Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Acqua tra mito e realtà


Una giornata di studi, un libro   e una rassegna - festival di filmati: il tutto  incentrato sull'acqua , vista nel suo valore simbolico  e sociale  oltre che  per la sua importanza materiale.
La giornata di studi è in programma per mercoledì 28 novembre , con inizio alle ore 10   presso l' Aula Prodi, sede universitaria in Piazza S. Giovanni in Monte 3, a Bologna. Numerosi e qualificati gli interventi dei relatori  che si susseguiranno, in mattinata e nel primo pomeriggio,  compresa anche la proiezione di filmati in argomento.
Alle ore 16  presentazione del libro "Simboli e miti della tradizione sciamanica", a cura di Carla  Corradi Musi (Carattere Edizioni), introdotta dal saluto  del Magnifico Rettore dell'Università di Bologna Pier Ugo Calzolari e altri Docenti.
L'iniziativa è promossa dall'Alma Mater Studiorum di Bologna, Dipartimento di lingue e letterature straniere moderne- Sezione di Filologia Ugro-Finnica , in collaborazione  con Finz Festival- Associazione Gli anni in Tasca, che presenta la Rassegna nazionale e internazionale della produzione cinematografica rivolta ai giovani, sul tema dell'acqua. Rassegna che si svolgerà  a Pianoro tra l'8 e l '11 maggio 2008. Nell'ambito del Festival è indetto un concorso per il miglior cortometraggio legato al tema "Acqua madre matrigna".
Le opere dovranno essere presentate entro il 29 febbraio 2008.
Info 3335 6580624
Il programma dettagliato dei relatori della giornata di studi  e le motivazioni del festival e del Concorso  sono qui di seguito indicate:

PROGRAMMA DELL’INIZIATIVA

MATTINA Ore 10,00 - Saluto di Keir Douglas Elam, Direttore del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere Moderne (Univ. di Bologna) e di Simona Lembi, Assess. alla Cultura e Pari Opportunità della Provincia di Bologna e di Egle Teglia, Assess. alla Cultura della Comunità Montana Cinque Valli Bolognesi. Introduce Carla Corradi Musi. Lettura di brani della tradizione balto-finnica, a cura degli studenti del Laboratorio Permanente di Studi sullo Sciamanesimo e proiezione di immagini e filmati sullo sciamanesimo e l’habitat naturale in Eurasia (archivio del Laboratorio). In collaborazione con il semestrale di cinema Fuorivista (Caracult Ass.), visione di materiali documentaristici e in particolare sull’Acqua tra mito e realtà, a cura di Fabio Matteuzzi. Presentazione delle iniziative cinematografiche promosse dall’Associazione “Gli Anni in Tasca”, sostenute dalla Comunità Montana e rivolte ai giovani, a cura del giornalista Cesare Cioni. Proiezione conclusiva di “Riflessi” di Patrick Stacchini, Giuseppe Suma e Andrea Bonazzi (17’- Italia).


POMERIGGIO Ore 15,00 - Proiezione di “Song of the Sea” di Jannik Hastrup (25’- Danimarca).

A seguire: Acqua negata, intervento di Marco Aleotti dell’Ass. di Solidarietà Internazionale Geologi nel mondo.

Ore 16,00 Presentazione del volume Simboli e miti della tradizione sciamanica (Carattere Edizioni).

Saluto di Pier Ugo Calzolari, Magnifico Rettore dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, di Alberto Destro, Preside della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere (Univ. di Bologna) e di Amedeo Di Francesco dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”. Oltre alla curatrice del volume, intervengono: Paolo Galloni, saggista, e Francesco Benozzo, Giovanni Pierini, Giuseppina Speltini (Univ. di Bologna). Momento musicale con Francesco Benozzo all’arpa celtica.

Brindisi conclusivo


Nell'ambito del FINZ FESTIVAL (www.finzfestival.it) è indetto un concorso per il miglior cortometraggio legato al tema del Festival ACQUA MADRE MATRIGNA. Le opere dovranno essere presentate entro il 29/02/2008.

Il progetto è coordinato dalla Comunità Montana Unione dei Comuni Valle del Samoggia. In collaborazione con FONDAZIONE CARISBO, CINETECA DEL COMUNE DI BOLOGNA, Comunità Montana Cinque Valli Bolognesi, Comunità Montana Alta e Media Valle del Reno, Comune di Pianoro (Ente Attuatore), Provincia di Bologna, Gal Appennino Bolognese, Apt Servizi.

redazione@fuorivista.eu

Finz Festival 2008 "Acqua Madre Matrigna"

Comunicato stampa

6 giugno 2007

Il progetto che presentiamo si colloca nell’ambito dell’”Accordo Quadro per la creazione di un Distretto delle Qualità della Montagna Bolognese”.

Tale Accordo vede la Comunità Montana Unione dei Comuni Valle del Samoggia in qualità di Autorità di Gestione, cioè di soggetto coordinatore rispetto alle azioni e alla complessità dei progetti, oltre a quello che presenteremo oggi, compresi da questo stesso Accordo Quadro.

Gli altri attori e partners del progetto che illustreremo sono la Comunità Montana Cinque Valli Bolognesi (Ente Proponente), la Comunità Montana Alta e Media Valle del Reno, il Comune di Pianoro (Ente Attuatore), la Provincia di Bologna, il Gal Appennino Bolognese, l’Apt Servizi.

Ultimo, ma certamente non per importanza, il ruolo della Fondazione Carisbo che, nell’ambito dell’Accordo Quadro complessivo, mette a disposizione gran parte delle risorse.


L’Accordo Quadro per la Qualità della Montagna ha accolto al suo interno una serie di progetti che toccano varie tematiche (ne citiamo solo alcuni: la Scuola di Alimentazione, il progetto Memoria Appennino-Sistema Museale, e Linea Gotica, il progetto Turismo Montagna, ed altri ancora), tra questi anche quello che vorremo presentarvi oggi: il FINZ FESTIVAL - una rassegna nazionale e internazionale della produzione cinematografica rivolta ai giovani, sul tema dell’acqua. Il sottotitolo dato al primo anno della rassegna è “Acqua Madre Matrigna”.

L’acqua è da intendersi come una risorsa dalla doppia valenza: da un lato riferita al valore intrinseco della risorsa stessa e dall’altro connessa alla dimensione di bene comune dell’umanità, fonte insostituibile di vita, diritto umano e sociale che deve essere garantito a tutti.

Attraverso l’acqua e all’uso del linguaggio cinematografico, sarà possibile percorrere trasversalmente le varie tematiche educative in quanto parlare di acqua significa, di per sé, educare ai rapporti, ad uno sviluppo equo e sostenibile, ai diritti di cittadinanza, il tutto in una prospettiva globale, di sostenibilità e di giustizia.

Il progetto, articolato sul territorio montano, luogo in cui la risorsa acqua ha da sempre significato condizione di vita, sarà costituito da rassegne e da un festival centrale di tre giornate basato su un’accurata selezione di film e documentari di vari Paesi, accompagnato da retrospettive, incontri con gli Autori e laboratori.

Il cuore del progetto, che avrà cadenza annuale (maggio 2008 – maggio 2009), sarà di tipo competitivo e realizzato con pellicole nazionali e internazionali. I film saranno giudicati da una giuria composta da ragazzi delle scuole opportunamente formati (premio del pubblico) e da una giuria qualificata (premio giuria).

Nel corso di tutto l’anno e su tutti i settori interessati, saranno attivati percorsi cinematografici, didattici, culturali e divulgativi al fine di sensibilizzare e coinvolgere i giovani sulle tematiche del progetto che sarà, da un lato, offerto a tutti coloro che vorranno aderire e partecipare, dall’altro sarà posto all’attenzione di tutti gli Istituti Comprensivi del territorio della montagna attraverso l’inclusione nei Piani di Offerta Territoriale.

Come avevamo accennato in premessa, nell’ambito dell’Accordo Quadro complessivo gran parte delle risorse sono messe a disposizione dalla Fondazione Carisbo. Ciò si conferma anche per il progetto Finz Festival nel quale la grande maggioranza del finanziamento viene assicurata da Fondazione Carisbo. Una ulteriore quota viene messa a disposizione da Hera, mentre per una ultima parte si è alla ricerca di altri enti e soggetti interessati a partecipare.

Ricordiamo infine che la Direzione Artistica del “Finz Festival” è affidata all’Associazione Culturale Gli Anni in Tasca. Oltre ai soggetti / attori già indicati (Comunità Comunità Montana Unione dei Comuni Valle del Samoggia, Comunità Montana Cinque Valli Bolognesi, Comunità Alta e Media Valla del Reno, Provincia di Bologna, Fondazione Carisbo, Gal Bologna Appennino,

Apt Servizi) il progetto si concretizzerà grazie alla ulteriore collaborazione con l’Associazione Culturale CaraCult, la Cineteca comunale, la Rivista di Cinema “FuoriVista”.

Finz Festival 2008 "Acqua Madre Matrigna"

Concorso Cortometraggi - bando

Il Finz Festival indice un concorso per il miglior cortometraggio legato al tema del Festival: "Acqua Madre Matrigna".

Le opere inviate, oltre ad essere selezionate per la prima Edizione del Festival, saranno inserite nell'archivio del Festival e rese disponibili per le altre attività organizzate sul territorio dei Comuni aderenti all'iniziativa.

IL FESTIVAL

Il Finz Festival è una rassegna nazionale e internazionale della produzione cinematografica rivolta ai giovani, sul tema dell'acqua. Si colloca nel progetto complessivo previsto dall'ambito dell'Accordo Quadro per la creazione di un Distretto delle Qualità della Montagna Bolognese L.R. 2/2004. Coordinato dalla Comunità Montana Unione dei Comuni Valle del Samoggia, è in collaborazione con Fondazione Carisbo, Comunità Montana Cinque Valli Bolognesi, Comunità Montana Alta e Media Valle del Reno, Comune di Pianoro (Ente Attuatore), Provincia di Bologna, Gal Appennino Bolognese, Apt Servizi.


Direzione Artistica: Associazione Culturale Gli Anni in Tasca, Bologna.

In collaborazione con Cineteca Bologna, Associazione Culturale CaraCult, Rivista "FuoriVista".

PERIODO

La prima edizione del Festival si svolgerà dall'8 all'11 Maggio 2008 nel Comune di Pianoro (Bologna) e nel territorio della Comunità Montana Cinque Valli Bolognesi.

TERMINI E MODALITÀ

La produzione dei filmati non dovrà essere anteriore al gennaio 2006.

Possono partecipare opere realizzate in qualunque parte del mondo da soggetti singoli o gruppi.

Sono esclusi i cortometraggi realizzati a fini pubblicitari, industriali o contenenti materiale pubblicitario.

Sono ammessi cortometraggi già presentati o premiati in altri concorsi.

La durata complessiva del filmato non dovrà superare i 7 minuti, compresi i titoli di testa e di coda.

L'iscrizione al concorso è gratuita.

La scheda di iscrizione, compilata in ogni sua parte e firmata, dovrà essere inviata insieme a una copia in DVD che resterà a far parte dell'Archivio del Festival, sinossi del film, biografia e filmografia dell'autore e un CD con una immagine rappresentativa dell'opera in formato jpg o TIFF con dimensioni non inferiori a 12x9 cm a 300 dpi, della quale si intende autorizzata la riproduzione gratuita sul catalogo e sui materiali promozionali del Festival.

È necessario indicare autore, titolo e edizione delle musiche utilizzate se edite, o se inedite accludere la liberatoria dell'autore.

Per i filmati non in lingua italiana si richiede inoltre di fornire copia dei testi e dialoghi in inglese.

Il materiale inviato non verrà restituito.


La scheda di adesione e il relativo materiale dovrà essere inviato entro il 29 febbraio 2008 (farà fede la data del timbro postale) al seguente indirizzo:

FINZ FESTIVAL 2008

Ufficio Cultura Comune di Pianoro

Piazza dei Martiri, 1

40065 PIANORO BO

Sarà cura dell'organizzazione del Festival avvisare gli autori delle opere selezionate.

PROIEZIONI

I cortometraggi selezionati saranno proiettati nel corso delle giornate del Festival e la proiezione potrà essere ripetuta nella sede del Festival o in altri comuni partecipanti all'iniziativa, a discrezione dell'Organizzazione.

I film selezionati saranno proiettati in DVD o in pellicola 35mm, se disponibile.

PREMI

Una giuria di esperti procederà all'assegnazione del Primo Premio di 1500 euro.

Un Premio di 1000 euro verrà inoltre assegnato da una giuria popolare.

I premi verranno consegnati pubblicamente agli autori o loro rappresentanti nella serata conclusiva del Festival.

NORME GENERALI

L'iscrizione implica l'accettazione integrale del regolamento. La firma della scheda di iscrizione vale come liberatoria per le proiezioni pubbliche delle opere, per l'inserimento negli Archivi del Festival e successivo utilizzo secondo le modalità sopra riportate, e per l'inserimento di un frammento non superiore a 30'' dell'opera sul sito del Festival.

Per cause di forza maggiore, per problemi tecnico-organizzativi o per apportare migliorie o in caso di questioni non previste dal presente bando, l'organizzazione potrà modificare il regolamento, dandone informazione sul sito del Festival e sui siti istituzionali del Comune di Pianoro www.comune.pianoro.bo.it , del Sistema Turistico CinqueValli Bolognesi

www.vallibolognesi.it e della Provincia di Bologna www.provincia.bologna.it

Per ogni eventuale controversia è competente il Tribunale di Bologna.

Pianoro, 12 giugno 2007

Scheda di Adesione Concorso Finz Festival (16kb - PDF)

Download Adobe Acrobat Reader Le pubblicazioni realizzate in formato "pdf" sono visionabili con Adobe Acrobat Reader prelevabile gratuitamente da: www.adobe.com .

 


 

Scritto in Acqua, un bene da salvare | Bolognainvia ad un amico | letto 3310 volte

Inserito da redazione il Lun, 2007-11-26 20:12