Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Campagna "Portatori d'acqua". Un comunicato del Comitato italiano


Ancora oggi, nel mondo 1,5 miliardi di persone non hanno accesso all’acqua potabile e 2,6 miliardi non hanno servizi igienico-sanitarie di base. Ogni giorno 34.000 persone, in prevalenza donne e bambini, muoiono per l’assenza d’acqua potabile. Siamo di fronte a un silenzioso genocidio che si perpetua nell’indifferenza della comunità internazionale. Una situazione intollerabile causata da una politica mondiale imposta dalle imprese Multinazionali  e da precise responsabilità e scarsa volontà politica  dei Governi». Questi i motivi che sono alla base della Campagna «Portatori  d'acqua», promossa dal Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’Acqua con il sostegno di un consorzio di Ong e associazioni (Cevi, Cipsi,  Cric, Cospe e Legambiente) che verrà presentata a Milano mercoledì 12 Luglio alla Camera del Lavoro - Corso di Porta Vittoria 43.

 

La Campagna  vuole essere  uno strumento per mettere in rete e dare visibilità politica a tutte le iniziative locali ed alle azioni di quanti, a livello individuale e collettivo, come cittadini, comunità, associazioni, Ong, sindacati, imprese, amministratori, sono disponibili ad impegnarsi il riconoscimento dell’acqua come diritto umano per tutti. Parteciperanno al lancio della Campagna e saranno i primi  testimonial come «Portatori d'acqua»: Danielle Mitterand, Presidente della omonima Fondazione Fondazione France Libertés , che da anni è  impegnata per garantire i 40 litri al giorni di acqua per tutti come diritto umano; Abel Mamani, Ministro dell'Acqua della  Repubblica Boliviana, già portavoce dei movimenti  della «cordinadora nacional de la defensa dell'acqua e de la vita»; Alex Zanotelli, missionario comboniano che subito dopo il suo rientro in Italia si è impegnato con la Rete Lilliput nelle battaglie contro la privatizzazione a Napoli, Messina e Palermo; Riccardo Petrella, Presidente dell'Acquedotto Pugliese impegnato nella ripubblicizzazione, su mandato del Presidente della Regione Niki Vendola; Onorio Rosati, Segretario Generale della Camera del Lavoro di Milano che annuncerà l'impegno del movimento sindacale e dei lavoratori  a difesa dell'acqua come diritto umano. La Campagna i Portatori d'acqua è sostenuta anche della Fondazione France Libertés di Danielle Mitterrand.

L’ultima scandaloso rifiuto è avvenuto nel IV° Forum Mondiale dell’acqua (città del Messico  2006) dove ancora una volta la Comunità internazionale si è rifiutata di riconoscere l’accesso all’acqua come diritto umano nonostante, nonostante una  precisa richiesta in tale senso fosse stata formulata dal Parlamento europeo, cioè dai rappresentanti di 25 paesi e di 450 milioni di cittadini, che avevano trasmesso al Presidente del Forum  Mondiale questa richiesta con una precisa risoluzione. «É tempo di ribellarsi a questa scandalosa indifferenza». L'urgenza di una mobilitazione su vasta scala per il riconoscimento del diritto all'acqua per tutti e per una gestione  pubblica e partecipata sono alla base dell'impegno unitario dei Movimenti a difesa dell’Acqua e contemporaneamente lo stesso obiettivo è stato accolto con determinazione dal Parlamento Europeo con una risoluzione del Marzo di quest'anno e di recente anche dalla CGIL nel suo ultimo congresso.

Comunicato diffuso www.grillonews 

Per maggiori informazioni - www.portatoridacqua.it

Scritto in Acqua, un bene da salvareinvia ad un amico | letto 1532 volte

Inserito da redazione il Mer, 2006-07-05 05:29