Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

L'Archivio segreto estense su Rai 3


- Martedì 3 dicembre 2013 "Chiesa del 500 tra concilio e inquisizione", autore PIERLUIGI TIRITICCO, storico FRANCO CARDINI.
- Giovedì 12 dicembre 2013 "Machiavelli", autore ROBERTO FAGIOLO, storico LUCIO VILLARI

andranno in onda le due puntate realizzate, su Raitre alle ore 13,10, ed in replica su Rai Storia alle ore 20,30 (Digitale terrestre ch 54 e ch 23 TivùSat).
L'Archivio di Stato di Modena
, su invito del Ministero de Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ha aderito alla proposta di collaborazione con RAI-Educazione offrendo preziosi spunti, con i suoi tesori provenienti dall'importante fondo dell'Archivio Segreto Estense, per illustrare alcune tematiche affrontate in due puntate del nuovo programma di Raitre "Il Tempo e la Storia".
Il primo tema riguarda il Fondo del Tribunale dell'Inquisizione di Modena, 1327-1785 (303 buste); già attivo dal 1292 venne abolito da Ercole III d'Este il 6 settembre 1785, che ne incamerò l’archivio. Assieme al corrispondente fondo dell'Archivio di Stato di Venezia, è uno dei più integri complessi documentari conservati all'esterno di istituti religiosi. Esso permette di seguire l’evoluzione dell’attività del “Sacro Tribunale” nelle distinte fasi, dal periodo medievale fino all’età moderna.
Un secondo tema verte invece su un’ottica meno nota di
Lucrezia Borgia, a lungo denigrata dalla Storia. Sono infatti conservati nell'Archivio di Stato di Modena le lettere (ben 234) e i registri d’amministrazione del suo “periodo ferrarese”, documenti redatti nei suoi ultimi 17 anni trascorsi a Ferrara come moglie di Alfonso I d’Este, dove vitalizzò la corte, tenne rapporti con letterati ed artisti, diresse lo stato in assenza dello sposo, sostenne e fondò monasteri, e con ben nove gravidanze complessive lasciò forte d’eredi la Casa d’Este.
Le puntate portano la firma della
regista Fedora Sasso, autrice, assieme a Giuseppe Giannotti, Davide Savelli, Clemente Volpini, del documentario “Mussolini, il cadavere vivente”, un progetto di Rai Educational/Rai Storia in collaborazione con La Grande Storia di Rai3 e l’Archivio Centrale dello Stato. Il 15 novembre 2013 tale documentario ha ottenuto il prestigioso premio Eutelsat Tv Award nella categoria Miglior Programma.



Scritto in Modenainvia ad un amico | letto 1188 volte

Inserito da redazione il Lun, 2013-12-02 16:34