Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Anselmo Colzani, un baritono, da Budrio al Metropolitan di New York


- Mercoledì 29 giugno - alle ore 21,15 a Budrio ARENA CINEMA, via Marconi, 4
Presentazione del libro
La forza del destino di Daniele Rubboli Bongiovanni Editore Bologna
dedicato alla carriera del
baritono Anselmo Colzani (1918-2006) con proiezioni video e audio. Ingresso Libero
Il libro, che si legge come un romanzo, non concede nulla alla agiografia, ma porta per mano il lettore a conoscere prima di tutto l'Uomo Anselmo Colzani, figlio di quella piccola città della provincia di Bologna, Budrio, celebre nel mondo per le ocarine, ed anche per aver dato i natali ad un bel gruppetto di artisti lirici, tutti puntualmente ricordati in questa pubblicazione.
Ne esce così la storia di un ragazzo che in estate vendeva bomboloni alla crema sulle spiagge romagnole e da adulto era diventato un ottimo tecnico per le riparazioni della macchine da scrivere. Come sia avvenuto il passaggio da questa professione ai maggiori palcoscenici del mondo, dalla Scala al Metropolitan, è appunto quella "forza del destino" che Rubboli ci svela in un racconto avvincente.
E coinvolgente è anche la storia della carriera di questo nobilissimo baritono bolognese morto a Milano nel 2006 e sepolto nel cimitero della sua Budrio dove questo volume è stato presentato in anteprima, dallo stesso autore, durante l'ultima edizione del Concorso Internazionale Voci Liriche Anselmo Colzani.
La presentazione ufficiale, con una serata ricca di momenti spettacolari, tra proiezioni e ascolti di registrazioni, avrà luogo, sempre a Budrio il 29 giugno prossimo.
Corredato da un monumentale e scrupolosissima cronologia firmata da Gilberto Starone e Arrigo Valesio, questo libro, alla cui realizzazione hanno intensamente collaborato la vedova Ada Colzani e le figlie Miriam e Bianca Maria con i rispettivi mariti, raccoglie anche un'affascinante documentazione fotografica che ne fanno in assoluto una delle piu' interessanti biografie di artisti lirici edite negli ultimi 10 anni. (*)


(*)Alselmo Colzani, nato a Budrio nel 1918, studia con Corrado Zambelli, debuttando nel novembre del 1946 al Teatro Comunale di Bologna nella parte dell'Araldo del Lohengrin di Richard Wagner, cui seguono numerose scritture nei teatri italiani. Esordisce al Teatro alla Scala di Milano nel 1952 nella Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni, cui seguono, nel 1956, Fedora di Umberto Giordano e Sansone e Dalila di Saint-Saëns, a fianco di Mario Del Monaco e Giulietta Simionato. Nel 1955 è tra gli interpreti di una importante produzione di Poliuto di Gaetano Donizetti alle Terme di Caracalla, a fianco di Maria Caniglia e Giacomo Lauri Volpi.
Si reca frequentemente negli Stati Uniti, prima a San Francisco nel 1956 e successivamente presso il Teatro Metropolitan di New York, dove appare regolarmente dal 1960, a partire dal ruolo del protagonista in Simon Boccanegra, rimasto vacante un mese prima per la improvvisa scomparsa di Leonard Warren. Al Met appare per diciotto anni, di cui quattordici consecutivi, esibendosi in opere di repertorio, quali Nabucco, Aida, Lucia di Lammermoor, Otello, Tosca, La fanciulla del West, La Gioconda e altre.

E' il primo interprete, nel 1955 al Teatro alla Scala di Milano, del ruolo di David nell'omonima opera di Darius Milhaud; l'anno successivo prende parte alla prima assoluta di Troilo e Cressida di William Walton. Nel 1964 approda al repertorio brillante interpretando con successo il ruolo di Falstaff di Giuseppe Verdi, ripreso anche alla Scala nel 1967, a cui si aggiungono Le convenienze ed inconvenienze teatrali di Gaetano Donizetti, nel 1970 a Venezia. Appare per l'ultima volta sulle scene nel 1980 nel ruolo di Scarpia.  Vanta importanti incisioni, in studio e live.
Nel 2002 a Budrio, sua città natale, è stato istituito un concorso internazionale di canto in suo onore.

Per informazioni: Ufficio Cultura Comune di Budrio 0516928279-306


Scritto in Budrioinvia ad un amico | letto 1430 volte

Inserito da redazione il Lun, 2011-06-27 04:37