Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Per visitare la Bisana, Area di riequilibrio ecologico presso il Reno


Il Consiglio Comunale di Pieve di Cento del 30 maggio 2011 ha approvato il nuovo Regolamento gestionale dell’Area di Riequilibrio Ecologico “Bisana”.
Con questo atto i comuni di Pieve di Cento e di Galliera completano (primi in tutta la Regione Emilia Romagna) il percorso previsto dalla nuova Legge Regionale n. 6/2005 sul paesaggio.
In virtù di questa Legge la Provincia di Bologna, in accordo con i comuni interessati, sta procedendo a istituire le Aree di Riequilibrio Ecologico presenti nel proprio territorio elevandole al rango di aree naturali protette a tutti gli effetti (come un parco, per intendersi) e fra queste c’è la nostra bellissima “Bisana” (presso il fiume Reno, ndr).
Per completare tale “istituzione” era però necessario approvare un Regolamento gestionale, ossia un atto attraverso cui gli Enti gestori (i Comuni di Pieve e di Galliera) definiscono le regole per visitare e gestire la Bisana.
Questo ha prevalentemente significato recepire nel Regolamento ciò che la Legge già stabilisce in merito alle attività consentite e a quelle vietate. Pieve e Galliera hanno però voluto inserire alcuni elementi innovativi su cui fondare un futuro percorso di protezione e, al tempo stesso, di valorizzazione di quel meraviglioso luogo che è la Bisana, luogo che oggi noi (amministratori e cittadini) riceviamo in consegna e abbiamo il dovere e l’onore di custodire come un regalo prezioso.
Il Regolamento è stato il risultato di numerosi incontri con le associazioni che i Comuni hanno coinvolto per offrire loro l’opportunità di dare il proprio prezioso contributo (agricoltori, cacciatori, WWF, guardie ecologiche volontarie, associazioni micologiche).
Le stesse associazioni, insieme ad altre o con altri gruppi di cittadini che si riterrà di poter coinvolgere, entreranno a far parte di quella che il Regolamento definisce “Consulta per la Bisana”, organo che collaborerà con i comuni e con l’operatore incaricato dagli stessi (oggi è Sustenia) nella gestione dell’area e nell’organizzazione di iniziative e progetti.
Il Regolamento individua poi quattro diverse zone all'interno della Bisana, ciascuna con diverse caratteristiche e diverse “fragilità” di tipo naturalistico, interessate da percorsi di visita che, modificando leggermente quelli attuali, consentiranno di visitarla apprezzandone l’inestimabile bellezza e al tempo stesso rispettando i fragili equilibri naturali (specie animali e vegetali) da essa custoditi.
Il Regolamento è leggibile e scaricabile dal sito del Comune di Pieve
www.comune.pievedicento.bo.it/a-proposito-di../ambiente/natura-agricoltura-e-paesaggio/il-reno-e-la-bisana/un-nuovo-regolamento-per-la-bisana
La cartina, con le zonizzazioni e i percorsi di visita in allegato


Scritto in Ambiente, ecologia, natura | Galliera | Pieve di Centoinvia ad un amico | letto 2372 volte

Inserito da redazione il Mar, 2011-06-14 05:08