenza ai Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici, è curata da Beatrice Buscaroli e Roberto Martorelli. L'esposizione si articola in tre diverse sedi: Palazzo Pepoli Campogrande, dove sono esposte opere provenienti dalla necropoli etrusca e dal convento certosino; Casa Saraceni, che vede l'allestimento di opere e documenti sul cimitero dalla fondazione ad oggi, e il Museo civico del Risorgimento, con l'esposizione "Pasquale Rizzoli scultore liberty a Bologna"
Scopo della triplice mostra è portare alla vista del pubblico una significativa selezione del patrimonio d'arte e di storia, spesso esposto per la prima volta, stratificato nel corso di molti secoli nel complesso monumentale della Certosa, prima necropoli etrusca tra VI e IV secolo a.C., poi convento certosino dal 1334 al 1796, infine cimitero dal 1801 a oggi.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 922 volte

Inserito da redazione il Lun, 2010-05-24 04:27


Nuove tecnologie per conoscere la storia della Grande Guerra

Lunedì 24 maggio, alla Biblioteca Zambeccari del Liceo-Ginnasio "Galvani" (Via Castiglione, 38), Bologna
Quando il Piave mormorava... La comunità del Galvani e la Grande Guerra.
Il Museo civico del Risorgimento e l'Istituzione Musei del Comune di Bologna, in collaborazione con il Liceo Galvani, il CINECA e Concordia Graphics, propongono una giornata di approfondimento sulle nuove tecnologie al servizio della comunicazione storica, con possibilità di sperimentare in prima persona le nuove soluzioni offerte dal mercato attuale.
- Vengono proposte due sessioni di lavori:
una nella mattinata, riservata agli studenti del Liceo-Ginnasio Galvani, e una nel pomeriggio, dalle 15 alle 18, aperta alle famiglie e a tutti i cittadini.
Verranno presentati una serie di progetti altamente innovativi, messi a punto recentemente dalla sinergia tra gli organizzatori: in primo luogo la digitalizzazione in 3D della collezione di fotografie stereoscopiche conservate dalla scuola, realizzate negli anni della Grande Guerra dalla ditta Marzocchi ed utilizzate nel decennio successivo come arma di propaganda dal nascente regime e come leva per la sacralizzazione degli eventi bellici legati in modo specifico agli ex-allievi del Liceo caduti in guerra.
A seguire, verrà presentato il progetto Monumenti che parlano - La Memoria di Bologna, curato dall'Istituzione Musei Civici di Bologna in collaborazione con il Museo civico del Risorgimento. In particolare saranno presentati e pubblicati on line i risultati della collaborazione tra il Liceo Galvani e il Museo del Risorgimento, una collaborazione che ha avuto come risultato il recupero e la digitalizzazione del fondo dell'archivio storico del Liceo Galvani relativi al periodo della Grande Guerra: lettere, documenti manoscritti e dattiloscritti, ritratti,  materiale a stampa che dal 24 maggio saranno liberamente a disposizione del pubblico.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1252 volte

Inserito da redazione il Sab, 2010-05-22 06:11


Acqua libera tutti

- giovedi' 20 maggio 2010 nell' Aula Magna - Ex Convento di Santa Cristina, via del Piombo 5, Bologna
Acqua libera tutti”
Iniziativa promossa dalle Associazioni MUSA e COSPE insieme ad altre associazioni del territorio per ribadire il concetto di acqua come diritto.
- ore 18.00/23.00: Raccolta firme per la Campagna Referendaria L'acqua non si vende
Banchetti informativi a cura delle associazioni
- ore 18.00/20,30: Musica di Duoconpedrini e Duoconpoderini
Banchetto di piante aromatiche
- ore 20,30:T estimonianze dirette, documenti, crisi idriche: Acquedotto e ricostruzione.
L'acqua nella bassa” Spettacolo di S. Mazzoni e M. Pancaldi (in versione ridotta).
A seguire, interventi di:
Emilio Molinari, Comitato Italiano Contratto Mondiale dell'acqua. “La situazione mondiale, europea e nazionale sul diritto all'acqua”
-Proiezione del video “Acqua alla gola” sulla esperienza del Comitato difesa acqua pubblica di Aprilia.
Andrea Caselli,
CGIL/Comitato Referendario Regionale Emilia Romagna: “La situazione locale e primi risultati della Campagna Referendaria L'acqua non si vende”.
- Dibattito -- Proiezione video “Le acque” di Chenini di E. Mereghetti
Per informazioni: Cospe Via Lombardia 36 Bologna tel. 051-546600 Fax. 051-547188

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 737 volte

Inserito da redazione il Mar, 2010-05-18 07:01


Rimessa in gioco. In un libro

- giovedì 20 maggio ore 21 alla Libreria Coop Ambasciatori, via Orefici 5, Bologna
presentazione del nuovo romanzo di Maurizio Garuti
Rimessa in gioco Pendragon Editore. Genere: thriller
Ivano Marescotti leggerà brani del libro.
Un calciatore, ormai ex. Un’ascesa rapida dai campi di periferia alla serie A. Il denaro, il successo. Un grave incidente di gioco, l’abulia, l’incapacità di reggere lo stress agonistico. La fuoriuscita dal sistema, la deriva. Poi, come una palla dal rimbalzo fortuito, l’occasione illecita per rifarsi una vita e riconquistare la donna amata. Una trama avvincente, in una Bologna avida e impassibile.
.www.mauriziogaruti.it

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 750 volte

Inserito da redazione il Mar, 2010-05-18 06:44


Idee per l'Europa a Bologna

Blueuropa e Idee per l’Europa, un concorso e uno spazio per conoscere le opportunità europee
Sabato 8 maggio 2010,
in occasione della Festa dell’Europa 2010, la Regione Emilia-Romagna (Giunta ed Assemblea legislativa), in collaborazione con la Provincia di Bologna e il Comune di Bologna, sarà presente in Bologna
Piazza Re Enzo dalle 10.00 alle 19.00 con Blueuropa, uno spazio dedicato ai cittadini per informarli sulle opportunità che l’Europa offre alla nostra regione per il lavoro, la formazione, la ricerca e l’ innovazione.
Diverse le iniziative previste nell’arco della giornata e nei giorni che la precedono.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 769 volte

Inserito da redazione il Mar, 2010-05-04 14:36


5 maggio 1860: parte la spedizione dei Mille

Martedì 4 maggio 2010 ore 16,30
Sulla rotta di Marsala: i 150 anni della Spedizione dei Mille

Nel 150° anniversario dell'Unità d'Italia il Museo del Risorgimento di Bologna sta realizzando un'ampia serie di manifestazioni che permettano di ricordare e rievocare gli anni che portarono all'Unificazione del paese. In programma per martedì:
- Canti dei volontari e dei garibaldini: Addio mia bella addio, La bandiera dei tre colori, La bella Gigogin, Bel uselin del bosch, Inno di Garibaldi, Stornelli siciliani e d'autore
- Letture
a cura dell'Associazione “Il Leggio”
- Presentazione del volume “Garibaldi: orizzonti mediterranei, La Maddalena”, Paolo Sorba ed., 2009, con la partecipazione di Annita Garibaldi Jallet e Mirtide Gavelli
- Degustazione di vino Marsala e “biscotti Garibaldi”
offerti dall'Enoteca Italiana e dalla casa vinicola Florio
- Interverrà Annamaria Cancellieri, Commissario straordinario del Comune di Bologna
La Spedizione dei Mille, che aprì la strada alla proclamazione del Regno unificato, prese l'avvio nella notte tra il 5 ed il 6 maggio 1860 dagli scogli di Quarto, vicino a Genova.
Cantata e celebrata per decenni, la Spedizione ha poi subito la stessa sorte di altri eventi del nostro Risorgimento, ed è oggi ben poco conosciuta nelle sue reali vicende.
Il nostro museo, in collaborazione con il Comitato di Bologna dell'Istituto per la Storia del Risorgimento italiano, la ricorderà nel pomeriggio del 4 maggio 2010, con una scaletta che prevede la partecipazione di appassionati e “volontari”:
** In foto: Garibaldini di Cento che parteciparono alla spedizione

Scritto in Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazionileggi tutto | letto 2283 volte

Inserito da redazione il Gio, 2010-04-29 05:59


Per riscoprire la Bologna dell''800

Visita Guidata
Vivere a Bologna nell'Ottocento
per la Rassegna: Appuntamenti al Museo del Patrimonio Industriale 2009-2010,
Bologna, Via della Beverara, 123
- domenica 25 aprile 2010 ore 16 (gratuito)
Il XIX secolo ha rappresentato per Bologna un'epoca di profondi mutamenti sociali, urbanistici, economici e storici che hanno modificato radicalmente l’aspetto della città, le abitudini e i modi di vita dei bolognesi.
L’occupazione napoleonica e la successiva restaurazione pontificia portano al collasso definitivo l’industria della seta, per secoli punto di forza dell’economia cittadina, costringendo la città a ripiegarsi in un’economia legata alla trasformazione di prodotti agricoli e a ricercare nuove forme di produzione sul modello della Rivoluzione Industriale.
I primi importanti segnali di rinascita si avvertono intorno agli anni Cinquanta quando vengono organizzate alcune importanti Mostre artigiane e industriali di respiro regionale e nazionale, mentre comincia ad operare con sempre maggiore efficacia l’Istituzione Aldini-Valeriani, il cui modello educativo si rifà alle più importanti scuole tecniche europee.
L’unificazione nazionale, nel 1860-’61, fa assumere all’appena edificata stazione ferroviaria il ruolo di nodo commerciale strategico tra Nord e Sud della penisola.
Contemporaneamente, il Comune promuove lavori pubblici destinati a modificare l’assetto del centro storico, aprendo – ad esempio – la spaziosissima Via Indipendenza, abbellendo i palazzi del governo e altri luoghi di pubblico decoro. La città affida in gestione a concessionarie private la rete di illuminazione a gas, avvia le prime tramvie a cavalli e ripristina l’antico acquedotto romano nel 1881. Altri interventi interessano gli impianti fognari, le nuove sedi del macello e dei mercati alimentari.
Nascono le prime grandi officine meccaniche dislocate fuori dalla cerchia muraria trecentesca: Calzoni, De Morsier e Barbieri a Castel Maggiore, antesignane del futuro distretto meccanico del XX secolo.

** Per maggiori informazioni per questa e altre iniziative: Museo del Patrimonio Industriale. tel. 051 6356611
www.comune.bologna.it

Scritto in Bologna | Storia. Locale e generaleleggi tutto | letto 1436 volte

Inserito da redazione il Sab, 2010-04-24 04:04


2 Mostre sul colera a Bologna e altre epidemie

Per la XII Settimana della cultura, tra le varie iniziative in programma a Bologna, nel palazzo  dell'Archiginnasio, piazza Galvani 1,  sono state allestite 2 mostre che resteranno aperte  a lungo, per l'interesse storico- documentale  che rappresentano:
- “1855 Cholera morbus. Società e salute pubblica nella Bologna pontificia(*)
dal 20 aprile 2010 al 21 agosto 2010.
Orario: da lunedì a venerdì ore 9-19,00, sabato 9-14,00, festivi chiuso. Agosto: lunedì-sabato 9-14

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1278 volte

Inserito da redazione il Sab, 2010-04-17 16:46


Mulini, canali e comunità della pianura bolognese tra Medioevo e Ottocento. Un libro

Mercoledì 14 aprile 2010, ore 17,30 a Bologna presso la Biblioteca Sala Borsa, in Sala Biagi, verrà presentato il volume
"Mulini, canali e comunità della pianura bolognese tra Medioevo e Ottocento" Ed. Clueb, 2009.
In programma i saluti di
Maura Pozzati, Assessore Cultura Provincia di Bologna, e di Eugenio Riccomini, Presidente Istituzione Musei del Comune di Bologna. Seguiranno  e gli interventi di Roberto Finzi, dell'Università di Bologna e Alberto Guenzi, dell'Università di Parma.
Moderatore: Fabrizio Sarti, presidente dell'Istituzione Villa Smeraldi-Museo della civiltà contadina. Saranno presenti gli autori e i curatori dell'opera, tra i quali anche alcuni soci e collaboratori del nostro Gruppo di Studi Pianura del Reno.
** Finora  molto era stato scritto degli antichi  mulini ad acqua presenti in città e in collina, ma mancava uno studio sui mulini della pianura. Ora la lacuna è stata colmata.
Il libro è il frutto di un ampio programma di ricerche storiche promosso dal Museo della civiltà Contadina di S. Marino di Bentivoglio, condotte negli anni scorsi da un folto gruppo di studiosi di storia locale, coordinati dai docenti del Dipartimento di Medievistica e Paleografia dell'Università di Bologna, Paola Galetti e Bruno Andreolli. Le relazioni degli studiosi erano state presentate tra ottobre e novembre 2007 nel corso di 3 Giornate di Studio svoltesi a Galliera, Medicina e Sala bolognese, dedicate alle aree territoriali in cui era stata distinta la ricerca: pianura centrale, pianura orientale e pianura occidentale.
Il volume, edito grazie al coordinamento di Antonio Campigotto, presenta un nutrito indice di contributi, che vanno dalla prefazione di Paola Galetti e dalle note di sintesi e di presentazione delle 3 coordinatrici di area, Magda Barbieri, Lorella Grossi e Patrizia Cremonini, alle relazioni di studio di carattere generale sulle “Acque e mulini tre Età Medievale e Moderna” di Paola Galetti, e su “Il mulino ad acqua tra storia e letteratura. Spunti” di Bruno Andreolli. Seguono quindi le relazioni su aspetti specifici documentali, storici, economici e sociali e sulla attività dei singoli mulini in relazione al loro territorio e alla vita delle comunità servite. Lungo è l'elenco dei titoli e dei luoghi, che si riporta qui integralmente per dar l'idea della complessità e dell'importanza del lavoro svolto.

Scritto in Area Metropolitana - ex Provincia | Bolognaleggi tutto | letto 2669 volte

Inserito da redazione il Ven, 2010-04-09 05:54


Vie d'acqua in video

Vie d’acqua della pianura bolognese - Video presentazione
- mercoledì 14 aprile 2010, ore 17. a Villa Mazzacurati, S
ala del Teatro
1763, via Toscana 19, Bologna
17.00
Saluto dei presidenti delle associazioni
17.20 Vie d’acqua della Bonifica Renana nella pianura - Giovanni Tamburini, presidente del Consorzio
17.45
Breve storia dell’assetto idraulico del territorio - Alessandra Furlani,
responsabile comunicazione del Consorzio
18. 30
Illustrazione della visita agli impianti storici di Saiarino (Argenta FE) e all’Ecomuseo di Argenta (prevista per sabato 8 maggio 2010)
Iniziativa realizzata dal Consorzio della Bonifica Renana con la collaborazione di: Associazione amici delle vie d'acqua e dei sotterranei di Bologna, Associazione MUSA e Associazione Cultura e Arte del 700
 

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 898 volte

Inserito da redazione il Ven, 2010-04-09 05:38


21 marzo giornata mondiale contro il razzismo

"21 marzo: Giornata mondiale contro il razzismo"
Nel 1967 l'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha dichiarato il 21 marzo "Giornata mondiale contro qualsiasi forma di razzismo e di discriminazione", per conservare e diffondere la memoria del 21 marzo 1960, quando a Sharpeville (Sudafrica) la polizia aprì il fuoco uccidendo 70 manifestanti che protestavano pacificamente contro le leggi razziste emanate dal regime dell'apartheid.
Durante la "Settimana nazionale contro il razzismo", in programma dal 15 al 21 marzo prossimi, anche in provincia di Bologna si svolgeranno numerose iniziative per discutere, riflettere e richiamare l'attenzione sull'importanza del riconoscimento e della valorizzazione delle diversità, sulla necessità della reciproca conoscenza e dello scambio fra persone e culture diverse.
Sette comuni (Bologna, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Molinella, Pieve di Cento e San Pietro in Casale) ospiteranno una dozzina di eventi promossi da oltre 20 soggetti pubblici e privati (scuole, enti locali, associazioni e cooperative, biblioteche), in collaborazione con la Provincia di Bologna, e in buona parte sostenuti dall'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR) e dal Centro regionale contro le discriminazioni: cene sociali, campagne di comunicazione, seminari, festival, laboratori didattici, presentazione di libri, spettacoli, proiezioni di video, e Biblioteche viventi.
Per tutte le iniziative in provincia a partire dal 15 marzo, vedi anche:
web: www.provincia.bologna.it/immigrazione

Scritto in Area Metropolitana - ex Provincia | Bolognaleggi tutto | letto 1027 volte

Inserito da redazione il Mer, 2010-03-17 05:16


La scienza in piazza a Bologna

Giunta alla sua V edizione, la manifestazione “La scienza in piazza” realizzata dalla Fondazione Marino Golinelli per la diffusione della cultura scientifica, quest'anno si concentra sul delicato rapporto tra Arte e Scienza, due modi diversi ma spesso complementari di guardare la realtà, che ci permettono di vedere “di più” e capire “di più”, usando la fondamentale curiosità umana verso il mondo.
Le piazze e i palazzi storici bolognesi divengono veri e propri Science and Art Center aperti al pubblico. Tutti sono chiamati ad ascoltare, chiedere, capire, intervenire.. ma soprattutto a fare, in un percorso volto a stimolare spirito critico e creatività. L'Arte e la scienza, escono dalle accademie per andare oltre la realtà immediata della cose e per avvicinarsi ai cittadini scendendo in piazza per lasciarsi conoscere da tutti attraverso laboratori, mostre, visite, proiezioni, conferenze, spettacoli.
La manifestazione si svolgerà nell'arco di 10 giorni,
dall'11 al 21 marzo.
Il programma completo è leggibile nel pdf qui allegato o nel sito www.lascienzainpiazza.it

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 740 volte

Inserito da redazione il Mer, 2010-03-10 05:27


Calendario delle visite guidate al Museo Civico Archeologico

Calendario delle visite guidate a partecipazione libera al Museo Civico Archeologico di Bologna nelle domeniche, mattina e pomeriggio
- Domenica 2 maggio
ore 11.
00: "Passa un giorno felice e non te ne stancare": l'amore, la musica e la danza nell'antico Egitto Barbara Faenza. Con introduzione multimediale
ore 16.00: Che cosa mangiavano gli antichi? Cristina Servadei
Con introduzione multimediale
- Domenica 9 maggio
ore 11.
00: La storia dell'arte egizia attraverso la collezione del Museo Marco Mengoli
ore 16.
00: Gli Etruschi di Felsina e gli altri popoli Claudio Negrini. Con introduzione multimediale

- venerdì 7 maggio,
ore 17,30,
inaugurazione della nuova collezione Romana.  Saranno presenti, assieme al Commissario del Comune di Bologna Annamaria Cancellieri, Eugenio Riccomini, Presidente dell'Istituzione Musei Civici, Mauro Felicori, Direttore dell'Istituzione Musei Civici, Paola Giovetti, Direttore del Museo Archeologico di Bologna, Cristiana Morigi Govi, responsabile con Marinella Marchesi, archeologa del Museo, del progetto scientifico di allestimento.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 953 volte

Inserito da redazione il Mar, 2010-03-02 05:27


Napoleone III e l'Unità d'Italia. Conferenza

- Domenica 28 febbraio 2010 alle ore 11 presso il Museo Civico del Risorgimento (Piazza Carducci 5) il dott. Otello Sangiorgi svolgerà una visita guidata sul tema
L'Italia s'è desta... Bologna nel cammino verso l'Unità”.
L’iniziativa si svolge nell’ambito delle attività promosse dall’Istituzione Musei di Bologna per incentivare la frequentazione del Centro Storico in occasione delle “Domeniche a piedi”.
- Martedì 2 marzo alle ore 17, sempre presso il Museo del Risorgimento il
prof. Francis Démier dell’Université de Paris – X svolgerà un incontro sul tema
Napoleone III e l’Unificazione Italiana”.
Prosegue così la serie di incontri culturali promossi dall’Istituzione Musei e dal Quartiere Santo Stefano per ricordare i 150 anni dell’Unità d’Italia.
L’atteggiamento dell’Imperatore dei Francesi nei confronti del nostro Paese è stato da sempre oggetto di valutazioni contrastanti: generosità e calcolo, decisione ed incertezza, volontà di collaborazione e volontà di supremazia si intrecciano nella sua azione in maniera forse inestricabile.
Napoleone III non fu molto amato dagli Italiani eppure, come scrisse il garibaldino Giuseppe Sirtori, “senza di lui l’Italia non sarebbe ora nazione”.

Info: Roberto Lanzarini- Biblioteca del civico Museo del Risorgimento di Bologna
Via de' Musei 8 Bologna tel-fax 051225583- roberto.lanzarini@comune.bologna.it
Newsletter-MuseoCivicoRisorgimento mailing list 

Scritto in Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazionileggi tutto | letto 1490 volte

Inserito da redazione il Ven, 2010-02-26 16:19


S. Stefano, una basilica da vedere e da salvare

Riceviamo e divulghiamo volentieri l'invito a partecipare.
Domenica 7 marzo 2010, alle ore 10.00 - 11.00 - 12.00 - 15.00 - 16.00 - 17.00, si effettueranno visite guidate al complesso delle 7 chiese di S. Stefano a Bologna.
A seguito dell'incredibile successo ottenuto a dicembre scorso, G.A.I.A. Eventi ha deciso di riproporre una giornata di raccolta fondi per i restauri della BASILICA DI SANTO STEFANO.
Il contributo richiesto è di Euro 10 per persona che verrà totalmente ai Monaci Benedettini per i restauri della chiesa.
NON BISOGNA prenotarsi, basta presentarsi davanti alla Basilica.
Le visite punteranno sui misteri, le leggende e le tradizionii della Gerusalemme Bolognese.
Per l'occasione sarà eccezionalmente possibile accedere alla sorgente del tempio isiaco e al sepolcro di Gesù. Per questo motivo si consigliano pantaloni e scarpe comode senza tacchi.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 716 volte

Inserito da redazione il Gio, 2010-02-25 06:53


Una "Testa di ponte sul Reno" del 1860

Venerdì 26 febbraio, ore 16.30 al teatro Alemanni di Bologna, via Mazzini 65, nell'ambito del ciclo
Fra Storia Musica e Parole - Chiacchiere in libertà all'Alemanni il venerdì pomeriggio
Chiara Sirk presenta Vittorio Emanuele Vacchetti
che farà una panoramica su un curioso aspetto della storia di Bologna, ancora oggi ben riscontrabile.
"Il campo trincerato a Bologna (1860-1880)
Ingresso libero
Per iniziativa del Club il diapason, si parlerà di una bella storia: 25000 uomini, 400 cannoni, forti lunette, polveriere a difesa del nuovo Stato Italiano dagli austriaci che erano di là da Po.
Ma nel contempo uno stimolo ad una nuova Città, ad una nuova Università e ad una nuova classe dirigente.
Nei primi mesi del 1860 a Casalecchio fu costruita l'opera più importante di tutto il Campo trincerato e precisamente la "
Testa di ponte su Reno", opera che aveva oltre un chilometro di sviluppo (triangolo con mt. 450 alla base e 300 mt. per ogni lato); era armata di 16 bocche di fuoco ed aveva un presidio di oltre 1000 soldati. Nel 1864 l'opera fu semplificata dopo la costruzione di batterie sulla sinistra del Reno, in stretto collegamento di fuoco con la stessa Testa di Ponte.
Nel preambolo storico a "Le mura perdute'" di Giancarlo Roversi (1985), Franco Bergonzoni dice:

Scritto in Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazionileggi tutto | letto 1763 volte

Inserito da redazione il Mer, 2010-02-24 06:38


La campagna intorno al Reno. Un incontro

Lunedi' 22 Febbraio 2010 alle ore 20.45
nella sala Polivalente del Quartiere Borgo Panigale
La campagna attorno al Reno

Un ricordo del passato, un parco per la gita domenicale, valori dimenticati che non possono tornare, o una opportunità per rinnovare la ricchezza del nostro territorio?

Se ne discuterà con:
Andrea Segre', Preside della Facoltà di Agraria Università di Bologna
Vilmer Poletti, Ass.to Agricoltura Regione Emilia Romagna
Vincenzo Naldi, Presidente Quartiere Reno
Nicola De Filippo, Presidente Quartiere Borgo Panigale
Iniziativa promossa da: Comune di Bologna, Quartiere Borgo Panigale,Quartiere Reno, Produttori Agricoli di Borgo Panigale, Associazione culturale Oltreilreno

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 818 volte

Inserito da redazione il Mer, 2010-02-17 06:05


Un pozzo di scienza nelle scuole superiori

Un Pozzo di Scienza per i giovani e per l’ambiente

E’ già partita la quarta edizione di “Un Pozzo di Scienza”, il progetto che il Gruppo Hera, in collaborazione con la Fondazione Marino Golinelli, promuove per avvicinare i giovani ai temi scientifici di maggiore attualità, in particolare a quelli legati all’ambiente: un appuntamento che è diventato parte integrante dei programmi degli Istituti Superiori nel territorio servito da Hera. L’iniziativa si svolgerà dal 3 al 27 febbraio e vede quest’anno il coinvolgimento di una trentina di scuole, per un totale di oltre 8.000 studenti, 130 laboratori didattici, 43 incontri scientifici, 2 mostre divulgative itineranti, che si svolgeranno in 9 tappe distribuite su 6 province emiliano romagnole, da Modena (dal 3 al 5 febbraio) e fino a Rimini.
A Bologna, le iniziative legate al progetto “Un Pozzo di Scienza” si svolgeranno da lunedì 8 al mercoledì 10 febbraio; a Imola e a Faenza dall'11 al 13 febbraio ; a Ferrara da giovedì 18 a sabato 20 febbraio, in tre scuole della città: l’ITC “Monti”, il Liceo Scientifico “Roiti” e il Liceo Classico “Ariosto”.
In occasione del lancio della nuova edizione, il Gruppo Hera e la Fondazione Marino Golinelli hanno presentato in anteprima i primi risultati della ricerca ‘Giovani e Ambiente’, realizzata in collaborazione con Observa – Science in Society, uno dei centri più accreditati a livello europeo per lo studio dei rapporti tra scienza e società, coinvolgendo oltre un migliaio di studenti emiliano romagnoli, attraverso la somministrazione di un questionario. Scopo della ricerca era rilevare e analizzare conoscenze, atteggiamenti e comportamenti degli studenti sui temi legati alle problematiche ambientali e molte sono state le sorprese emerse dai primi dati elaborati.


Scritto in Bologna | Società oggileggi tutto | letto 2103 volte

Inserito da redazione il Ven, 2010-02-05 07:07


Nuova guida e visite al Museo Civico Archeologico

* Giovedì 4 febbraio alle ore 17 al Museo Civico Archelogico di Bologna, Sala del Risorgimento, via de' Musei 8,  presentazione della nuova
Guida al Museo civico Archeologico di Bologna, a cura di Cristiana Morigi Govi
Interverranno: Luciano Sita, Eugenio Riccomini, Alessandra Mottola Molfetta, Giuseppe Sassatelli e la curatrice del volume
** Prosegue tutte le domeniche il programma di visite guidate al Museo:
Domenica 7 febbraio
ore 11.
00: Augusto, Nerone e Bononia: storia di Bologna romana
Guida: Cinzia Gentile partecipazione libera
ore 16.00: Il bestiario antico: rappresentazioni di animali nelle collezioni del Museo
Daniela Ferrari ,
partecipazione libera

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 968 volte

Inserito da redazione il Mer, 2010-02-03 06:59


Nuove mete per visite guidate a Bologna

Riceviamo e pubblichiamo nuove proposte per visite guidate organizzate   in Bologna. Ecco quelle di aprile e maggio
- Mercoledì 12 Maggio 2010, ore 19.30, Bologna Via Riva di Reno angolo Via Morgagni : BOLOGNA SOTTERRANEA IN GOMMONE. Il percorso in gommone si snoda da Via Marconi a Via Capo di Lucca percorrendo sotto terra i canali che un tempo muovevano le grandi ruote dei mulini da seta. Vedere Bologna da sotto in su' sarà davvero una strana esperienza.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 2896 volte

Inserito da redazione il Sab, 2010-01-30 16:08

fonte XML