Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Poesia


Tutto Roberto Roversi online

E' nato un sito on line che offre la possibilità di consultare tutta l'attività letteraria di Roberto Roversi: poesie, romanzi, testi narrativi e teatrali, articoli, canzoni e saggi.
http://www.robertoroversi.it/
Nel panorama dei grandi scrittori e intellettuali del XX secolo, Roberto Roversi è il solo che ha fatto della sua stessa vita il manifesto delle sue scelte politiche e culturali.
Nato in una famiglia borghese, a vent’anni va in guerra e finisce da partigiano sui monti piemontesi. Al ritorno a casa, si laurea in filosofia con una tesi su Nietzsche e apre, nel 1948, una libreria antiquaria, la “Palmaverde”, che gestirà, col solo aiuto della moglie Elena, per sessant’anni.
Nel grande crogiolo culturale degli anni Cinquanta, Roversi intesse relazioni con tutti i maggiori studiosi e letterati del tempo: Bassani, Vittorini, Calvino, Sciascia ecc., lavorando principalmente attorno all’ideazione e redazione di «Officina» (1955-1959), rivista fondata con Leonetti e Pasolini, suoi amici fin dal liceo.
Qualche anno prima, nel 1952, Roversi dà alle stampe il volume Ai tempi di re Gioacchino, una raccolta di racconti ambientati in Calabria ai tempi della dominazione post-napoleonica. I testi furono scritti nell’estate del 1947 e nascevano dall’esigenza di raccontare l’esperienza della guerra appena vissuta – una guerra civile – attraverso la lente della storia, allontanandosi il più possibile dal neorealismo che “annebbia in un lucore un po’ polveroso il panorama delle cose appena patite”. Il libro, stampato in pochi esemplari con il marchio della libreria antiquaria, viene notato da Leonardo Sciascia e da Vittorini, che convincerà Roversi a ripubblicare il libro nella sua collana “La Medusa degli Italiani” (Mondadori) nel 1959 col titolo Caccia all’uomo......
.”
Testo tratto dalla biografia posta sul sito sopra indicato dove e inserita per esteso la sua biografia insieme a tutte le informazionie i testi relativi alla sua produzione artistica e alla sua attiività come editore

Scritto in Bologna | Poesialeggi tutto | letto 1051 volte

Inserito da redazione il Mar, 29/01/2013 - 17:55


Pascoli all'Archiginnasio

E' in corso a Bologna, nell’Ambulacro dei Legisti dell’Archiginnasio, e fino al 28 aprile 2012, la mostra
Da studente a professore. Giovanni Pascoli a Bologna
a cura di Giacomo Nerozzi e Simonetta Santucci,
con la collaborazione di Paola Dessì e Daniela Negrini
Orario della mostra: lunedì-venerdì 9-19; sabato 9-14; chiuso domenica e festivi.
Ingresso libero . Visite guidate gratuite condotte dai curatori:
Sabato 17 marzo ore 11 - Giacomo Nerozzi
sabato 31 marzo, ore 11 - Giacomo Nerozzi
giovedi 5 aprile e giovedì 19 aprile alle ore 17 e alle ore 18 - Simonetta Santucci
Realizzata dalla Biblioteca dell’Archiginnasio, in collaborazione con Casa Carducci e l’Archivio Storico dell’Università di Bologna, illustra i rapporti fra Pascoli e la città in cui ha soggiornato da studente e da professore(*).
- E' in programma anche un Convegno internazionale di studi
su "Giovanni Pascoli e l'immaginario degli italiani" che si svolgerà in 3 giornate:
- lunedì 2 aprile
alle ore15 nell'Aula Absidale di via Chiari 2
- martedì 3 aprile  dalle ore 9 al tardo pomeriggio nella sala dello Stabat mater all'Archiginnasio
- mercoledì 4 aprile dalle ore 9 a lle 13, all'Accademia delle Scienze, via Zamboni 31
Parteciperanno  numerosi studiosi e docenti  universitari
(* )La rassegna espositiva si propone infatti di ricostruire, attraverso una ricca e preziosa documentazione conservata nelle raccolte degli Istituti organizzatori (una settantina fra lettere, prime edizioni, autografi, giornali e riviste, documenti d’archivio, fotografie, ecc.) due età bolognesi nella vita di Pascoli, separate da uno spazio molto ampio: i nove anni degli studi universitari (1873-1882) e i sei anni dell’insegnamento al posto di Carducci (1906-1912), un’epoca che fino a pochi anni fa sembrava grigia e priva di interesse.

Scritto in Bologna | Poesialeggi tutto | letto 1083 volte

Inserito da redazione il Dom, 25/03/2012 - 07:34


Un fiore per non dimenticare

Un fiór pr'an scurdàr / Un fiore, per non dimenticare
di Maria Cristina Nascosi Sandri
Silénzzi, intóran.
Sól,
Sól, ogni tant,
un cvèl furtiv,
un pass in sla giàra
al désfa cla pas,
al giazza al séntiment
ad cla solitùdinn
ch'la quàcia i ànimm.

Scritto in Ferrara | Poesialeggi tutto | letto 1614 volte

Inserito da redazione il Lun, 02/11/2009 - 07:07


Caffè letterario ad Argile

Venerdì 15 maggio 2009, ore 21 presso il Teatro Comunale di Castello d'Argile, via Matteotti 150,
presentazione degli ultimi libri dello scrittore bolognese Roberto Roversi
Tre poesie e alcune prose (1959-2004)”- Luca Sossella ed. 2008
Per impervi sentieri” Poesie – Bohumil audiolibri 2008-
in un Caffè Letterario
promosso dalla rivista di letteratura VERSO DOVE
in occasione della ripresa delle pubblicazioni con il n. 14.
E' prevista la partecipazione di Fabio Moliterni (critico letterario), Salvatore Jemma (poeta) e dei responsabili editoriali delle collane Simona Vinci (scrittrice), Gianni Nadiani (Università di Bologna), Fabrizio Lombardo
(Librerie coop) Stefano Semeraro (La Stampa), Vincenzo Bagnoli (Il Mulino), che, a seguire, animeranno il dibattito su editoria e pubblico.
Ingresso gratuito e rinfresco.

Scritto in Castello d'Argile | Poesialeggi tutto | letto 1776 volte

Inserito da redazione il Lun, 11/05/2009 - 17:07


Poesia e sogno

SOGNANDO….LA POESIA
martedì 19 Maggio 2009 - ore 21
Casa della Conoscenza
- Via Porrettana, 360 - Casalecchio di Reno (BO)
Il rapporto tra sogno e poesia - Reading poetico

Il rapporto tra sogno e poesia raccontato attraverso la lettura di alcuni grandi Autori e attraverso l’esperienza di un gruppo d’incontro sui sogni e la scrittura creativa
Programma della serata
- Prima parte
Presentazione e lettura di testi poetici da: W. Szymborska, Novalis, J. Borges, F. Pessoa, M. Cvetaeva, V. Aleixandre, P. Eluard,
- Seconda parte
Presentazione dell’esperienza del Gruppo d’incontro su Sogno e Poesia e lettura di poesie legate al lavoro del Gruppo
Organizzazione e realizzazione:
Sintesi Azzurra http://poesiapertutti.blogspot.com - e-mail: sint.azzurra@fastwebnet.it
* Ingresso libero
Per informazioni e contatti potete trovare gli organizzatori presso i seguenti recapiti: Via Ronzani, 6-   Casalecchio di Reno (BO) Tel. 0514071543- C. Renzi: 3394597501

Scritto in Casalecchio di Reno | Poesialeggi tutto | letto 2056 volte

Inserito da redazione il Sab, 09/05/2009 - 09:53


Un messaggio d'amore alla mamma da un poeta ferrarese

- Miè màdar
Una candela ad zzìra banadéta
brusà tuta par nu.
- Parché…
Parché aver préssia
ssé tant prèst l’è sìra,
par mi,
par ti,
par tuti?
Anche se è abbastanza facile da capire, per i non ferraresi traduciamo:
Mia madre
Una candela di cera benedetta
bruciata tutta per noi
Perchè
Perchè aver fretta
se tanto presto è sera
per me,
per te,
per tutti?

Scritto in Poesialeggi tutto | letto 1633 volte

Inserito da redazione il Sab, 09/05/2009 - 09:38


Una poesia dedicata al 25 aprile

A seguire, una poesia di Maria Cristina Nascosi, in lingua  italiana e in dialetto ferrarese, per ‘non dimenticare di ricordare’ una data importante per tutti, il 64° della Liberazione: era stata ispirata tempo fa da due film molto belli, ognuno a proprio modo, coinvolgenti ed inerenti al…tema: Tornare per rivivere di Claude Lelouch (Partir revenir) del 1985 ed Arrivederci, ragazzi (Au revoir, les enfants), di Louis Malle del 1987, lo stesso anno in cui, peraltro, la delicata pellicola aveva davvero meritato il Leone d’Oro alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.
Mai più Auschwitz
Son tornata.
Sì, ce l’ho fatta,
a ritornare
e rivedere
la nostra bella casa,
il giardino,
l’albero,
il pozzo.
Mi pareva di sentire
le urla dei bimbi
riempire il cortile
e la voce di tua madre,
all’ora di cena.
Son tornata,
ma senza te.
Su quel treno-merci
non hai resistito
alla fame,
al freddo,
alla sete,

come tanti altri.

Scritto in Poesialeggi tutto | letto 1708 volte

Inserito da redazione il Sab, 02/05/2009 - 07:42


Prima che sorga il sole

 Riceviamo da  Ar.Pa.Dia  (Archivio padano dei dialetti * ), e pubblichiamo, una poesia sul mistero cristiano della Pasqua, dedicata alla tragica calamità che ha martoriato nei giorni scorsi l'Abruzzo
Prima che sorga il sole
di Franca Piazzi Zellioli di Cremona
Sulle ginocchia,
disteso sulle pieghe del tuo vestito
a lutto,
raccolto come quando, piccino,
dormiva tra le tue braccia,
ecco, esanime, il tuo Gesù, il Crocifisso!
Solchi di dolore scavano
il tuo silenzio, il tuo viso,
il tuo cuore di mamma,
Maria!
Riarsi i tuoi occhi, senza più lacrime
sono fissi su quel volto
martoriato e sanguinante
di sconfitto…
Venerdì santo di duemila anni fa!…
…Ma domani
prima ancora che sorga il sole

Scritto in Poesialeggi tutto | letto 1736 volte

Inserito da redazione il Sab, 11/04/2009 - 07:02


Campionato di poesia orale

Venerdì 20 marzo ore 21, presso Circolo Bertolt Brecht, via Bentini 20, Bologna.
Giornata mondiale della poesia” indetta dall'UNESCO.
La Poesia a Bologna ed Oltre, fino alle Stelle.
(L'Astronomia è il tema di questo anno per la giornata Mondiale della Poesia.)  Nel corso della serata:
"1°Campionato nazionale di poesia orale”- Girone di qualificazione" , promosso da
Ass.ne culturale Via de' Poeti e Circolo Bertolt Brecht, Bologna, www.viadepoeti.it
8 poeti provenienti da tutta Italia si sfideranno a suon di versi e sarà tutto il pubblico col proprio voto palese a decretare i due che tra di loro accederanno alle Fasi Finali in programma a Bologna nel mese di luglio '09.    Ingresso Libero
I poeti gareggeranno con poesie proprie e potranno scegliere se recitarle semplicemente o performizzarle usando costumi di scena, o accompagnandosi con uno strumento o teatralizzandole, secondo l'antica tradizione della poesia orale italiana
.Intervento musicale dei maestri Maurizio Deoriti e Mariangela Fattorini, che eseguiranno brani singoli ed a quattro mani.

Scritto in Bologna | Poesialeggi tutto | letto 1887 volte

Inserito da redazione il Ven, 20/03/2009 - 08:20


Una poesia per ricordare

Ricorda
ricorda
ricorda,
perché
labile è la memoria.

Ricorda,
perché nessuno possa
dire mai
io non c'ero,
in nome
di un ancor più obliante
noi, non c'eravamo
PER NON DIMENTICARE DI RICORDARE, MAI
Maria Cristina Nascosi Sandri, per il 27 gennaio 2009

Scritto in Poesialeggi tutto | letto 1644 volte

Inserito da redazione il Mar, 27/01/2009 - 09:29


Dedicata ad un bambino, con parole ferraresi

Al mié putìn, di Liana Medici Pagnanelli
A slungh pian pian ’na man e a tóch la tò manìna,
putìn tut nóv ch’at dòrmi tranquil inpèt a mì:
dòp tanta cunfusión ad zént indafarà dré mi, pó a ti,
par dj’ór,
adèss i s’ha lassà.
I s’è arcmandà ch’am pónssa, ch’a fàga un pisulìn,
dòp la fadìga fàta pr’avér al mié putìn.
Chi, mi, durmìr?
Cum fàghia, agh n’ho di quèi da far!
Guardàrat, bagajn, co’i òcc quasi incantà,
basàr chi du splucìn sul tò zzuchìn platà,
acarézzarat pian, quasi con sudizzión,
parché ta’n’t smìssi e’n t’zzìghi,
che incóra ta n’am tgnóss.
Fra póch i gnirà tuti, popà, nòni e parént,
ognun co’n’èmózzion e ’na càrga’d sentimént;
e…’t sarà fiòl’d tò pàdar,
e nvód, fradèl, cusìn, ognun gh’avrà’n dirit su ti, mié bèl putìn!
I vòl ch’a dòrma! Eh, no! Adèss at vói guardàr,
adèss ch’a tié sól mié, putìn apéna nat!

Scritto in Poesialeggi tutto | letto 1995 volte

Inserito da redazione il Mer, 24/12/2008 - 12:27


Le poesie vincitrici a Pieve di Cento

Concorso letterario “Le quattro Porte” organizzato dal “Laboratorio di ricerca culturale” di Pieve di Cento.
XI Ediz. 2008.
Ecco le 3  poesie prime classificate nelle 3 sezioniPoesia in lingua italiana, Poesia Dialettale e Poesia Haiku
1
a poesia classificata, di Gabriele Aral Volterra
ALL'AMICO J0SÈ
Un saluto, mio amico portoghese
accettalo così, come mi viene,
non conosco la tua lingua
eppure quante cose ci siamo detti
quanto abbiamo capito.
Un saluto, ora che le nostre strade si dividono
e la tua corre così forte verso il domani,
mentre ti allontani
e mi lasci indietro nel percorso.

Scritto in Poesialeggi tutto | letto 1803 volte

Inserito da redazione il Mar, 30/09/2008 - 07:09


Alcune poesie (in italiano) premiate al Concorso di Pieve di Cento

Concorso letterario nazionale ”Le quattro porte” organizzato dal “Laboratorio di ricerca culturale” di Pieve di Cento
10.a edizione 2007

- 1.a poesia classificata,  di Lida De Polzer - Varese
"Forse"

Pareva fino a ieri
un inverno per sempre, sconsolato
figlio del ghiaccio e della pioggia, e luce
pareva non avere altro che grigia
ed ore lunghe, e giorni rintanati
e nebbia, nebbia a seppellirci il cuore.

Scritto in Poesialeggi tutto | letto 2054 volte

Inserito da redazione il Lun, 18/02/2008 - 20:29


Poesie in dialetto premiate a Pieve di Cento

Concordo Letterario Nazionale “Le quattro porte” , organizzato dal “Laboratorio di Ricerca culturale” di Pieve di Cento. 10.a edizione . 2007
Sezione poesia dialettale
-1.a classificata, di Bruno Zannoni - Ferrara
in Dialetto romagnolo (cervese)
"Garbèn"
Al dóndla e al sbatt, al cânn
sò l’ónda de garbèn
e al sbatòcia insèn
sò l’ós de mi capânn.

Ste vënt bulènt ad lói
tra i rém e’ fróla e e’ fés-cia
e sénza pês l’armés-cia
la pólvar cun al fój;
e’ strésa sò la strèna,
tót quel ch’e’ tóca e’ brusa;
pù, sénza dmandê scusa
e’ córr vérs a marèna
e là e’ mócia e e’ spàza
spinzénd l’ónda luntân
e u s’gôd a quëlch gabiân
ad arvinê la càza.
E’ pàsa e u’n fà tént dscurs

ste vënt che l’asarméja
a l’ânma ch’ la s’apéja
brusêda da i rimùrs.


Scritto in Poesialeggi tutto | letto 2178 volte

Inserito da redazione il Lun, 18/02/2008 - 20:16


L'Amore in dialetto ferrarese

Per un San Valentino quasi classico,  AR.PA.DIA., l'Archivio Padano dei Dialetti, curato da Maria Cristina Nascosi per il Centro Etnografico Ferrarese / Centro di Documentazione Storica del Comune di  Ferrara ,  propone una bella lirica di Beniamino Biolcati, maestro, poeta, un benemerito – nomen omen - pioniere, uno dei padri fondatori delle regole grammaticali e sintattiche della nostra lingua e cultura dialettale, avendo scritto decenni fa un testo in merito che ancora fa scuola.
Da: "La poesia dialettale ferrarese" Antologia di opere tra Città e Provincia, a cura di Maria Cristina Nascosi, Ferrara, Comune di Ferrara, 1998, riportiamo:
L’Amór còs’èl

Amór l’è vlérass bén
con anma e cuór,
l’è desidèri ’d stars’avsìn,
ciapars par man
par aiutars’int il dificultà
ch’li j’è sémpar tanti.

Scritto in Ferrara | Poesialeggi tutto | letto 3254 volte

Inserito da redazione il Sab, 16/02/2008 - 08:35


Pianura poetica. Mauro Franzoni

E quindi uscimmo

a riveder le stelle

e ognuno di noi

cercava d’esser solo

puro e disposto

a salire alle stelle

perciò cercammo

(ma non così bene!)

l’amor che muove

il sole e l’altre stelle.


(2002) 

Con questo affettuoso ed ironico “plagio” (avrete riconosciuto il finale dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso del nostro sommo poeta, Dante!), apriamo un ulteriore spazio in questo già ricco sito dedicato alla Pianura del Reno, dando la parola ad una delle più pure espressioni che l’intelletto umano abbia elaborato cioè la poesia.
Invitiamo tutti coloro che hanno versi chiusi nel cassetto di tirarli fuori e di portarli a conoscenza di tutti i visitatori di questo sito, perché la storia e la valorizzazione del nostro territorio siano illuminate anche dalle parole che scaturiscono dal più profondo della nostra anima….

Il primo poeta ospitato è Mauro Franzoni (autore anche del “plagio” iniziale) con un suo acrostico (leggendo in verticale le iniziali di ogni verso risulterà una parola, a dare una “chiave di lettura” a tutta la composizione).
Nato nel 1956, laureato in Storia Antica e socio fondatore di questa Associazione, ha iniziato la sua attività poetica alla fine degli anni ’70.
Ha pubblicato le seguenti raccolte poetiche:
-         L’intonaco del cielo (1986)
-         Pallida eco (1991)
-         Elogio del niente (1995)
-         Notizie dal mio scrittoio (1997)
Una quinta raccolta è in corso di pubblicazione, entro il 2004 (top secret riguardo al titolo!)
Chiunque fosse interessato ad approfondire la conoscenza di questo autore può reperire i suoi libri presso la Biblioteca Comunale di San Giorgio di Piano, oppure presso la libreria Minerva via Castiglione 13- Bologna, oppure contattando l’autore (tel 051-860884 cellulare 328-4066638) 

Di Mauro Franzoni: 

Di ritornare sui passi sbagliati

J’ai déjà payé cette dette!

Anche se a dimostrarlo non c’è ricevuta 

Vorrei soltanto che fosse più agevole

Uscire dall’acrostico in cui leggo VITA

                                               
  (2003)

Scritto in Poesialeggi tutto | letto 2975 volte

Inserito da redazione il Mer, 31/12/2003 - 09:50

fonte XML