Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

C'era una volta ... la torre del Cocenno, che il terremoto ha cancellato


Di fronte alla perdita di vite umane,  alla perdita di tante case che erano l'unica ricchezza e bene rifugio per  migliaia di famiglie, al crollo di tante fabbriche fonte di lavoro e di indispensabile reddito per migliaia di famiglie, la perdita  di antiche torri e castelli può sembrare poca cosa. Eppure  ogni crollo di edificio storico è comunque una perdita importante, è la cancellazione di una memoria storica che  dava un volto e un'identità alle comunità locali, un elemento del paesaggio  che si portava dietro le radici antiche  insieme ai frutti del presente e della modernità.
Volendo continuare nel nostro ruolo di divulgatori  della conoscenza delle realtà locali nei loro aspetti storico artistici, cominciamo con il  segnalare un articolo di Franco Ardizzoni già presente sul nostro sito fin dal 2004, leggibile al link
?q=node/36
alla sezione Beni artistici de "La nostra rivista "Reno, campi uomini", dedicato alla Torre del Cocenno, sita in comune di Poggio Renatico, rasa al suolo con i terremoti del 20/29 maggio  2012

Scritto in Beni artistici | Poggio Renaticoinvia ad un amico | stampa | letto 1545 volte

Inserito da redazione il Lun, 11/06/2012 - 07:17