Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Altedo in sagra per l'asparago


Nel periodo dal 12 al 22 Maggio 2011, Altedo, Capitale dell'Asparago Verde, organizza la 42a edizione della
Sagra dell'Asparago Verde,
coltivazione che negli anni è assurta a vero e proprio simbolo dell'agricoltura della cosiddetta Bassa Bolognese.
Numerose, come sempre, le iniziative messe in cantiere dall'attivo Comitato Promotore, leggibili nel depliant qui sotto allegato.
L'asparago di Altedo è il "principe verde" di Altedo, che a metà strada fra Bologna e Ferrara vanta una tradizione agricola abbastanza recente. Infatti nel 1923 alcuni agricoltori di Altedo andarono a Nantes e tornarono con precise nozioni tecniche sull'asparago e con le preziose zampe, intricato groviglio di radici della varietà "precoce di Argentuil".
Solo allora iniziò la coltivazione intensiva degli asparagi e dopo la seconda guerra mondiale l'ortaggio riprese a diffondersi.
Sono sorte importanti realtà cooperative per la promozione e la commercializzazione Di questo ortaggio, del quale oggi si producono circa quarantamila quintali annui.
Le varietà più adatte sono la "precoce di Argentuil", "Eros", "Boomlin", "Diego".


La raccolta inizia dal secondo anno e gli asparagi devono rispondere a determinate misure che li classificano in asparagina, asparago verde di Altedo e asparago extra. Sono raccolti nelle ore più fresche della giornata; vengono poi sottoposti a un rapido raffreddamento con idrorefrigerazione che consente il rallentamento del metabolismo.

L'asparago di Altedo deve essere prodotto esclusivamente su parte della provincia di Ferrara e di Bologna. Tutti gli anni a metà maggio ad Altedo si tiene la sagra dell'asparago.
Info: www.comune.malalbergo.bo.it Sito Web Esterno www.asparagoverde.it

Scritto in Malalbergo/Altedoinvia ad un amico | letto 1187 volte

Inserito da redazione il Ven, 2011-05-13 04:35