Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Il Passo della Croce Arcana, in una mappa del secolo XV


Nell'ambito del ciclo di incontri “Tesori di Carte”, promosso in occasione del 150° anniversario dell'Archivio di Stato di Modena si svolgerà
- mercoledì 27 giugno dalle ore 16 alle ore 17,
presso il Dipartimento di Scienze della Terra- Largo Sant'Eufemia, 19- Aula M (1° piano) il nuovo appuntamento a cura di Federica Badiali, dedicato alla riscoperta dell'Appennino modenese attraverso la mappa della Croce arcana, un raro esempio di cartografia geomorfologica risalente alla seconda metà del XV secolo.
- sabato 30 giugno  (ore 9-13) sarà inoltre possibile realizzare un'escursione al passo della Croce arcana accompagnati da guide CAI.
Partenza dalla Capanna Tassoni al Passo della Croce Arcana e ritorno con la guida del prof. Mario Panizza geomorfologo
La partecipazione è riservata alle prime 30 persone che ne faranno richiesta via e-mail all’Archivio di Stato di Modena: as-mo@beniculturali.it .
L’Agenzia Unipol Modena offre copertura assicurativa ai partecipanti.
Il Passo della Croce Arcana è un valico dell'Appennino tosco-Emiliano, con una altitudine di 1669 m s.l.m., sito in Provincia di Pistoia, nel comune di Cutigliano. È attraversato dalla strada carreggiabile che dalla Montagna Pistoiese, passando per Cutigliano e Doganaccia, porta ad Ospitale ed a Fanano, nel Parco regionale dell'Alto Appennino Modenese.
Il Passo dell'Alpe alla Croce, come veniva chiamato nei secoli passati il valico della Croce Arcana, era assai frequentato fino dal basso Medioevo per transitare dalla Toscana alla pianura Padana e viceversa, anche se in misura minore della parallela Via Francigena, che valicava l'Appennino Settentrionale più ad Ovest. I più antichi documenti risalgono all'epoca longobarda, quando Pistoia era divenuta città regia ed i bizantini si erano progressivamente ritirati verso oriente anche sulla Montagna pistoiese, allora denominata Montagna alta. Il Passo dell'Alpe alla Croce si trovò nel VIII secolo, proprio presso il limes tra la Longobardia ed i territori dipendenti dall'Esarcato di Bisanzio. Con la rinascita verificatasi dopo il 1000 d.C. e con l'affermarsi dei liberi comuni, ai consueti spostamenti dei pellegrini e degli eserciti, si aggiunsero quelli dei mercanti e delle loro mercanzie: lunghissime file di muli si inerpicavano su per i passi per trasportare pannilani, seterie, arazzi, merletti e stoffe pregiate tra Firenze, Prato, Lucca, Pistoia e altre città toscane da un lato, e Milano, Venezia, Parigi, la Fiandra ed altre città del Nord Europa dall'altro. Questi intensi traffici spiegano la presenza di ospizi gestiti da ordini religiosi per dare asilo e per proteggere i viandanti che valicavano il Passo della Croce Arcana.

* Per maggiori informazioni si veda depliant in allegato, con cenni di storia  della mappa e dei luoghi, e anche
http://it.wikipedia.org/wiki/Passo_della_Croce_Arcana


Scritto in Modena | Storia. Locale e generaleinvia ad un amico | letto 1787 volte

Inserito da redazione il Dom, 2012-06-24 16:33