Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Bologna


Gli ebrei nel Risorgimento in Emilia Romagna. 4 incontri

4 incontri al Museo ebraico di Bologna via Valdonica 1\5 sul tema:
Il contributo degli ebrei al Risorgimento in Emilia-Romagna (1815-1870)”
In ricorrenza del
150° dell’Unità d’Italia, e in collaborazione con il Museo del Risorgimento di Bologna
Il prossimo ed ultimo  incontro:
- giovedì 24 marzo, ore 17.30
Artisti ebrei nel Risorgimento”
Conferenza di
Franco Bonilauri, direttore MEB
Durante il periodo  del Risorgimento e dell'emancipazione gli ebrei danno inizio a un processo di integrazione nella società senza precedenti. Anche nel campo dell'arte figurativa si riscontra un notevole aumento di pittori di origine ebraica, che si inseriscono in tutte le principali correnti e mode artistiche che attraversano il XIX secolo e i primi decenni del Novecento. Tra i Macchiaioli troviamo Serafino Da Tivoli, Vito D’Ancona; nel Romanticismo storico l’emiliano Gioacchino Isacco Levi, mentre tra i ritrattisti ricordiamo tra gli altri Vittorio Matteo Corcos e Mario Cavaglieri. Di essi sarà interessante capire se le loro radici ebraiche ne abbiano determinato e influenzato le scelte espressive  e i relativi linguaggi artistici anche alla luce del complesso rapporto tra pensiero ebraico e rappresentazione figurativa.

Info : Biblioteca Museo Civico del Risorgimento Bologna Via de' Musei 8- Bologna  Tel. 051 225583 333.3705582  roberto.lanzarini@comune.bologna.it
www.comune.bologna.it/museorisorgimento museorisorgimento@comune.bologna.it

Scritto in Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazionileggi tutto | letto 2167 volte

Inserito da redazione il Mar, 2011-02-15 11:07


Arte e Scienza in Palazzo Re Enzo

Dal 3 al 13 febbraio 2011 a Bologna La Scienza in piazza diventa
"Arte e Scienza in Piazza", 11 giorni di scienza, arte e cultura a Palazzo Re Enzo.
L'edizione 2011 del format è un ulteriore sviluppo dei percorsi educativi, formativi e culturali proposti da FMG che già da diversi anni propone ai visitatori una nuova esperienza di conoscenza attraverso l'arte e la scienza. Oltre cento eventi tra mostre, incontri, spettacoli, incontri con grandi nomi del panorama scientifico e culturale, laboratori didattici e sperimentali sul tema di arte e scienza.
Cuore della manifestazione è Happy Tech, macchine dal volto umano, la mostra di arte e scienza sul nostro rapporto con le tecnologie a cura di Giovanni Carrada e Cristiana Perrella, con la collaborazione di Silvia Evangelisti.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1026 volte

Inserito da redazione il Mer, 2011-02-02 16:54


Dal Palazzo Comunale al Salotto Maffei, un tuffo nella storia

Domenica 6 febbraio 2011 alle ore 16.30,  a Bologna presso le Collezioni Comunali d’Arte (Palazzo Comunale, piazza Maggiore 6, secondo piano) visita guidata gratuita condotta da Mirtide Gavelli sul tema
Memorie di pietra: il Palazzo Comunale e l’Unificazione d’Italia”.
L’iniziativa è promossa dai Musei civici d’arte antica e dal Museo del
Risorgimento di Bologna
nell’ambito dell’iniziativa “Impara l’arte... La domenica dei Musei civici d’arte antica”.
-
Martedì 8 febbraio 2011 alle ore 17 presso il Museo Civico del Risorgimento (piazza Carducci 5) la musicologa Maria Chiara Mazzi,
docente del Conservatorio musicale di Pesaro, parlerà di
Musiche e Risorgimento: cronache del salotto di Chiara Maffei”. L’incontro sarà accompagnato dall’ascolto di brani musicali che, al tempo, venivano eseguiti nel salotto Maffei.
L’iniziativa si svolge nell’ambito della rassegna
A proposito dell’Unità d’Italia... Incontri in occasione del 150° anniversario”.
Info: 051.225583 – 347592 Biblioteca Museo Civico del Risorgimento Bologna Via de' Musei 8 Bologna Tel. 333.3705582
roberto.lanzarini@comune.bologna.it
www.comune.bologna.it/museorisorgimento  
museorisorgimento@comune.bologna.it
 

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1209 volte

Inserito da redazione il Mer, 2011-02-02 16:23


Le Corali bolognesi per il Risorgimento

Riprendono ogni fine settimana i canti risorgimentali che preparano il terreno alla Notte Tricolore del 16 marzo 2011-
A Bologna  nel Cortile d’Onore di Palazzo D’Accursio 
.
La rassegna, coordinata al Maestro Scattolin del Coro Euridice (in foto a sinistra), vedrà alternarsi  sabato e domenica cori bolognesi sempre diversi che eseguiranno brani tratti dal repertorio risorgimentale.
Le esibizioni, della durata di 20-30 minuti, vogliono diventare un’occasione per evocare attraverso la musica le vicende che hanno portato alla nascita dello Stato italiano. L’obiettivo del Comune di Bologna è quello di rendere quest’iniziativa un’abitudine per i bolognesi che nei fine settimana passeggiano per le vie del centro storico: è bello pensare che nel tempo libero, accanto alle attività culturali e allo shopping, ci sia un momento di riflessione sulla Storia del nostro paese. I prossimi appuntamenti:

- Sabato 29 gennaio 2011, ore 18.00 Coro ANA di Vergato
(BO)
Direttore Cristian Gentilini
(*)
- Domenica 30 gennaio ore 18.00 Coro Leone di Bologna
Direttore Pier Luigi Piazzi

Scritto in Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazionileggi tutto | letto 2430 volte

Inserito da redazione il Gio, 2011-01-27 17:05


La Shoah in Europa, mostra all'Archiginnasio

Nell'ambito delle celebrazioni per il Giorno della memoria 2011
a Bologna - Archiginnasio,
Quadriloggiato superiore,
Giovedì 27 gennaio
, ore 12.30
Inaugurazione della MOSTRA La Shoah in Europa
Parteciperanno: Maurizio Cevenini, Ufficio di Presidenza dell'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna; Beatrice Draghetti, Presidente della Provicia di Bologna; Anna Maria Cancellieri, commissario straordinario del Comune di Bologna.
L'esposizione sarà illustrata da Laura Fontana, curatrice della versione italiana della mostra Curata dal Mémorial de la Shoah in collaborazione con la Fondation Mémorial de la Shoah, Mairie de Paris, Conseil régional d’Ile de France, Ministère Culture, Ministère Education, questa mostra presenta una visione globale della Shoah in Europa, dall’ascesa del nazionalsocialismo (1933) al processo di Norimberga (1945-1946) ed è la prima mostra in lingua italiana che ricostruisce la storia del genocidio degli ebrei in un contesto europeo, tratteggiando il clima storico-politico in cui si afferma il regime nazista e l’evolversi della politica antisemita dalla discriminazione dei diritti alla persecuzione delle vite, per poi ricostruire cronologicamente le tappe principali del processo di distruzione delle comunità ebraiche in Europa (la creazione dei ghetti, l’avvio dei massacri di massa nei territori sovietici, l’istituzione dei centri di messa a morte dell’operazione Reinhard e infine la creazione di Auschwitz-Birkenau per completare la cosiddetta “Soluzione finale”).
Ingresso gratuito.
Visite guidate previo appuntamento: Aned, tel. 051 220488 (orario d’ufficio)
Orari di apertura, fino al 25 febbraio : dal lunedì al venerdì, ore 9-18.30; sabato, ore 9-13.30

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 955 volte

Inserito da redazione il Gio, 2011-01-27 10:50


L'Arte antica e moderna a Bologna si rivela, per tre giorni e oltre

Genus Bononiae Musei nella Città è un percorso artistico, culturale e museale articolato in palazzi nel centro storico di Bologna, restaurati e recuperati all’uso pubblico: la Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale, con un patrimonio librario dal ‘500 ad oggi; San Colombano,strumenti musicali antichi del Maestro Luigi Ferdinando Tagliavini; la Chiesa di Santa Cristina, sede di concerti; Santa Maria della Vita, con Il Compianto sul Cristo Morto di Niccolò dell’Arca; Palazzo Pepoli Vecchio, un museo innovativo dedicato alla storia della città; Palazzo Fava, centro destinato alle esposizioni, affrescato dai Carracci; San Michele in Bosco, balcone sulla città ricco di opere d’arte.
Per meglio descrivere e comprendere il genus, la stirpe dei bolognesi di ieri e di oggi, Genus Bononiae si sviluppa attraverso un percorso urbano che ne racconta la storia, la vita, le bellezze e i sogni; utilizza le strade di Bologna come corridoi e i palazzi come sale, proponendo un costante rimando agli altri musei, alle pinacoteche, alle realtà culturali, economiche e sociali che animano la comunità locale.
- Da venerdì 28 al 30 gennaio 2011- Palazzo Fava- Piano nobile
La Collezione di Arte Antica della Fondazione Carisbo

Saranno esposte, tra le altre, opere di:
Simone Cantarini, Giuseppe Maria Crespi, Donato Creti, Gaetano Gandolfi, Guercino, Guido Reni, Giacomo Sementi, Elisabetta Sirani.
Orario di apertura : Venerdì 28 gennaio inaugurazione 19.00 – 24.00 Sabato 29 gennaio 19.00 – 24.00 Domenica 30 gennaio 15.00 – 20.00. In esposizione fino al 31 dicembre 2011.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1703 volte

Inserito da redazione il Gio, 2011-01-27 08:35


Un "Giusto" pittore e un film-documentario per la memoria.

Il 27 gennaio si celebra anche a Bologna il Giorno della Memoria, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. Numerosi gli eventi, incontri, mostre, cerimonie e momenti comuni di riflessione in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni.
- Al Museo Ebraico (via Valdonica), è stata inaugurata la mostra: Luigi Varoli il "giusto" pittore. Un artista al tempo della Shoah.
- La Biblioteca Salaborsa
presenta il film-documentario di Danilo Caracciolo e Roberto Montanari, dedicato ad una delle vicende più oscure della Seconda Guerra Mondiale in Italia: i dubbi sulla presenza di fosse comuni, il "muro dei fucilati" (in foto), storie tragiche e di grande umanità nel ricordo di testimoni diretti che transitarono da Caserme Rosse, il più grande e dimenticato campo di concentramento nazifascista in Italia.
Il film sarà proiettato nella saletta multimediale di Salaborsa, al primo piano, giovedì 27 gennaio alle ore 11; sarà presente uno degli autori.
- L’assessore regionale all’organizzazione Donatella Bortolazzi parteciperà - in rappresentanza del presidente Errani - ad uno dei momenti più significativi delle celebrazioni bolognesi: la deposizione di una corona davanti alle lapidi dei martiri in Piazza Nettuno (ore 9,30), da parte delle associazioni di ex-deportati ed ex-internati, alla presenza del gonfalone della Regione Emilia-Romagna. L’assessore raggiungerà poi la Prefettura per la cerimonia di consegna delle medaglie ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti. Nel pomeriggio, alla seduta solenne congiunta del Consiglio provinciale con il Comune di Bologna, la Regione sarà rappresentata dall’assessore all’ambiente Sabrina Freda (ore 15).
Lo storico Georges Bensoussan terrà la lectio magistralis “La Shoah tra storia e memoria”.
Altre iniziative al Quartiere Saragozza e una mostra "L'offesa della razza" e altro al quartiere Savena)

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 904 volte

Inserito da redazione il Mer, 2011-01-26 20:39


Raccontare il Risorgimento, al femminile

Prendono avvio al Museo civico del Risorgimento di Bologna gli eventi programmati per l’anno 2011 in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.
Il ciclo di incontri, programmati ormai come consuetudine dal Museo civico del Risorgimento, con il supporto dell’Istituzione Musei civici ed il Quartiere Santo Stefano, in collaborazione con il Comitato di Bologna dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, presenterà momenti e storie del percorso che portò all’Unificazione italiana.
- Si inizia martedì 25 gennaio 2011 con un incontro tenuto da Fiorenza Tarozzi sul tema Patriote, scrittrici, giornaliste. Parole femminili del Risorgimento.
L’incontro sostituisce la prevista conversazione di Elena Musiani, che non potrà avere luogo per sopravvenuti impegni familiari della relatrice.
L’incontro si terrà presso la sede del Museo civico del Risorgimento, piazza Carducci 5, alle ore 17,00.
- Mercoledì 26 gennaio alle ore 17,30 , presso la Biblioteca “Renzo Renzi” della Cineteca del Comune di Bologna
, via Azzogardino 65, Bologna, nell’ambito del programma 150 anni d’Italia. Da Garibaldi al 'caimano'.
Come il cinema ha raccontato l'Italia. Luci e ombre della storia nella sala buia, si terrà l’incontro condotto da Otello Sangiorgi, Fiorenza Tarozzi e Gian Piero Brunetta, Per una pedagogia della nazione. Raccontare il Risorgimento.
Il progetto, da un’idea di Antonio Faeti, prevede proiezioni di film ed incontri dedicati alla storia dei 150 anni dell’Italia.
Info Tel. 051 225583 333.3705582
roberto.lanzarini@comune.bologna.it
www.comune.bologna.it/museorisorgimento
museorisorgimento@comune.bologna.it

Scritto in Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazionileggi tutto | letto 1552 volte

Inserito da redazione il Lun, 2011-01-24 08:52


S. Colombano, un complesso di edifici riscoperto, da visitare.

- Sabato 22 gennaio 2011 ore 17 visita guidata al complesso di S. Colombano , a Bologna, in via Parigi 5
Dopo decenni di chiusura al pubblico viene restituito alla cittadinanza uno dei suoi tesori più preziosi. Il complesso bolognese di San Colombano, costituito da Chiesa, con cappella della madonna, cripta e oratorio, fu fondato nel 616 d.C. ed è la prima chiesa italiana ad essere stata dedicata a questo santo irlandese. La storia di questo monastero è di incredibile interesse così come lo sono i decori che oggi si possono ammirare. Si va dagli affreschi duecenteschi della cripta di cui non si conosceva l’esistenza fino a pochi mesi fa, a quelli rinascimentali della chiesa fino ad arrivare allo straordinario ciclo dell’oratorio che vede confrontarsi i più importanti pittori bolognesi di inizio Seicento, compreso
Guido Reni  (in foto).
Numero massimo dei partecipanti: 45;  si fa con qualsiasi meteo
Ingresso per soci in regola con la tessera 2011 euro 4.Non soci euro 8. Durata 1.5/2 ore circa.  Si prega di arrivare circa 15 minuti prima per i lavori di segreteria
. L'iniziativa è promossa dall'Associazione Amici delle acque e dei sotterranei di Bologna La prenotazione va fatta esclusivamente via mail al seguente indirizzo:
segreteria@amicidelleacque.org
http://www.arteantica.eu/elenco-opere.aspx?Province_Ky=15&sitoin=Oratorio%20S.Colombano-Bologna

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 744 volte

Inserito da redazione il Gio, 2011-01-20 18:10


Gli scavi in Sala Borsa. Visite e cenni di storia

Dal 15 gennaio, gli scavi archeologici sotto la Piazza coperta di Sala borsa saranno aperti al pubblico dalle 15.30 alle 18.30, nei giorni d'apertura della biblioteca.
Sarà così possibile vedere da vicino i resti della basilica civile di Bononia (II sec. a.C.), le fondamenta delle case medievali dell'area di palazzo d'Accursio e le vestigia cinquecentesche dell'Orto Botanico del naturalista Ulisse Aldrovandi. È richiesta un'offerta libera per il sostegno delle spese.
In occasione della prima giornata d'apertura, un bibliotecario ha accompagnato i visitatori per una breve introduzione e descrizione in Piazza Coperta.
Le visite guidate saranno in seguito ripetute secondo un calendario da definire.
Vedere  foto in “ galleria di immagini” dal sito sotto indicato, fonte delle informazioni
Cenni storici sugli scavi archeologici di Salaborsa
da www.bibliotecasalaborsa.it/documenti/8016

La Biblioteca Sala borsa, inaugurata nel dicembre 2001, apre uno spazio culturale e multimediale ricco e affascinante all'interno di Palazzo d'Accursio, il "quasi castello", antica sede storica del Comune che si affaccia su Piazza Maggiore, da sempre centro e cuore della bolognesità.

Scritto in Archeologia | Bolognaleggi tutto | letto 3153 volte

Inserito da redazione il Mer, 2011-01-19 09:49


La Provincia di Bologna per il 150°. Comitato e obiettivi

Il comitato provinciale per il 150° dell'unita' d'Italia è stato istituito all'inizio del 2010, dopo un confronto con il territorio svolto dalla Presidente della Provincia di Bologna, Beatrice Draghetti, e dal Presidente del Consiglio Provinciale, Virginio Merola, e a seguito delle indicazioni di rappresentanza pervenute dai Comuni.
I
l Comitato è così composto:
- Beatrice Draghetti Presidente della Provincia di Bologna
- Virginio Merola Presidente del Consiglio Provinciale
- Anna Maria Cancellieri Commissario straordinario del Comune di Bologna
- Renato Mazzuca Sindaco Comune San Giovanni in Persiceto
- Sergio Maccagnani Sindaco Comune di Pieve di Cento
- Elio Rigillo Sindaco Comune di Bazzano
- Giovanni Maestrami Sindaco Comune di Loiano
- Paola Lanzon Presidente Consiglio Comunale Imola
- Antonella Micele Presidente Consiglio Comunale Casalecchio di Reno
- Corrado Fusai Presidente Consiglio Comunale San Lazzaro di Savena
- Davide Poli Presidente Consiglio Comunale Budrio
- Imelde Nanni Presidente Consiglio Comunale Porretta Terme
- Sergio Guidotti Vice Presidente del Consiglio Provinciale

Il Comitato si è riunito la prima volta presso la sede della Provincia di Bologna il 9 aprile 2010. In tale riunione si sono condivisi i seguenti compiti del Comitato operante come gruppo di lavoro:
- promuovere un percorso di celebrazioni sul territorio che sia integrato e armonico, composto di iniziative locali e di altre a livello unitario provinciale, comunicabili nell'insieme;
- condividere una proposta complessiva di lavoro da presentare ai Sindaci;
- essere di riferimento per il territorio (da suddividere in ambiti) e favorire il collegamento
con la Provincia;
- sostenere organizzativamente le iniziative unitarie provinciali.

Info dal sito:
http://www.provincia.bologna.it/italia150/Engine/RAServePG.php    http://www.italiaunita150.it/ 
http://www.iperbole.bologna.it/museorisorgimento/biblioteca/biblionovita.htm

Si allega l'elenco dei siti e monumenti risorgimentali, luoghi della memoria, a Bologna (3) e nel resto d'Italia, oggetto di restauro per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia

Scritto in Area Metropolitana - ex Provincia | Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazionileggi tutto | letto 1523 volte

Inserito da redazione il Mer, 2011-01-12 06:22


Italiani, visti da Maurizio Garuti e recitati da Marescotti

Sabato 15 gennaio 2011 ore 21 e Domenica 16 gennaio ore 16,30
presso l'Oratorio di San Filippo Neri,
via Manzoni 5, Bologna
In prima nazionale
Ivano Marescotti inItaliani!
orazione teatrale per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia.
Testo di Maurizio Garuti
Un monologo in forma di conferenza satirica sul sentimento nazionale degli italiani.
Una “orazione” colta e popolare, a tratti apertamente comica, piena di umori caustici che riportano la storia d’Italia (segnatamente dell’Ottocento e del Novecento) all’orizzonte e alla sensibilità dei nostri giorni.

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti
Iniziativa promossa dalla Fondazione del Monte

Scritto in Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazionileggi tutto | letto 1537 volte

Inserito da redazione il Lun, 2011-01-10 17:38


Il Museo del Risorgimento di Bologna per i non vedenti

l'Istituzione Musei Civici del Comune di Bologna, in collaborazione con l'Istituto “Francesco Cavazza” e l'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, organizza una serie di visite guidate tattili per non vedenti e ipovedenti presso il Museo civico del Risorgimento di Bologna.
Le visite, con ingresso gratuito e prenotazione obbligatoria, si svolgeranno all’interno della sede del Museo del Risorgimento, in Piazza Carducci 5, e prevedono la possibilità unica, data ai disabili visivi, di approcciarsi a manufatti originali d'epoca, risalenti ad un periodo eccezionalmente rilevante per la storia italiana.
Dalle guerre di Indipendenza al primo conflitto mondiale le armi e l’equipaggiamento militare si evolvono e mutano radicalmente. Il visitatore non vedente potrà apprezzare questi mutamenti attraverso il tatto, avendo a disposizione oggetti originali del tempo da conoscere e confrontare.
Gli appuntamenti previsti sono:
Sabato 15 gennaio 2011, ore 10.30
Sabato 12 febbraio 2011, ore 10.30
Sabato 12 marzo 2011, ore 10.30
Sabato 16 aprile 2011, ore 10.30

Le visite programmate richiedono la prenotazione dei partecipanti che, compatibilmente con la disponibilità del personale, potranno proporre orari o date diverse da quelle stabilite.
** Per informazioni e prenotazioni telefonare a Museo civico del Risorgimento - 051 347592 (dalle ore 9 alle 13, da martedì a domenica) oppure scrivere una mail con nome, cognome, recapito telefonico e richieste all’indirizzo: museorisorgimento@comune.bologna.it

Scritto in Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazionileggi tutto | letto 1077 volte

Inserito da redazione il Lun, 2011-01-10 17:20


La bassa bolognese, vista da un fotografo gallese

A Bologna, in Sala Borsa, dal 10 dicembre fino al 30 gennaio. l'Urban Center ospita nei nuovi spazi dell'ex cucina, la mostra fotografica
Hinterland di Rhodri Jones
un ritratto delle trasformazioni che hanno investito i territori della bassa bolognese negli ultimi 20 anni.
Il fotografo gallese, che risiede proprio in quei territori da 10 anni, ha fissato nei suoi scatti come sta cambiando la bassa bolognese: una zona che in tutta la sua lunga storia non ha mai visto una crescita demografica cosi vorticosa come negli ultimi venti anni. La sua popolazione durante questo periodo è raddoppiata, la sua identità sta cambiando. Il progetto realizzato dal fotografo Rhodri Jones lavora sulla costruzione di questa futura identità, all'interno di un dibattito su un nuovo modello di sviluppo territoriale sostenibile.
La mostra è costituita da una selezione di immagini pubblicate nell'omonimo libro, recentemente pubblicato da L'artiere edizionitalia. Il libro, pubblicato in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell'Unità d'Italia, con il patrocinio dell'IBC della Regione Emilia-Romagna, include una conversazione con Gianni Celati. Introduzioni di Alessandro Delpiano e Piero Orlandi.
Rhodri Jones
è nato nel 1963 in Galles e vive nella Bassa dal 2000. Fotografo professionista dal 1989, ha lavorato a vari progetti attorno al globo. Ha già pubblicato due libri fotografici; Made in China (Logos Art, Italia 2002) e Return/Yn ôl (Seren, Galles 2006), ha esposto in diversi paesi (Cina, Eire, Francia, Italia, Olanda, UK e USA) e le sue opere sono state usate da importanti editori, riviste, quotidiani e da ONG in tutto il mondo.
* La mostra è visitabile negli orari di apertura di Urban Center (secondo piano) :
lunedì: 14.30 – 20.00 da martedì a venerdì: 10.00 – 20.00 sabato: 10.00 - 19.00
Urban Center resterà chiuso
nei giorni: sabato 25 e domenica 26 dicembre 2010; sabato 1, domenica 2, lunedì 3, giovedì 6 gennaio 2011.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 887 volte

Inserito da redazione il Gio, 2010-12-30 06:47


Il salone del Risorgimento di Palazzo Pizzardi, in mostra

A Bologna, Palazzo d'Accursio, Sala d'Ercole, Piazza Maggiore 6, è ancora visitabile la mostra
I dipinti del Salone del Risorgimento di Luigi Pizzardi
Luigi Pizzardi, primo sindaco di Bologna liberata dal potere Pontificio e dalla dominazione austriaca, fece realizzare per il suo palazzo (attuale via D’Azeglio 38) un “Salone del Risorgimento” che celebrasse degnamente il passaggio alla nuova autorità statale e la gloria del nuovo Regno.
Si tratta di una selezione di opere di Carlo Arienti, Alessandro Guardassoni, Giulio Cesare Ferrari, Andrea Besteghi, Gaetano Belvederi, Luigi Busi, Antonio Muzzi e del toscano Antonio Puccinelli che il marchese Luigi Pizzardi commissiono' per celebrare le vittorie e le battaglie liberali che portarono all'Unita' d'Italia. Dopo il restauro reso possibile dal contributo congiunto di Fondazione CittàItalia e Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, quei dipinti, normalmente non visibili al pubblico, vengono oggi esposti in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.
- Giovedì 20 gennaio 2011, alle ore 16.30,
in occasione della mostra I dipinti del Salone del Risorgimento di Luigi Pizzardi, presso la sede della mostra - Sala d’Ercole di Palazzo d’Accursio – si svolgerà una conferenza di Claudia Collina sul tema:" Il genio degli uomini illustri e la celebrazione dell’Unità d’Italia nel Gran Salone Pizzardi".
- Sabato 22 gennaio alle ore 11 presso il Museo Civico del Risorgimento (piazza Carducci 5) Tanja Vicario volgerà una visita guidata in lingua francese sul tema “Un mito e le sue tracce. Il Risorgimento dal Museo alla città”.
L’iniziativa si svolge nell’ambito del progetto “Benvenuti a Bologna, città della cultura” rivolto a cittadini stranieri, nella consapevolezza che ogni progresso di integrazione ha nella conoscenza reciproca uno degli strumenti più importanti di realizzazione.

La visita, attraverso l’analisi e la lettura di oggetti e documenti, ripercorre la storia della città di Bologna nel contesto della storia nazionale, dalla Rivoluzione Francese alla Prima Guerra Mondiale.
La mostra proseguirà fino a domenica 23 gennaio 2011 tutti i giorni, dalle 10 alle 18
info: Museo civico del Risorgimento: 051 225583

Scritto in Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazionileggi tutto | letto 1818 volte

Inserito da redazione il Lun, 2010-12-20 17:18


Presepe e alberi nel cortile di Palazzo D'Accursio. Passeggiate guidate per presepi

Lunedì 13 dicembre, alle 16.30, a Bologna, nel Cortile d'Onore di Palazzo d'Accursio - piazza Maggiore 6 il Commissario Annamaria Cancelleri inaugura il presepio di Adelfo Galli.
Adelfo Galli , un artista nato a Nomadelfia e residente ora ad Alberone di Cento, nel ferrarese, ha partecipato a diverse rassegne, in Italia e all'estero, ha eseguito sculture di grandi dimensioni collocate in spazi pubblici e privati in molte parti del mondo.
Sarà possibile visitare il Presepe tutti i giorni dalle 8 alle 19.30 fino al 9 gennaio 2011.
- Inoltre, nello stesso Cortile, un boschetto di abeti addobbati con decorazioni non convenzionali ottenute da semi, frutti, foglie, rametti raccolti nei parchi cittadini (*)

Riprendendo la tradizione bolognese del giro dei presepi, nel periodo natalizio vengono organizzate delle passeggiate guidate sui percorsi presepiali. I percorsi guidati sono curati dai ricercatori del Centro Studi per la Cultura Popolare. Hanno una durata media di due ore e nel loro complesso, pur essendo diverse ogni volta, per motivi di tempo non esauriscono i siti indicati nel seguente elenco.

- Domenica 26 dicembre 2010
ore 15.00, davanti al Museo Davia Bargellini,
Strada Maggiore 44.
- Domenica 2 gennaio 2011
ore 15.00, Cortile d'onore del Palazzo Comunale, piazza Maggiore 6.

- Domenica 9 gennaio 2011
ore 15.00, davanti alla chiesa di San Giacomo Maggiore, Piazza Rossini
- In allegato sottostante il libretto in pdf con le indicazioni sui presepi artistici consigliati

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1618 volte

Inserito da redazione il Lun, 2010-12-13 15:57


Acqua e beni comuni

Biblioteca Sala Borsa - Auditorium Enzo Biagi,  piazza Nettuno 3 – Bologna
sabato 27 novembre 2010 - ore 14,30

discussione pubblica sul tema
Con i beni comuni - proposte per tutela e la gestione partecipata dei beni comuni
- 14,30 Proiezione di filmati sull'acqua
- selezione in collaborazione Reggio Film Festival (festival internazionale di cortometraggi, edizione 2010 dedicata al tema l’aria, la terra e l'acqua)
- 15,30 Presentazione della proposta di discussione pubblica sui beni comuni
- 15,45
Intervento del prof. Ugo Mattei (docente di diritto civile all’Università di Torino e membro del Comitato promotore del referendum pro acqua pubblica)
- 16,30 Discussione –
con un contributo del prof. Sandro Mezzadra (docente di Storia delle dottrine politiche all’Università di Bologna)
Iniziativa a cura di Comitato acqua bacino del Reno e Associazione Amici della Terra
* Informazioni : cell. 328 1575867 mail acqua@iperbole.bologna.it
indirizzo via Canonici Renani 8, 40033, Casalecchio di Reno (presso Percorsi di Pace)
** In allegato il depliant con le motivazioni dell'iniziativa

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 703 volte

Inserito da redazione il Dom, 2010-11-21 07:43


Gioielli antichi, scavi e documentari al Museo Archeologico

Al Museo Civico Archeologico di Bologna continua la serie di opportunità di conoscenza e approfondimento culturale:
- Fino al 6 gennaio è aperta la mostra “...fra le trincee di ben diretti escavi. Bologna nella prima età del ferro tra vecchie e nuove scoperte. Un’occasione per vedere alcuni corredi frutto degli scavi ottocenteschi e per conoscere reperti di grande pregio provenienti dai nuovi scavi bolognesi.
Sala della Preistoria. Orari mostra: mar-ven ore 9-14,30. Sab. e dom. ore 10-19. Ingresso libero
www.iperbole.bologna.it/museoarcheologico/informaz/caleve.htm

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1162 volte

Inserito da redazione il Mer, 2010-11-10 06:26


I segni del sacro nelle campagne, in mostra

A Bologna,  nel Cortile d'Onore di Palazzo d'Accursio,
nelle giornate del 12, 13, 14 novembre, dalle ore 9 alle 19,
sarà aperta una mostra  di opere in ceramica dedicata a
I segni del sacro . immagini devozionali delle campagne bolognesi.
L'iniziativa è stata promossa dalla Coldiretti di Bologna e dalla Fondazione Campagna amica, con il patrocinio o la collaborazione di  vari enti pubblici (Comune, Provincia e Regione) e associazioni private, in occasione  della celebrazione della 60a Giornata nazionale del Ringraziamento

Scritto in Bolognaletto 861 volte

Inserito da redazione il Lun, 2010-11-08 09:06


Brindisi antinucleare in piazza

Lunedì 8 novembre 2010 dalle 18 alle 20 a Bologna in Piazza Re Enzo
“Brindisi antinucleare promosso dal Comitato “Energia e Democrazia – NO al nucleare
"81- 80- 72: Non è un terno al lotto o una combinazione vincente – scrivono i promotori nel loro comunicato - ma il valore arrotondato delle percentuali di consenso raccolte da ognuno dei tre quesiti nel dato delle percentuali di consenso raccolte da ognuno dei tre quesiti nel referendum antinucleare del 1987.
L’8 e il 9 novembre di quell’anno 20 milioni di italiani avevano detto chiaramente no alla costruzione di centrali nucleari nel nostro Paese.
La vittoria, a un anno dalla
tragedia di Chernobyl, era il frutto di quella ampia mobilitazione sociale che aveva saputo coniugare le rivolte delle popolazioni direttamente coinvolte con istanze più generali di sicurezza e tutela dell’ambiente.
L'attuale governo ha deciso il ritorno al nucleare e per raggiungere questo obiettivo ha varato leggi che di fatto limitano i poteri delle Regioni in materia energetica, militarizzano i territori interessati nella costruzione delle centrali, mortificano i residui meccanismi di democrazia esistenti nel nostro Paese.
23 anni dopo è necessario ripartire perché le condizioni che allora avevano portato alla cessazione dell’attività delle centrali nucleari non sono mutate perchè:
- resta irrisolto il problema delle scorie, radioattive per migliaia di anni;
- l’uranio deve essere importato dall’estero e in pochi decenni si esaurirà il nucleare non è esente da incidenti;
-  il nucleare è molto costoso e richiede sostanziosi finanziamenti pubblici
- non si abbasserà il costo della bolletta elettrica
 - perché oggi, a differenza di allora, abbiamo la risposta al nostro attuale e futuro fabbisogno energetico: la produzione di energia da fonti rinnovabili".

* Scalderà il clima della piazza la Banda Roncati
** Sarà possibile firmare per la proposta di leggeSi alle rinnovabili, No al nucleare.”
Info: Comitato “Energia e Democrazia – NO al nucleare” - www.energiademocraziabologna.org
Per adesioni: energia.democrazia@energiademocraziabologna.org

Scritto in Bologna | Economia e Societàleggi tutto | letto 1505 volte

Inserito da redazione il Sab, 2010-11-06 05:23


Risorgimento, sì e no a confronto

Opinioni a confronto alla vigilia del 150° anniversario dell'Unità d'Italia in un incontro  intitolato
Risorgimento sì - Risorgimento no
che si svolgerà
- sabato 30 ottobre 2010 alle ore 16,30
a Bologna, Palazzo d'Accursio, Cappella Farnese.
Relatori: Lorenzo del Boca, già presidente nazionale dell'Ordine dei giornalisti e ora opinionista de "La Padania", Mario Di Napoli, presidente nazionale dell'Associazione Mazziniana d'Italia.  Moderatore: Achille Scalabrin, giornalista de Il Resto del Carlino
Iniziativa promossa  dall'Associazione Mazziniana Italiana, in collaborazione con l'Associazione Civica "Uniti per Bologna" e col patrocinio del Comune di Bologna.
* In foto: una stampa satirica inglese del 1860 intitolata "Free Italy (?)" che raffigura un'Italia in catene, le cui chiavi sono in mano austriaca, mentre Napoleone III,  imperatore dei Francesi,  tenta di togliere  la tiara pontificia che le nasconde la testa.

Scritto in Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazioniletto 1092 volte

Inserito da redazione il Ven, 2010-10-29 10:32


Conferenze, spettacoli e lezioni sull'Ottocento a Bologna

Da martedì 26 ottobre alle ore 21,  presso l'Oratorio di S. Filippo Neri a Bologna, ha inizio una serie di 8  incontri  (4 martedi sera alle 21 e 4 giovedì alle 18) che si propongono  di  raccontare l'Ottocento, non solo nei suoi eventi politici ma anche nell'arte, nella musica e nella letteratura . L'iniziativa. intitolata
"Italia '800. Parole, immaginni, suoni da una Nazione"
è promossa dalla  Fondazione del Monte e curata da Angelo Varni e si inserisce nel disegno di celebrazione del Risorgimento e del  150° dell'Unità d'Italia.
 Relatori e narratori saranno i professori  Angelo Varni , Pietro Ignazi, Marco Bazzocchi , Giuseppe Galasso, Ezio Raimondi, Andrea Emiliani, Gianfranco Pasquino e Marco Cammelli. Sarà presente come lettore anche Ivano Marescotti .
Le quattro serate  del martedì saranno allietate anche   dal flauto e dall'ensemble di Giorgio Zagnoni; il 28 ottobre dal coro Stelutis.
** Gli ultimi incontri sono previsti per martedì 23 e giovedì 25 novembre

Il programma  particolareggiato è leggibile  sul sito
www.fondazionedelmonte.it/Oratorio-di-S-Filippo-Neri.aspx
Info 051 225128, per eventuali prenotazioni

Scritto in Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazionileggi tutto | letto 1413 volte

Inserito da redazione il Lun, 2010-10-25 17:01


Documentario sul Risorgimento a Bologna

Venerdì 22 Ottobre 2010, al Museo civico del Risorgimento di Bologna, Piazza Carducci, 5, alle ore 17.00 proiezione del documentario storico
Bologna nel Lungo 800 . Regia di Alessandro Cavazza
a cura di Comitato di Bologna dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Museo civico del Risorgimento di Bologna e ISREBO.
Nel contesto della Festa della Storia ed in occasione dei 150 anni dell’unità Italiana, verrà presentato il documentario Bologna nel Lungo 800. Il filmato, in 50 minuti, racconta le vicende di Bologna e della sua provincia dall’arrivo di Napoleone fino alla vigilia della Grande Guerra.
Figure come Napoleone Bonaparte, Antonio Aldini, Marco Minghetti, Pio IX°, Ugo Bassi e Giosue Carducci rivivono grazie a questo filmato, continuazione ideale del precedente “La città rossa nella Grande Guerra”. In questa occasione verrà presentato anche un graffito realizzato con tecnica rinascimentale dall’artista Enrica Moratelli, utilizzato come cornice visuale del documentario. che rappresenta un ciclo narrativo-simbolico-allegorico sulla storia di Bologna dal 1796 al 1900.
Questo nuovo documentario promosso dal Comitato di Bologna dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano e realizzato con il contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, è un nuovo passo verso la creazione di una storia audiovisiva del territorio di Bologna e Provincia.
Un progetto che quest’anno si è arricchito dalla collaborazione sia di ISREBO sia del mondo universitario. Oltre infatti alla fondamentale partecipazione del MEUS-Museo Europeo degli Studenti di Bologna e dell’Archivio Storico dell’Università, il documentario è stato realizzato
in collaborazione con sette studenti tirocinanti che hanno contribuito in modo fondamentale alla fase contenutistica del filmato, supportati attivamente da docenti, dal regista e dal personale del Museo del Risorgimento.
Ricordiamo anche la Coop Reno, co-finanziatrice del progetto, il Teatro Comunale di Bologna che ha fornito le musiche di Beethoven e Strauss, che costituiscono la colonna sonora, e l’Associazione 8cento per le danze.
Dunque, un progetto corale che coinvolge studenti, istituzioni, associazioni e fondazioni per divulgare la storia della città e del territorio bolognese ricercandone i nessi con la storia europea ed italiana.
Info: Biblioteca Museo Civico del Risorgimento Bologna Via de' Musei 8- 40124 Bologna Tel. 051 225583 roberto.lanzarini@comune.bologna.it
www.comune.bologna.it/museorisorgimento

Scritto in Bologna | Iniziative di Comuni, scuole e associazionileggi tutto | letto 2026 volte

Inserito da redazione il Mer, 2010-10-20 16:48


Al Museo Civico di Bologna, tra archeologia e Risorgimento

Al Museo civico Archeologico di Bologna si svolgeranno alcuni dei prossimi appuntamenti inseriti nel programma della Festa della storia:
-
martedì 19, ore 17, Sala Risorgimento - Insegne, armi e armature dei cavalieri alla battaglia della Fossalta, conferenza di Alberto Ponti Sgargi e Giandomenico Belvederi. Ingresso libero. Info: 051 6569058
-
giovedì 21 ore 17, Sala Risorgimento - Di/Segnamo la storia. Matite e computer per narrare, incontro in occasione della presentazione di Nove passi nella storia, volume dell'IBC per i 40 anni della Regione. Ingresso libero. Info: 051 5276610
-
domenica 24 ore 17 - Non al Museo Archeologico ma in aula Absidale (v. De' Chiari, 25/a) il Coro Athena, diretto Marco Fanti, proporrà una lezione concerto. Ingresso libero. Info 3316235645
Per il programma completo e dettagliato della Festa della Storia: www.festadellastoria.it

Inoltre, nel programma del Museo in ottobre, altre iniziative:
- Martedì 26 ottobre alle ore 17,30 al Museo civico Archeologico
- Sala Risorgimento
PROVE DI UNITA'. PAROLE E IMAMGINI PER UN PERCORSO RISORGIMENTALE IN EMILIA ROMAGNA

Un incontro, promosso e organizzato da IBC Soprintendenza per i beni librari e documentari, con la collaborazione del Museo Archeologico, che rientra tra i numerosi appuntamenti di "Ottobre piovono libri". La Soprintendente Rosaria Campioni coordina un incontro che vedrà tra i protagonisti Orlando Piraccini, Giorgio Boccolari e Giuseppina Benassati: un'anteprima delle linee di ricerca e della valorizzazione di attività di censimento e catalogazione di importanti nuclei storici e documentari, contraddistinti da una stretta relazione tra parole e immagini. Con un saluto di apertura di Ezio Raimondi.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 829 volte

Inserito da redazione il Dom, 2010-10-17 06:23


Festa della storia 2010

Dal 16 al 24 Ottobre si svolgerà la settima edizione della "Festa della Storia", organizzata dalla Facoltà di Scienze della Formazione, dal Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio (DiPaSt), dal Dipartimento di Discipline Storiche, Antropologiche e Geografiche, dal Laboratorio Multisciplinare di Ricerca Storica (Lmrs) in concorso con l’Alma Mater  di Bologna e la collaborazione di associazioni, scuole e istituzioni.
Il tema portante della VII edizione della Festa della Storia è "Sulle spalle del gigante: lasciti e risorse della storia".
Con oltre 300 eventi che si svolgeranno tra Reggio Emilia e Rimini, la Festa è già unanimemente riconosciuta come la più grande e autorevole manifestazione del genere in Europa; e non solo per la quantità, ma anche per la qualità delle iniziative, delle istituzioni e dei personaggi che vengono coinvolti. Benché preveda spettacoli, conferenze, concerti, lezioni e presentazioni da parte di figure di altissimo prestigio, ogni suo evento è gratuito ed è stato reso possibile dalla rete di enti e associazioni, cittadini, docenti e studenti che vi contribuiscono in prima persona. Durante le sue giornate convegni, tavole rotonde, conferenze, spettacoli e mostre animano palazzi, piazze, strade, chiese, chiostri, teatri e sale di Bologna e del suo territorio. Scaturisce quindi dalle collaborazioni attivate in una rete di centinaia di soggetti volti alla conoscenza, alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio storico, artistico e musicale; vi si affrontano gli argomenti più dibattuti ed attuali della storiografia: le radici e gli antecedenti del presente, gli enigmi irrisolti, le eredità, i misteri, le premesse e le prospettive delle questioni legate all’ambiente, all’economia, alle relazioni, alle comunicazioni.
** Programma aggiornato e in dettaglio sul sito
http://www.festadellastoria.unibo.it/FestaDellaStoria/progamma/aggiornamenti.htm

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 802 volte

Inserito da redazione il Ven, 2010-10-08 05:13


Bologna in festa, per S. Petronio e la città

Bologna in Festa. 27 settembre - 4 ottobre,  per celebrare la ricorrenza del patrono della città, S. Petronio
- Martedì 28 settembre alle 20.30 in Piazza Maggiore, concerto dell'orchestra Mozart diretta dal maestro Diego Matheuz.
Bologna ancora una volta si conferma come una città straordinariamente ricca di eventi e iniziative. La settimana dal 27 settembre al 4 ottobre ci propone una varietà e quantità di proposte che trasformeranno la città in una interminabile festa, gioiosa e solenne allo stesso tempo.
Le diverse identità che distinguono Bologna in Italia e nel mondo.
In questa settimana si incroceranno tra loro nuove occasioni di espressione.
- Musica: lunedì 27 conferimento a Francesco Guccini del Premio "Nettuno d'Oro" del Comune di Bologna e del "Premio Provincia di Bologna", il concerto di Vasco Rossi al Pala Malaguti per 4 date, martedì 28 in piazza Maggiore concerto dell'orchestra Mozart, vanto della città in tutto il mondo.
- Economia e affari: CERSAIE, dal 28 settembre al 2 ottobre nel distretto fieristico, scende tra via Rizzoli e via Farini con installazioni firmate da alcuni dei più importanti marchi italiani della ceramica con un carnet musicale che comprende, tra l'altro, il concerto del clarinettista turco Husnu Senl in Piazza Maggiore.
- Bologna solidale:
iniziative del calendario delle manifestazioni petroniane e il tradizionale pranzo organizzato dall'Antoniano nel cortile di Palazzo d'Accursio.
- Città dei bambini: iniziative varie, tra cui laboratori di arte e scienza per bambini da 2 a 14 anni.
- Bologna città della cultura: mostra dedicata a Dino Gavina al Mambo, Artelibro, conferenza su Gandhi del professor Gianni Sofri, mostre nei musei civici - al Museo Civico Medievale: Mémoires d'Égypte... da un album fotografico del 1895. Foto di Beato, Bonfils, Lekegian, Reiser (fino al 7 novembre), ingresso gratuito; al Museo Civico d'Arte Industriale e Galleria Davia Bargellini: Illustrando una fiaba (fino al 31 ottobre), ingresso gratuito; al Museo Internazionale e Biblioteca della Musica: Musicantiquaria. Collezionismo e antiquariato musicale tra Padre Martini e Gaetano Gaspari (fino al 3 novembre), ingresso gratuito.
- Bologna del sapere e dei sapori dall'1 al 4 ottobre propone ai cittadini e ai turisti il week end d'arte più gustoso dell'autunno con Wine Food Festival Emilia Romagna.
Segue PROGRAMMA in dettaglio, tratto dal sito web del Comune di Bologna:

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 1131 volte

Inserito da redazione il Mer, 2010-09-29 06:01


Nutizieri bulgnais, tra radio, teatro e corsi

Informazioni varie dal mondo del dialetto bolognese:
- Riprendono le trasmissioni del Nutizièri Bulgnais che in questa edizione 2010-2011 diventa Nutizièri Bulgnais e dintorni ,con servizi "anche" da ariose terre. In redazione, Carla Astolfi, Ceffo & Zcòn l é Bòn dell'Honolulu Gang e sempre Aldo Jani Noè ed Ettore Pancaldi. In regia: tutta la pazienza di Matteo Righi. Va in onda su tre canali della Sesta Rete: 7GOLD Sabato ore 6:30 e 8:00 - Domenica ore 6:00, 6:30 e 7:15 - Lunedì ore 6:00, 6:45 e 13:00 RETE8 Sabato ore 7:30 - Domenica ore 7:30 NUOVA RETE Sabato ore 7:00. Le trasmissioni sono sostenute dal Teatro Alemanni la cui XXVIII Stagione è presentata all'indirizzo web http://goo.gl/8IEQ
- Mercoledì 29 settembre, ore 21. Acordeons, 6° edizione del Festival di fisarmoniche, bandoneon e organetti.- Si esibiscono Daniele Dall'Olmo, Antonio Stragapede, Ludovico Bignardi. Con la straordinaria partecipazione di Ruggero Passarini.
TEATRO FANIN,
piazza Garibaldi 3, San Giovanni Persiceto 051.821388 - http://www.cineteatrofanin.it
- Il 6 ottobre, presso il Teatro Alemanni inizia l'11° edizione del Corso di Dialetto Bolognese tutte le informazioni dal seguente collegamento
http://http://www.clubdiapason.org/09-10corsi/09-10corsibo.html
L'Istituto dei Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna ha emesso un bando per alcuni premi a una tesi di laurea relativa ai dialetti dell'Emilia-Romagna . Gli interessati possono trovare tutti i riferimenti sul nostro sito: http://www.clubdiapason.org
E' già disponibile il calendario della XXVIII Stagione del Teatro Alemanni. Lo trovate all'indirizzo http://http://www.clubdiapason.org/08-09Alemanni/10-11cartellone.html
- Bulgnais über alles. Il Dialetto Bolognese varca i confini e approda in terra krucca e di tognini
http://guide.supereva.it/italiano_dialetti/interventi/2010/09/il-dialetto-bolognese-in-germania

Scritto in Bologna | S. Giovanni in Persicetoleggi tutto | letto 1413 volte

Inserito da redazione il Mer, 2010-09-29 04:47


Una mostra e un libro per Coronelli, geografo del '600

Il Comune di Pieve di Cento e la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna presentano la
mostra di Gianni Cestari “Nuovi mondi”,
un lavoro di pittura dedicato a Vincenzo Coronelli Frate veneziano (1650-1718) geografo, cartografo, cosmografo.* Allestita negli spazi della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, a Bologna, in Via delle Donzelle 2, la mostra si  inaugura
- venerdì 17 settembre
e resta visibile fino al 18 ottobre.
- Dal 27 novembre al 31 gennaio
l’esposizione verrà ospitata presso la Pinacoteca civica di Pieve di Cento, in Piazza A. Costa n. 10
Nuovi Mondi” è il titolo con cui viene alla luce un progetto artistico ideato da Graziano Campanini, museologo e critico d’arte, e sviluppato da Gianni Cestari, affermato artista ferrarese
Il progetto nasce nel 2006 con il fortunato ritrovamento sul mercato antiquario di un raro volume di Vincenzo Coronelli: il Tomo I de l’Atlante Veneto, stampato a Venezia nel 1691. Benché privato delle illustrazioni originali, il libro ha conservato intatto il proprio fascino tanto da indurre l’artista a riprodurre il registro delle figure mancanti. Con 72 tavole a colori, scaturite da libere suggestioni e personali impressioni, Cestari è riuscito a ri(n)tracciare con la pittura le perdute mappe del Coronelli. Il progetto mira a preservare e valorizzare il patrimonio librario antico. Rispetto alle tradizionali metodologie di recupero, è stata compiuta una scelta inusuale: quella dell’interpretazione in chiave contemporanea. Le tavole ridipinte non sono infatti la copia delle mancanti, ma l’interpretazione personale dell’artista.
Accanto ai lavori moderni di Cestari, la mostra espone tre volumi dell’Atlante Veneto, conservati nell’Archivio storico del Comune di Pieve di Cento (l’Isolario Parte I e Parte II del 1696, nonché un raro esemplare integro del Tomo I stampato a Venezia nel 1691).
Curata da Graziano Campanini e Maria Gioia Tavoni, in collaborazione con Micol Argento e Maria Elena Barbieri, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, attraverso la Soprintendenza per i beni librari e documentari dell’IBACN, e della Provincia di Bologna.

Scritto in Bologna | Pieve di Centoleggi tutto | letto 1198 volte

Inserito da redazione il Gio, 2010-09-16 16:49


Serata con la luna in Piazza Carducci

UNA SERATA LUNATICA Da Carducci ad Armstrong: passeggiando sulla Luna
Sabato 18 settembre, ore 20:30 in Piazza Carducci - Bologna
Osservazioni, Letture, Musica.
con telescopi, postazione interattiva “Lunatica” e maxi-schermo
Gli astronomi dell’Osservatorio di Bologna guideranno il pubblico nell’osservazione diretta della Luna e di altri oggetti celesti. Sarà possibile mettere l’occhio al telescopio e osservare come moderni Galileo ciò che verrà anche proiettato sullo schermo. Oltre al nostro satellite, nel corso della serata saranno visibili due fenomeni molto particolari: la congiunzione tra Giove e Urano e l’occultazione di una stella da parte della Luna.

Scritto in Bolognaleggi tutto | letto 799 volte

Inserito da redazione il Mar, 2010-09-14 14:49


Volontariato in festa , a Bologna e provincia

Per il sesto anno consecutivo Volontassociate, la festa del Volontariato e dell’Associazionismo bolognese propone un ricco calendario di eventi che animerà, nei fine settimana di settembre e ottobre, il centro di Bologna nonché i parchi, le vie e le piazze dei Comuni della provincia.
Il Non profit locale si unisce ancora una volta per incontrare i cittadini e farsi conoscere, coinvolgendoli in un’atmosfera di festa e solidarietà dove stand, giochi, mostre, spettacoli, proiezioni, laboratori creativi e tante altre attività faranno divertire grandi e piccini!
Tredici feste distribuite sui sette distretti della provincia saranno l’occasione per apprezzare i tanti volti del non-profit, curiosando tra i coloratissimi banchetti dove conoscere personalmente le Associazioni e il loro operato, assaggiando specialità da tutto il mondo e partecipando come pubblico o in prima persona alle tante attività proposte.
* Per informazioni e programmi dettagliati: www.volontassociate.it Tel. 051.659.8276 - Fax. 051.6598620
** Di seguito il calendario delle prossime iniziative in programma a Bologna e in Provincia.
a Medicina Domenica 24 ottobre - P.za Garibaldi e P.za del Popolo
- a San Giovanni in Persiceto Sabato 30 ottobre - Centro Commerciale "Il Poligono" di Via Bologna 110

Scritto in Area Metropolitana - ex Provincia | Bolognaleggi tutto | letto 1351 volte

Inserito da redazione il Dom, 2010-09-05 05:31

fonte XML