Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Torna Matilde di Canossa tra mostre e castelli


Nel mese di settembre è il culmine delle rievocazioni dedicate quest'anno a Matilde di Canossa  nelle terre che la videro Signora e padrona, protagonista delle vicende del suo tempo, quasi 1000 anni fa, in uno scenario che copriva parte dell'Europa, in pieno Medioevo, travagliato dalle lotte tra Papato e Impero.
E' aperta dal 31 agosto scorso e  fino all'11 gennaio 2009 la mostra
"Matilde e il tesoro dei Canossa, tra Castelli e città"
distribuita in 3 sedi di Reggio Emilia Palazzo Magnani, Museo Diocesano, Musei Civici e presso il Museo Campanini di Canossa. Sono esposte complessivamente 215 opere , documenti e testimonianze artistiche, pitture e sculture che permettono di ricostruire  avvenimenti storici salienti della vita della Contessa, e tramandati fino a noi  con accenti che a volte sfioravano il mito (anche molti  nonni delle nostre zone citavano  con ammirazione  una famosa "Dôna Mitélda" di cui avevano sentito celebrare le gesta, e a  cui si attribuiva, pur impropriamente, l'origine delle Partecipanze).
* Il 26 settembre prossimo  , verrà consegnato da Rita Levi Montalcini, presidente della Giuria, il Premio Matilde di Canossa 2008, ad una donna che si sia distinta, in Italia e in Europa, per il proprio impegno in campo politico, sociale e culturale a favore delle donne.. La consegna avverrà nella suggestiva cornice del Castello del Bianello.
* In settembre verrà presentato anche un documentario che ricostruisce le vicende della Contessa Matilde ed è prevista anche la proiezione di uno specifico cd multimediale presso le sedi della mostra e nei Castelli matildici presso i quali sono previste visite guidate , con suggestive  illuminazioni serali
.
Per maggiori informazioni vedi il sito www.matildedicanossa.it

Scritto in Storia. Locale e generaleinvia ad un amico | letto 1470 volte

Inserito da redazione il Lun, 2008-09-15 06:01