Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Incisioni all'asta per restaurare archivi terremotati


Si inaugura venerdì 10 maggio, alle ore 16.30, presso lo spazio espositivo del Museo della Sanità, Via Clavature 8-10 Bologna gentilmente concesso dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna – l’iniziativa
Terra Tremuit. Incisori per gli archivi, mostra di opere donate dall’Associazione Liberi Incisori (ALI) di Bologna, dall’Associazione Italiana Ex Libris, dalle gallerie Stamparte di Arrigo Quattrini e G7 di Ginevra Grigolo, entrambe di Bologna, all’Associazione Nazionale Archivistica Italiana (A.N.A.I.) – Sezione Emilia Romagna.
L’A.N.A.I. Sezione Emilia Romagna ha promosso la mostra in collaborazione con l’ALI e la Soprintendenza Archivistica per l’Emilia Romagna. L’iniziativa vede inoltre la collaborazione della Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici, dell’Associazione SOS Archivi e Biblioteche e della Fondazione Mondadori. Si svolge con il patrocinio dell’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna.

L’associazione gestirà inoltre la raccolta di offerte a scopo benefico.
L’iniziativa ha infatti lo scopo di raccogliere somme da destinare al recupero degli archivi danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012. Beni culturali solitamente poco percepibili agli occhi del pubblico, gli archivi di questa parte del nostro territorio, così dolorosamente colpito, meritano infatti di essere restituiti alle comunità di appartenenza, al pari di chiese, campanili e sedi municipali, perché di quelle comunità essi costituiscono la memoria storica, fondante e identitaria, che deve essere salvaguardata.
Sarà possibile, durante la mostra e, già prima, dal sito dell’A.N.A.I., visionare le incisioni e formulare offerte collegate alle opere esposte, secondo diverse modalità consultabili sul sito dell’associazione.


L’intero ricavato verrà devoluto dall’A.N.A.I. – in base a priorità di intervento individuate dalla Soprintendenza Archivistica per l’Emilia-Romagna – al recupero degli archivi emiliani danneggiati dal sisma. Dell’impiego delle risorse verrà dato pubblico resoconto.
L’esposizione rimarrà aperta al pubblico fino al 4 giugno 2013, e sarà visitabile nei seguenti giorni e orari: dal martedì alla domenica, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00.
All’evento inaugurale interverrà l’Onorevole Manuela Ghizzoni, già presidente della VII Commissione (Cultura, Scienza e Istruzione) della Camera dei Deputati. In occasione dell’inaugurazione, inoltre, l’attrice Marinella Manicardi darà lettura di alcuni brani che rievocheranno i drammatici eventi del maggio 2012, soprattutto nel loro impatto sul patrimonio culturale. Verrà inoltre proiettato un breve video curato dall’Associazione SOS Archivi e Biblioteche e volto a documentare le condizioni degli archivi all’indomani del terremoto.
Ai presenti verrà donata una copia del catalogo della mostra, con le immagini di tutte le opere esposte.

Scritto in Bolognainvia ad un amico | letto 705 volte

Inserito da redazione il Lun, 2013-05-06 06:24