Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

AA.VV. Quel che vedono le nuvole. 2008


Quel che vedono le nuvole: morfologia ed evoluzione storico-topografica della pianura compresa fra via Emilia, Reno, Panaro e Centopievese” di Floriano Govoni, Pierangelo Pancaldi e Alberto Tampellini. pagg. 288. Ed. Marefosca. 2008
L'opera si prefigge l'innovativo intento di registrare fotograficamente, mediante centinaia di scatti eseguiti in volo su un deltaplano, l'attuale conformazione di quella fascia di pianura bolognese approssimativamente compresa, appunto, fra la storica linea di riferimento meridionale costituita dalla via Emilia, il confine settentrionale con la provincia ferrarese, con l'inclusione però di Cento, città bolognese fino al sec. XV, ed i limiti occidentali ed orientali rappresentati rispettivamente dai confini naturali costituiti dai fiumi Panaro e Reno, con l'ulteriore inclusione di Pieve di Cento.
Il lettore sarà condotto alla comprensione dell'affascinante ed inaspettata visione aerea del territorio con un percorso ideale che rispecchia quello seguito dal deltaplano in volo lungo la direttrice centrale costituita, nel primo tratto, dalla trasversale di pianura fino a Persiceto e, successivamente, dalla strada per Crevalcore, ed infine convergente a ritroso su Cento e Pieve.
In particolare, l'attenzione è concentrata su elementi topografici antichi e recenti con valenza storica strutturante quali sono strade, ferrovie, fiumi e canali, parcellizzazioni agrarie e persistenza di elementi caratterizzanti la pianura dal punto di vista agronomico come filari arborei e particolari tipi di divisioni interpoderali. Non mancano poi, in coincidenza con punti particolarmente significativi del territorio come possono essere incroci viari o confluenze fluviali o presenze di aggregati demici, un approfondimento dal punto di vista evolutivo della situazione storica precedente, per quanto sia possibile ricostruirla a livello iconografico mediante l'ausilio della cartografia e di rilevazioni fotografiche precedenti. Per quanto riguarda infine la presenza dei più importanti centri urbani disseminati nell'area in oggetto, l’intento è di porre in rilievo il modo in cui essi, strutturalmente, hanno interagito e tuttora interagiscono con il territorio circostante condizionandolo ed essendone a loro volta condizionati.

Il volume è pubblicato da Marefosca ed ha le seguenti caratteristiche tecniche:
- formato cm. 24x33;
- volume cartonato, dorso tondo di 288 pagine; - carta patinata opaca 150 g; - sovracoperta stampata a colori; - stampa interna in quadricromia;
- riccamente illustrato (circa 400 immagini).
- Edizione di lusso, ideale per i regali di Natale.
Il libro sarà reperibile in libreria o in edicola dall’ultima decade di novembre.

.

Scritto in Marefosca | Recensioni e segnalazioniinvia ad un amico | letto 2550 volte

Inserito da redazione il Mer, 2008-11-19 07:05