Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Cos'è la mafia e quanto guadagna. Se ne parla a Cento


Martedì 5 aprile la città di Cento ospiterà uno dei massimi esperti nel mondo di fenomeni criminali di tipo mafioso, il prof. Antonio Nicaso.
- La mattina, ore 11, lo scrittore sarà a Renazzo, alla scuola media statale Il Guercino per parlare con gli studenti di
Che cos’è la mafia. Quando è nata? Quanto guadagna?
- Nel pomeriggio, alle ore 17,00 presso la Sala Zarri del Palazzo del Governatore, dopo il saluto delle autorità, il Prof. Nicaso parlerà di strategie di lotta alla criminalità organizzata in un intervento dal titolo:
Quando della mafia non si parlava”.
L’iniziativa è nata dalla collaborazione dell’Assessorato alla cultura del Comune di Cento e della Scuola Media “Il Guercino” di Renazzo con il progetto “Percorsi di cittadinanza e legalità”, realizzato dal Consorzio Cooperativo “Oscar Romero” e diretto dalla Dott.ssa Rosa Frammartino con la supervisione del prof. Nicaso.
Antonio Nicaso, nato a Caulonia (Reggio Calabria), oggi vive in Canada. Insegna storia delle organizzazioni criminali alla Università di Middlebury, in Vermont (Usa).
Nel 1995 ha pubblicato Global mafia, un libro che, per la prima volta, ha introdotto e spiegato il concetto di partenariato criminale. È autore di 20 libri, tra cui alcuni successi internazionali, tradotti in diverse lingue.
Insieme a Nicola Gratteri ha scritto Fratelli di sangue, La malapianta e La Giustizia è una cosa seria (Ed. Mondadori – marzo 2010). La mafia spiegata ai ragazzi (Ed. Mondadori – Settembre 2010), è l’opera che Antonio Nicaso indirizza ai ragazzi, ma con il pensiero rivolto anche ai grand.
Info: Comune di Cento, Servizi alla persona e Servizi culturali IAT– Informazione e Accoglienza Turistica
- Dr.ssa Rosa Frammartino: curatrice scientifica di “Percorsi di Cittadinanza e Legalità” e-mail: rframmartino@confianzamail.it/ cell. 338 3873640

Scritto in Cento (Fe)invia ad un amico | letto 1862 volte

Inserito da redazione il Sab, 2011-04-02 14:12