Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Renata di Francia, donna moderna del 1500


Per la festa delle donne l'Archivio di Stato di Modena ricorda
Renata di Francia (1510-1575) bagliori di modernità
Chi vorrà anco nelle donne eroiche non solo la virtù dell’azione, ma quella della contemplazione, si rammenti di Renata di Ferrara... “(Torquato Tasso)
- venerdì 9 marzo 2012 ore 15.30 - 17.30 Archivio di Stato di Modena , Sala d’Ercole, via Sgarzeria, 6
Renata di Francia - Renée de France nacque a Blois il 25 ottobre 1510 da Luigi XII re di Francia e da Anna di Bretagna, unica erede del duca Francesco II di Bretagna (il matrimonio confermava l’unione della Bretagna alla Francia, già avvenuta con il forzoso matrimonio di Anna con il precedente re di Francia, Carlo VIII).
Fiera, pienamente consapevole della sua dignità regale, forte, volitiva e indipendente, esibì sempre una profonda autonomia politica. Nel 1528, sposò Ercole II d’Este, duca di Ferrara, giungendo a rendere la Casa estense forte di 5 figli, tra cui il futuro duca Alfonso II.
Nei trentuno anni di permanenza a Ferrara come duchessa rimase legata alla propria estrazione regale, alla lingua e ai costumi francesi. Aperta al dibattito sulle nuove idee riformate, intrattenne una lunga relazione epistolare con Calvino (dal 1537 fino alla morte del riformatore, nel 1564), dopo averlo incontrato a Ferrara nel 1536.
Allontanata dai figli e imprigionata nel castello di Ferrara nel 1554 per avere rifiutato di assistere alla santa Messa e la Comunione Eucaristica, cedette dopo le pressioni dell’inquisitore francese Mathieu Ory e del gesuita Jean Pellettier.
Alla morte del duca (1559) si trasferì nel castello di Montargis, in quella Francia che di lì a poco avrebbe conosciuto un conflitto religioso culminato nella strage degli Ugonotti la notte di S. Bartolomeo (23, 24 agosto 1572) a cui scampò grazie all’intervento della figlia Anna, moglie del mandatario dell’eccidio, Francesco di Lorena duca di Guisa.
Morì a Montargis il 12 giugno 1575, di cui era duchessa, dopo avere professato una fede incrollabile e dopo averla testimoniata costantemente con atti di tolleranza e di carità verso i più deboli.

Info da : Archivio di Stato di Modena Corso Cavour, 21 - 41121 Modena Tel. 059 230549 Fax 059 244240 e-mail: as-mo@beniculturali.itwww.asmo.beniculturali.it

*** Per una biografia di Renata di Francia, vedi anche

http://www.eresie.it/it/Renata_di_Francia.htm


http://www.treccani.it/scuola/maturita/materiale_didattico/protestantesimo/melloni.html

...............


Scritto in Ferrara | Modena | Storia. Locale e generaleinvia ad un amico | letto 2730 volte

Inserito da redazione il Mer, 2012-03-07 10:44