Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Tra stemmi e Cavalieri di Malta, all'Archiginnasio


- Lunedì 7 novembre, ore 17,30 Sala dello Stabat Mater all'Archiginnasio di Bologna
presentazione del volume
IMAGO UNIVERSITATIS. Celebrazioni e autorappresentazioni di maestri e studenti nella decorazione parietale dell’Archiginnasio
Sotto la direzione di Gian Paolo Brizzi, con la collaborazione di Andrea Daltri (* )
(Bononia University Press, 2011 Pagine: 744 Prezzo: € 120.00)
Interverranno: Virginio Merola, Ivano Dionigi, Pierangelo Bellettini, Gian Paolo Brizzi, Costantino Marmo, Isabella Zanni Rosiello
- Martedì 8 novembre ore 17,30
Sala dello Stabat Mater
Jadranka Bentini e Paolo Prodi

presentano insieme alla curatrice Stefania Macioce, il volume
I Cavalieri di Malta e Caravaggio. La Storia, gli Artisti, i Committenti
Presiede Laura Governatori
Storia millenaria dei Cavalieri dell’Ordine di Malta attraverso il lungo cammino da Gerusalemme a Malta, fino a Roma. (** )

In collaborazione con La Società di Lettura e l'Ordine di Malta Italia


(*) I frequenti restauri che interessarono nei secoli scorsi la decorazione parietale del palazzo dell’antico Studio bolognese hanno disseminato una diffusa alterazione degli elementi che la costituiscono, dai nomi e dalle città di origine degli studenti alle componenti dell’apparato araldico.

Tale aspetto, trascurato anche dagli studi più recenti, viene affrontato sistematicamente in questa opera, avvalendosi di una vasta ricerca sulla popolazione studentesca dell’Alma Mater Studiorum che ha consentito di individuare i committenti dei singoli stemmi e di effettuare una puntuale verifica dell’apparato araldico condotta tramite il confronto con il corredo storico-genealogico e bibliografico.

Ciò ha consentito di restituire attendibilità alle informazioni contenute nelle migliaia di stemmi e di iscrizioni, ricostruendo in tal modo una sorta di di quei giovani intellettuali che, da tante regioni dell’Europa, si portarono nelle scuole di Aranzio, Valsalva, Malpighi o Galvani per profittare del loro insegnamento e completare la propria formazione.

Questo può essere assimilato ad un originale, ad uno di quei che gli studenti portavano con sé durante il viaggio di istruzione per testimoniare le ragioni che li avevano fatti incontrare, il comune intento di arricchire la propria formazione, lo scambio vicendevole di esperienze culturali e spirituali, la condivisione di un comune percorso intellettuale. Oggi per noi assume il valore di un’efficace testimonianza del contributo che questa Università, attraverso i suoi maestri e i suoi studenti, continuò a dare alla costruzione dell’identità culturale europea.

La decorazione è qui presentata rispettando l’ordine cronologico della sua apposizione sulle pareti dell’Archiginnasio. Il primo volume comprende il periodo 1563-1611, mentre il secondo contiene la decorazione fino al 1803, quando il palazzo cessò di essere sede universitaria, includendo altresì i casi di incerta datazione.

Gian Paolo Brizzi insegna Storia moderna all’Università di Bologna presso la quale dirige il Dipartimento di Discipline storiche, antropologiche e geografiche.

Andrea Daltri lavora presso l’Archivio Storico dell’Università di Bologna, dove si occupa di progettazione e di gestione di database con riferimento alla storia universitaria e alla mobilità degli studenti in età moderna. Negli ultimi anni ha pubblicato diversi articoli sulla decorazione parietale dell’Archiginnasio.


(** ) Secoli di costante impegno fanno da sfondo al prestigioso ruolo assunto dall’Ordine nelle committenze artistiche, talmente rilevante da modificare e orientare le aspirazioni dei più grandi artisti.

Architetture maestose, percorsi pittorici dal sapore epico, ritratti ufficiali e monumenti funebri di spettacolare solennità vedono impegnati maestri quali Tiziano, Rubens, Parmigianino, Mattia Preti, Pintoricchio, Piranesi e soprattutto, figura sicuramente di spicco, Caravaggio.

Fulcro di questo volume, nato nell’ambito delle iniziative promosse dal Comitato Nazionale per il IV Centenario della morte di Caravaggio, è infatti la ricostruzione, attenta e perfettamente documentata, della drammatica vicenda del Caravaggio a Malta, dove il pittore lombardo realizza dipinti grandiosi aprendo uno dei capitoli più avvincenti di tutta la storia dell’arte europea.

Intorno a questo nucleo poderoso si dipana l’intero volume, che restituisce al lettore moderno tutta l’autorevolezza e la rilevanza politica e culturale dell'Ordine di Malta.

Stefania Macioce insegna presso il Dipartimento di Storia e Tutela dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Udine. Ha svolto ricerche archivistiche presso l'Ordine di Malta e ha pubblicato diversi studi, a carattere documentario, sul Caravaggio e i suoi rapporti con l'Ordine. Si è occupata di di iconologie rinascimentali con particolare riguardo alla corte estense di Ferrara e ha pubblicato un volume sulla committenza romana degli Aldobrandini tra la fine del XVI ei primi del XVII secolo.

www.archiginnasio.it www.logartpress.com/catalogo cavalieri_malta.html

www.buponline.com/ita /catalogo.asp

Biblioteca dell’Archiginnasio, piazza Galvani 1 – Bologna Redazione di "Archinews" - Promozione delle attività culturali dell'Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna

tel. 051 276.813; fax 051 261.160; email: archinews@comune.bologna.it




Scritto in Bolognainvia ad un amico | letto 1318 volte

Inserito da redazione il Dom, 2011-11-06 06:30