Varie

Creative Commons License


Questi testi sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Luigi Arbizzani, protagonista, studioso e divulgatore della storia della Resistenza.


Dal 2005 la biblioteca di S. Giorgio di Piano è intitolata a Luigi Arbizzani, poiché il Comune ha voluto onorare la memoria di un concittadino che ha dedicato buona parte della sua vita alla ricerca storica e alla diffusione della conoscenza del frutto delle sue ricerche, rivolte soprattutto al delicato e importante periodo della Resistenza , accompagnate sempre anche dal suo impegno politico.
La sua biografia è valorizzata soprattutto dalla sua bibliografia, che conta decine di pubblicazioni (v.  in fondo all'articolo).
Dal ritratto che ne ha tracciato Gian Maria Anselmi, Direttore dell'Istituto Gramsci dell'Emilia-Romagna apprendiamo che Luigi Arbizzani è nato a S. Giorgio di Piano l'11 marzo 1924,  ha frequentato l'Istituto industriale,  iniziando poi la professione di disegnatore tecnico. Dal 10 maggio all'8 settembre 1943 ha prestato servizio militare nel 1° Reggimento Genio a Camerino. La caduta del fascismo e l'armistizio dell'8 settembre 1943 lo colsero  quindi mentre svolgeva il servizio di leva. E' entrato  a far parte della resistenza armata contro tedeschi e fascisti, operando nella zona di S. Giorgio di Piano come intendente del battaglione Tampellini della 2.a brigata Paolo- Garibaldi; è stato  ferito in combattimento nella battaglia conclusiva del 22 aprile 1945. E' stato riconosciuto partigiano dall'1 ottobre 1944.


Le doti peculiari di Luigi Arbizzani si manifestano soprattutto nello studio e nella ricerca storica riguardanti l'esperienza dell'antifascismo, della resistenza e del movimento operaio emiliano-romagnolo, cui ha dedicato tutta la sua vita, fino agli ultimi momenti; sin dalla Liberazione si è occupato di ricostruire la storia della lotta di liberazione e delle lotte dei lavoratori, così come è stato un attento conoscitore della storia del Pci; su questi temi ha avuto un ruolo di primo piano come studioso e divulgatore della nostra storia recente, ha raccolto e conservato migliaia di documenti e testimonianze e su ciò ha scritto numerosissimi saggi e  libri.
Dopo la Liberazione ha  fondato  il sindacato nel suo comune (Lega locale della Cgil di S. Giorgio) e poco dopo divenne dirigente del settore contadino (Confederterra) presso la Camera confederale del lavoro di Bologna.
Ha ricoperto  diversi importanti incarichi nell'apparato della Federazione del Partito comunista di Bologna, partito al quale è stato iscritto dal 1944: membro della segreteria della Federazione, responsabile stampa e propaganda, direttore della scuola di partito Istituto A. Marabini, responsabile del comprensorio Pci della pianura bolognese, responsabile della commissione per i problemi dell'agricoltura e membro del comitato regionale del Pci Emilia-Romagna. Anche più avanti riprese la responsabilità nel partito di seguire la formazione dei militanti e dei quadri.

Alla fine degli anni '60  ha partecipato alla nascita dell'Istituto Gramsci - Sezione Emilia-Romagna di cui divenne direttore. Al tempo stesso è stato membro degli organi dirigenti dell'Istituto Ferruccio Parri di Bologna, costituitosi nel 1963 e associato all'Istituto Nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia e dell'Istituto Alcide Cervi di Reggio Emilia, costituitosi nel 1972.

Impegnato anche nell'amministrazione della città, è stato Consigliere provinciale dal 1964 al 1975, ricoprendo nel secondo mandato l'incarico di capogruppo (1970-1975).

È stato inoltre presidente del Consorzio provinciale Pubblica Lettura di Bologna che in quegli anni ha esteso  molto la propria attività fondando biblioteche in numerosi comuni.
È stato membro per più di 20 anni del direttivo del Comitato regionale per le Onoranze ai Caduti di Marzabotto (sorto nel 1982) dove ha profuso  il suo impegno per la realizzazione di un centro di documentazione che raccogliesse studi, documenti e testimonianze relative agli eccidi di Monte Sole e alle stragi nazi-fasciste. Attualmente il "Centro di Documentazione di Marzabotto per lo studio delle stragi nazifasciste e delle rappresaglie di guerra" è gestito dal Parco storico regionale di Monte Sole, istituito nel 1989, alla cui ideazione e realizzazione Arbizzani ha partecipato attivamente. Per il Parco Storico è stato presidente del Comitato storico, dedicandosi a mantenere viva la memoria e la riflessione sulle drammatiche vicende che coinvolsero quel territorio con un costante lavoro di educazione alla pace rivolto principalmente alle giovani generazioni.
È stato tra i primi sostenitori della Scuola di Pace di Monte Sole, inaugurata nel 1999 e luogo di riferimento per ricerche e attività di diffusione della cultura della pace e dei diritti umani.
Un altro rilevante incarico che ricordiamo è quello di Presidente dell'Archivio Storico della Camera del Lavoro di Bologna - l'Associazione Paolo Pedrelli Archivio Storico Sindacale-Studi e Ricerche sul Lavoro.

E' morto l'8 aprile 2004

(*) Sintesi tratta da uno scritto di
Gian Maria Anselmi

Direttore Istituto Gramsci Emilia Romagna

Note 

** Luigi Arbizzani è stato anche tra i soci fondatori del Gruppo di Studi della Pianura del Reno nel 2002, partecipando attivamente agli atti costitutivi.

-- A Marzabotto l'8 maggio 2004 gli è stata intitolata una scuola dell'infanzia.
-- A San Giorgio di Piano il 25 aprile 2005 gli è stata intitolata la biblioteca comunale.

Foto 2: La biblioteca di San  Giorgio di Piano  il giorno dell'inaugurazione (25-04-2005)

BIBLIOGRAFIA
Ha pubblicato, sui temi della Resistenza:
- (Con N. S. Onofri) I giornali bolognesi della Resistenza, 1966.
- (Con L. Bergonzini) La Resistenza a Bologna. Testimonianze e documenti. La stampa periodica clandestina, vol. II, 1969.
- Uomini lotte e altre cose. Immagini e documenti per una storia di San Giorgio di Piano, 1974.
- Guerra, nazifascismo, lotta di Liberazione nel bolognese. Fotostoria, 1974.
 - La Resistenza a Bologna. Testimonianze e documenti. Manifesti, opuscoli e fogli volanti, vol. IV, 1975.
- Azione operaia, contadina, di massa, 1976; Antifascisti emiliani e romagnoli in Spagna e nella Resistenza, 1980.
- Habitat e partigiani in Emilia Romagna (1943-45), 1981.
- Carpi 1943-1945. La storia attraverso i manifesti, 1984.
- (Con A. Albertazzi e N. S. Onofri) Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945) vol. II, 1985;  vol. III, 1986.
- (Con N. S. Onofri) Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. IV, 1995; vol. V, 1998; vol. VI, 2003.
- La Divisione  Modena Armando davanti allo schieramento americano sulla Linea Gotica, in Partigiani in trincea. La Divisione Modena Armando sulla Linea Gotica, 1996, pp. 65-75.
- Antifascismo e lotta di Liberazione nel bolognese Comune per Comune, 1998.
- Il primo antifascismo di Luciano Bergonzini, 2000, pp. 7-22.
- Per un museo sull'altopiano di Monte Sole, in Metronomie, 2001, nn. 20-21, pp. 169-183.
- Con M. Degli Esposti e B. Bertusi ha curato Marzabotto. Quanti, chi e dove. I Caduti e le vittime delle stragi nazifasciste a Monzuno, Grizzana e Marzabotto e i Caduti per cause varie di guerra. Carta delle località  degli eccidi nazifascisti, 1995.

P S. Aggiungiamo la bibliografia generale di tutti gli scritti e pubblicazioni  di Luigi Arbizzani raccolti  dalla prima presidente del Gruppo di Studi, Angela Bonora, a corredo di un articolo del 10-4-2004, scritto a seguito della morte del socio fondatore (v. articolo su questo sito nella sezione "Iniziative di comuni e associazioni" - S. Giorgio di Piano, "Un ricordo di Luigi Arbizzani")

* Arbizzani Luigi, Battuti gli agrari a S. Giorgio di Piano, in Guida dell’operaio agricolo, Roma 1949

* Arbizzani Luigi, La Società Operaia di S. Giorgio di Piano, in Emilia, Rivista della Regione Emilia Romagna, Bologna 1952

* Arbizzani Luigi, Sguardi sull'ultimo secolo. Bologna e la sua provincia 1859/1961. Bologna, 1961,

* Arbizzani Luigi, L’eccidio di S. Giorgio di Piano, in Al di qua della Gengis Khan, Galileo ed., Bologna, 1965

* Arbizzani L., Bonfiglioli P., Renzi R. (a cura di) : Su, compagni, in fitta schiera. Il socialismo in Emilia Romagna dal 1864 al 1915, Cappelli ed., Bologna 1966

* Arbizzani Luigi, Giuseppe Massarenti capolega di Molinella: con un'intervista di Palmiro Togliatti all'Organizzazione socialista, Arte-Stampe, 1967

* Arbizzani Luigi, Un secolo di cooperazione modenese , (Commento a: N. Galassi, La cooperazione imolese dalle origini ai nostri giorni 81859-1967), Galeati, Imola 1968.

* Arbizzani Luigi, Onofri Nazario Sauro: I giornali bolognesi della Resistenza: con un panorama della stampa durante il fascismo, ANPI, Bologna 1966.

* Bergonzini Luciano - Arbizzani Luigi, La resistenza a Bologna, Testimonianze e documenti.  La stampa periodica  clandestina, vol. II, Istituto per la storia di Bologna, 1969 (Fonti per la storia di Bologna, Testi, 2-3)

* Arbizzani Luigi, Lotte e libertà in Emilia-Romagna,Onofri ed, 1973

* Arbizzani Luigi, Uomini lotte e altre cose. Immagini e documenti per una storia di San Giorgio di Piano, Consorzio Provinciale Pubblica Lettura, Bologna 1974

* Arbizzani Luigi, L'Emilia-Romagna nella guerra di liberazione , De Donato ed., Bari 1975-1976

* Arbizzani Luigi : Case di latitanza e resistenza contadina nel reggiano, Comune di Reggio Emilia, 1975.

* Arbizzani Luigi: Azione operaia contadina di massa, Deputazione Emilia-Romagna per la storia della Resistenza della guerra di Liberazione, De Donato ed., Bari, 1976

* Arbizzani Luigi, Problemi e lotte mezzadrili in provincia di Ravenna: 1943-1948, Ravenna 1976

* Arbizzani L. [e altri]: Strutture rurali e vita contadina, Amilcare Pizzi ed., . Milano 1977.

* Arbizzani Luigi, Antifascisti emiliani e romagnoli in Spagna e nella Resistenza. I volontari della Repubblica di San Marino, Vangelista Editore, Milano, 1980

* Arbizzani Luigi: Habitat e partigiani in Emilia Romagna, Ed. Brechtiana, Bologna, 1981

* Arbizzani Luigi, Cazzola Franco: La Boje: moti contadini e societàrurale padana, nel secondo Ottocento: traccia per la ricerca di materiali per una mostra, in Il lavoro in miniatura, Museo civico di San Benedetto Po, 1983

* Arbizzani Luigi, Carpi 1943 - 1945. La storia attraverso i manifesti, Archivio Storico Carpi, 1984

* Arbizzani Luigi, Antifascismo e lotta di liberazione nel bolognese, ANPI, Bologna

* Arbizzani Luigi, Antifascismo e lotta di liberazione, ANPI, Bologna

* Arbizzani Luigi, Cazzola Franco, Esposto Attilio, Campagne e società nella Valle Padana di fine Ottocento, Grafis ed., Bologna, 1985

* Argan G.C., Roversi G., Gottarelli E., Arbizzani L., Plessi G.: Palazzo Malvezzi tra storia , arte e politica, Grafis ed., Bologna 1987

* Arbizzani Luigi: Di Primo  in Primo Maggio. Cento 1° Maggio a Bologna e dintorni (1890-1990), Grafis ed., Bologna , 1990

* Arbizzani Luigi ( a cura di) : Monte Sole ricorda : lotta di liberazione e stragi nazifasciste 1943-1944, testi per il documentario, Comitato per le onoranze ai caduti di Marzabotto, Bologna 1990

* Arbizzani Luigi, Medaglie e pagine di storia sulla lotta di liberazione in Emilia-Romagna, Galeati ed., 1990

* Arbizzani Luigi, La Costituzione negata nelle fabbriche, Grafiche Galeati, Imola 1991

* Arbizzani Luigi (a cura di) :Al di qua e al di là della linea gotica: 1944-1945: aspetti sociali, politici e militari in Toscana e in Emilia-Romagna, Bologna-Firenze, Regioni Emilia -Romagna e Toscana, 1993.

* Combat photo: 1944-1945. l'Amministrazione militare alleata dell'Appennino e la liberazione di Bologna nelle foto e nei documenti della 5.a armata americana . A cura di Vito Paticchia e Luigi Arbizzani ; scritti di Luigi Arbizzani ... [et al.] Grafis ed. Bologna, 1994

* Arbizzani Luigi: Prima degli “Unni” a Marzabotto, Monzuno, Grizzana, Grafis ed. Bologna 1995

* Arbizzani Luigi: Soggiorno di una detenuta politica antifascista a Longobucco nel 1933 , Bollettino dell’Icsaic, fasc.8, pp. 37-50.

* Arbizzani Luigi: Due antifascisti bolognesi confinati a Girifalco: Novella Pondrelli e Oliverio Bordoni Bollettino dell’Icsaic, fasc.10, pp.14-20

* Albertazzi Alessandro - Arbizzani Luigi - Onofri Nazario S., Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945). Dizionario biografico (2) STORIA D'EUROPA

* Arbizzani, Versura, Chiarini: Quelle bombe su Malalbergo Comune di Malalbergo, Malalbergo, 2002

Angela Bonora

Segnaliamo inoltre:

- Luigi Arbizzani , Saveria Bologna , Lidia Testoni  e Giorgio Triani "Storie di Case del Popolo" Ed. Grafis 1982 

- Luigi Arbizzani  "Pietroburgo nella pianura bolognese. Documenti, testimonianze e immagini su Argelato e Funo dal 1859 in poi". Ed. Comune di Argelato.  2001

 


 

 

 

Scritto in Biografie | S. Giorgio di Pianoinvia ad un amico | stampa | letto 6170 volte

Inserito da redazione il Dom, 25/03/2007 - 07:55