Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

I documentari in tour da Minerbio a Bentivoglio


Per la rassegna DOCinTOUR - documentari in regione Emilia-Romagna, il cinema del reale fa tappa nella bassa, a cura dell'Associazione Il Temporale con il patrocinio del Comune di Bentivoglio, al Centro Culturale tE:Ze - via Berlinguer 7
La ras
segna, inaugurata il 7 aprile, proseghe in maggio con le seguenti date
- mercoledì 15 maggio ore 21
1) Ortobello. Primo concorso di bellezza per orti di Marco Landini e Gianluca Marcon,
2012, 32’. Al centro sociale Casa del Gufo va in scena la prima edizione di “Ortobello”, una gara di bellezza per orti. L’esperienza si trasform nel racconto di una memoria collettiva, pubblica e universale.
2) God save the green di Michele Mellara e Alessandro Rossi, 2012, 72’
Gruppi di persone che, in tutto il mondo e attraverso il verde urbano, danno un nuovo senso alla parola comunità ed allo stesso tempo cambiano in meglio il tessuto sociale e urbano in cui vivono.
- mercoledì 22 maggio ore 21
Gli anni delle immagini perdute
di Adolfo Conti,
2012, 87’
Il ritratto umano e artistico del regista Valerio Zurlini, scomparso nel 1982. La vita, il cinema, gli artisti che l’hanno formato, e le “Immagini Perdute”, i tanti film non portarli a compimento.
- sabato 25 maggio ore 21
Palestina per principianti di Francesco Merini,
2012, 60’
A Zimmy della band i Lou del Bello’s, tocca un viaggio per andare a insegnare musica a dei
bambini di un campo profughi palestinese.
- mercoledì 29 maggio ore 21
Formato ridotto. Libere riscritture del cinema amatoriale di Antonio Bigini, Claudio Giapponesi, Paolo Simoni,
2012, 52'
Un gruppo di scrittori che dalle immagini dell’Archivio Nazionale del Film di Famiglia sperimentano nuove tecniche narrative.
Ingresso gratuito

 

serata inaugurale della rassegna al Nuovo Cinema Mandrioli via Barche, Ca' de fabbri, Minerbio
- mercoledì 10 aprile ore 21

Voci in nERo L'Emilia-Romagna nelle pagine del noir
di Riccardo Marchesini, 2012, 54’
saranno presenti il regista
Riccardo Marchesini e la scrittrice Grazia Verasani
La voce notturna di uno speaker radiofonico diffonde nell’etere le pagine di romanzi noir di alcuni dei più importanti scrittori di genere del nostro paese. Carlo Lucarelli, Loriano Macchiavelli, Grazia Verasani ed Eraldo Baldini descrivono le ambientazioni delle proprie storie, in un’Emilia-Romagna oscura e misteriosa.
Le successive proiezioni al Centro Culturale tE:Ze - via Berlinguer 7, Bentivoglio
- mercoledì 17 aprile ore 21

Non mi avete convinto. Pietro Ingrao un eretico
di Filippo Vendemmiati, 2012, 75'
Pietro Ingrao, 97 anni, si racconta dialogando a distanza con uno studente anni’80. Tra intervista e registrazioni inedite, un uomo appassionato che ha attraversato il Novecento andando oltre.

- mercoledì 24 aprile ore 21
Profughi a Cinecittà di Marco Bertozzi,
2012, 52’
Cinecittà dal 1943 al 1950, attraverso l’occupazione nazista, la creazione di un campo profughi da parte degli alleati fino alla rinascita cinematografica.


- sabato 4 maggio ore 20 notte bianca d'amore doc
1) Con cuore puro di Lucrezia Le Moli,
2012, 55’
Intellettuali e poeti dialogano con vecchie e nuove generazioni di innamorati, tentando la via a una possibile saggezza del cuore.
2) Come prima, più di prima, Mi amerò di Alessandro Capitani, 2012, 50’
Quale cuore batte dietro un seno al silicone? Quindici donne partecipano a un concorso di bellezza molto particolare: Miss Chirurgia Estetica 2010.

3) L’ora blu di Stefano Cattini, 2012, 67’
La paziente e ostinata costruzione di un’intima utopia da parte di una coppia che decide di trasferirsi nella Maremma Toscana. A ottanta anni.

4) Nadea e Sveta di Maura Delpero, 2012, 62’
Nadea e Sveta sono emigrate in Italia per ragioni economiche. Le loro famiglie sono rimaste in Moldavia. I loro destini si incroceranno fino ad invertirsi, in una storia di donne sempre pronte a ripartire.

5) Mignon di Massimo Alì Mohammad, 2012, 77’
Lo storico cinema a luci rosse "Mignon" di Ferrara, punto d'incontro e, per così dire, "confessione", ormai perduto nel tempo.
-
mercoledì 8 maggio ore 21
Ci sono Lavori considerati maschili che le donne svolgono già da tempo. Lavori duri e massacranti che testimoniano la caparbietà e il coraggio di alcune donne.

Scritto in Bentivoglio | Minerbioinvia ad un amico | letto 1148 volte

Inserito da redazione il Dom, 2013-04-07 06:09