Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Brindisi antinucleare in piazza


Lunedì 8 novembre 2010 dalle 18 alle 20 a Bologna in Piazza Re Enzo
“Brindisi antinucleare promosso dal Comitato “Energia e Democrazia – NO al nucleare
"81- 80- 72: Non è un terno al lotto o una combinazione vincente – scrivono i promotori nel loro comunicato - ma il valore arrotondato delle percentuali di consenso raccolte da ognuno dei tre quesiti nel dato delle percentuali di consenso raccolte da ognuno dei tre quesiti nel referendum antinucleare del 1987.
L’8 e il 9 novembre di quell’anno 20 milioni di italiani avevano detto chiaramente no alla costruzione di centrali nucleari nel nostro Paese.
La vittoria, a un anno dalla
tragedia di Chernobyl, era il frutto di quella ampia mobilitazione sociale che aveva saputo coniugare le rivolte delle popolazioni direttamente coinvolte con istanze più generali di sicurezza e tutela dell’ambiente.
L'attuale governo ha deciso il ritorno al nucleare e per raggiungere questo obiettivo ha varato leggi che di fatto limitano i poteri delle Regioni in materia energetica, militarizzano i territori interessati nella costruzione delle centrali, mortificano i residui meccanismi di democrazia esistenti nel nostro Paese.
23 anni dopo è necessario ripartire perché le condizioni che allora avevano portato alla cessazione dell’attività delle centrali nucleari non sono mutate perchè:
- resta irrisolto il problema delle scorie, radioattive per migliaia di anni;
- l’uranio deve essere importato dall’estero e in pochi decenni si esaurirà il nucleare non è esente da incidenti;
-  il nucleare è molto costoso e richiede sostanziosi finanziamenti pubblici
- non si abbasserà il costo della bolletta elettrica
 - perché oggi, a differenza di allora, abbiamo la risposta al nostro attuale e futuro fabbisogno energetico: la produzione di energia da fonti rinnovabili".

* Scalderà il clima della piazza la Banda Roncati
** Sarà possibile firmare per la proposta di leggeSi alle rinnovabili, No al nucleare.”
Info: Comitato “Energia e Democrazia – NO al nucleare” - www.energiademocraziabologna.org
Per adesioni: energia.democrazia@energiademocraziabologna.org

Scritto in Bologna | Economia e Societàinvia ad un amico | letto 1382 volte

Inserito da redazione il Sab, 2010-11-06 05:23