Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Villa Guastavillani, tra grotte, cisterne e cunicoli


Un'altra opportunità di visita  a una interessante villa bolognese e  alle sue pertinenze, proposta dalla Associazione Amici delle Vie d'Acqua e dei Sotterranei di Bologna:
- Sabato 28 luglio 2012 a Bologna, Villa Guastavillani,
via degli Scalini 18
Ore 11.00: Visita in uno dei luoghi più suggestivi ed inavvicinabili della nostra città.
Le meraviglie della “Grotta del Ninfeo” e la cappella totalmente affrescata.
Si racconterà della grande cisterna e dei cunicoli dei rifugi antiaerei che sussistono ancora sotto la collina.
Nel 1575 il cardinale Filippo Guastavillani, nipote del papa Gregorio XIII, fece costruire sul monte di Barbiano, a Bologna, un palazzo di dimensioni grandiose, tanto che fu spianata la sommità di un colle per fare posto al grande edificio. "Una parte del monte venne sistemata a pianoro, per accogliere il sole dalla parte di mezzogiorno, mentre una loggia a tre fornici era costruita dalla parte di tramontana, cosicché se da un lato si aveva il caldo all'inverno, dall'altro si poteva godere il fresco all'estate". L'ultima discendente dei Guastavillani fu Virginia che aveva sposato un nobile di Reggio Emilia, il conte dott. Francesco Cassoli, discendente di una famiglia che risaliva al secolo XII. Nel 1920 venne costituita l'Opera Pia Cassoli Guastavillani. Passato successivamente al Comune di Bologna, nel 1998 il palazzo è stato acquisito dall'Università di Bologna. Nel progetto originale del Mascarino la villa era cinta da mura con quattro torrioni, due dei quali rimangono tutt'oggi davanti all'entrata principale. Particolarmente interessante e rara, fra gli interni del palazzo, è la stanza ipogea naturale, una curiosità storica architettonica ancora quasi intatta. "Nella gran sala sotterra erano un tempo giochi d'acqua deliziosi, alimentati dagli acquedotti che portavano l'acqua raccolta con gallerie sotto il colle attiguo…
** Le visite sono a prenotazione obbligatoria inviando una mail a: segreteria@amicidelleacque.org 
Si deve ricevere una risposta… se non ricevete la risposta contattate il nr. 347/5140369
Maggiori informazioni su www.amicidelleacque.org

Scritto in Bolognainvia ad un amico | letto 3126 volte

Inserito da redazione il Mer, 2012-07-25 06:49