Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

La Belle Epoque al Magi900


Presso il Museo MAGI 900 di Pieve di Cento
è visitabile la nuova sala espositiva permanente
Omaggio alla femminilità nella Belle Epoque
Da Toulouse-Lautrec a Ehrenberger

Il Museo MAGI 900 apre le porte una nuova sala permanente con dipinti, sculture, manifesti, incisioni e riviste di Boldini, Bonzagni, Corcos, Dudovich, Helleu, Martini, Ehrenberger, Rops, Toulouse-Lautrec e altri protagonisti dell’arte europea tra Ottocento e Novecento. Il mito della Belle Époque, con la sua immagine di età dell’oro animata da un’incredibile euforia, è il riflesso del respiro europeo e del desiderio d’innovazione che hanno segnato fondamentali cambiamenti nella società, nel gusto, negli stili di vita e nella comunicazione dell’età contemporanea. Con l’intento di dare visibilità a un’idea del suo fondatore, l’imprenditore e collezionista Giulio Bargellini, da sempre appassionato di questo periodo storico, il Museo MAGI’900 apre dunque una nuova sezione espositiva, nella quale opere originali, numerose delle quali in collezione permanente, dialogano con riviste, manifesti, documenti, stampe e oggetti dell’epoca, per rendere omaggio alla rilevanza assunta dalla figura della donna nell’estetica e nella società in quei magici decenni di passaggio tra i due secoli.
In occasione dell’inaugurazione della sala, oltre alla presentazione dei critici e curatori Fausto Gozzi e Valeria Tassinari e alla visita della mostra, sarà rievocata una speciale atmosfera con musica e danza dell’epoca.
** Maggiori informazioni sul sito
http://www.comune.pievedicento.bo.it/notizie/2016/omaggio-alla-femminilita-nella-belle-epoque
*Info: MAGI900 Museo d'arte Via Rusticana A/1 – 40066 Pieve di Cento (BO) – tel.+39 051 6861545.     info@magi900.com   | www.magi900.com  

Scritto in Pieve di Centoinvia ad un amico | stampa | letto 294 volte

Inserito da redazione il Lun, 31/10/2016 - 08:14