Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

I "Fogli volanti" dei cantastatorie in mostra


"Guerra, fascismo, riconquistata libertà nei “fogli volanti” popolari (1920-1946)" è il titolo della suggestiva mostra-studio itinerante che potrà essere visitata presso la sala espositiva del MAF, il Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese di San Bartolomeo in Bosco, dal 16 aprile al 4 maggio prossimi.
Curata da Gian Paolo Borghi con la collaborazione di Delfina Tromboni, per il Centro Etnografico del Comune di Ferrara, è inserita nel calendario ufficiale del Comitato delle Celebrazioni del 25 Aprile. E’ promossa dal medesimo istituto, unitamente a Regione Emilia-Romagna, Circoscrizione Zona Sud, MAF e con la collaborazione dell’Associazione MAF.
L’esperienza espositiva si propone di documentare una significativa fase della storia italiana attraverso documenti popolari o a fruizione popolare spesso mai apparsi in studi e risultanze di ricerche. Si tratta, in specifico, dei cosiddetti “fogli volanti” dati alle stampe e diffusi da cantastorie, suonatori ambulanti e autori popolari in un arco temporale intercorrente dagli anni Venti del Novecento alle prime fasi successive alla Liberazione.
Lo schema della mostra prende in esame le seguenti tematiche: l’ultima libertà (anche di cantare); l’avvento del fascismo; il consenso e gli accenni di “fronda” al regime fascista; la guerra d’Africa; la seconda guerra mondiale e le sue più o meno velate contestazioni; la Liberazione e l’avvento della Repubblica. Di difficile reperibilità, tali documenti commentano i difficili anni presi in esame e consentono, tra l’altro, di apprendere come, nonostante i “filtri”della censura fascista e i messaggi propagandistici imposti anche sulla comunicazione popolare, alcuni autori riuscissero ad eluderne le maglie.


Prova ulteriore dei mutati tempi viene poi offerta dalla produzione edita nel 1945 e nel 1946, da cui si rileva un’autentica ripresa della vena popolare nei repertori e nei testi destinati a quel mondo.
Ad ingresso libero, la mostra è visitabile da martedì a domenica dalle 9 alle 12.00 e i giorni festivi dalle 15.30 alle 18,30.
Domenica 20 aprile sarà oggetto di una speciale visita guidata a partire dalle ore 17.30.

CENTRO DI DOCUMENTAZIONE STORICA Centro Etnografico Ferrarese Via P. Gobetti, 5 44100 FERRARA    tel. 0532.768490     Fax 0532.766183       e-mail: 

etnografico@comune.fe.it

 

Scritto in Ferrara | Tradizioniinvia ad un amico | letto 1931 volte

Inserito da redazione il Lun, 2008-04-14 18:31