Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Perchè la guerra? Una settimana di incontri e proiezioni a Bologna


In occasione del centesimo anniversario dello scoppio della Prima Guerra mondiale il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Bologna organizza, tra Bologna e Forlì, una settimana di letture, proiezioni e discussioni che ruotano intorno ad alcune parole chiave.
Il titolo della manifestazione Why War? riprende quello del carteggio tra Albert Einstein e Sigmund Freud: le loro riflessioni risuonano ancora oggi con straordinaria pregnanza e intensità.
A Bologna gli incontri si svolgono nell'Aula Poeti di Palazzo Hercolani, Strada Maggiore 45; a Forlì nell'Aula 9 di Teaching Hub, Viale F. Corridoni 20.
Programma degli incontri di Bologna:

- 10 novembre ore 16
Racconti di guerra
- proiezione di immagini e filmati d'epoca
Coordinamento a cura di Stefano Cavazza
Intervengono
Riccardo Brizzi, Fulvio Cammarano, Stefano Cavazza, Giulia Guazzaloca, Laura Lanzillo, Giuliana Laschi, Michele Marchi e Angelo Panebianco.
- 11 novembre ore 16
Confini, identità e conflitti. Alle origini del totalitarismi
- Proiezione de "La Grande Illusione" (Jean Renoir, 1937) Presenta Angelo Panebianco
- 12 novembre ore 15
Masse: Propoganda e censura
- Proiezione di immagini e filmati d'epoca
Coordinamento a cura di Pina Lalli
Intervengono Gianfranco Baldini, Saveria Capecchi, Roberto Grandi, Pina Lalli e Augusto Valeriani.
L'incontro è preceduto da "La guerra dei nostri nonni", Filippo Andreatta, Sergio Belardinelli, Loris Zanatta presentano il libro di
Aldo Cazzullo.
- 13 novembre ore 16
Pace e guerra: Ragioni a confronto-
Proiezione de "La grande guerra" (Mario Monicelli, 1959)
Presenta
Daniela Giannetti
- 14 novembre ore 16

Accelerazioni e trasformazioni
Coordinamento a cura di Giampiero Giacomello
Intervengono Antonio Fiori, Giampiero Giacomello, Andrea Lollini, Franco Piro e Lorenzo Zambernardi

http://agenda.comune.bologna.it/cultura/why-war
https://eventi.unibo.it/whywar
** Si  segnala inoltre che  è presente e visitabile nel chiostro della Basilica di S. Stefano a Bologna il Lapidario dei Caduti della Prima guerra mondiale in cui sono
elencati 2536 soldati caduti, residenti in Bologna.
Maggiori informazioni sul sito
http://www.storiaememoriadibologna.it/lapidario-di-santo-stefano#sthash.nYugMdZl.dpuf



Scritto in Bologna | Storia. Locale e generaleinvia ad un amico | letto 878 volte

Inserito da redazione il Gio, 2014-11-06 16:30