Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Quando il riciclo si fa arte


Sabato 10 marzo 2012, ore 17.00, al Museo Casa Frabboni,  San Pietro in Casale, inaugurazione della mostra personale di
Abdessamad Halloumi
Orme di colore 2
dipinti e sculture
Presentazione del dott. Gian Paolo Borghi
Visita guidata di Fiorella Sales, critico d'arte
* La mostra resta aperta fino al 25 marzo 2012 nei seguenti orari: martedì e domenica 9.30-12.30, sabato 9.30-12.30 e 15.00-18.00
Abdessamad Halloumi (Casablanca, Marocco, 1969) si diploma all'Accademia di Belle Arti di Tetouan, in Marocco, nel 1995, e qualche anno dopo, nel 1998, grazie ad una borsa di studio, lavora e studia a Parigi per due anni esponendo in diverse gallerie d'arte francesi, a Londra, a Berlino, a Barcellona, in Marocco e in Italia, dove vive da diversi anni, a San Giorgio di Piano. Ha realizzato varie mostre sia personali che collettive. Nel 2010 si è aggiudicato il Premio Minganti in Arte.
"…Scultore e pittore Halloumi crea le sue opere con materiali riciclati, oggetti dimenticati restituiti alla vita e quindi a nuova memoria attraverso l'elaborazione artistica. L'abilità costruttiva e formale lascia spesso il passo all'informalità dell'esecuzione che permette maggiore possibilità espressiva, la performance pittorica arricchisce se stessa con l'uso di colore fortemente materico grazie a componenti riciclati…." Da una recensione di Fiorella Sales, critico d’arte


"Il suo messaggio artistico, a volte, trae origine da forme dell’espressività infantile attorno alle quali sviluppa, concentra e approfondisce sensazioni, sentimenti, desideri, istinti, difficoltà e ancestrali paure tra ricerca d’integrazione e timore di perdere le proprie autentiche radici. Ne emerge, quindi, un mondo pittorico i cui colori acrilici (ma anche con accenni di tempera), abbinati a tecniche miste e all’uso di materiali di recupero, bene si presta ad essere rappresentato tra intuizioni e ansie, tra onirismo e concretezza. … Le radici (forse?) perdute, le ombre libranti, gli animali tra fedeltà e aggressione compongono quadri inquietanti, ma sintomatici di desideri tendenti a realizzarsi attraverso un iter in parte ancora da dipanare in modo esaustivo…". Gian Paolo Borghi, Assessore alla Cultura Comune di Argelato

Info dott.ssa Giorgia Govoni Servizio Cultura Comune di San Pietro in Casale tel. 051.6669525 fax 051.6669533


Scritto in S. Pietro in Casaleinvia ad un amico | letto 779 volte

Inserito da redazione il Lun, 2012-03-05 07:21