Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Subiòl Nugàra . Una favola tra presepi d'arte


Domenica 7 dicembre, alle ore 15.30, presso il MAF-Centro di Documentazione Storica del Mondo Agricolo Ferrarese di San Bartolomeo in Bosco, si terranno due eventi rivolti ad un pubblico estremamente variegato: l’inaugurazione della mostra “Presepi d’Arte” e la presentazione del volume con la fiaba Subiòl Nugàra”.
L’iniziativa espositiva, la prima in assoluto al MAF, proporrà una serie di splendidi presepi fra tradizione e nuove esperienze culturali, grazie alla presenza di artisti e collezionisti di grande spessore culturale quali Luciano De Marchi, Claudio Deri, Antonio Pandolfi, Vito Tumiati e Umberto Zanetti: I presepi vanno dalle esemplificazioni di varie “scuole” italiane alla realtà locale (l’ambientazione nel Santuario ferrarese della Madonna del Poggetto) e all’intaglio in tronchi di legno. La mostra, che seguirà rigorosamente il ciclo temporale della tradizione (8 dicembre-6 gennaio), è stata realizzata grazie alla fattiva collaborazione della Galleria d’Arte Atrebates di Dozza (Bologna).
- Subiòl Nugàra è la favola classica , anzi una fòla in lingua dialettale ferrarese, che adombra quelle di Perrault o dei Grimm, narrata da "Nona Nena" , ovvero Elena Tissi, una anziana signora originaria di Ferrara, ma residente a Bologna, 
immortalata ‘per sempre’ dalle mani della figlia Fiorella Manzini, che ne ha creato un unicum, un testo in unica copia, nel formato in folio – nella più antica tradizione libraria e bibliofila - scritto a mano ed illustrato con ottimi acquarelli e preziosamente rilegato artigianalmente.

 

Ne sarà riproposta la presentazione, sempre dalla ‘viva’ voce di questa splendida nonagenaria, nell’ambito della fortunata pluriennale serie di iniziative che va sotto il nome di" Incontri con il dialetto e la cultura popolare" curati da Gian Paolo Borghi e Maria Cristina Nascosi per il Centro Etnografico del Comune di Ferrara, in collaborazione con la Circoscrizione Zona Sud e l’Associazione “Maf” San Bartolomeo in Bosco.
Previsti gli interventi della Manzini, della Nascosi e dell’editore, Federico Bellini.
- Coordina Gian Paolo Borghi.
*  Il pomeriggio domenicale si concluderà con il gioco a premi “Indovina l’oggetto misterioso” e con il tradizionale buffet per tutti i partecipanti.
L’ingresso, come al solito, è libero.

Il libro  è andato ad aggiungersi alle raccolte di cultura popolare e dialettale ‘al femminile’ di AR.PA.DIA.: ed è vieppiù divenuto, nell’ottima riproduzione in copia anastatica, il 12° volume della collana Cóm a dzcurévan / Come parlavamo, la naturale emanazione dell’Archivio Padano dei Dialetti, èdito per i tipi della Trasparenza Editrice di Ferrara.
Il libro è reperibile presso le migliori librerie ed edicole ferraresi, oltreché l’Editore ed in libera consultazione nell’ambito delle raccolte di AR.PA.DIA. del Centro Etnografico / Centro di Documentazione Storica del Comune di Ferrara, in via Frescobaldi, 40.

 

 

 

Scritto in MAF. Centro documentazione Mondo Agricolo Ferrarese | Tradizioniinvia ad un amico | letto 2051 volte

Inserito da redazione il Lun, 2008-12-01 06:04